W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 30 Agosto 2017 15:47

Gian, l'articolo è un po' vecchiotto, ho fatto come Zibordi, ho ricercato il peggior articolo su Gela... per avvalorare la mia tesi.

Crocetta è stato infatti sindaco di Gela.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 30 Agosto 2017 15:09

Tuco, solo una domanda sull'articolo che hai postato.

ma Rosario Crocetta non è il governatore della Sicilia? è anche sindaco di Gela?

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Mercoledì 30 Agosto 2017 13:06

 

Rolex in regalo e voti in cambio di formaggio
Ecco chi sono gli alfaniani alleati del Pd in Sicilia

C’è chi è accusato di essersi messo al polso un Rolex in cambio di certo emendamento taglia Iva, ma anche chi è stato riconosciuto colpevole di aver ottenuto lavori gratuiti nella sua villa in cambio di finanziamenti pubblici. C’è chi non ha nessuna accusa ma in gioventù è finito addirittura immortalato in uno fotografia con Matteo Messina Denaro e chi invece è diventato suo malgrado il simbolo del sistema che gestiva il centro per richiedenti asilo più grande d’Europa: il Cara di Mineo

di Giuseppe Pipitone

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Mercoledì 30 Agosto 2017 13:00

Tuco, la sicilia e' quel posto dove i deputati regionali (detti anche "assessori") aboliscono la societa' di riscossione perche' son tutti indebitati con essa (pagar le tasse per loro e' un affronto). Qel posto dove fioccanoi a getto continuo leggi per arrubbare i soldi che arrivano da Roma, quel posto dove e' nata, cresciuta e pasciuta forza Italia (61 a zero) etc.. etc.. etc..

Ai tempi del forum di WSI c'era una tal siciliano profondo conoscitore dei suoi corregionali il quale ebbe l'ardire di sostenere:

La sicilia si puo' bonificare in un modo soltanto: farla sprofondare sotto il livello del mare per una buona mezz'ora e poi farla riemergere.

Senza arrivare a tali eccessi ci vorrebbe almeno un commissario tedesco con poteri dittatoriali.

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 30 Agosto 2017 12:48

A Sciacca ho rischiato un pestaggio per non aver dato sufficiente precedenza ad un bulletto mafioso sul motorino,

in certi paesi si respira violenza, non ovunque comunque.


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 30 Agosto 2017 12:50, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 30 Agosto 2017 12:23

Premesso che certi luoghi ci sono pure in altre nazioni così dette civili ( forse ),

non voglio più sentir dire: L'Italia è un grande paese...

Ci sono passato per sbaglio, cercando una farmacia, e ho lasciato fare al navigatore... mai più!

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 30 Agosto 2017 12:06

La Sicilia è quella del famoso 61-0, Tuco.....

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 30 Agosto 2017 12:02

http://www1.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200812articoli/39648girata.asp

Andate a Gela

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 30 Agosto 2017 11:49

certo che la frase "ma chi vuoi che venga a Milano?" rimarrà scolpita per molto tempo negli annali ..!!! ;))

Le stanze per gli universitari, rincari del 12 per cento in un solo anno. «Effetto dei siti come Airbnb»

I prezzi, rispetto all’anno scorso, sono aumentati ancora e la «colpa» è imputabile anche ai portali come Airbnb, Homelidays o Homeaway. O, almeno, questa è la tesi dell’ufficio studi di «Immobiliare.it». Milano è la città più cara

Per un letto in stanza doppia a Milano si pagano in media 388 euro (più 28 per cento rispetto all’Italia, un costo del 16 per cento superiore rispetto a Roma): il prezzo è cresciuto in un anno del 12 per cento. Il costo della singola è aumentato meno, del 4 per cento, a 528 euro. Ma resta più alto del 27 per cento rispetto ai 416 di media nazionale e del 20 per cento rispetto alla capitale.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_agosto_30/milano-stanze-gli-universitari-rincari-12percento-cento-un-solo-anno-8ff78d9e-8d5d-11e7-9464-bd6d9adf1594.shtml


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 30 Agosto 2017 11:51, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Martedì 29 Agosto 2017 14:17

Effetto TEMER , pana

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: pana on Martedì 29 Agosto 2017 13:38

ma come ? se hanno sovranita monetaria e valutaria..peche non stampano invece di privatizzare???

Petrolio, banche e tlc. Il Brasile è in vendita

 

L'economia non riparte: deciso un vasto piano di privatizzazioni

 
 

Per fronteggiare un colossale deficit pubblico calcolato in 146 miliardi di euro il governo di centrodestra del Brasile ha lanciato il più vasto programma di privatizzazioni degli ultimi vent'anni.


 Last edited by: pana on Martedì 29 Agosto 2017 13:38, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: pana on Lunedì 28 Agosto 2017 13:01

ma come si f a aportare un 14 enne in cordata in cima ad un monte???

mattiiiiiiiiiiiiiiiii

Il gruppo di nove persone era composto da due famiglie. In prossimità della forcella Freshfield, a 3.200 metri, i primi due sono scivolati trascinando gli altri. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Trento e Bolzano. Quattro elicotteri impegnati per ore nei soccorsi

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 28 Agosto 2017 11:27

Effetto Super Mario!

Ho notizia che nelle ristampe delle favole il finale sia stato modificato con

"e vissero felici e contenti, ovviamente con i soldi di Draghi"

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 28 Agosto 2017 11:32, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: pana on Lunedì 28 Agosto 2017 11:24

AL TOP DA 10 ANNI!

Scatto della fiducia per imprese (al top da 10 anni) e famiglie

E SI RIPARTEEEE

 

Mai così in alto da 10 anni. Per trovare un livello superiore nell’indice di fiducia delle imprese occorre infatti retrocedere a giugno 2007: solo allora il dato è stato superiore rispetto al risultato di agosto 2017, con il “polso” dell’ottimismo delle aziende salito di oltre un punto a quota 107.

Bene in particolare il settore manifatturiero e quello dei servizi, mentre arretrano costruzioni e commercio al dettaglio.