W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 20:27

Ma condivido tutto quello che hai detto Anti.

Una regolata pesante va data, e bisogna proprio partire dalla plastica.

Io odio la plastica, la plastica è eterna, e si sta accumulando ovunque.

Pensa che, io sono credo l'unico che, lungo la mia strada, regolarmente

ogni qualche mese prende e va a raccogliere tutte le schifezze lanciate dai finestrini,

Ma si può essere più scimmie? Putroppo non li becchi mai.

Ma pure quelli di Mondo Risparmio, li tengono aperti?

Quelli sono i mobili schifezza che ti durano quanto un contratto di affitto. 

Li monti delicatamente e non ritoccarli, che ti si frantumano fra le mani.

 


 Last edited by: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 20:30, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Domenica 17 Gennaio 2021 19:44

Tuco, un mondo in cui devi riparare tutto, magari col fil di ferro, per mancanza di reddito sarebbe

una schifezza, ma un mondo in cui si ripara il riparabile, e a regola d'arte, per evitare sprechi direi

che e' addirittura auspicabile. L'auto e' il prodotto meno indicato perche' soggetto a usura.

Prendi ad es, il settore dei mobili, non ho mai capito chi cazzzzz e' che si compra tutti quei mobili

che vedi nei centri commerciali. Una volta che te li sei comprati (i mobili) come fai a scassarli? Li

pigli a martellate?

Tieni presente che ci sono ancora 600 milioni di cinesi che vivono con 130 USD al mese, ergo,

di gente che ha diritto alla sua quota di risorse ce n'e' ancora in abbondanza.

La storia poi che bisogna consumare perche' se no le aziende chiudono e' aberrante (qui ha

ragione WIll), basti pensare che non si riesce a ridurre la plastica perche' se no le aziende che

la producono chiudono. Meglio se chiudono, e qui vien fuori la lungimiranza del salario di cittadinanza.

Insomma, la strada verso la civilta' e' aspra e forte ed e' ancora lastricata di ridicole guerre per

accaparrasi risorse, con l'aggravante di non averne alcun bisogno.

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 19:07

Insomma, quello che sembrano volerci dire quelli del WEF, la Auken, L'UE e la Renault (che è emanazione dell'intellighenzia francese),

è che ci aspetta un futuro da pezzenti, dove si ripara tutto, si retrofitta, si risalda, si recupera alla bell'emmeglio, perché per produrre ci vuole energia e materie prime sempre nuove, e questa storia deve finire, dato che energia inquina e materie prime sono scarse.

Spero non sia così, ma i segnali sono questi...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 18:40

>>>Che poi è quello che si fa oggi<<<
Infatti.

Interessante questa cosa dei furgoni stargati spediti in Africa.

P.s.

Volevo fare un post apposito per criticare la società futura sponsorizzata da quest'articolo, effettivamente distopico...

https://www.weforum.org/agenda/2016/11/how-life-could-change-2030/

Metto solo una considerazione sulle stoviglie condivise,

che arriveranno immancabilmente lercie (e ne mancherà pure qualcuna), generando una serie di imprecazioni capace di avvelenare 

completamente il pasto da prepararsi.

 


 Last edited by: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 18:41, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Peavey on Domenica 17 Gennaio 2021 18:26

che poi e' quello che si fa oggi.

Superfici attrezzate per scaricare i fluidi e stoccaggi per il riciclo di olio e liquidi vari.

Demolizione e separazione dei vari materiali con invio ai centri di recupero.

 

Facciamo auto nuove, altro che recuperare vecchi barattoli.... 

Intendiamoci..  io ho usato e tenuto in vita un mio vecchio furgone personale, per oltre trent'anni.  Non sono per buttare via.  

Ma quando l'hai riverniciato gia tre volte, hai ripreso i brancali.. e sopratutto quando persino gli zingari ti chiedono cosa aspetti a buttarlo via...  :)  forse e' ora di venderlo ai nigeriani.

 

In effetti ho scoperto che c'e' un traffico di furgoni verso l'africa.   Li comprano per poco circa 500 euro, e li usano come container per spedir merce in Africa sui traghetti.

Una volta arrivati in Africa credo cambino il motore e li vendono. nel frattempo risparmiano il costo del container e la relativa movimentazione. Il furgone anche se non targato sim muove sulle ruote e puo' entrare sui traghetti come un'auto. 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 17:34

Il riciclo delle autovetture mi sembra che in Italia sia all'83%.
Si potizza di poter arrivare al riciclo del 95% del materiale componente un'autoveicolo.

Ma scusate, con qualche operaio togli pneumatici, carburante, olii vari, cristalli, batteria.

Poi pressi tutto, lo macini, separi alla bell'emmeglio i vari metalli e la plastica.

Poi via in fonderia, e un'altro giro di giostra.


 Last edited by: Tuco on Domenica 17 Gennaio 2021 17:37, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Domenica 17 Gennaio 2021 16:45

Il massimo ched si potrebbe fare e' riutilizzare i motori elettrici delle vetture da demolire, ma,

anche li', dovresti fare una catena di smontaggio&riciclo, recuperare le centraline impossibile,

come tutte le apparecchiature elettroniche ce ne sara' una versioone nuova ogni 6 mesi,

Le batterie son la parte piu' soggetta a usura e quindi irrecuperabile, la carrozzeria e gli

interni peggio che andar di notte.

Insomma, una boiata pazzesca, e non credo nemmeno che lo abbia detto con uno scopo ben

preciso, qualche grappino di troppo e diventi tutto verde ed ecologista (finche durano i fumi

dell'alcol).

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Peavey on Domenica 17 Gennaio 2021 16:06

massu  uillie..  fai due conti.

Come si fa a pensare che sia meno costoso (energeticamente) retrofittare il circolante, piuttosto che demolirlo e rifarlo nuovo?.

Giusto per dire...  hanno impedito il retrofit di euro 1-2-3-4-5-6   e dovrebbero retrofittare l'elettrico?.

Passare da un'euro 2 ad una euro 6 e' difficile, ma si puo fare. Aggiungi centraline, cambi sistema di iniezione  inserisci fap e filtri  ed e' fatto.

La struttura dell'auto resta la stessa, i pesi pure.  Insomma poco piu' della trasformazione a gas di un'auto a benzina. 

Eppure nessuno e' stato cosi' stupido da tentare l'operazione in grande scala. Tutte le case hanno proposto nuovi modelli bifuel con motori concepiti apposta.

Molti anni fa  ho modificato motori, facendoli andare ad alcool o con altri combustibili. L'elettronica fa miracoli e i risultati sono discreti.

Negli anni settanta  (fine) ho progettato e costruito una centralina di iniezione su un motore ducati bicilindrico: Il vecchio pompone desmodromico con carburatori a vaschetta centrale (neppure a depressione).    Non e' stato poi cosi' difficile. la moto resta la stessa. Cambiano un po' di sensori , una pompa nel serbatoio e iniettori specifici. Tutta roba che trovi sul mercato. Non inventi nulla.

Ma si e' dovuto aspettare un paio di modelli per vedere l'iniezione sui motori ducati.  il desmoquattro e l'851  hanno segnato la fine dei motori pantah per entrare nella nuova generazione. agli inizi degli anni ottanta, con l'officina NCR che di fatto era il reparto corse esterno di Ducati ed il successivo passaggio a Cagiva.

 

L'AD  renault certamente ha i suoi motivi per fare una dichiarazione simile.  

Certamente dispone di un ufficio stampa dedicato e di collaboratori che avranno valutato anche le virgole della sua dichiarazione. Non e' certo campata in aria.

Penso che gli obiettivi pero' non siano la trasformazione delle linee di produzione renault in linee di retrofit. 

 

 

 


 Last edited by: Peavey on Domenica 17 Gennaio 2021 16:06, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Sabato 16 Gennaio 2021 11:43

io sono folle esattamente come l'AD Renault che dichiara guerra al consumismo indirizzando la multinazionale che guida a retrofit e riuso ... invece tu lutrom sei quello intelligentone che ha capito tutto

:-))))

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Peavey on Sabato 16 Gennaio 2021 11:31

.. hai ragione.. Uillie..

fanno ridere anche me....

ridiamo insieme e facciamoci un bicchiere di quello buono..  :)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lutrom on Sabato 16 Gennaio 2021 11:31

Hobi dà ragione a lmw... Siamo alla follia totale...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Sabato 16 Gennaio 2021 11:24

tante cosucce di quelle che specialmente tu riporti mi fanno ridere a crepapelle ... le auto da milioni di euro, i latifondisti da milioni di acri, gli yacht da 150 metri, i villoni da 1 miliardo di dollari, ecc. .... ma tranquillo, non sei il mio preferito, quello che mi fa più ridere di gusto in assoluto al mondo è Elon

:-)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Sabato 16 Gennaio 2021 11:07

anche per te imbecillissimo io sono tutto quello che vuoi

:-)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: shera on Sabato 16 Gennaio 2021 11:04

Finalmente le scie chimiche diventano una realtà...

I ricercatori di Harvard dello Stratospheric Controlled Perturbation Experiment (SCoPEx) non credono di aver bisogno di un permesso speciale dalla Svezia per il volo in mongolfiera. Circa 300 palloncini stratosferici simili sono stati lanciati in tutto il mondo nel 2019. Il fondatore di Microsoft Bill Gates   preme  con ansia ché il test  si svolga.

 

E se Uillies fosse in realtà un comico pieno di ciccia, o nella sua normalità una dei tanti parastatali?

a lui il lockdown piace, e si dimentica da dove arriva il virus, dai suoi amici comunisti di wuhan

Un avvocato di Cerignola , un bibitaro e un concorrente del Grande Fratello.... Sembra un film comico di Checco Zalone

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Sabato 16 Gennaio 2021 11:01

Chissenefrega del Wef...  e' un progetto come un altro

-----------

ahahahahahahahahahahahahah

ahahahahahahahahahahahahah

ahahahahahahahahahahahahah

ahahahahahahahahahahahahah

ahahahahahahahahahahahahah

ahahahahahahahahahahahahah

 

io sono una sardina felice, io sono tutto quello che vuoi, per me puoi continuare a frignare e sbattere i piedini quanto vuoi


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 16 Gennaio 2021 11:05, edited 1 time in total.