Orso Prudente

 

  By: msirr2 on Martedì 28 Giugno 2011 19:10

Sarà un servizio per chi ha il conto Iwbank? Avendo un conto sarei naturalmente molto interessato...

Domani a Padova - Moderatore  

  By: Moderatore on Martedì 28 Giugno 2011 18:12

Domani sono a Padova al tour dell'IwBank (hotel Sheraton 17:15) perchè sto per mettere su un servizio di gestione di posizioni al ribasso, cioè di titoli ed ETF al ribasso con un uscita automatica L'idea ovviamente è che il resto del 2011 e anche il 2012 siano da prendere più verso il basso che verso l'alto e che però il ribasso usando solo il solito DAX o FIB40 sia limitativo perchè si perde la parte migliore che sono ^i singoli titoli che di spappolano#http://www.cobraf.com/forum/PostsByKeyword.php?keywordid=158^. D'altra parte vendere short o allo scoperto singoli titoli o ETF di settore è più complicato che comprarli perchè i costi e la disponibilità sono più limitate e poi perchè devi anche uscirne tempestivamente. Persino le banche italiane come Montepaschi, Banco Popolare o Popolare Milano non sono destinate ad azzerarsi e prima o poi rimbalzano violentemente quando sono compresse in basso Ad esempio ^da ieri qui si sta raccomandando nella sezione Advisor di chiudere lo short perchè c'è un rimbalzo ora#http://www.cobraf.com/abbonati/trading.php?type=tf&id=37641#37641^ Ad ogni modo per chi sia in zona ed interessato questo è il luogo e l'orario

 

  By: LaSignoraMaria on Martedì 18 Novembre 2003 12:34

Ogni tanto riceviamo mail che chiedono della questione delle stoploss che è stata discussa diverse volte sul sito anche di recente e rimandiamo quindi a questo topic (in attesa di avere una funzione di ricerca per argomenti più facile da consultare) ------------------- mail ricevuta-------------- ...Non vedo sulle tabelle gli STOP LOSS: come mai ? Sono da intendersi a discrezione nostra ? Non date suggerimenti in merito ? ...... ---------------------------

Qui facciamo come un hedge fund - gz  

  By: GZ on Martedì 21 Ottobre 2003 19:53

Sì esatto. Su scala ridotta questo è esattamente come operano la maggioranza degli hedge funds che hanno fama di fare solo futures, ma in realtà in origine e anche adesso in maggioranza sono impostati nel modo seguente: i) vendono alcuni titoli "short" mentre altri li comprano ("hedge" significa questo, se il mercato crolla beneficiano dei titoli venduto allo scoperto) ii) comprano e vendono di frequente e quindi ruotano il portafoglio spesso e non tengono i titoli per mesi come i fondi comuni iii) comprano parecchi titoli piccoli e non le blue chip che tutti conoscono e che i fondi comuni invece preferiscono (anche per la loro dimensione) Le statistiche della performance dicono che gli hedge funds fanno molto meglio in media dei fondi comuni e il motivo è la motivazione maggiore (sono pagati a performance) ma anche questo approccio A riprova che questo approccio funziona invito a guardare la ^selezione ad es di questa settimana del "Portafoglio Trading"#www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=tr^ che sta andando molto bene (nonostante un mercato piuttosto incerto). Questo grazie al fatto che siamo sia al rialzo che al ribasso e puntiamo su diversi titolini, anche esteri (e magari anche per merito mio). (La metto qui così faccio anche pubblicità, in ogni caso molti di questi titoli tra qualche giorno verrano cambiati perchè al momento siamo "pieni")

 

  By: bodhisyta on Martedì 21 Ottobre 2003 19:32

Pertanto se ho ben capito, Lei divide il portafoglio in 10/15 parti uguali e per ciascuna di essa acquista oppure vende allo scoperto. Ogni posizione aperta mi sembra di capire che abbia un controvalore di circa 10.000 euro. Il tempo che generalmente rimangono in portafoglio i titoli è di 6/7 gg. Ciò riferito al Portafoglio azionario trading a differenza del portafoglio Day o Diario Trading di B. Montarsio che è rivolto più all'intraday. Le chiedo cortesemente di correggermi se sbaglio e colgo l'occasione per porgeLe distinti saluti. Grazie

Sempre sulle benedette StopLoss - BrMoltrasio  

  By: BrMoltrasio on Lunedì 20 Ottobre 2003 22:05

In effetti mi trovo d'accordo con Zibordi, un conto è gestire posizioni che nascono intraday, come faccio io; altro è aprire piu' posizioni come fa Zibordi per portare avanti un portafoglio che è sbilanciato solo nel senso che cerca di andare nella direzione del trend. In questo senso mettere degli stop o dei target prefissati non ha molto senso (salvo casi clamorosi) perché è l'insieme dei titoli che da' il risultato finale. Mi spiego: se oggi due titoli del portafoglio scendono e li stoppo, ma non prendo profitto su altri due titoli correlati inversamente, domani i titoli che ho tagliato potrebbero salire (ma non li ho pi' in portafoglio) e se i titoli che ho mantenuto scendessero mi troverei un portafoglio sbilanciato. Le performances di Zibordi - ma lui ha spiegato il concetto sicuramente meglio di me - stanno in cio' di sovrapesare il settore o il titolo che in quel momento tira di piu', cambiando di tanto in tanto i singoli titoli del paniere scegliendoli tra quelli che in quel momento sono i piu' interessanti. E' una gestione completamente diversa dall'intraday trading, dove lo stop loss detta legge e il take profit è il modo per portare a casa ogni giorno il "tozzo" di pane. Sono metodi diversi: il primo piu' rilassato, il secondo (che si trova nella rubrica "Diario di Trading" piu' d'assalto e adatto a chi - come me - preferisce andare a letto col portafoglio titoli vuoto o quasi. Anche se poi, a ben vedere, il metodo di Zibordi consente comunque una certa tranquillità perché ha sempre titoli di "copertura" (ad esempio in questo momento quelli "dell'oro") BM

 

  By: GZ on Lunedì 20 Ottobre 2003 20:27

Per quanto riguarda i segnali che appaiono sul sito e non sono anche inviati per SMS, vengono però anche inviati simultaneamente anche per EMAIL. Inoltre sono tutte posizioni che DURANO DEI GIORNI e non delle ore. Cerco di fare una cosa "umana", dove compri oggi e vendi (se ci riesci ovviamente) tra una settimana e non dopo due ore per cui il tempismo esatto non dovrebbe essere decisivo. Nel caso del future mi è stato fatto notare che inviare per e-mail non basta e in effetti ora vediamo se mandare tutto anche per sms ------------------------------------------------------ ....manualied una buona disciplina consigliano SEMPRE l'applicazione degli SL e dei Take profitt... ------------------------------------ non sono d'accordo per i motivi discussi nel post precedente, dipende, non c'è un "SEMPRE" in queste cose, il trading continuo ed esasperato, compra-vendi-stoploss-ricompra-rivendi al target ecc...e tutto a breve termine per prendere dei 2 o 3%% è faticoso e, almeno per me, più adatto ai futures Inoltre l'idea che al momento di comprare io sappia già a che prezzo uscire sia in alto che in basso è una forzatura, nella realtà uno mette sì magari la Stoploss e poi si accorge che è troppo stretta o larga e la cambia e idem per il Target, durante la giornata li sposta ma se suggerisco una decina di titoli come faccio ? non posso mettere 18 messaggi per aggiustare di continuo 3 o 4 stoploss e target al giorno, bene o male questi sono suggerimenti e non una gestione, se ho davanti la mia piattaforma ordini sposto le stop in un attimo, ma se devo scrivere su un trading track non ci riesco Chi legge si può anche un poco arrangiare, nel senso che se un titolo è più volatile di altri e oggi ad es leggendo la sezione futures (che è più a breve termine) vedi che alle 17:30 c'è un suggerimento di chiudere tutti gli short futures allora magari ne tieni conto e ti chiudi qualche short tipo Broadcom o Capitalia

 

  By: BrMoltrasio on Lunedì 20 Ottobre 2003 19:24

Personalmente utilizzo sempre gli stop loss e li indico il 90% delle volte, quando sono di tipo grafico (supporti o resistenze) oppure se risultano evidenti nel book (importanti livelli per volumi e numero di proposte. Per il target il discorso è diverso: quando entro in posizione ho sempre un target, ma il problema è che mentre le perdite le taglio sempre, inesorabilmente, i profitti cerco, per quanto possibile, di farli correre. Quindi anche se il prezzo raggiunge il mio target ma il titolo mostra di avere ancora forza, sarebbe sciocco chiudere la posizione solo perché il target iniziale era fissato a questo o a quel livello. A quel punto si tratta solo, semmai, di uscire con parte della posizione e alzare lo stop, cosa che puntualmente segnalo nella rubrica. Succede infatti frequentemente che decido se uscire con tutta o metà della posizione solo quando il prezzo è in prossimità del target, e in questo caso, ripeto, lo segnalo nella rubrica evidenziando anche se chiudo l'intero o solo parte della posizione. Se però si ritiene utile inserire il possibile target sin dall'inizio dell'operazione, non ho difficoltà a farlo. BM

 

  By: bodhisyta on Lunedì 20 Ottobre 2003 19:21

Comprendo benisimmo ciò che afferma. Però se un utente La segue nell'operazione proposta, successivamente come stabilisce il prezzo al quale prendere profitto oppure uscire? Ciò se ho ben capito si può desumere solo dalla consultazione dei suoi report direttamente sul sito. Condivido la diversifazione del portafoglio però tutti i manualied una buona disciplina consigliano SEMPRE l'applicazione degli SL e dei Take profitt. Una volta che si entra sul mercato, si deve avere bene a mente L'OBBIETTIVO che si vuole raggiungere. Ancora grazie per la collaborazione e disponibilità. Proverò a seguirLa. M.

A volte le Stoploss e a volte no - gz  

  By: GZ on Lunedì 20 Ottobre 2003 17:05

Ci sono diversi portafogli e diverse sezioni nel sito: i) ^la rubrica Azioni Italia di Bruno Moltrasio#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/trading.asp?type=cw^ utilizza la tecnica delle stoploss e target direi sempre (ma Bruno può intervenire sul tema) ii) ^la sezione "trading Futures"#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/trading.asp?type=tf^ e ^"Cambi"#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/trading.asp?type=tc^ utilizzano a volte, ma non sempre, le stoploss (qualche volta anche i target) iii) la sezione o comunque il ^servizio di "Fib30 e S&P" per SMS# www.cobraf.com/abbonati/trading/portfolio.asp?tipo=f^ utilizza la tecnica delle StopLoss, ma NON i target iv) ^i portafogli azionari Italia#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=it^, ^Europa-Asia#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=eu^, ^America#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=am^ e di ^"Lungo Periodo"#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=lt^ non utilizzando MAI le stoploss v) ^il "portafoglio" azionario TRADING#http://www.cobraf.com/abbonati/trading/Portafoglio.asp?type=tr^ non utilizza le stoploss e i target (qualche volta ma di rado) Ogni sezione avrebbe una sua logica quindi. Dato che la sua domanda probabilmente si riferisce all'azionario TRADING (ma vale anche per gli altri portafogli azionari) la risposta è: 1) Come discusso altre volte se io compro uno o due titoli e basta allora ha senso visto che vi metto tutti i miei soldi avere una stoploss, ma se ne compro sette o otto o anche quattordici la DIVERSFICAZIONE DA SOLA mi riduce il rischio 2) inoltre se utilizzo sia posizioni sia short che long e se compro ad esempio tra questi dieci o anche dodici titoli anche alcuni che sono auriferi come NEM o CDE che si muovono inversamente rispetto agli indici questo mi riduce ulteriormente il rischio. Diciamo che se compro Navigazione Montanari e Carraro che si muovono "da soli" e indipendentemente dagli indici è diverso che non prendere Euphon che è invece un titolino volatile legato al Nasdaq dove in effetti una stoploss può avere senso. Ma IN UNA LOGICA DI 10-15 TITOLI IN PORTAFOGLIO non ho bisogno di stoploss, quello che conta è la COMPOSIZIONE del paniere di titoli. Ogni tanto capita che il titolo sia molto speculativo per cui sembra logico mettere una stoploss, ma nel caso di Euphon ad es è talmente poco liquido che se anche solo 12 persone seguono la mia indicazione e mettono la stoploss rischio di fare sì che qualcuno la faccia prendere solo per quello. Non se mi spiego: per quanto questo report non sia magari il più letto in italia comunque ha un seguito e un titolino rischio di muoverlo con la mia raccomandazione. Se metto una stopoloss metterei a rischio tutti facendogli mettere nel book l'ordine. Su questo tipo di titoli italiani non c'è niente di più facile di un cedimento del -5% di mezzora seguito poi da un ritorno ai livelli di prima. Se invece uso una stoploss "larga", del -15% allora dato che aggiorno le raccomandazioni in tempo quasi reale (3-4 volte al giorno) sono in tempo per vendere il titolo comunque prima che faccia -15% Questo è solo un esempio delle difficoltà di usare le stoploss e del perchè è meglio invece usare un approccio "di portafoglio". Comunque se guarda le ultimi 100 raccomandazioni vede che l'approccio sembra funzionare purchè lo si applichi, cioè non si compri solo uno dei dieci titoli suggeriti

 

  By: bodhisyta on Lunedì 20 Ottobre 2003 16:24

Sono un Vs utente che sta utilizzando il periodo di prova. Vorrei chiedere: << perchè quando si segnala l'ingresso su un titolo, sia long che short, non si segnala anche lo SL and il TP? Ad esempio stamane si è entrati long su Euphon ad un prezzo di 7,04 ma non è segnalato l'eventuale Stop loss e take. Così facendo si è costretti sempre a visitare continuamente il sito! Grazie per la disponbilità e collaborazione.