Madoff... e il resto della Mafia Finanziaria

 

  By: DOTT JOSE on Sabato 01 Febbraio 2014 11:42

250 MILIONI di euro in 8 anni per Marchionne, chiude fabbriche, licenzia operai e intanto lui ingrassa il conto (in svizzera) le tasse dove le paga mister Maglione? "tuo il licenziamento, mio il profitto"questa è il mantra del capitalismo finanziario neoliberale http://www.pmli.it/20140129_marchionne.html

 

  By: DOTT JOSE on Venerdì 31 Gennaio 2014 16:11

e anche il salotto buono della borghesia capitalista finanziaria neoliberale rischia il fallimento ! finalmente una buona notizia ! Lugano rischia il fallimento http://www.repubblica.it/economia/2014/01/30/news/lugano_rischia_il_fallimento-77297784/

 

  By: DOTT JOSE on Mercoledì 29 Gennaio 2014 17:18

Dopo 40 anni la verità salta fuori grazie a documenti desegretati ! La BBC hai nvertito i filmati per incolpare i minatori delle cariche poi partite dalla polizia ,già 40 anni fa i padroni tramavano alle spalle degli operati per sfruttarli sempre di piu ! ! Dopo 30 anni la BBC, che notoriamente ha invertito i frames del filmato della carica della polizia di Orgreave al fine di incolpare gli innocenti dimostranti del NUM delle violenze andate poi in onda sugli schermi della TV nazionale, n http://www.operaicontro.it/?p=9755717161 il governo Thatcher aveva una lista nera con 75 miniere destinate alla chiusura.Questi documenti governativi rivelano come nel 1983 la Thatcher si stesse segretamente preparando ad affrontare i minatori. V

 

  By: Moderatore on Domenica 26 Gennaio 2014 05:17

E' arrivato in Italia il ^"THE WOLF OF WALL STREET"#http://www.youtube.com/watch?v=hzG93_Mo-ys^ di Scorsese con DiCaprio sulla storia di un giovane truffatore di borsa, Jordan Belfort che aveva messo su una società di brokeraggio fuori da Wall Street negli anni '90, con ragazzi giovani a cui faceva telefonare a tappeto a clienti potenziali per fargli comprare titoli sottili che venivano facilmente pompati su per cui il cliente metteva altri soldi e poi ovviamente quando Belfort vendeva, dato che erano solo loro che li compravano, crollavano di colpo. Belfort stato condannato solo a due anni di carcere, della serie in America sì che sono seri .... ora è già fuori e grazie a Scorse che lo celebra nel film fa soldi come speaker motivazionale Deve restituire 130 milioni ai clienti, ma quelli che ha fregato sembra non li abbia più e nonostante con il libro e poi il film abbia fatto più di 100 milioni ne ha restituiti solo 15 Il film è forse un poco divertente anche se dicono sempre uguale per tre ore con orge, cocaina e ogni sorta di altre sostanze e soldi buttati ovunque , ma in sostanza celebra questo tizio come uno simpatico, anche se ha rovinato centinaia di persone e sostanzialmente rubato dei soldi con uno schema classico. Solo in America succedono queste cose ? Dipende quale America, ovviamente Scorse ha dimenticato in tre ore di film di notare che Belfort e tutti quelli che lavoravano con lui erano dello stesso gruppo di Madoff, Greenspan, Bernanke e quelli di Bear Sterns, AIG e Lehman (...mettere DiCaprio nel ruolo confonde)

 

  By: DOTT JOSE on Sabato 25 Gennaio 2014 11:21

Piena ed incondizionata solidarietà ai proletari sudafricani sfruttati dalle multinazionali straniere Che aspetta il governo sudafricano a varare un bell esproprio di queste miniere ? sottrarle alle potenze straniere per restituirle al popolo sovrano ? http://www.operaicontro.it/?p=9755717053

 

  By: pana on Giovedì 16 Gennaio 2014 07:48

i dirigent della DEA americana si incontravano coi i narcoboss messicani ? ? forse e' per questo che il narcobusiness fiorisce, che la lotta la fanno in televisione mentre poi si siedono assieme ad un tavolo e fanno 50 50 ? There have been reports that the U.S. government granted the Mexican Sinaloa drug cartel to bring out its business unhampered between 2000 and 2012 in transaction for data on rival cartels, an investigation by El Universal demands. The mentioned court documents, included the Mexican newspaper reports that DEA officers met with top Sinaloa officials over fifty times and provided to have charges against cartel members dropped in the U.S., among other agreements. http://topinfopost.com/2014/01/14/u-s-government-helped-rise-of-mexican-drug-cartel

 

  By: pana on Sabato 28 Dicembre 2013 08:33

molto interessante dal 1996 il Pentagono dovrebbe sottoporre i bilanci a revisione MA NON LO FA, e nessuno dice niente...si parla di m-o-n-t-a-g-n-e di denaro altro che 4 spiccioli del QE http://www.lewrockwell.com/2013/12/chris-rossini/the-usg-colossus-is-a-double-edged-sword/ Put yourself in the Fed & Pentagon’s shoes. A real audit (i.e., not a ‘you can see what you’re allowed to see’ audit) on either one is equivalent to GAME OVER. Even our wildest imaginations can’t fathom what happens to those Trillions.

 

  By: Moderatore on Lunedì 23 Dicembre 2013 12:20

mah...c'è gente al mondo che ha il senso della famiglia, della continuità, dei figli e dei nipoti, ce l'hanno persino nella mia famiglia paterna e materna, ce l'ha Berlusconi, ce l'hanno in realtà la maggioranza delle persone e non so perchè tu no. Nelle famiglie che hanno della roba quasi tutti pianificano per i figli e nipoti di lasciargliela e ovviamente pensano alle tasse di successione. Se ti ritrovi qualche cosa di rilevante per tua figlia non spendi qualche giorno a sistemarle le cose in modo che le erediti con meno tasse possibili ? Non capisco, sei troppo occupato ad andare in birreria per non avere il tempo ? e le dinastie di miliardari ce l'hanno più degli altri, prova a leggere la storia della famiglia Rothschild ad esempio, che da un negozio da usurai Francoforte nel 1700 oggi hanno i castelli e palazzi più belli di Francia e sono sparsi in tutta Europa come dinastia, saranno un centinaio di persone tutti ricchi sfondati. Per generazioni hanno pianificato di sposare solo gente dell'aristocrazia inglese o membri di altre famiglie simili come i Montagu, Sasson, Montefiore, Goldschimdt...E alle tasse di successione ci pensavano con 30 anni di anticipo.

 

  By: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2013 11:13

Zibordi nell'articolo si parla di tasse di successione! i miliardari in questione quale vantaggio avrebbero ad evitarle di pagarle, visto che lo farebbero solo da morti? capisco bene il discorso della "fame di soldi" che è indispensabile per arrivare a certi livelli di ricchezza,* ma qui abbiamo un miliardario che per risparmiare delle tasse che eventualemnte pagherebbero i suoi eredi una volta lui morto, intanto paga parcelle (sicuramente molto corpose) agli studi di avvocati che gli mettono in piedi questi schemi a me sembra evidente che queste soluzinoi servono non tanto a non pagare tasse di successione quanto a fornire garanzie di altro tipo (ad esempio da rivendicazioni di terzi,ecc.) * la signora ecuadoregna che pulisce l'ufficio mi raccontava che il suo datore di lavoro in Ecuador, un miliardario locale, le aveva promesso una cifra ingente per delle compravendite di appartamenti che le aveva affidato (la signora in ecuador si occupava appunto di questo) ..e poi al momento di pagare le aveva detto "Reina! lo sa che quando io vedo i soldi, non vedo più gli uomini" .....e non le ha dato una lira!!!

 

  By: Moderatore on Lunedì 23 Dicembre 2013 02:54

gianlini tu parli in base ai tuoi umori.... L'attaccamento ai figli non c'entra un tubo... i ricchi veri, pur di non pagare tasse o in generale di non perdere soldi in qualunque maniera, sono disposti a fare di tutto, non è questione di figli, ma di SOLDI! E' questione dei loro istinti, del loro DNA che è orientato ai soldi in qualunque circostanza (è questo il motivo per cui sono ricchi) Warren Buffett come noto darà in beneficenza il 90% della sua ricchezza, è una cosa decisa da anni, ma continua a fare acrobazie incredibili per non pagare tasse, anche cose al limite della legalità e per tutta la vita è stato un maestro del non pagare tasse. Ed è uno che NON VUOLE lasciare i soldi ai figli. Per la gente come lui arricchirsi è uno sport, un lavoro, un hobby, una vocazione, una forma di arte, in poche parole è tutta la loro vita.

 

  By: antitrader on Sabato 21 Dicembre 2013 22:22

"in mano al consiglio di gestione dell'istituto, formato da rappresentanti dei genitori" Vince', insomma, non ti entra nella zucca che i genitori (di somari) devono stare lontano dalla scuola e devono varcare la linea rossa solo in casi del tutto anomali? Praticamente tu vorresti dare al genitore (di somari) il potere di licenziare l'insegnante di quella bestia di suo figlio. In Italia poi! Dove se bocci un asino corri anche il rischio che quel somaro del genitore ti denuncia per danni biologici. So da fonti certe (da chi ci vive con figli in eta' scolare) che in Svizzera i genitori, per consuetudine, NON SON GRADITI nelle scuole, al massimo ci vai un paio di volte all'anno a parlare con gli insegnanti e se sfori la tua quota ti prendono a calci in cul!

 

  By: gianlini on Sabato 21 Dicembre 2013 20:35

io non difendo proprio nessuno, tra l'altro sono praticamente un figlio di nessuno, quindi non mi sento nemmeno di appartenere ad alcun gruppo precostituito non sono ebreo, non sono gay, non sono evasore, non sono miliardario, non sono dipendente pubblico e non sono nemmeno tifoso di qualche squadra di calcio particolare non ho quindi alcun interesse specifico in quanto di volta in volta affermo, ma seguo solo quanto il mio cervello (magari bacato, non posso certo escluderlo) mi suggerisce

 

  By: fultra on Sabato 21 Dicembre 2013 17:08

Gianlini come sei carino..... ma non pensi che i miliardari non abbiano bisogno dei tuoi consigli ? Se non fai il bastian contrario almeno una volta al giorno , non ti senti bene, e quasi sempre per difendere chi ha posizioni di potere.

 

  By: lutrom on Sabato 21 Dicembre 2013 15:45

Ed i somari ragliano... P.S.: auguro miseria e povertà a tutti coloro che non vedono queste cose che anche un cieco vedrebbe, così poi forse iniziano a ragionare (nelle mie zone si dice che il satollo non crede all'affamato -aggiungo io: se iniziasse ad avere fame anche il satollo, allora, VI ASSICURO, inizierebbe a capire pure lui...-). -------------------------------------- Silvio Berlusconi, Diego Della Valle, Leonardo Del Vecchio e gli altri: ecco i 10 paperoni della Borsa http://www.huffingtonpost.it/2013/12/21/silvio-berlusconi-della-valle-paperoni-borsa_n_4484839.html?1387629032&utm_hp_ref=italy

 

  By: gianlini on Sabato 21 Dicembre 2013 13:17

e dagli! josè, questi sono tutti vivi!! di tasse di successione non ne avrebbero ancora dovuto pagare ti spiego come funziona: al miliardario, in genere, di risparmiare qualche miliardo di tasse quando sarà morto non gliene frega niente, in genere ha un rapporto talmente difficile coi figli, ex mogli, figli delle nuove mogli, ecc.ecc. che se ne sbatterebbe arriva però l'avvocato squalo che gli rompe talmente l'anima che, pur di toglierselo dai piedi, acconsente a metter su questi schemi sono strasicuro che gli avvocati in queste cose guadagnano più di quante tasse il miliardario (cioè i figli) risparmia....