Matrimonio Gay e Altre Stupidaggini

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 05 Gennaio 2016 16:05

Sono dispostissimo a discuterne. Ma vorrei farti notare che in ogni caso non hai capito nulla di quello che ha scritto MR. Spero che almeno tu abbia capito la mia spiegazione.

 

  By: gianlini on Martedì 05 Gennaio 2016 16:05

cosa c'entrano Gano i gay? c'entra il petrolio, molto di più! c'entra il fatto che dopo decenni di pancia vuota, o piena solo di vodka se vuoi, il benessere recente è una spinta all'ottimismo! rispetto a paesi che stanno bene già da decenni, questa è una grande differenza. ma i gay per favore lasciamoli perdere! anche oggi cmq la Russia è nella stessa situazione denunciata da Medvedev, così come avviene in tutto il mondo non poverissimo Da wikipedia the figures for 11 months of 2015 show only slightly lesser number of births (-0,5%) comparing to the same period of 2014 despite progressively faster worsening of the age structure resulting to faster decrease of the number of reproductive-age women. Hence, the TFR actually rose again in the first 11 months of 2015 (to 1.7778 children per woman TFR di 1,8 è inferiore al 2,3 che sarebbe necessario perfino in India hai degli Stati che non fanno abbastanza figli per mantenere nel lungo termine la popolazione attuale

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 05 Gennaio 2016 15:58

In Russia erano veramente alle strette. Ricordo un' uscita di Medvedev negli anni 2000 (non ricordo l' anno preciso) in cui affermava che la Russia era vicinissima al punto di non ritorno, cioè vicinissima al punto in cui la popolazione in età fertile non sarebbe stata più comunque sufficiente a mantenere il numero della popolazione. Sono quindi ricorsi a tutte le misure possibili. Sono stati fatti ragionamenti piuttosto chiari. Se poi vuoi metterla per forza in caciara fai te. Magari però facciamo un thread "La caciara". Meglio per tutti, no? > col petrolio passato da 15 a 100 dollari Mentre nei paesi sviluppati situazioni di estrema povertà coincidono effettivamente con una diminuzione della natalità (è quello che ha scritto MR), l' inverso non è altrettanto dimostrato. Il Giappone è un paese con tenore di vita altissimo, così pure la Germania, ma le loro popolazioni non sono in crescita.

 

  By: gianlini on Martedì 05 Gennaio 2016 15:55

Gano, ma siate seri!! la popolazione gay in un paese sarà all'incirca il 3 % del totale, ora mi vuoi dire che i gay sono così potenti da influenzare la natalità del restante 97 % si tratta semmai di una bandiera, un vessillo che viene sventolato per raccogliere attorno a sè le persone, per identificarsi in un gruppo! noi siamo quelli che odiamo i gay! siamo russi! noi non siamo come gli altri che li fanno addirittura sposare! noi siamo contro i gay! noi siamo contro i gay! ripetiamolo tutti insieme! noi siamo russi! noi siamo contro i gay! chi non salta, frocio è! chi non salta, frocio è! la valenza dell'uscita di Putin è questa! sei russo? allora sei contro i gay! PS la crescita demografica è dovuta in equal misura da un incremento delle nascite e da una diminuzione della natalità; col petrolio passato da 15 a 100 dollari i gay c'entrano davvero poco

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 05 Gennaio 2016 15:36

Guarda Gianlini, che mi sembra che forse sei tu a non aver capito bene quello che MR ha scritto. #i#MR> "Dopo la shock doctrine degli anni '90 che ha visto il collasso demografico dell'ex-URSS, perché si pensa che la Russia abbia proibito la propaganda relativa alla "promozione" dell'omosessualità?"#/i# Non mi sembra un ragionamento difficile da capire: #u#la demografia russa ha avuto un crollo a causa della profonda crisi economica seguita alle politiche ultra liberiste post sovietiche degli anni '90#/u#. Dopo il 2000 l' economia ha cominciato a riprendersi e per far riprendere con questa anche la crescita demografica messa a rischio dalla precedente crisi (per un certo periodo vi è stato il serio rischio di non avere più sufficiente popolazione in età fertile) il Governo russo ha bandito anche le unioni civili. Evidentemente ritenevano che la ripresa economica da sola non sarebbe stata sufficiente a fare riprendere le nascite in maniera consistente. I risultati sembrano dargli ora ragione. E' un ragionamento più che chiaro.

 

  By: gianlini on Martedì 05 Gennaio 2016 15:35

impossibile discutere con chi nega, 5 minuti dopo, quello che ha scritto 5 minuti prima

 

  By: MR on Martedì 05 Gennaio 2016 15:23

#i#mi sa che hai ecceduto con le birre trappiste durante le vacanze.....#/i# Per una volta, piccolo mentecatto: LEGGI PRIMA DI SCRIVERE, PORCO DIO.

 

  By: Tuco on Martedì 05 Gennaio 2016 15:13

Gian Mr si riferisce ad una dichiarazione di Putin; il quale affermava di opporsi al riconoscimento dei diritti agli omosessuali, per motivazioni demografiche ( gli omosessuali hanno una bassa fertilità ).

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 05 Gennaio 2016 15:13

Gianlini, ma che domande fai? Te lo aveva già scritto MR. La Russia ha avuto un calo demografico dovuto alla profondissima crisi economica seguita alla caduta del comunismo. La demografia russa sta però riprendendosi...

 

  By: gianlini on Martedì 05 Gennaio 2016 14:40

MR! i russi sono diminuiti di popolazione perchè erano diventati tutti froci?? mi sa che hai ecceduto con le birre trappiste durante le vacanze.....

 

  By: MR on Martedì 05 Gennaio 2016 12:03

Bello in ragionamento di Anti. Irrazionale come suo solito ma bello. Per il resto, mi permetto una annotazione a margine. I diritti civili e tutte le altre porcherie liberali (essendo il liberalismo una forma soft di nazismo), non sono semplicemente "a costo zero" come cianciano gli idioti: senza i diritti sociali a renderli universalizzabili, questi hanno ben altro scopo che "distrarre". Hanno uno scopo malthusiano, hanno ineluttabili conseguenze nel controllo demografico. Dopo la shock doctrine degli anni '90 che ha visto il collasso demografico dell'ex-URSS, perché si pensa che la Russia abbia proibito la propaganda relativa alla "promozione" dell'omosessualità? Radio Radicale dovrebbero chiamarla radio Malthus.

 

  By: antitrader on Martedì 05 Gennaio 2016 00:03

"E poi ci sono i somari che nn credono ai rettiliani..." Certo che sti rettiliani si occupano proprio di tutto (froceria compresa). E io che credevo che questa cagnara frocesca fosse alimentata dall'assessore che vuole il voto anche i quelli (la froceria) e dai tanti comitatini costituiti da somari raglianti e vocianti.

 

  By: lutrom on Lunedì 04 Gennaio 2016 22:54

Il problema delle coppie gay e relativi matrimoni, adozioni, ecc., è un altro esempio del lavaggio del cervello che viene fatto quotidianamente alle persone per distoglierle da altri problemi: senza questo lavaggio quasi nessuno si sarebbe posto questo problema, dopo il lavaggio molti se lo pongono, dimenticando i problemi VERI (perché, alla fine, le unioni gay interessano solo a poche persone -e neanche sono interessati tutti i gay...-). E poi ci sono i somari che nn credono ai rettiliani...

 

  By: carlog on Lunedì 04 Gennaio 2016 20:51

economisti Gaynesiani ...

sesso gay, keynes e adozioni gay - GZ  

  By: GZ on Lunedì 04 Gennaio 2016 19:00

Ogni tanto, leggendo la solita propaganda per la adozioni gay, in un momento di debolezza invece di passare ad altro ci scappa un commento #ALLEGATO_1# L'esperienza comune delle coppie gay maschili (amici, conoscenti...) nonchè gli studi e statistiche, indicano che nella grande maggioranza dei casi sono caratterizzate da promiscuità che non è paragonabile a quella delle coppie etero. In parole povere, è molto comune per gli uomini avere molto sesso casuale con altri uomini, che siano formalmente in una "coppia" o meno. Questa osservazione non è una condanna di un comportamento che ad alcuni viene spontaneo e sembra innato. Keynes ad esempio da giovane teneva due librettini in cui annotava le sue prestazioni sessuali, tutte gay, e chi li ha studiati riporta che in certi anni si faceva anche 30 giovanotti diversi ("si faceva perchè c'era un elemento classista all'epoca che rendeva più facile per uno di Cambridge andare con un "boy" dell'albergo o un militare di leva...). Uno dei due libretti riportava gli incontri (in codice) e l'altro invece le statistiche divise in tre tipi di prestazioni tipiche diverse. Keynes aveva studiato e aveva scritto un libro di statistica ("Treatise on Probabilty") e l'applicava alla sua vita sessuale. Gli studiosi sono incerti però su cosa ne abbia ricavato dalle sue statistiche del sesso, perchè i libretti sono scritti in codice difficile da decrittare e non si è sicuri nemmeno di quando si riferisse nelle sue statistiche ad un tipo di sesso o ad un altro. Ad ogni modo se ne deduce che approssimativamente abbia avuto almeno 200 ragazzi e uomini diversi, prima di passare all'eterosessualità full time intorno ai 35 anni. (Cito Keynes perchè siamo in un sito di economia!) Questa è solo una constatazione che viene dalla semplice osservazione dei casi umani: tra uomini ci si mette d'accordo MOOOLTO più facilmente per scopare che con delle donne. Come però questo fatto macroscopico della vita gay maschile venga gestito in presenza di bambini adottati non lo si può sapere perchè i casi finora studiati sono pochissimi. Esistono studi su adozioni gay, ma ^se si guarda bene sono pochissimi quelli in cui una coppia di maschi gay ha adottato bambini#http://eppc.org/docLib/20030423_No_Basis.pdf^. Questo aspetto, la promiscuità come fatto standard, è un esempio macroscopico che nelle discussioni "illuminate" si evit dei problemi che insorgono. Parlando in generale, istituzionalizzare le adozioni gay è qualcosa che NESSUNA CIVILTA' negli ultimi 4mila anni ha mai provato a fare o anche solo tollerare informalmente, per cui parliamo di fare un esperimento. Con dei bambini. Negli anni '60 la stessa "intellighenzia" che oggi sostiene le adozioni gay spiegava che il fattore chiave per un bambino era la felicità dei singoli genitori, per cui se divorziando questi poi stavano meglio, anche lui ne avrebbe beneficiato. 30 anni dopo l'evidenza di quasi tutti gli studi indica che non è così, che i bambini soffrono, in media, dai divorzi. Lo stesso è avvenuto nel caso di donne che da sole allevano bambini senza la presenza del padre. Per l'intellighenzia progressista non era un problema (e Hollywood ha prodotto dozzine di film per mostrare come la società bigotta osteggiasse tante coraggiose ragazze...). Purtroppo invece, di nuovo l'evidenza ha mostrato specie in America che socialmente è un disastro: crescere senza padre è correlato con criminalità, fallimento scolastico e altre patologie (questo nella media dei milioni di persone, poi lo so che ci alcuni che sono diventati miliardari o artisti famosi...). Per la società nel suo insieme però si tende ora a concordare che allevare dei bambini, specie maschi, in presenza del padre sia meglio Perchè fare ora un terzo esperimento sulla pelle dei bambini dando retta alla stessa intellighenzia ?