GRECIA (Bond e Default)

 

  By: Tuco on Venerdì 17 Luglio 2015 18:35

---Le banche Greche non riaprono nemmeno lunedì--- I controlli sui movimenti dei capitali verranno rimossi molto gradualmente con il rinforzarsi della fiducia dei greci. Siamo però ben lontani dalla fiducia nelle istituzioni, che oramai è stata bruciata quasi completamente. Se tu fossi greco e lunedì riaprissero banche, bonifici esteri e prelievi in contanti, cosa faresti? Quindi i controlli e le limitazioni rimarranno per anni a venire... Quando parlavo di fiducia bruciata da Tsipras e Varoufakis ( gran dilettanti, soprattutto il secondo, visto che è il suo mestiere ), mi riferivo a questa. Recuperare la fiducia dei greci nelle banche e nel futuro sarà un gran casino, visto che si costruisce nelle decine di anni e si distrugge in pochi mesi o giorni...

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 18:25

Le banche greche non aprono nemmeno lunedi'. Questa storia e' sempre piu' bizzarra. Del resto questo "accordo" raggiunto non e' affatto l'accordo finale ma e' l'accordo per iniziare le trattative su chi deve mettere i soldi. Intanto Shaeuble insiste con la sua idea della grexit, oggi e' stato accolto in parlamento con un boato. Incredibile come i greci non prendano la palla al balzo, un bel ritorno alla dracma, rotative che stampano a tutto gas (drcme vere, non i quasi-euro del nostro Mod) e una bella inflazione a doppia cifra che fa il lavoro sporco tanto inviso ai politici vale a dire il taglio dei salari pubblici e le pensioni. Dopo qualche anno le cose si assestano e qualora fossero invitati a rientrare nel club esclusivo dell'euro la risposta sarebbe la seguente:

 

  By: Aleff on Venerdì 17 Luglio 2015 14:40

e c'e' di più... han messo le zampe anche sulla cdp... sarà doloroso vedere i libretti postali degli (attuali) bambini, quando diverranno maggiorenni ... essere tagliati (lo chiamano bail in...i professori) di almeno il 30% e certo... le ruberie come fai a fermarle... le tasse son già ai massimi le imprese (che non ci sono) le tasse non pagano + la pa deve essere mantenuta .... l'avvoltoio và dove c'e' carne !

 

  By: Aleff on Venerdì 17 Luglio 2015 14:37

Antitrader scrisse.... ... movimenti antieruro sono ancora minoranza e temo ... __________________________ carissimi.... fino a quando .... il curatore di una ditta dichiarata FALLITA, chiede (d ottiene) la cassa integrazione per le maestranze .... mancheranno materialmente i sostenitori dei movimenti antieuro fino a quando continuerò a vedere gente che è in cassa integrazione da 4 anni.... fino a quando il parlamento ci costa 1 miliardo fino a quando le ^partecipate#http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/15/partecipate-enti-locali-mediobanca-valgono-158-miliardi-il-17-del-debito/1877102/^ incidono per il 17% del debito fino a quando..... continuerà a salire il debito .... e quando non potrà più salire... semo in italia.... chi ha avuto avuto e chi ha dato dato

 

  By: lmwillys5S on Venerdì 17 Luglio 2015 14:22

La mia opinione rispetto al perché Tsipras non abbia accettato la proposta di uscita accompagnata dall'euro è che non avesse il controllo delle forze armate -------- col 61,31% di NO Tsipras per l'esercito era intoccabile ... pìù probabile sia stato comprato tutto sto pessimismo sull'immutabilità dell'euro, su su, anche se sta mossa di Tsipras rischia di influire anche sulle imminenti erezioni portoghesi spagnole e irlandesi non credo l'euro duri ancora molto se i greci avessero applicato la ricetta Varoufakis ora avrebbero evitato di regalare tutto e già ottenuto lo sconto ... dall'euro non si esce, lo devi distruggere dall'interno o arricchirti solo minacciando di farlo :-)

 

  By: Tuco on Venerdì 17 Luglio 2015 13:23

>>> e temo che, a conti fatti, faranno la fine di Tsipras.<<< Lo credo pure io, L'Euro è un grande progetto, ci sono interessi e capitali politici immensi dietro. Gli europei son stanchi, vecchi, non ce li vedo a ribellarsi come durante la rivoluzione francese... Il progetto andrà avanti, volenti o nolenti. O perlomeno, prima di collassare per difetti strutturali, ci metterà molto, moltissimo. Vedi L'ex-URSS, problemi strutturali colossali, carestie, miserie, rivolte stroncate nella violenza, ma è andata avanti 70 anni...

 

  By: themaui on Venerdì 17 Luglio 2015 13:16

......devi andare a chiedere il permesso a quel cretino di Junker (che ti da' anche le pacche sulle spalle).... CON QUESTO NON LO VOGLIO GIUSTIFICARE... circola un’altra voce ben più pesante: Jean Claude Juncker sarebbe poco meno che un alcolizzato che fa colazione a colpi di cognac.... Cosa succede se ad alzare il gomito è il nuovo Presidente della Commissione Europea Juncker? http://www.intravino.com/grande-notizia/cosa-succede-se-ad-alzare-il-gomito-e-il-nuovo-presidente-della-commissione-europea-juncker/

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 13:10

In ogni caso l'euro mi piace sempre di meno. L'idea che, qualsiasi cosa vuoi fare, devi andare a chiedere il permesso a quel cretino di Junker (che ti da' anche le pacche sulle spalle) fa davvero girare i cogl.... ti manda anche l'omino col calibro a misurare il diametro delle vongole. Purtroppo la strada e' ancora lunga, i movimenti antieruro sono ancora minoranza e temo che, a conti fatti, faranno la fine di Tsipras.

 

  By: gianlini on Venerdì 17 Luglio 2015 12:57

Parlavo l'altro ieri con un polacco. In sintesi mi diceva che i salari in polonia sono sui 300-400 euro. Praticamente tutti quelli che possono andarsene lo fa (quindi i giovani, quelli senza troppi vincoli, quelli senza genitori troppo anziani, ecc.ecc.) Lui stimava in 4-5 milioni (su una popolazione di 35) quelli emigrati all'estero, pare che solo in UK ce ne sia un milione. Fatte le debite proporzioni, a quel milione di greci che col ritorno alla dracma, dovesse dover emigrare, cosa gli facciamo fare??

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 12:47

Il Mod e' convinto che l'economia va male perche' "manca la moneta" e quindi la creazione di un qualsiasi mezzo di pagamento alternativo creerebbe sviluppo. In realta' non e' la moneta che manca quanto il reddito (ma anche questo e' tutto da dimostrare). I greci han portato vagonate di euro (buoni) all'estero e gli italiani continuano a sottosrivere fondi di investimento (ovviamente ai massimi). Se vuoi aumentare il reddito non c'e' altra via che riportare il lavoro in Italia e per far quello devi, in prima istanza, diminuire i salari, per non pesare troppo sul netto lo fai con la leva fiscale mandando aff... quei "servizi" bizzarri che i politici vogliono appiopparci e che nessuno gli ha chiesto. La circolazione di altre valute (VERE come dice Hobi) si ha quando hai gia' sputtanato completamente la tua o con troppa stamperia oppure con l'economia che e' andata a ramengo, succedeva nella Grande Unione Sovietica dove i soldi buoni erano i dollari e succede in Venezuela dove occorrono 400 bolivar per un dollaro (al mercato nero) e il salario medio si e' ridotto a 13 USD/MESE. Anche Shaeuble, a un certo punto, ha consigliato ai greci di usare una seconda moneta ma bisogna cogliere il senso delle affermazioni, in buona sostanza il pensiero di Shaeuble era il seguente: visto che avete finito i soldi pagate i dipendenti pubblici e le pensioni con i biglietti del tram (quelli usati pero').

 

  By: hobi50 on Venerdì 17 Luglio 2015 12:34

Gianlini ,il tuo è il pensiero di una persona normale. Ma privo di fantasia e genialità. Hobi

 

  By: gianlini on Venerdì 17 Luglio 2015 12:29

I paesi in cui vengono utilizzate valute forti accanto alle valute locali sono tutti paesi in cui non ci si può fidare della "voglia di stampare" della banca centrale In pratica le piccole somme vengono tenute nella valuta locale, mentre le somme più importanti (quelle per comprare una casa, un'automobile, ecc.ecc.) vengono tenute in dollari o euro, al riparo dall'erosione di valore che le valute locali hanno continuamente LA Grecia sarebbe il paese ideale per questo tipo di sistema (un po' come era per la Croazia con la Deutsche MArk); con tutti i turisti che portano valuta forte, in Grecia ne girerebbe molta senza problemi La mia opinione rispetto al perché Tsipras non abbia accettato la proposta di uscita accompagnata dall'euro è che non avesse il controllo delle forze armate (dato il passato di estremista di sinistra) per cui non avrebbe potuto gestire la transizione turbolenta che cmq la decisione avrebbe provocato. Avere il cntrollo della banca centrale non serve a niente. Bisogna controllare l'esercito. E per controllare l'esercito in queste condizioni devi avere una bella riserva di valuta forte con cui pagare gli ufficiali. Quello che Tsipras non aveva.

 

  By: hobi50 on Venerdì 17 Luglio 2015 12:17

Ogni tanto Anti coglie il senso della realtà che a noi ,poveri di spirito,sfugge. "o Moderatore è sciuto pazz " ! Si, l'illustre Moderatore è uscito lucidamente di senno come quel matto che cercava le chiavi sotto il lampione perché li c'era più luce . La stessa lucidità stralunata del matto ,si ritrova nella sua narrazione della moneta parallela. Ho detto ,non a caso , SUA moneta parallela perchè non ha nulla a che fare con la moneta parallela di cui parlano gli altri. In pratica inizia con una cosa normale : ci riprendiamo il controllo della Banca Centrale. OK. Ma invece che crearci una nostra moneta ,ne creiamo una che NON è nostra,ma già legittimamente ,di qualcun altro. Il che lascia ovviamente molto perplessi. Ma, trattandosi del nostro rutilante Moderatore ,lasciamo perdere questo dettaglio :magari ha visto recentemente quel famoso film di Toto sui falsari e vuole imitarlo . Il clou della genialata è la parte finale :come il matto di cui ho parlato ANCHE LUI è LUCIDO. Sa perfettamente di fare qualcosa che non va ed ecco la genialata ( l'ennesima ): chi è "titolare dell'Euro vero " applicherà uno sconto sul valore dei nostri euro farlocchi !! Se voi pensate che io abbia romanzato il suo racconto distorcendolo ,ecco cosa ha scritto. "Nel caso che ho descritto, la Banca Centrale Greca creerebbe lei tot miliardi di euro di "riserve" per le sue banche ... Avrai degli "Euro-Greci" al posto degli Euro. Dato che la Banca di Grecia lo farebbe però senza l'autorizzazione della BCE, si creerebbe una situazione mai vista prima e probabilmente anche non prevista. I suoi Euro, riserve presso la Banca Centrale e conti correnti in Grecia, verebbero ovviamente svalutati quando dovesse effettuare pagamenti all'estero ". Infine,si deve purtroppo dire che il nostro rutilante Moderatore è confuso non solo nei concetti,ma anche nella terminologia. Continua a parlare di valute parallele riferendosi ai $ usati in Argentina ,ai marchi un tempo usati in alcuni paesi dell'Est Europa ( ora sostituiti dagli euro ). $,marchi ed euro non sono valute parellele ,sono valute VERE. Valute di cui non ha il controllo chi le usa e ..sono ovviamente valute forti. Viceversa le valute parallele sono pseudo valute di cui ha il controllo totale chi le usa(ed infatti ne produce quante ne vuole ). Sono per lo più di stati incapaci di far fronte alle proprie obbligazioni utilizzando la valuta di conto ( e sono i Patacones argentini,gli IOY californiani,i CCF italiani quando il Dott. Zibordi sarà Presidente del Consiglio ). Lo so che quando i concetti sono confusi è difficile esprimersi con un minimo di proprietà.Uno sforzino ...please. Hobi

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 12:13

Morphy, niente di complicato, fai esattamente come fai adesso per fare un pagamento in USD. Dai mandato alla tua banca di comprare i dollari e paghi. Le riserve e la banca centrale non c'entrano proprio niente. La banca centrale puo' creare solo la sua moneta, Draghi non si mette di certo a stampare dollari (falsi).

 

  By: Morphy on Venerdì 17 Luglio 2015 11:58

Domanda pratica: ipotizziamo l'Italia con aziende che tengono in modo normale rapporti con aziende oltreconfine sia come import per i componenti dei propri prodotti sia come export per i propri prodotti (mercati di sbocco). Insomma un commercio ottimizzato per "l'oltreconfine". Nel caso in cui l'Italia uscisse dall'Euro e tornasse alla Lira (lasciando perdere i vincoli da nuovi accordi bilaterali tra stati), come funziona la faccenda in Banca per le aziende che esportano ed importano quando gli stati con cui si commercia pretendono pagamenti in moneta forte sia per gli acquisti sia per le vendite? Cioè vado comodamente in banca a dire mi occorrono due milioni di Euro per acquistare questo o la banca mi deve dare dei portafogli con riserve nelle varie monete? Scusate se la domanda è un po' sballata ma mi par di capire che occorrono, presso le banche, riserve in moneta date dalla BC. Mi par di capire. Come funziona il meccanismo in questo caso?