LE SIMONE

 

  By: gianlini on Giovedì 07 Ottobre 2004 18:38

se il metro è quello dell'utilità pubblica, non vedo differenze tra le simona e i marines ------------------------------- Xtol guarda che ti sei dimenticato che i marines sono lì per assicurarci il petrolio, con cui ci scaldiamo, illuminiamo, spostiamo, facciamo andare la lavatrice, cuciniamo ecc.ecc.. quindi l'utilità pubblica di un marine è 1000 volte maggiore di quella di una Simona

 

  By: XTOL on Giovedì 07 Ottobre 2004 17:38

io credo che si debba chiarire un po' di cosa si sta parlando. se si vuole giudicare dal punto di vista della responsabilità 'etica personale, io non ho metri di alcun genere (al zarkawi è uguale a maria goretti). se il metro è quello dell'utilità pubblica, non vedo differenze tra le simona e i marines. se il metro è quello del coraggio, a occhio e croce è più coraggioso chi vive in zone pericolose disarmato che chi sparacchia da un elicottero. se il metro è quello dell'etica "estetica" (fare una cosa bella), allora chi passa il tempo dietro una tastiera dovrebbe guardarsi bene dal giudicare chicchessia. xtol

le magliedilana sono teste di cazzo che sacrificano le vite altrui nella speranza di guadagnare spiccioli di sopravvivenza

Gli eroi del nostro tempo (in dollari esentasse) - gz  

  By: GZ on Giovedì 07 Ottobre 2004 16:14

"Time" della settimana scorsa ha dedicato la copertina alle Due Siome usando termini come "heroes". L'unico altro caso in cui ha messo qualcuno in copertina per l'iraq è stato per "Jessica" la soldatessa catturata. Per le migliaia di soldati in afganistan e iraq che combattono i terroristi e crepano dando la caccia ai tagliatori di teste o bin ladin non si è trovato nessuno degno. Idem le riviste europee, le grandi emozioni, i servizi di copertina e i titoli di scatola suscitano solo la donna-soldato "vittima" o una pacifista rapita (o le foto dei prigionieri abusati abu ghrab o guantanamo ovviamente). Per queste donne, vittime della guerra, è consentito persino rispolverare i termini in disuso dell'eroismo Ma ci sono gli 8.000 euro (supposti) di stipendio per le Due Simone e il 1.000.000 di euro per i loro "rapitori" (quelli che si preoccupavano di dare biscotti e medicine e di pregare:"... abbiamo avuto dei momenti pesanti, sì, ma non per via dei rapitori, solo perchè eravamo stanche...") Il segreto è che l'ONU e la "cooperazione" in genere sono un affare per chi ci riesce a entrare. Spesso un operatore umanitario prende uno stipendio da direttore generale per fare la baby-sitter o cose molto vaghe (i soldi della cooperazione in genere sono esentasse per cui se fosse confermato 8.000 euro in iraq equivalgono a 16.000 tassabili in Italia) Ho due cugine, un amica (e anche amici maschi) che quando avevano sui 20-25 sono andati diverse volte in africa e centro-america con organizzazioni "non governative" ONU e simili (ONG come le chiamano ora)per lavorare a programmi di assistenza. Quelle che sono infermiere facevano un lavoro specializzato e anche faticoso e difficile (dei parti ad esempio) quelle che erano laureati in lettere o simili un poco di tutto, ma il comune denominatore era lo stipendio in dollari che incassavano intero esentasse. Dato che il costo della vita era minimo tornavano e ti raccontavano cose avventurose che chi faceva la maestra o il bancario qui gli invidiava e in più alla fine dell'anno avevano il conto in dollari con 50-70 mila dollari di allora. Un mio amico che aveva avuto problemi vari dopo anni di militanza extraparlamentare e qui a Modena non sapeva bene cosa fare ha trovato una dritta per l'Eritrea e si è ritrovato con 6-7 mila dollari al mese del 1988 per fare una specie di assistente-consulente in agricoltura (laurea sulla storia dei partiti politici italiani) , si è divertito da quello che diceva e si è comprato una casa a Velletri quando è tornato. Anche le mie cugine, che erano più idealiste, comunque raccontavano di corse nella giungla in gippone e incontri esotici con gente di tutti i paesi, una vita scomoda a volte, ma a 25 anni era più interessante magari che insegnare alle scuole De Amicis. All'epoca tornavano e ti raccontavano a cena storiacce esotiche e si vantavano di avere ora più soldi di te (e non facevano la propaganda alle bande di criminali che c'erano anche allora in eritrea o uganda o salvador)

 

  By: Moderator on Giovedì 07 Ottobre 2004 15:17

Tre giorni dopo di loro sono state liberate delle ragazze indonesiane.Erano terrorizzate , non riuscivano ad alzare lo sguardo.Queste due sono comparse sorridenti e garrule fin da subito.Velo e corano in mano.Qualche dubbio rimane. Anche l'altro rapito che torna in taxi a casa e poi rilascia tranquille interviste, ...sarà.. ! Sa più di interprete al tour

 

  By: Bardamu on Giovedì 07 Ottobre 2004 14:36

su "poveri" soldati non sono tanto d'accordo, ma cque la catena va riportata integra

 

  By: Bardamu on Giovedì 07 Ottobre 2004 14:33

Aderisci a una bella catena di S.Antonio Utilità delle 2 Simone stipendiate 8.000 (ottomila) euro al mese per far le volontarie (mentre i nostri poveri soldati percepiscono meno della metà) dal Corriere della Sera la loro giornata tipo prima di farsi rapire: la Simona Torretta studiava per un esame all'università, la Pari insegnava la raccolta differenziata ai bambini iracheni (poteva farlo a Torre del Greco, Napoli, che di risolvere il problema della monnezza ne avevano più bisogno, mentre gli iracheni non hanno da mangiare); Costo delle Simone al Governo Italiano: ottomila euro al mese di stipendio (sì, sono i nostri cretini governativi che finanziano ste associazioni, almeno in parte) + 1.000.000 di euro di riscatto. Utilità zero. Tornano (purtroppo) indietro e ringraziano il governo? NO. ringraziano Scelli? No. Ringraziano la resistenza irachena e elucubrano di ritiri delle truppe. Vogliono tornare in Iraq. (Tanto se si fanno rapire di nuovo paghiamo noi tutti) Domanda di Cossiga: ma non è che si sono rapite da sole? Domanda di altri: e non è che il milione di euro se lo sono intascate loro con qualche complice terrorista? Carriera di una Simona: dipendente del Ministero della Difesa (ESERCITO) con d'Alema; pubblicista dell'Unità; ottomila euro al mese per fare la volontaria e la "resistente". Un domani (già proposte ci sono state) deputata? Con questa catena che deve arrivare a tutti gli italiani chiediamo una colletta di 50 centesimi a testa da dare alla resistenza irachena perchè si riprendano le due Simone, a patto che stavolta se le tengano anche.

 

  By: cisha on Martedì 05 Ottobre 2004 01:23

Si potrebbe proporre al parlamento europeo di modificare il codice della strada aggiungendo, a spese del contribuente ovvio, l'installazione nelle città europee, di una cartellonistica speciale per i munsulmani con l'indicazione della direzione della Mecca. Magari creare anche delle aree di sosta per i veicoli in ogni quartiere, magari del tipo simile a quelli per la sosta dei portatori di handicap, con delle strisce di colore appropriato (ROSSO) dove un devoto mentre guida si può fermare, scendere dall'auto e pregare nella giusta direzione. Visto che il parlamento europeo 80 su 100 l'approverebbe potremmo chiedere ai ns. parlamentari strapagati europei di proporre rispettivamente ai governi della Turchia, dell'IRAN, dell'Arabia e quando sarà stabilizzato, perchè no, anche dell'Iraq di fare la stessa cosa, questa volta a vantaggio dei cattolici presenti nelle loro città, che ne so con dei cartelli in ogni quartiere con su delle madonnine o dei cristi. Magari per fare delle prove ci potremmo mandare dapprima dei volontari; sono così tanti e convinti che affollano le varie trasmissioni, che credono nella bontà e nella pace e nella purezza dei munsulmani, così tanto per vedere un po' l'effetto che fa...per dirla alla Jannacci.

 

  By: CORTO on Martedì 05 Ottobre 2004 01:13

Essì non due pesi e due misure ma molti di più (pesi e misure) questi riscatti si valutano come gli spazi pubblicitari il cui prezzo varia secondo precisi parametri (appeal, ora di trasmissione o dimensioni sulla pagina) non faccio moralismo ma solo constatazioni mi fa piacere (si fa per dire) leggere che altri le condividono Corto

 

  By: GZ on Martedì 05 Ottobre 2004 01:08

Speriamo non lo assumano alle poste, già adesso i cristiani lasciano sempre una cartolina che "non ti hanno trovato in casa" piuttosto che attraversare il cortile e allungarti il pacco. Per le consegne e i lavori scomodi in genere punterei più su confuciani e buddisti.

 

  By: Gilberto on Lunedì 04 Ottobre 2004 22:50

Zibordi .... oggi ho visto una scena incredibile a Modena !!! Ero fermo in fila nei pressi dell'incrocio di Ciro Menotti con la via Emilia ( di fronte alla Maserati)... Da un furgone TNT scende una persona che stende un tappetino a fianco e si piega a pregare VERSO LA MECCA (ore 15,00) . Ma se avesse avuto delle consegne urgenti , come l'avrebbero presa i clienti , sapendo che i loro pacchi sono arrivati in ritardo perchè il corriere è un MUSULMANO DEVOTO ?? Io mi sarei molto , ma molto ..... Comunque il massimo del divertimento erano le facce delle persone che gli passavano a fianco .... non dico cosa dicevano gli automobilisti in coda per colpa sua ....

per chi suona il cellulare - gz  

  By: GZ on Lunedì 04 Ottobre 2004 21:11

Si è contenti che le borse salgano ora di Ottobre anche se sarebbero fuori stagione (ma con l'effetto serra si sa che le stagioni ora arrivano in anticipo per cui questo che vediamo oggi è probabilmente il rally di Natale dei mercati). E le borse salgono anche a dispetto di una stagione in cui sono tornati di moda riti che non si vedevano da secoli. Succede però quando c'è gente che ora segue alla lettera testi del 700 d.c.: è scritto nel Corano infatti che il profeta Maometto dopo la presa della Mecca fece decapitare circa 600 prigionieri per cui si seguono fedelmente i testi antichi (E anche il rapimento dei cristiano da parte dei saraceni per un riscatto è un "remake" storico ..). Ma c'è anche ll lato moderno: i cellulari-video a colori con accesso a internet tramite cui i giovani arabi a Londra intervistati domenica dal London Times scaricano subito ogni immagine di cristiani decapitati dai siti islamici per essere i primi ad avere il film del "momento" assieme ad amici e famigliari: "... per noi la Jihad è viva nelle nostre mani quando possiamo vedere sul cellulare le immagini degli americani a cui tagliano la testa ... dopo pochi minuti che l'ultimo americano era morto la settimana scorsa ero già in grado di vederlo sul mio cellulare". Come diceva Hemingway, non ti chiedere per chi suona il cellulare, suona anche per te ---------------------------------- ^The London Times ... Thair Shaikh writes about how cellular phone technology is being used to capture "that perfect moment"#http://belmontclub.blogspot.com/^ for family and friends among a certain circle of persons. Mobile phones are being used by young Muslims living in Britain to watch videos of hostages being beheaded by militants in Iraq. With their color screens and access to the internet, the latest generation of mobile phones are being used to download the videos after they are posted on Islamist websites. The videos can then be sent to other mobiles. One militant has saved every available video of hostages being killed in Iraq. An Algerian in his thirties who has lived in London for almost ten years, he is a follower of Abu Hamza al-Masri, the cleric whose extradition is sought by the US ... said "for us the jihad is alive in our hands as we watch American infidels get their heads chopped off ... within a few minutes of the Americans dying last week I was watching them on my phone....." ----------------------------------------------------

per chi suona il cellulare - moderatore  

  By: Moderatore on Lunedì 04 Ottobre 2004 21:06

 

  By: gianlini on Lunedì 04 Ottobre 2004 20:41

zibordi, pensi che casino se non liberavano le due simone, con l'imminente partenza di Striscia la notizia, l'isola dei famosi, il grande fratello 5, l'intervista a Briatore e Naomi (chissà costata quanto a noi contribuenti)...tutta roba che rischiava di saltare.... meglio tirare fuori 5 milioni di euro e ripianare tutto anche io mi sono chiesto quale eccezionale know how dovessero possedere le due che donne irakene non potessero avere, ma non ho trovato grandi risposte (non insegnavano neanche a non portare il velo, mi sembra.....)

 

  By: mistral04 on Lunedì 04 Ottobre 2004 19:31

Se salvi due ragazze andate a tenere dietro a dei bambini (ma se gli dai dei soldi le ragazze irakene non sarebbero in grado anche loro di farlo ?) sali nei sondaggi del 5% (dice il resto del carlino che Berlusconi avrebbe pagato il riscatto di tasca sua) perchè in TV è una storia che funziona --------------------------------------------------- Perchè allora non se la prende con Berlusconi che si è impegnato per la telenovela delle due Simona e non per questo commerciante o per Baldoni? Enfatizza la risposta della Simona per nascondere che il cavaliere ha telenovelizzato il nostro paese?

 

  By: marco on Lunedì 04 Ottobre 2004 19:12

Zibordi ha perfettamente ragione. Anche queste due Simone veramente hanno stancato.