Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Alpha on Giovedì 10 Ottobre 2019 18:52

@ vince-to

"Sei tu che non comprendi il ragionamento che ha fatto Rossi il quale ha anche spiegato i limiti dei vari peer r. per cui reputa che l'approvazione vasta avuta sia migliore del peer r. classico"

Non lo comprendo affatto perchè, come ti ho già detto in precedenza, quello che sostiene è una falsità ed è chiaramente solo una opinione di parte.

 

"Te l'ho detto. sei mono orientato e non sei flessibile al punto giusto"

Non arrivare al punto di stravolgere le cose non significa non essere flessibile al punto giusto, si chiama semplicemente un minimo di decenza nel riconoscere e chiamare le cose per quelle che sono.

 

"Sul blog di Rossi scrivono anche persone di eccellenza sicuramente più preparati di te, appare chiaro."

Prima affermavi di non essere un tecnico, ora ti attribuisci persino capacità di giudizio tali da arrivare a valutare con certezza la preparazione o meno delle persone, forse è meglio che ti metti d'accordo con te stesso, ma soprattutto ti suggerisco di studiare un po' piuttosto che dar retta a un blog.

 

"La citazione su Einstein era una battuta che non hai compreso. Pazienza!"

Battuta inutile. Se ai suoi tempi fosse stato disponibile un semplice auto-archivio aperto come è ReserchGate, Einstein certo non avrebbe scelto di pubblicare lì i suoi studi per sottoporre le sue teorie ad un peer scientifico da parte dei suoi illustri colleghi del tempo.

 

Pensala pure come ti pare, ma il mondo scientifico e della ricerca continua a lavorare "sudandosi" le citazioni e le pubblicazioni peer.


 Last edited by: Alpha on Giovedì 10 Ottobre 2019 19:06, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: vince-to on Giovedì 10 Ottobre 2019 18:05

@Alpha

Ho compreso benissimo su Wiki cosa sia un peer r.. Sei tu che non comprendi il ragionamento che ha fatto Rossi il quale ha anche spiegato i limiti dei vari peer r. per cui reputa che l'approvazione vasta avuta sia migliore del peer r. classico. Te l'ho detto. sei mono orientato e non sei flessibile al punto giusto. Rimani fermo alla forma e non vai alla sostanza.

Sul blog di Rossi scrivono anche persone di eccellenza sicuramente più preparati di te, appare chiaro.

La citazione su Einstein era una battuta che non hai compreso. Pazienza!

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Alpha on Giovedì 10 Ottobre 2019 15:55

@ vince-to

"Cosa significhi il peer lo avevo ben chiaro prima di risponderti. Wiki lo spiega bene."

Se cosi fosse non accosteresti le due cose. Forse ti manca la comprensione del significato di quanto hai letto su Wiki.

 

"Strano che sul blog di Rossi molti riportano cifre rilevanti e impressionanti  di lettura e raccomandazioni. Leggete testi diversi o solo tu capisci qualcosa?"

Certo che se ti interessa principalmente credere alle fanfaronate scritte sul blog di Rossi è chiaro che non riuscirai mai a capire, tanto per fare un esempio su ResearchGate puoi trovare anche pubblicazioni e brevetti relativi ai motori magnetici. Se il paper di Rossi fosse stato in precedenza sottoposto ad una peer-reviewed scientifica, e poi pubblicato su ResearchGate, allora le cose sarebbero diverse ma non mi pare che sia questo il caso.

 

"Non sono un tecnico, ma tu hai idee molto confuse o volutamente distorte, anche sui vari tipi di  pubblicazioni su riviste scientifiche."

Che non sei un tecnico non si fa fatica ad intuirlo, ma invece di fare determinate affermazioni sarebbe opportuno che tu ti documentassi un minimo.

 

"Secondo te Einstein avrebbe pubblicato le sue teorie su queste riviste?"

Probabilmente non sai nemmeno che all'epoca Albert Einstein ha pubblicato i suoi studi e le sue teorie su una rivista scientifica peer-review di grandi e secolari tradizioni, la Annalen der Physik, una prestigiosa rivista accademica che annoverava tra i suoi editori gente del calibro di Wilhelm Wien e Max Plank.


 Last edited by: Alpha on Giovedì 10 Ottobre 2019 16:02, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: MisterTiZ on Giovedì 10 Ottobre 2019 11:24

@vince-to

Siamo a metà ottobre 2019... e ancora l'unica cosa di cui al massimo si può parlare è una pubblicazione non peer-review che per tua stessa ammissione non contiene nulla di verificabile.

Non un cliente, non un prodotto sul mercato, non una dimostrazione inequivocabile di esistenza del fenomeno.

Sei consapevole che anche quest'anno la tua previsione va a farsi benedire? (l'ennesima)

Uscirai mai da questo tunnel? O rinnovi l'abbonamento alla babbeizzazione anche per il 2020? Che dici? Il prossimo è l'anno buono?


 Last edited by: MisterTiZ on Giovedì 10 Ottobre 2019 11:26, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: vince-to on Mercoledì 09 Ottobre 2019 23:49

Alpha,

Cosa significhi il peer lo avevo ben chiaro prima di risponderti. Wiki lo spiega bene. Strano che sul blog di Rossi molti riportano cifre rilevanti e impressionanti  di lettura e raccomandazioni. Leggete testi diversi o solo tu capisci qualcosa? Non sono un tecnico, ma tu hai idee molto confuse o volutamente distorte, anche sui vari tipi di  pubblicazioni su riviste scientifiche. Secondo te Einstein avrebbe pubblicato le sue teorie su queste riviste?

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Alpha on Mercoledì 09 Ottobre 2019 20:04

@ vince-to

"Se leggi bene quanto scritto da Rossi riuscirai anche a capire come egli consideri il numero elevato di tecnici e ricercatori che consigliano ed approvano il suo scritto come la migliore garanzia di validità superiore al peer classico."

Questa è semplicemente una sua (di Rossi) opinione di parte, una opinione che può essere considerata alla stregua dell'oste che si auto-incensa per vendere in giro il proprio vino. Il numero di lettori è semplicemente un conteggio di coloro che magari (incuriositi) leggono appena il titolo o l'abstract. I commenti sono appena una dozzina tra i quali non vedo nessuna disamina rilasciata da parte di personaggi competenti in materia e di reale rilievo, cioè nulla che supporti questa tesi.

 

"Considera che si tratta di uno studio teorico che non ha pretese di essere una verità scientifica verificabile."

Cioè stai dicendo tu stesso e confermi che non vi è nulla di scientificamente attendibile e verificabile in questo paper.

 

"Ti manca un poco di flessibilità mentale..."

Da quello che scrivi appare chiaro che a te invece manca completamente la conoscenza di cosa voglia dire pubblicare un lavoro attraverso il processo di peer review, ma ti limiti a riportare in modo pedissequo la sua narrazione.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: vince-to on Mercoledì 09 Ottobre 2019 17:10

@Alpha

Se leggi bene quanto scritto da Rossi riuscirai anche a capire come egli consideri il numero elevato di tecnici e ricercatori che consigliano ed approvano il suo scritto come la migliore garanzia di validità superiore al peer classico. Considera che si tratta di uno studio teorico che non ha pretese di essere una verità scientifica verificabile.  Ti manca un poco di flessibilità mentale...

ResearchGate non è peer reviewed magazine  

  By: Alpha on Domenica 06 Ottobre 2019 10:17

Is Researchgate a peer reviewed magazine ?

 

Assolutamente no. In sostanza ResearchGate è un “social networking” utilizzato come “self-archiving repository”.

Chi afferma il contrario non ha la minima idea di cosa voglia dire una peer reviewed scientific publication.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/ResearchGate

New York Times

 

Is Researchgate a peer reviewed magazine ?  

  By: ptorr on Giovedì 26 Settembre 2019 12:12

Roberto September 26, 2019 at 12:10 AM 

Dr Rossi, Is Researchgate a peer reviewed magazine ? 

 

Andrea Rossi September 26, 2019 at 3:46 AM 

Roberto: 

Surely it is the most peer reviewed scientific publication in the world: all the other magazines are peer reviewed from 1 or maximum 2 scientists, while a publication on Researchgate is peer reviewed by thousands of scientists and when a scientist makes a recommendation, automatically he makes a positive peer reviewing; another big difference, is that when a scientist makes a recommendation of a publication he puts voluntarily his face on it, because he has to put his name in the recommendation, while in all the other magazines the peer reviewer remains anonymous, so if he – as many times happens- makes mistakes because does not have sufficient knowledge of the matter, his face is saved. See the comments of the New York Times about Researchgate. 

Warm Regards, A.R.


 Last edited by: ptorr on Giovedì 26 Settembre 2019 12:17, edited 2 times in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: AleD on Giovedì 12 Settembre 2019 21:27

Ricorderei che recentissimamente, lo stesso solista ha dichiarato che la fusione fredda non esiste! Ma il suo effetto omonimo c'è ed è altro? Altro... Ma Camillo, il prof in pensione mentalista è sparito sparito? Impressioni sull'ultima uscita del solista? NIente? Gennaio sta arrivando, manca poco ormai, ho già pianificato come spendere gli euro che incasserò! :-D


 Last edited by: AleD on Giovedì 12 Settembre 2019 21:28, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Veronica_Nica on Lunedì 12 Agosto 2019 01:32

A proposito di giompete:

 

Alba Ruddell
August 10, 2019

Dear Dr Andrea Rossi,
Will your company go public?
Congratulations for the strong progress you made with your important paper
http://www.researchgate.net/publication/330601653_E-Cat_SK_and_long_range_particle_publication

 

Andrea Rossi
August 10, 2019

not before our Ecats will be well diffused and operating in the market. Our investors will have to be protected by a consolidated business. I will never put at risk the money of our investors. I hate the fraudsters that sell toilet paper disguised by “long shot tremendous opportunities”.

Warm Regards,
A.R.

 

...quindi si odia da solo? Ci sorprende ogni giorno di più...

Luigi Acerbi: "In the years when Rossi was working here, he didn't produce a single drop of oil... he persuaded technicians of the field, scientists and the region of Lombardia that he was able to do magic."

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: shera on Sabato 10 Agosto 2019 10:15

dobbiamo aspettare che il trottolone egizio venga installato di serie su tutte le auto, a quel punto gli scettici dovranno ricredersi

hanno fermato il motore ad aria compressa ma la fisica quantica è a prova di umbèoni

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Veronica_Nica on Giovedì 08 Agosto 2019 20:23

Inutile, non c'è possibilità di replica sul suo blog, come hai constatato. Rossi ci scrive e fa pubblicare solo quello che vuole lui, ovviamente. Lo conferma il fatto che non vi si trova nessun messaggio minimamente critico neanche a pagarlo oro.

 

Pensa che quando gli ho chiesto se poteva applicare al nuovo gatto ibrido le fantasmagoriche celle termoelettriche (mai) sviluppate da lui in USA fino al 2000, mi rispose che i suoi prototipi funzionavano perfettamente (fonte unica: Rossi) ma poi aveva avuto qualche "problemino" all'atto pratico, concludendo addirittura definendo il tutto come un successo dal punto di vista scientifico! (fonte unica: Rossi) In realtà, dei 27 dispositivi forniti, 19 non andavano proprio ed i restanti dispositivi generavano 1W contro i 1000W dichiarati da Rossi. Fonte: esercito USA. Un successone dal punto di vista scientifico!!!! A conferma della "veridicità" di questa versione molto personale dei fatti, come in tutte le sue avventure energetiche, c'è l'inconfutabile realtà che a distanza di 20 anni tutto il mondo usa le celle termoelettriche Rossi©, nevvero?!?! Parimenti, è notoriamente diffusissimo in tutto il mondo l'uso del petrolio ottenuto dai rifiuti con i procedimenti Rossi© (sono passati 40 anni) e degli e-cat Rossi© (dalla storia ormai decennale). Giri l'angolo e ne trovi uno, vero?!?!

 

Non mi stupirei affatto (anzi ne sono convinta) che buona parte dei messaggi se li scriva da solo, dopo gli ultimi sviluppi della storia ormai veramente nessuno lo considera minimamente più (basta cercare "e-cat" su google trends per capire che Rossi effettivamente non se lo fila più nessuno, se non quel ristrettissimissimo gruppettino di irriducibili, i.e., laureati all'università di YouTube.)

In merito a questi soggetti sono tuttavia curiosa di sapere se i loro tempi di babbeizzazione si sono già allungati a distanza di soli 6 mesi dai fantasmagorici annunci (per ora neanche minimamente rispettati) conseguenti all'SK, seguiti dai poco fantasmagorici annunci di slittamento causa i soliti problemi.

 

Credenti irriducibili, comunicate le vostre date di babbeizzazione che le aggiorniamo!

 

Luigi Acerbi: "In the years when Rossi was working here, he didn't produce a single drop of oil... he persuaded technicians of the field, scientists and the region of Lombardia that he was able to do magic."

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: lmwillys1 on Giovedì 08 Agosto 2019 20:14

fa caldo Sergé, troppo caldo, dev'essere colpa dei mici qua e la, scaldano troppo


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 08 Agosto 2019 20:15, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)  

  By: Sergente on Giovedì 08 Agosto 2019 20:11

AleD, Spero abbia una vaga idea di cosa significhi chiedere sul Giompete (Giurnal Indipenend Or Mozzarell Partenuppee Enginnerring Topping Enterprise ). 

First bisogna passare lo strettissimo filtro che cassa le malelingue e i curiosoni. Quindi directly nel monnezzaio.

Second, se la question può essere in qualche modo strumentale al "bisnez" e il nostro ha ancora quelche residuo di sbatta avanzata dal tennis, ci si può aspettare un filotto di yes, no, maybe, soon, reserved riempiti in modo più o meno casuale.