Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Sabato 20 Agosto 2022 19:50

i 5seghe sono morti quando sono entrati in parlamento

tu sei uno dei pochi che non se ne è ancora accorto

l'ultimo a capire sarà il più cretino

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 19:47

XTOLT ... ti rendi conto delle fesserie che dice ?

livello condominio (se vivi in un casolare isolato discuti tra te e te), 100 condomini nel condominio, 42 astenuti, comitato di condominio per i 42 in modo da conoscersi di persona, dibattiti FUORI RETE (nel salotto di uno dei 42 sperando sia spazioso) su quello che cazzo vogliono, riportare (CHI dei 42 riporta ? tocca eleggere il capo-comitato? ) sul sito (che non esiste), lui gestisce il sito e decide le proposte meritevoli e le lascia in modo che qualunque comitato possa leggerle, le proposte che lui considera coglionate le cancella, proposte sopravvissute e preferite sul sito che 'mettono con le spalle al muro il governo (immaginarsi la cacarella, il terrore diffuso in consiglio dei ministri) ..... torno a vent'anni fa quando andavo a conoscere gli altri iscritti al mio meetup.... 

 

 

tanti auguri ... tra un decennio FORSE (anzi sicuramente NO) dall'esperienza dei vostri comitati deciderete di creare il vostro 'movimento 5 stelle' (con nome diverso)

 

io M5S a vita


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 19:52, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Sabato 20 Agosto 2022 19:36

sorry, u.i.llie, hai avuto la tua occasione e com'è finita lo abbiamo visto

 

dal minuto 59 dove si arriva con l'astensione costituente

https://youtu.be/O_vNV8hi3tQ

l'ultimo a capire sarà il più cretino


 Last edited by: XTOL on Domenica 21 Agosto 2022 16:20, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 19:02

dal minuto 59 dove si arriva con l'astensione costituente

--------

da nessuna parte .... 

:-)

 

 

quindi si tratta di ripartire da zero l'esperienza di Grillo con massima confusione intracraniale e zero possibilità .... in sintesi centinaia di migliaia di 'comitati di quartiere' (Beppe aveva i meetup ma non a centinaia di migliaia) che elaborano proposte (come i meetup) che convoglieranno nel sito (come i meetup) che tutti gli altri 'quartieri' vedranno e si procederà a cegliere i più condivisi (come i meetup) proposte che ILLO DECEREBRO A SUA DISCREZIONE DECIDE SE COSTITUZIONALI O FATTIBILI O MENO ( NON come i meetup) che 'metterà con le spalle al muro il governo' (e qui ci si può sganasciare fino alle lacrime) ecc. ecc. ......

 

 

il M5S (UNICA possibilità di non subire la 'agenda draghi') è qualche decennio avanti a sto decerebro , il M5S è già a Rousseau

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 20 Agosto 2022 18:22

Te gia' eri un mezzo rincojonito alla fonte, poi il resto te l'hanno fatto proprio i libertari.

Ma poi, tu non sai nemmeno chi sono i veri libertari, son questi qui sotto che si scelgono

il loro Re (quello degli Zulù) in modalita' libertaria: uno vale uno ! (son tutti uguali).

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Sabato 20 Agosto 2022 17:40

dal minuto 59 dove si arriva con l'astensione costituente

 

 

l'ultimo a capire sarà il più cretino

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 20 Agosto 2022 16:20

Ah Resilie' ?

Ma dova cacchio sei andato a pescarlo quel cretino li ? (ignorante come una capra).

E pensare che mi ero messo perfino a sentirlo, fino a che ha detto una boiata da ignorante

universale, e allora ho chiuso.

L'imbecille non sa nemmeno che le crescita del pil al 3,4 e' la crescita reale, in sostanza

se l'inflazione e' a 8% vuol dire che il pil nominale sta crescendo del 11,4%.

Fa una bella cosa, vallo a cercare quel pirla li, e poi tutti e due insieme, vi mettete il

grembiulino e andate alla scuola elementare, ma non quelle di adesso eh? Quelle di una

volta, quando  la maestra era munita di una mazza, con facolta' di usarla a sua discrezione.

P.S. Siccome mi sento costruttivo oggi, ti metto un video alla tua portata.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Resistenza on Sabato 20 Agosto 2022 15:05

 

 "...quanti avevano ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua furono uccisi e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni..."

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 20 Agosto 2022 13:34

A destra e' in atto un disordinato rimpatro di combattenti e reduci:

c'e' Nordio, quello che provvedera' a demolire quel poco che rimane della giustizia.

Pera, quello che vuol fare carne da macello della costituzione.

Tremonti, quello che, con le sue idee rettilianiche (gli illuminati) e' malvisto in Europa.

Ci sono i soliti gasparri, larussa, prestigiacomo etc.. etc...

manca solo Formigoni, e dire che sarebbe stato il piu' utile per le sue facolta' di

intercedere presso i Santi (di cui abbiamo tanto bisogno).

Ma c'e' anche una grave ingiustizia (quando si dice il destino cinico e baro), Ghedini.

L'unico a omaggiarlo per davvero (suscitando le ire funeste sui giornali e reti

del noto gruppo editoriale) e' stato Travaglio con la sua proverbiale arguzia e

irriverenza:

Uno stronzo, inventore dell'utilizzatore finale (delle mignotte), consapevole e orgoglioso

di esserlo (uno stronzo), talmente stronzo che a momenti mi diventa perfino simpatico.

(Ghedini e' sicuramento molto contento di cotanto omaggio nell'alto dei cieli.)

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 08:48

come ho messo ieri l'arera CAMBIA i criteri dal primo ottobre, considererà SOLO il psv italiano invece del ttf .... in pratica continueremo a pigliarlo nel culo

continuare a considerare SOLO il gas (che ora per giunta arriverà sempre meno dalle più economiche condotte e sempre più con onerosissime navi) è SUICIDA


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 08:53, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 08:42

'Noi non vediamo i contratti che ENI ha con Gazprom o on l’Algeria'

---------

neanche io .... allego un articolo della gabanellli di 2 mesi fa  in cui riportava alcuni dati delle dogane per il gas importato da eni edison enel  ... dall'Algeria 4° trimestre 2021 23 neuro MWh, 1° trimestre 2022 29 neuro , stessi periodi Azerbaijan 67 e 81 , Russia 54 e 88 

ognuno ha contratti diversi

quello che avevo letto è che non sono contratti pluriennali a prezzi fissi per l'intero periodo (prezzi crescenti o calanti legati a tempo, quantità, ecc.), ognuno prevede adeguamenti più o meno automatici legati ad eventi esterni , ad esempio nel contratto russo ci sono adeguamenti automatici legati al TTF ..... draghi e di maio hanno appena negoziato con l'Algeria per avere più gas, non si sa a che prezzo ce lo daranno, quello che si sa è che l'Algeria è dalla parte della Russia e che il maggiore operatore in Algeria si chiama Gazprom 

nessuno al mondo ha più l'anello al naso

 

la cosa SCANDALOSA come diceva anche il Mod è che il prezzo per l'utenza sia deciso dall'arera con criteri ASSURDI cioè considerando ESCLUSIVAMENTE quello che contribuisce maggiormente al soddisfacimento della domanda elettrica, in Italia è il termoelettrico usando sto maledetto GAS, ma ci sono anche le rinnovabili, l'import, ecc. ecc. ... e per il gas si considera ESCLUSIVAMENTE il TTF in cui la finanza bastarda folleggia sulla nostra pelle

questo NON può esistere e NON deve essere consentito, la finanza deve essere limitata e in ogni caso ARERA DEVE AVERE ALTRI CRITERI PER DETERMINARE I PREZZI ALLA CLIENTELA (mercato tutelato), draghi e quell'altro imbecille totale di cingolani DEVONO AGIRE (non bloccando le rinnovabili come hanno fatto finora, li mejo mortacci loro)


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 20 Agosto 2022 08:50, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Ganzo il Magnifico on Sabato 20 Agosto 2022 08:19

> "Qui vedi che l'ENI fa pagare a questa azienda ora 978 mila euro invece dei 120 mila dell'anno scorso.. "

 

Mi immagino contente le aziende.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Venerdì 19 Agosto 2022 23:38

Nonostante le spese pazze relative a covid, superbonus, bonus di tutti i tipi (incluso il rubinetto)

il debito, nella gestione Draghi, scende di circa 8 punti (santa inflazone !), dovrebbe attestarsi

poco sopra il 140%..

Il beneficio sui conti pubblici dovuto all'inflazione questa volta e' doppio, sia per il conseguente

aumento del pil nominale, sia perche' il mercato sta accettando titoli con rendimenti reali negativi

di ben 5/6 punti, evitando cosi' di accumulare l'effetto zavorra sugli anni successivi.

In ogni caso, i conti pubblici son comunque scassati e lo saranno ancora di piu' adesso che al

governo arriveranno gli Unni.

Solo la flat tax costa 50 miliadi (solo un popolo di capre e imbecilli puo' votare chi la propone),

ma un altro tsunami arrivera' dalle pensioni e prestazioni assistenziali  che nel 2021 erano

gia' a 312 miliardi, nel 2022 ariveranno a 320 (a spanne) e su questa cifra nel 2023 avrai

un ulteriore aggravio del 8% (recupero dell'inflazione).

In un contesto del genere la lega (diventata il partito dei pensionati) vuole mandare tutti in

pensione anticipata, in realta' non proprio tutti, ma solo quelli piu' ricchi in quanto rimane

comunque l'antica tagliola, se non hai maturato una pensione di almeno 2,2 volte l'assegno

sociale non puoi anticipare una beata minghia, devi aspettare la vecchiaia.

Torrnando alla flat tax, c'e' un tizio (ex telefonico) che prende 90.000 euro / mese di pensione,

ecco, con la flat tax gli togli anche 200.000 eur/anno di tasse, Ale' !

Del resto a chi piace la flat tax ? Al Magonzo, stupidissima capra tra le piu' stupide capre webbete.

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gip on Venerdì 19 Agosto 2022 21:18

l'eredità del "vileaffarista"  alle imprese e famiglie ,  energia + 500%  =  fallimentii , fame  e  miseria  per tutti 

ENI fa pagare 10 volte il gas russo o algerino ora alle aziende fingendo di comprarlo al TTF  

  By: G.Zibordi on Venerdì 19 Agosto 2022 19:03

ENI fa pagare 10 volte il gas ora alle aziende, ma lei quanto lo paga ?

 

Qui vedi che l'ENI fa pagare a questa azienda ora 978 mila euro invece dei 120 mila dell'anno scorso.. 

 

Questi 850 mila euro in più chi li incassa ? 


 

 

Questo aumento di quasi otto volte del gas non lo incassa la Gazprom o la società algerina che il gas lo fanno pagare circa come prima per ora. 

Esiste, è vero, ora una quota del gas, quello liquefatto per nave e poi rigassificato, che proviene dal famoso mercato in Olanda di cui parlano ora sempre i giornali il “TTF”, che è aumentata di 10 o 12 volte. Questa quota del gas consumato che arriva per nave è solo un 5% circa del totale del gas che arriva in Italia, per cui quando si guarda la bolletta di ENI alle aziende il suo costo non giustifica certamente un aumento di 8 volte.. 


 

Il costo effettivo medio del gas che ENI rivende ad esempio ad un azienda come quella sopra comprandolo da Algeria e Gazprom e poi anche dal TTF non si sa.  Abbiamo sentito in ambienti industriali che è un numero che ENI ha detto solo a Draghi.

 

Ma si può ipotizzare che non sia molto più alto dell’anno scorso, perchè il 90 o 95% del gas arriva per gasodotto dall’Algeria e Russia come prima e sono prezzi che non variano sul mercato (in genere sono indicizzati al petrolio, il quale però ora è tornato ai livelli di prima della guerra, intorno a 85-90$ al barile. Noi non vediamo i contratti che ENI ha con Gazprom o on l’Algeria, ma ad esempio nel caso dei russi tutto il mondo fa i calcoli di quanto incassino e non risulta che sia 10 volte e neanche  3 voilte più degli anni scorsi

 

La bolletta invece che ENI fa ora pagare a molte aziende è di setto, otto e sappiamo di casi anche di dieci volte tanto quello che costava l’anno scorso

 

L’unico prezzo che è variato di oltre 10 volte è quello del gas liquefatto per nave del TTF, ma come abbiamo mostrato nel precedente articolo https://www.nicolaporro.it/come-nascondono-la-truffa-del-gas/ non dovrebbe essere molto più del 5% del totale e quindi anche del costo di ENI. Noi lo abbiamo calcolato usando i MegaWatt per contratto scambiati su questo mercato “TTF” dove arriva appunto il gas liquefatto e li abbiamo confrontati con il consumo annuo europeo. Abbiamo finora ricevuto una critica da Gianfranco Polillo su StartMagazine, a cui abbiamo risposto in dettaglio e poi non abbiamo però sentito altre obiezioni

 

Abbiamo provato usando Twitter a porre la questione di quanto paghi veramente il gas l’ENI ad esperti vari di mercato dell’energia e abbiamo ricevuto risposte del tipo “ah.. un complotto” “è la spectre” “spekulazione!” intendendo che saremmo appunto complottisti che immaginano che si speculi sul gas e non sia una normale questione di domanda e offerta.

 

Il prezzo all’ingrosso del gas però è decuplicato e le scorte non sono in pericolo, non c’è scarsità, finora, perchè nel 2022 di gas ne è arrivato più dell’anno scorso come si può vedere qui

 

Il gas di Gazprom ad esempio continua ad arrivare (come si vede dal grafico sopra che mostra lo stoccaggio in Europa). Il suo prezzo non è certamente aumentato di 8 volte come quello della bolletta che ENI presenta all’azienda di cui sopra. Se così fosse e in tutta Europa, gli incassi della Russia in euro sarebbero aumentati dell’800% e la Russia sarebbe ora più ricca ora del Kuwait

 

Il gas che arriva per gasodotto, come quello algerino o russo, ha contratti pluriennali che si basano in sostanza sui costi di produzione del gas estratto in modo tradizionale e spedito per gasodotto nel mondo e questi costi non sono mai variati molto negli ultimi 20 anni (sono spesso indicizzati al prezzo del petrolio, il quale aumenta a volte dell’80%, ma non del 1,000%)

 

In ogni caso, il gas per gasosotto come quello russo o algerino da sempre costa 10 volte meno di quello estratto con il “fracking” in America, poi liquefatto, trasportato per nave e poi rigassificato. Tanto è vero che questo secondo mercato del gas è una novità recente, fino a dieci anni fa era quasi inesistente perchè appunto molto più costoso

 

Quello che gli italiani dovrebbero capire è quindi che “il gas aumentato di 10 volte” di cui leggono sui giornali è solo liquefatto e po rigassificato trattato al TTF che è una piccola quota. Il resto del gas non è aumentato nemmeno lontanamente come la bolletta di ENI 

 

Adesso è vero che gli Stati europei si vogliono accaparrare il gas liquefatto per nave dagli USA nell’eventualità che taglino il gas russo per cui chi lo vende ne approfitta ed è esplodo di prezzo. Ma dato che la capacità tecnica estrarlo per l’export (anche gli USA ne hanno bisogno), liquefarlo, spedirlo per container e poi rigassificarlo è limitata, resta una quota molto sotto il 10% del totale.

 

Il problema di cui gli esperti di energia dei giornali dovrebbero preoccuparsi e così i media e poi i politici è che artigiani e imprenditori sono schiacciati improvvisamente da costi di gas energia aumentati non del 18 o l’80%, ma dell’800% (due zeri, non uno zero) come quello citato all’inizio. E  anche di 10 o 12 volte tanto In tutta Europa, i casi di fabbriche di alluiminio e acciaio o altri settori energivori come la ceramica che chiudono e mettono in cassa integrazione.

 

Quindi la questione che noi stiamo provando da un paio di mesi, qui e altrove, a porre senza finora ottenere risposte è: se ENI fa pagare 8 o 10 volte il prezzo dell’anno scorso il gas ora alle aziende, quanto invece ENI paghi lei il gas che rivende ?