DEFLAZIONE E DEBITO

 

  By: MR on Martedì 08 Luglio 2014 18:53

Caro Oscar, sono abbastanza sicuro di aver studiato più di tutti i vari rampolli di Economia e Commercio di questa palla di fango dimenticata da Dio, avendo fatto qualcosa di serio che non fosse spendere i soldi del babbo, ma nonostante tutto non ho ancora capito come sia possibile che l'ideologia azzeri completamente l'empatia. Cioè, io non ci credo che siete così figli di puttana. In realtà è tutta una messinscena tipicamente (questa si) italica.

 

  By: antitrader on Martedì 08 Luglio 2014 18:35

I tedeschi dominano la formula uno (bye bye ferrari) e ne rifilano 5 al brasile in mezz'ora. Oggi sulla via Emilia c'erano due BMW uguali di un modello sportivo tutto nuovo che stavano provando. Erano semplicemente stupende (e non sono un patito delle auto), piu' belle delle ferrari. I tedeschi saran pure antipatici ma il loro rigore intellettuale e morale alla fine paga, ormai sono i primi in tutto, non lo sono sulle armi solo perche' ancora sotto il dominio americano. Una nazione in cui il presidente della repubblica viene licenziato con disonore solo per un mutuo di una decina di punti base piu' favorevole dei tassi di mercato. Alla fine e' stato pure assolto ma ormai era fuori e ci e' rimasto cosi' come deve essere. Da noi abbiamo un partito i cui capi son finiti tutti in galera che gode ancora del favore di milioni di cretini e che contribuisce a riscrivere la costituzione mettendo in atto un colossale voto di scambio a beneficio de soliti noti. Per non parlare di storie di ruberie e malaffare che riempiono i giornali tutti i santi giorni. Il nostro giovin presidente va a in Europa e parla come se fosse da Bruno Vespa sparando cazzate su cazzate (Telemaco e selfie compresi) anziche' snocciolare i punti di uno straccio di programma. Fanno tenerezza i tentativi di imbroglio di piccolo cabotaggio della serie: togliamo il digitale dai vincoli di bilancio! E altre amenita' che ricordano il mitologico "saldo primario" il quale sta a significare che se il vostro vicino di pianerottolo non si fosse indebitato per comprare il secondo bilocale a 500.000 euro allora sarebbe ricco. Mettetevelo bene nella zucca (vuota), c'e' un limite al rispetto delle regole, lealta', rigore morale, credibilita', onorabilita' etc... al di sotto del quale l'economia non puo' piu' funzionare al di la' delle infinite bizzarrie e ipotesi risolitive partorite da menti di standard italiota non proprio sopraffini. In tutte le proposte che mi e' capitato di leggere (su qualsiasi sito) c'e' sempre il bidone incorporato a danno della controparte di turno.

 

  By: Bullfin on Martedì 08 Luglio 2014 17:50

se uno non ha sensibilità ed umanità, certo non gliela puoi dare Ciao CArissimo!! Esatto, è inutile essere ipocriti.

 

  By: lutrom on Martedì 08 Luglio 2014 17:39

Tranquillo Mr intendeva dire che gli importa di se e non gli frega niente degli altri. Il problema di tale logica (tipica del neoliberismo degli ultimi 20 anni poi che penso a mi e degli altri non me frega salvo che me frega i schei degli altri (connotazione di comunismo tipico del settentrione in ispecie questa ultima parte) che è facile dire così, poi pero' se le cose van male per gli altri prima o poi arrivano a te. Es. l'Italia è nella *** ...che te ne frega...si peccato che prima ti tassavano al 12,5 ora al 26, e Tobin tax e me nona in carriola. ------------------------------- Ottimo, Bull!! Purtroppo i profeti sono spesso inascoltati... Tipico esempio di chi pensa solo ai fatti propri (ma poi rischia di fare una brutta fine pure lui) è una mia collega docente che un giorno vidi saltare di gioia: le chiesi il motivo e mi disse che era contentissima perché le avrebbero restituito lo scatto di anzianità (comunque una miseria, aggiungo io) e che tutto quindi andava benissimo in Italia. La suddetta poco dopo era ancor più felice per come andavano le cose perché suo figlio si era laureato, il sistema quindi andava benissimo, ecc. ecc.... Ora le cose sono cambiate, non è più felice, eh eh eh, perché il suo suddetto pargolo, benché laureato col massimo dei voti, non trova una cippa di lavoro... Beh, che dire, a questo punto sono contentissimo della disoccupazione del giovane di belle speranze... Molti purtroppo non si rendono conto che, se la miseria intorno a te cresce, prima o poi arriverà anche a te o ai tuoi cari. Lo stesso molti che ragliano viva la Merkel e che la crisi sta purgando il sistema e quindi è positiva, non si rendono conto che A PAGARE IL PREZZO PIU' ALTO PER LA CRISI SPESSO SONO I PIU' DEBOLI, SPESSO SONO COLORO CHE NON MERITANO TUTTO QUESTO, MENTRE I PAPERONI CHE HANNO APPROFITTATO DELLA MAMMELLA STATALE STANNO ANCORA BENISSIMO E CONTINUANO A GOZZOVIGLIARE ALLE SPALLE DEI POVERI CRISTI!!! Comunque, sai che ti dico, Bull: se uno non ha sensibilità ed umanità, certo non gliela puoi dare: è come voler dare la fede ad un ateo oppure il fascino magnetico ad una racchia antipatica...

 

  By: Bullfin on Martedì 08 Luglio 2014 17:22

Non ho la più vaga idea di cosa intendesse dire Tranquillo Mr intendeva dire che gli importa di se e non gli frega niente degli altri. Il problema di tale logica (tipica del neoliberismo degli ultimi 20 anni poi che penso a mi e degli altri non me frega salvo che me frega i schei degli altri (connotazione di comunismo tipico del settentrione in ispecie questa ultima parte) che è facile dire così, poi pero' se le cose van male per gli altri prima o poi arrivano a te. Es. l'Italia è nella *** ...che te ne frega...si peccato che prima ti tassavano al 12,5 ora al 26, e Tobin tax e me nona in carriola. Oscar, si è vero un 3% di inflazione per il poaret fa differenza, ma anche la deflazione dove chiudono le fabbriche. Lì pero' per chi chiude, inflazione o meno, è morto.

 

  By: traderosca on Martedì 08 Luglio 2014 16:29

"importante se è al 2% o al 5% quando sei disoccupato." neppure quando sei morto è importante.....fatti delle domande e studia.... che tipo di inflazione?è strisciante o galoppante?chi avvantaggia e chi svantaggia l'inflazione? Quando avrai trovato le risposte,capirai perché un soggetto fa il tifo per l'inflazione e un altro la combatte.........

 

  By: MR on Martedì 08 Luglio 2014 16:05

Non ho la più vaga idea di cosa intendesse dire, se non che nella sua prolusione sembrava più che altro un calvinista ginevrino. Altri la crisi la vivono, e sono in tanti. E magari, per buona parte di essi, non è una colpa.

 

  By: Morphy on Martedì 08 Luglio 2014 12:50

Infatti io non sono disoccupato, non sono in crisi, non sono un povero (ma nemmeno ricco) e cosa ancor più importante non ho debiti. Purtroppo quando vedo persone che si inceppano su concetti di logica elementare il "cretino" mi esce spontaneo. Qui non è una questione di quanta inflazione. A volte mi chiedo... ma salvatori del mondo si nasce o si diventa? morphy

 

  By: MR on Martedì 08 Luglio 2014 09:25

O al limite cretino è chi è talmente ossessionato dall'inflazione da credere che sia molto importante se è al 2% o al 5% quando sei disoccupato.

 

  By: Morphy on Martedì 08 Luglio 2014 08:32

Pigreco: "Se io sono un risparmiatore virtuoso e ho 100 euri in tasca voglio che questi euri restino in tasca con lo stesso valore." Pigreco è sufficiente questo. Non c'è null'altro da tirare in ballo. La questione è veramente banale per cui chi non la capisce o è un cretino o è guidato da interessi personali. morphy

 

  By: MR on Martedì 08 Luglio 2014 07:16

Mi associo a Bullfin.

 

  By: Bullfin on Lunedì 07 Luglio 2014 17:29

E per le firme dove si fanno?

500mila firme per abolire il Patto Fiscale - Moderatore  

  By: Moderatore on Lunedì 07 Luglio 2014 17:07

Stop all'austerità. Il referendum contro il Fiscal Compact ^"Il referendum contro il Fiscal Compact sfida l'Eurogruppo e "l'austerità ottusa"#http://www.repubblica.it/economia/2014/07/07/news/referendum_austerity-90931505/^ 07 luglio 2014 Mario Baldassarri, Cesare Salvi, Riccardo Realfonzo, Danilo Barbi della Cgil e Gustavo Piga di Scelta Europea sono il comitato che propone di abrogare quattro articoli del testo di legge 243 del 2012, la norma attraverso la quale si attua il principio costituzionale del pareggio di bilancio. Una sottile escamotage per disarcionare il Fiscal Compact, che sarebbe intoccabile sul lato (costituzionale) del pareggio di bilancio stesso. Le ragioni della richiesta di abrogazione di fatto sono spiegate dall'economista Realfonzo sulla rivista economiaepolitica.it, ------ Quesito n. 1: Abrogare le norme che consentono di stabilire obiettivi di bilancio più gravosi di quelli definiti in sede europea. Quesito n. 2: Abrogare la norma che limita ai soli casi straordinari il ricorso all'indebitamento pubblico per operazioni finanziarie Quesito n. 3: Abrogare la norma che impone manovre correttive di bilancio quando ricorrono alcune condizioni previste da trattati internazionali Quesito n. 4: Abrogare la norma che identifica rigidamente e tassativamente il principio costituzionale di equilibrio dei bilanci pubblici con un obiettivo di bilancio stabilito in sede europea 6. Testo dei quesiti Quesito n. 1: «Volete voi che sia abrogata la legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante “Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’art. 81, sesto comma, della Costituzione”, nelle seguenti parti: art. 3, comma 3, limitatamente alla parola: “almeno”; e art. 3, comma 5, lettera a), limitatamente alla parola: “almeno”?» Quesito n. 2: «Volete voi che sia abrogato l’art. 4, comma 4 (“Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 6, comma 6, non è consentito il ricorso all’indebitamento per realizzare operazioni relative alle partite finanziarie.”) della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante “Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’art. 81, sesto comma, della Costituzione”?» Quesito n. 3: «Volete voi che sia abrogato l’art. 8, comma 1, limitatamente alle seguenti parole: “e dagli accordi internazionali in materia”, della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante “Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’art. 81, sesto comma, della Costituzione”?» Quesito n. 4: «Volete voi che sia abrogato l'art. 3, comma 2 ("L'equilibrio dei bilanci corrisponde all'obiettivo a medio termine.") della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante “Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’art. 81, sesto comma, della Costituzione”?»

 

  By: Bullfin on Giovedì 03 Luglio 2014 09:42

viva i tedeschi che l'hanno capita. Eh te credo sono quelli che si beccano i vantaggi dell'euro...Pigreco...la fiera delle banalita'. W FARAGE, GRILLO, BAGNAI BORGHI. comunque confermo Jose è di sinistra te Pigreco sei la cosa piu' vicina a Silvio. RAgioni paro paro all'elettorato di Silvio.

 

  By: MR on Giovedì 03 Luglio 2014 07:46

Ora capisco perchè Pigreco: è una persona fondamentalmente irrazionale.