mercati

 

  By: delta0618 on Mercoledì 12 Ottobre 2005 16:49

A proposito di Yom Kippur..in effetti pare proprio che il proverbio sia intercambiabile ^Buy Rosh, Sell Yom#http://iraqwar.mirror-world.ru/article/65352^ With the Jewish high holidays approaching, I think it’s best to appreciate the warning we are given to Buy Rosh HaShanah and to Sell Yom Kippur. Sometimes the reverse proverb is more profitable and one would Sell Rosh and Buy Yom, but it’s almost always one of the two. It’s no accident that major market crashes occur so frequently around Yom Kippur the Jewish New Year. ..eh sì Cramer lo si potrebbe tranquillamente inserire in Trade Station

 

  By: GZ on Mercoledì 12 Ottobre 2005 16:10

Intel sta perdendo quota di mercato a favore di AMD che ieri sera ha mostrato +144% di fatturato nei server e +100% (annuale) nei portatili, con questi numeri è evidente che ^AMD#^ sta mangiando ^Intel#^ Intel sta cedendo dal 20 luglio e questi downgrade dopo che ha perso un -16% spesso arrivano vicino a un minimo Inoltre quando Cramer esce a dichiarare che può solo scendere è pericoloso essere short Infine ^domani è Yom Kippur#www.cobraf.com/forumf/cool_r_show.asp?topic_id=6067&reply_id=55441^ per chi avesse fatto al caso al segnale basato su Rosh Hashana ------------------------------------------------------------- Hard to Find Reasons for Market to Rise By James J. Cramer RealMoney.com Columnist 10/11/2005 9:44 AM EDT .....Logically, why should it go up? There's nothing good happening. Gasoline. Heating oil. Natural gas. The president. You name it. There, that's the wife's take on the market -- many of you are always asking for it -- this morning over a cup of coffee. The former Trading Goddess was pretty adamant that without something good happening, something good beyond earnings, there is no reason for the market to do anything other than drift down. I can't disagree. I look at all of the other bourses around the world and I see cheaper, better markets with better currencies, better yield curves and better prospects, both intellectually and natural resources-wise. But I have to admit, it's getting beleaguering. I sold out of a position Monday for ActionAlertsPLUS and usually I am ready to fill it immediately with something. Instead, I am holding back, waiting for lower prices, confident I will get them

 

  By: delta0618 on Mercoledì 12 Ottobre 2005 15:20

Finalmente una notizia che può far salire i mercati... Un bel CUT Intel rating, price target cut at Prudential (INTC) By Tomi Kilgore NEW YORK (MarketWatch) -- Intel (INTC) was downgraded to underweight from neutral weight at Prudential, as concerns that a number of challenges will lead to disappointing revenue and margin performance over the next 2 to 4 quarters offsets favorable relative valuation. Analyst Mark Lipacis cut his stock price target to $20 from $31 and lowered his 2006 earnings estimate to $1.45 a share from $1.67. Lipacis expects revenue growth to decelerate, gross margin pressure to increase from rival Advanced Micro Devices and from accelerating growth of low-end products, a chipset shortage and risks associated with a transition of chip manufacturing in 2006. The stock, a component of the Dow industrials, fell 29 cents, or 1.2%, to $23.13 in Instinet pre-open trading.

 

  By: cisha on Venerdì 07 Ottobre 2005 13:49

Quello che più mi ha fatto piacere in questa "sciacquata" è proprio TREVI che grazie al suo business sulle trivellazioni non solo ha retto botta ma ha sforato ancora i massimi. Sembra che abbia ora le mani in pasto sulla ricostruzione delle zone devastate da Katrina dato che come noto si occupa di trivelle non solo per oil service ma per tutto ciò che deve stare in piedi sott'acqua. Anche quì si vede quando i mercati continuano a premiare il lavoro vero...quando c'è e ha penalizzare quello ...in forse.

questi sono paesi che in borsa hanno degli ESPORTATORI - gz  

  By: GZ on Mercoledì 05 Ottobre 2005 12:15

Dove sono i Macchinari, le industrie, la chimica, l'arredamento, i trasporti, le automobili, il turismo, il divertimento, il.... .... -------------------------- voi ragazzi che fate sempre tanti futures forse non guardate bene le povere singole AZIONI (stocks in inglese, aktien in tedesco) perchè se ci sono settori che sono andati in modo spettacolare e sono stati la spina dorsale del toro nel 2003-2005 erano proprio,la chimica, l'arredamento, i trasporti e i macchinari Ora, negli ultimi sei mesi questi settori vanno forte in Germania, Svizzera, Svezia, Francia e non in USA per il semplice motivo che l'euro, il franco svizzero e la corona svedese hanno perso rispettivamente il -10%, -11.5% e -13% contro dollaro (a differenza dell'Italietta che ha una bella borsa dove si taglieggia il consumatore indigeno con commissioni e servizi bancari, tariffe elettriche, pedaggi, metano, benzina, gasolio, telefonate da cellulare a 1 euro ogni 4 minuti e tariffe varie questi sono paesi che in borsa hanno degli ESPORTATORI) per cui se prendi le % in America vedi anche delle perdite, ma in compenso in Europa per non parlare del Giappone invece si va alla grande se prendi ad esempio in Europa negli ultimi 12 mesi il settore chimico vedi che un solo titolo ha perso ( -1%) e tutti gli altri guadagnato con il migliore a +69% (colonna "12 Per" dove la performance è tarata a 100 per cui 169 = +69%)

 

  By: polipolio on Mercoledì 05 Ottobre 2005 11:49

Gano, le hai date via da poco, dovresti essere contento, no? In più, se si puliscono gli eccessi, va solo bene.

 

  By: Gano on Mercoledì 05 Ottobre 2005 11:40

Intanto oggi Erg fa un bel -2.46 in apertura, tanto per gradire. Saipem -2.18 e perfino ENI, che a smuoverla ci volevano le gru, fa di botto un -2.20, indicando quanto sia stata oggetto di speculazione, stravolgendo completamente il suo ruolo usuale di titolo difensivo.

 

  By: polipolio on Mercoledì 05 Ottobre 2005 09:50

in effetti arredamento, (trasporti) e divertimento ad es. ci dovrebbero stare

 

  By: polipolio on Mercoledì 05 Ottobre 2005 09:49

Alex, credo di capire il tuo punto. Però, scusami ma secondo me è un po' anni '60 quel che hai in mente. Lo sviluppo dell'industria pesante (in occidente) c'è già stato, oggi se cresciamo lo facciamo con roba meno materiale, servizi, telecom... Le materie di base, incluso l'agroalimentare stanno uscendo (forse) da un orso ventennale, e questo è sicuro per il petrolio che pochi anni fa valeva sugli 11 a barile, e i produttori, sopratutto non sauditi, piangevano. Ma l'energia è un tema che ci accompagnerà a lungo IMHO. ma forse val la pena diparlarne un po' di più

 

  By: Mr.Fog on Mercoledì 05 Ottobre 2005 01:44

Scusa Poli, li sotto ci sono piu' di 70 indici...sei sicuro di aver letto bene? Ti concedo Internet (ma si sa dovrebbe essere il presente ed il futuro) ed anche i fornitori di telecom, non il resto. Elettricita' miniere, metalli non ferrosi, finanza e assicurazioni sulla vita...sono tutti legati ai vari petrolio, uranio, cina, mercati in crescita, invecchiamento e "appesantimento" della popolazione....ecc. Dove sono i Macchinari, le industrie, la chimica, l'arredamento, i trasporti, le automobili, il turismo, il divertimento, il.... Non so, non devo convincere nessuno, se per Te e' OK, va bene lo e' anche per me. Ciao Alex

 

  By: polipolio on Mercoledì 05 Ottobre 2005 00:27

Bah, da Internet fino a Health care providers mi sembra tutta roba ragionevole..

 

  By: Mr.Fog on Martedì 04 Ottobre 2005 22:38

Siamo sicuri sia giusto cosi'? Notare le perf. a 6 mesi...vigliacco se tra i positivi c'e' un qualcosa legato ad una sana economia in crescita.

 

  By: Mr.Fog on Martedì 04 Ottobre 2005 22:35

....

 

  By: Gano on Martedì 04 Ottobre 2005 21:33

Piu' che le societa' medio piccole, mi sembrano essere gli energetici non piu' a buon mercato. E su Erg, ENI e compagnia, titoli di natura difensiva e diventati ora speculativi(*), temo il bagno di sangue. (*) Sono titoli che si tengono generalmente in portafoglio come investimento difensivo e che alla fin dei salmi hanno fruttato agli italiani piu' di quelli intesi come investimento speculativo. C'e' evidentemente qualcosa che non va e il petrolio non puo' continuare a salire all' infinito. Avessi Erg in portafoglio ora, non dormirei la notte...

 

  By: polipolio on Martedì 04 Ottobre 2005 20:42

Sì, poi ci sono contenziosi per 50 MILIARDI di $, centesimo più,centesimo meno. Oggi il grey market ritiene che il 90-95% di quella cifra non verrà mai incassata; inutile dictu, quell'importo è di gran lunga superiore al valore industriale di Parmalat.