Matrimonio Gay e Altre Stupidaggini

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:53

Gianlini, quando manca un genitore, mettiamo che tu abbia solo la madre, idealizzi quello mancante e questo è generalmente sufficiente -è provato- per sviluppare e superare con successo il complesso di Edipo. Quando invece hai i due esempi di fronte a te che svolgono i due ruoli (padre e madre) che sono dello stesso sesso e tu identifichi per es. la madre -e quindi l' affettività futura verso il mondo femminile- con un uomo, il discorso potrebbe cambiare -nessuno lo sa con esattezza- e mi sembra un rischio inutile e stupido da far passare a dei ragazzi, specialmente quando ci son o così tante famiglie tipo disposte ad adottare ragazzi che aspettano da anni. D' altronde puoi intervenire solo dove puoi, come nel caso delle adozioni. Non capisco perché tu insista così tanto solo per soddisfare un desiderio genitoriale di una coppia di due uomini. Di fronte a dei rischi per dei ragazzi, il desiderio genitoriale di Gino e Pietro passa in secondo piano.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:48

Dei figli? ma se io faccio 10 figli con 10 donne diverse nei prossimi 6 mesi, nessuno me lo impedisce, GAno! e invece l'adozione responsabile, consapevole, meditata di due persone solo perché dello stesso sesso no? in nome di un qualche pregiudizio (complesso di Edipo? e se uno il padre gli è morto quando aveva 1 anno, tipo Veltroni? e se fa il marittimo, che per 6 mesi non torna a casa?) devi tutelare quei 4 che verrebbero adottati da gay, e non quei 40.000 che vengono procreati nelle peggio condizioni? la figura maschile (o femminile) il bimbo la può trovare nello zio, nel nonno, nella sorella del padre, ecc.ecc. fino a pochissimi anni fa madri e padri morivano frequentissimamente per le più disparate ragioni, si risposavano (magari con la sorella della moglie defunta o con lo zio del marito morto), procreavano fratellastri e sorellastre ecc.ecc.* e tu vorresti ora far le pulci alla crescita di un bimbo spesso adottato da genitori benestanti, brillanti, intelligenti, ecc.ecc.? * in questi casi ricordo sempre Bach, 20 figli, 10 figli da una moglie, 10 dall'altra....perché è tale il contrasto con la sacralità della sua musica che è davvero un caso eclatante!

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:43

No. Perché difendi i diritti dei figli, quindi la coscienza personale dei possibili genitori non c'entra un fico secco. Come scrivevo prima, il meglio è nemico del bene. Intervieni dove puoi e nei limiti del possibile. Alla famiglia che tu chiami "tipo" e che vive a Napoli nel degrado, nessun giudice accorderà mai l' adozione. Non si tratta, per me, di una questione morale. Trovo invece estremamente complicato e potenzialmente pericoloso per un ragazzo poter svilupparsi psicologicamente in modo bilanciato avendo due esempi genitoriali dello stesso sesso.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:42

Ma non mettere divieti e rassegnarsi alla coscienza personale no? bisogna proprio che lo stato, la società interferiscano?? tra l'altro solo in certi casi "eclatanti" dal punto di vista cosiddetto morale, ad esempio se si tratta di gay, perché alla famiglia che vive nella miseria in 8 in un bilocale nei bassi di Napoli, lo stato mica interviene....quella è una coppia "tipo"....;)

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:41

La pseudo sinistra di oggi (non mi riferisco a te, eh, Gianlini!), ha smesso da un pezzo di difendere i poveri e i disoccupati (*). La frase di Moretti "d' Alema, dì qualcosa di sinistra" è del 1998. Non potendo dire più niente "economicamente" di sinistra (anche lei deve rispondere alle sue lobby) si è buttata sui diritti civili, specialmente in Spagna, meno in Italia. Altrimenti cosa poteva fare? Siamo chiari: i gay hanno diritto a tutti i diritti possibili, ma qui si parla dei diritti dei figli, non dei gay. (*) I diseredati, almeno nel Nord, votano Lega, non PD. Le Pen è votata dagli ex del PCF, che dsi vedono i pochi diritti rimasti portati via dagli extracomunitari.

 

  By: Tuco on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:35

Gian, sei terribilmente decadente in questo lo sai?

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:34

Gano, lo ripeto qui così forse è chiaro una volta per tutte: la sinistra o pseudo sinistra non c'entra nulla! Io sono una persona fondamentalmente piuttosto solitaria ed estranea alle dinamiche di gruppo. E' per questo che ho in odio tutte le intromissioni del gruppo (alias Stato, Società) nella vita privata delle persone. Non so a chi tu possa riferirti quando parli di mie frequentazioni, ma sta sicuro che ne ho poche, e nessuna che sia anche solo lontanamente collegata ad omosessuali. E' per questa repulsione per tutto ciò che suona come gruppo di potere che ad esempio nutro un'istintiva antipatia per MR.

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:30

Mi chiedo come faccia risolvere il complesso di Edipo un ragazzo con due padri (o con due madri). Suppongo che nella sua testa possano avvenire casini difficilmente descrivibili... #i#Bullfin> "Gian sappiamo tutti che hai tendende e cerchi di difendere il tuo status quo e dei tuoi amici..."#/i# Ma no. E' che Gianlini deve fare quello moderno, della pseudo-sinistra che va di moda oggi (che se ne frega dei poveri e dei disoccupati, ma che i diritti civili dei gay invece...) #i#Gianlini> "Allora mettiamo il divieto di procreare (alias sterilizzazione forzata) anche a criminali, deficienti, miserrimi, pazzi, violenti, ecc.ecc."#/i# Quello di procreare è un divieto che sinceramente mi sembra un po'difficile da mettere. Quello di non adottare in certe situazioni no. E' molto più semplice. Il meglio è nemico del bene. Si fa quello che si può e che è fattibile fare. Semmai semplificherei e accellererei i processi di adozione per le "famiglie tipo".

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:28

Bull, io sono una persona alla fine piuttosto solitaria ed estranea alle dinamiche di gruppo. E' per questo che ho in odio tutte le intromissioni del gruppo (alias Stato, Società) nella vita privata delle persone. Non so a chi tu possa riferirti quando parli di mie frequentazioni, ma sta sicuro che ne ho poche, e nessuna che sia anche solo lontanamente collegata ad omosessuali. E' per questo che ad esempio nutro un'istintiva antipatia per MR. Ma vogliamo capirla che procreare o adottare figli e relative responsabilità ed oneri è una questione puramente personale e tale deve restare!!! Nessuno a priori è un buon genitore. Sta alla propria coscienza verificare l'opportunità di esserlo. Non esiste alcun dato che confermi che crescere con due genitori dello stesso sesso (che possono essere maschi ma anche femmine) sia diverso che crescere con un genitore mancante per morte e disgrazia, oppure semplice abbandono del tetto coniugale, oppure ancora un genitore delinquente oppure ancora con due genitori diciamo "nella norma". Molti ragazzi vengono addirittura cresciuti fino alla maggior età dallo Stato (dagli sTati) in orfanotrofi! E' molto meglio non imporre niente a nessuno se non la propria insindacabile coscienza personale. Io penso che la maggior parte degli omosessuali sia ben conscio di questo, in genere sono figli che hanno vissuto una giovinezza problematica dato il loro orientamento ssessuale, e che sono quindi ben più cauti di tanti eterosessuali nel considerare la sfera genitoriale. Mettere divieti è assurdo, secondo me. Allora mettiamo il divieto di procreare (alias sterilizzazione forzata) anche a criminali, deficienti, miserrimi, pazzi, violenti, ecc.ecc.

 

  By: Bullfin on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:27

"Una malattia (o patologia) è una condizione anormale di un organismo (animale o vegetale), causata da alterazioni organiche o funzionali che compromettono la salute del soggetto Vabbe' Gian sappiamo tutti che hai tendende e cerchi di difendere il tuo status quo e dei tuoi amici che frequenti. Il post di Tuco mi pare molto giusto in tale senso...malattia mentale. La malattia mentale è (da quello che so) associato ad una alterazione della massa cerebrale. Il depresso, colui che ha subito un DPTS hanno la massa cerebrale anomala. I farmaci aiuterebbero (con adeguata terapia, così dicono) a recuperare le dimensioni all'origine... Questo è mi è stato detto da un mio amico che è un luminare in merito...

 

  By: Tuco on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:20

Più che una malattia, è una deviazione del comportamento sessuale... Del resto, per me posson fare quel che vogliono, ci son sempre stati e sempre ci saranno. A me fastidio non danno, se la smettono di ostentare così chiassosamente il loro credo. Ovviamente di adottare infanti non se ne parla ( sulla base del principio logico del buonsenso ).

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 10:43

e dicci, Bull trattasi di malattia genetica, di malattia mentale o di malattia contagiosa? e soprattutto, possiamo dare una speranza di guarigione a questi malati, o sono condannati all'infermità fino alla fine dei loro giorni? "Una malattia (o patologia) è una condizione anormale di un organismo (animale o vegetale), causata da alterazioni organiche o funzionali che compromettono la salute del soggetto."

 

  By: Bullfin on Mercoledì 06 Gennaio 2016 02:20

Secondo me essere froci è una malattia...non si vede perchè la natura ci ha fatto con il pipino a noi uomini e il buchetto alle femminucce e vengano fuori figli solo tra uomo e donna...ergo froci siete malati. E' una malattia che si tiene tutta la vita? benissimo tenetevela pure, non c'è problema, siete simpaticissimi quanto volete ma di certo niente figli addottati.... Tuco, il togliere le protezioni come si dice, mi sa tanto della presa per il *** finale per il famigerato popolo bue operaio o qualsivoglia. Molti fanno i fighi (anche uno che su un blog agratis mette grafici e parla di alimentazione), ma è un po' come se Berlusconi disprezzasse chi non ha soldi....insomma fa schifo. Chi non ha un'istruzione alta in materia finanziaria dovrebbe sempre avere il capitale garantito...troppo forte è infatti l'istinto della societa' che è istituzionalizzata e legalizzata ad agire come e peggio dei criminali....bail in, le 4 banchette etc...insegnano...

 

  By: Tuco on Martedì 05 Gennaio 2016 17:18

È sempre gratificante poter ricostruire il filo logico di simili dichiarazioni, c'è voluto un po' di tempo, la gravità del fattore demografico la avevo appresa anni addietro da Attali, lo studio del tedesco, lo trovai quasi casualmente, mentre cercavo su Google dichiarazioni sulla demografia tedesca fatte dal personaggio in questione*. La lettura approfondita dei fatti esposti invece la ha fatta Gian. Le conclusioni sono arrivate. * l'intuizione fu che, uno con quella faccia e posizione, doveva saperla lunga...

 

  By: gianlini on Martedì 05 Gennaio 2016 17:00

bravo, Tuco bellissima citazione