GRECIA (Bond e Default)

 

  By: pigreco-san on Venerdì 17 Luglio 2015 08:33

5 tips 30 06 15 https://www.youtube.com/watch?v=RYelOn2RY_Y

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 02:37

"Una volta che la Banca di Grecia crei liquidità lei glieli garantisce, non spariscono" Stiamo dicendo la stessa cosa, infatti non spariscono diventano Dracme e sul forex andranno con un codice che non e' quello dell'euro, solo che tu ti ostini a chiamarli "euro svalutati" quando non hanno piu' nulla a che fare con gli euro buoni che son quelli messi sotto il materasso. Nel momento in cui la banca centrale greca si mette a creare riserve senza autorizzazione BCE e' ovvio che e' fuori dall'euro. In ogni caso rimane intatto il grosso problema che e' la produzione e la distribuzione delle banconote. In Iraq ci hanno messo un anno per farlo pur avendo alle spalle la potenza americana, Varoufakis dixit.

 

  By: Moderatore on Venerdì 17 Luglio 2015 02:11

ma cosa spariscono.... si svalutano, ma ti metti a dare retta a Hobi ? Una volta che la Banca di Grecia crei liquidità lei glieli garantisce, non spariscono Ripeto che oggi, luglio 2015, è la Banca di Grecia che crea liquidità su autorizzazione della BCE. Non è la BCE che fa gli accrediti di riserve alle banche greche. La BCE si limita ad autorizzare l'ELA cioè la creazione di liquidità che è demandata alla Banca di Grecia. Persino per il QE lo opera quasi tutto la Banca Centrale nazionale e non la BCE Quello però di cui si parla è di lasciare intatti i conti in euro nelle banche, che sono 2 o 3 mila miliardi, non è mica uno scherzo se li converti in lire o meno ! Se il tuo piano è convertirli in lire scateni il panico come in Grecia Se invece li lasci stare allora hai per forza una circolazione di Euro e Euro-lire in parallelo, continui anche ad usare l'Euro nei contratti e scambi tra privati. Secondo me la soluzione più indolore è emettere crediti fiscali sotto forma di titoli di debito senza interessi accettati al 100% per pagare le tasse, una forma di "debito pubblico speciale" come la chiama Thomas Mayer ad esempio

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 02:05

"c'era appunto il dollaro o il marco e poi la valuta locale." Anche in Italia hai conti in USD, CHF, GBP etc.... e li potranno avere anche i greci una volta tornati alla dracma o gli italiani alla lira, ma sono appunto conti IN DIVISA ESTERA. In Venezuela oggi compri qualcosa solo col dollaro che scambia al mercato nero a 400 Bolivar contro un cambio unfficiale di 6. I greci, una volta tornati alla dracma postranno ridepositare gli euro che hanno messo sotto il materasso (o all'estero) su un conto in divisa estera, ma quelli che son rimasti sui CC spariscono al momento del ritorno alla dracma. Ghe n'e' piu'!

mettere assieme il "Piano B" - Moderatore  

  By: Moderatore on Venerdì 17 Luglio 2015 01:53

Dopo la disfatta di Tsipras ora senti il M5S (DiMaio e altri) che ne prendono le distanze dicendo che i greci non avevano "il piano B", Paolo Savona che dice: occorre il "Piano B" (^"Il PianoB per l'uscita dall'Euro", di Paolo Savona#http://www.beppegrillo.it/2015/07/il_pianob_per_luscita_dalleuro_di_paolo_savona.html^..."L'Italia prepari un piano B per l’uscita dall’Euro. Se dovessimo essere colti impreparati sarebbe veramente un dramma....") Finalmente si comincia forse a rendersi conto che se si va allo sbaraglio contro la BCE e le UE senza in piano alternativo che non sia il ritorno secco alla lira (o dracma), si rischia la fine di Tsipras. Bene, questo è esattamente uno sforzo di mettere assieme il "Piano B" che non può essere altro che un sistema per emettere una moneta addizionale in aggiunta agli Euro (come primo passo). Non c'è niente di così strano in questo concetto. Parlando in generale, ci sono sempre stati paesi, specialmente in europa dell'Est, dove si usava il marco come unità di conto, come contante e anche c'erano conti bancari in marchi ed era la valuta più usata per risparmiare e poi c'era lo stato, bulgaro o slovacco o lituano o serbo che fosse che tassava e spendeva nella sua valuta locale. In Perù ad esempio oggi è ancora così con il dollaro. Cinquanta anni fa mezzo mondo funzionava con valute parallele, dove c'era appunto il dollaro o il marco e poi la valuta locale. E' un sistema ottimale ? No, ma è esistito in varie forme e si può fare di meglio ora utilizzando emissioni di titoli che danno diritto a sconti fiscali. Questo ad esempio in Grecia non funziona perchè pagano poche tasse. Ho messo dei link ad articoli usciti solo negli ultimi giorni in cui si discute appunto questo tipo di soluzione ora per i paesi europei come la Grecia, il Portogallo, l'Italia e la Spagna che soffrono di una scarsità di euro. Non è un idea bizzarra che viene solo a me, ci sono dal 2012 dozzine di articoli, report e studi su un sistema di moneta parallela, Euro-lira ed euro, come soluzione per chi è incastrato nell'Euro. Il nostro Mosler appunto ha spiegato come possibile soluzione un sistema in cui lasci stare gli euro e lo stato pera in Lire. Cattaneo e soci i CCF... Dopo 15 anni di Euro non è facile venirne fuori, per cui ha più senso lasciar stare il più possibile gli Euro esistenti e cercare sistemi per aggiungere altri mezzi di pagamento, moneta, denaro...ADDIZIONALE. C'è molta gente al top del dibattito sull'economia monetaria, Cochrane, Rowe, Mosler, JPKoning, Edmonds, Mayer, Romanchuk, Parenteau, che ne discute. I crediti fiscali che qui propongono sono un altro sistema per avere moneta addizionale, che si svaluta rispetto agli euro per cui assomiglia un poco alla lira, e circola a fianco degli Euro ^"From Grexit to Exitaly? Let’s Stop This Madness"#http://www.economonitor.com/blog/2015/07/from-grexit-to-exitaly-lets-stop-this-madness/^ Bossone, Cattaneo 7 luglio ^"Tom Grey: Greece Could Use Bearer Bonds to Buy Time"#http://blog.supplysideliberal.com/post/123699160140/tom-grey-greece-could-use-bearer-bonds-to-buy^ ^"German euros and Greek euros. Are they really the same?"#https://petermartin2001.wordpress.com/2015/07/08/german-euros-and-greek-euros-are-they-really-the-same/#comments^ July 8, 2015 Peter Martin ^"Euro MOA+MOE plus Drachma MOE"#http://worthwhile.typepad.com/worthwhile_canadian_initi/2015/07/euro-moamoe-plus-drachma-moe.html^ 10 luglio Nick Rowe ^"Thoughts on the news from Greece"#http://worthwhile.typepad.com/worthwhile_canadian_initi/2015/07/thoughts-on-the-news-from-greece.html#more^ July 3 Nick Rowe ^"Yay For The Schäuble Plan!" #http://www.bondeconomics.com/2015/07/yay-for-schauble-plan.html^ July 12 2015, Brian Romanchuk ^"Value of State Currency When it's not Medium of Exchange"#http://monetaryreflections.blogspot.it/2015/07/value-of-state-currency-when-its-not.html^ July 7 2015, Nick Edmonds ^"The Grexit Mechanism: What It Means For The Future Of the Euro#https://medium.com/bull-market/the-grexit-mechanism-what-it-means-for-the-future-of-the-euro-1807229b418c^ may 2015, Karl Whelan ^"Banks and Greece’s bailouts"#http://www.interfluidity.com/v2/6013.html^ Steve Randy Waldman ^"Can Greece leave ?"#http://johnhcochrane.blogspot.it/2015/07/greece-again.html^ July 6, 2015 John Cochrane^ ^"A Parallel Currency for Greece"#http://www.ceps.eu/system/files/No4_TM%20Parallel%20Currency_0.pdf^ Thomas Mayer 20 May 2015 Thomas Mayer

 

  By: antitrader on Venerdì 17 Luglio 2015 01:43

"quando dovesse effettuare pagamenti all'estero glieli valuterebbero alla metà" Mod, mi spieghi come fai a fare un bonifico all'estero in una divisa che non esiste? E chi e' quella banca che ti accetta un bonifico in EUR (che pero' non sono euro) e che qualcuno ha deciso, sua sponte, che valgono la meta', e dove li mette quei "quasi euro" su un conto in EUR o su un conto in "DIVISE DIVERSE"? (una volta esisteva il conto errori). A parte il fatto che e' il circuito stesso a rifiutarti l'operazione. Dove vuoi arrivare lo capisco, vorresti saltare i tempi tecnici per passare alla nuova dracma (che Varoufakis ha valutato in 18 mesi), ma purtroppo, nun se' po' fa'. Ti informo altresi' che la banca centrale greca e' attrezzata solo per la stampa di bliglietti da 10 euro, ogni nazione stampa solo alcuni tagli. Ma poi che stampa visto che quelli stampati valgono il doppio di quelli sul CC? Insomma, vuoi mettere in piedi un casino pazzesco peggio di quello che gia' c'e' per uscire dall'euro.

 

  By: Moderatore on Venerdì 17 Luglio 2015 01:13

#i# [hobi] ..Ed i 130 miliardi di depositi in Euro che esistono un attimo prima che sia decretata la Grexit? Se c'è la Grexit spariscono all'istante !!!!!! In questo caso la ridenominazione non dipende dalla Grecia ma è ,in nuce,con la Grexit stessa . La BCE non ESTENDEREBBE più riserve e quindi 130 MILIARDI DI DEPOSITI ANDREBBERO a zero euri... ----------#/i# (mah...Hobi ha lavorato in banca, ma nella filiale di qualche banca e non capisce come funzionano le banche centrali. La cosa che infastidisce è che è maleducato e scrive cose senza senso in modo che vuole suonare apparentemente tecnico) Hobi, di fatto stai trasformando Euro in Dracme nei conti bancari, come 'azzo fai a dire che le Dracme valgono zero, varranno un 50% in meno degli euro, mica zero. La Banca Centrale Greca è quella che fornisce le riserve alle sue banche greche, come Banca d'Italia a quelle italiane e Bundesbank a quelle tedesche La BCE autorizza la Banca Centrale Grecia a creare riserve. La Banca Centrale Grecia (o quella d'Italia) opera esattamente come la BCE, ha il potere di creare nel suo bilancio riserve a destra e prestare o comprare asset a sinistra Nel caso che ho descritto, la Banca Centrale Greca creerebbe lei tot miliardi di euro di "riserve" per le sue banche, per cui non ha alcun senso dire che "sparirebbero" i conti bancari corrispondenti. Avrai degli "Euro-Greci" al posto degli Euro. Dato che la Banca di Grecia lo farebbe però senza l'autorizzazione della BCE, si creerebbe una situazione mai vista prima e probabilmente anche non prevista. In pratica il sistema bancario greco sarebbe fuori dall'Euro, pur usando l'Euro come unità di conto, cioè senza formalmente ridenominare in Dracme. I suoi Euro, riserve presso la Banca Centrale e conti correnti in Grecia, verebbero ovviamente svalutati quando dovesse effettuare pagamenti all'estero I conti correnti non "sparirebbero", sarebbero di fatto delle dracme, per cui se hai 1,000 euro in banca e vuoi pagare in un negozio te li accettano come 500 euro, mentre uno che aveva nascosto 1,000 euro in banconote e si presenta nello stesso negozio glieli accettano come 1,000 euro... Qual'è la differenza rispetto alla conversione di tutto da Euro in Dracme ? Che in questo caso: a) il contante continua a circolare in Euro, cioè non lo tocchi (anche se la maggioranza hanno nel codice a barre la "Y" per cui la BCE potrebbe annunciare che tutti quelli emesssi in Grecia con la "Y" non valgono più nel resto d'Europa. Dato però che in Grecia circolano anche molti Euro di turisti con la X o la S o la E ecc.. e in Europa dopo 15 anni ci sono in giro Euro con la "Y" non è così agevole farlo b) usi l'Euro come unità di conto, cioè non ridenomini tutti i contratti in Dracme Hai due monete parallele, come nell'Est Europa dove usavano marchi tedeschi o dollari o in sudamerica dove usavano o usano (come in Perù oggi) dollari e anche in Asia una volta. La gente ragiona come unità di conto e utilizza come contanti la moneta estera forte (euro, marco o dollaro( e però lo Stato usa la moneta locale, per cui anche questa viene accettata. Ovviamente però i pagamenti in Euro del debito pubblico vengono sospesi, perchè lo stato non ha riceve più abbastanza euro, cioè devi dare default. Riassumendo: a) default sul debito pubblico in euro b) Banca Centrale di Grecia che sostituisce la BCE, cioè fornisce lei liquidità in Euro, ma i suoi Euro si svalutano del 50% diventano "Euro-Greci" c) il contante in Euro rimane d) l'unità di conto rimane l'Euro, perchè è come usare il metro

 

  By: defilstrok on Venerdì 17 Luglio 2015 00:51

E dire che erano a un passo da affrancarsi dalle "istituzioni". Da questa ^intervista#http://vocidallestero.it/2015/07/16/intervista-a-yanis-varoufakis-sui-cinque-mesi-di-negoziati/^ risulta chiaramente che Varoufakis era quello con le idee chiare e pronto a realizzarle, mentre Tsipras e i suoi accoliti erano solo un'accozzaglia di sprovveduti cacasotto

 

  By: lutrom on Giovedì 16 Luglio 2015 23:50

Hai ragione, Gano, ma aspettando aspettando arriveremo nelle condizioni della Grecia o dell' "impero" di Bokassa...

 

  By: lmwillys5S on Giovedì 16 Luglio 2015 23:16

Questi sono veramente pazzi ----- direi criminali in fin dei conti il denaro serve solo (pochi eletti) ad espropriare ogni avere altrui senza fare un tubo ... è il capitalismo :-)

 

  By: Gano di Maganza on Giovedì 16 Luglio 2015 23:10

#i#"Quelli molto convinti son solo il 16%."#/i# E' formulato male. Diciamo che quelli che vogliono sicuramente restare nell' Euro oggi sono il 54,6%. Cinque anni fa erano l' 87% e 10 anni fa il 95%. Se questo è il trend basta aspettare.

 

  By: Giovanni-bg on Giovedì 16 Luglio 2015 20:09

Il problema che evidenziate se a livello personale è in qualche modo risolvibile (=spalmare la liquidità su più banche, acquisto di fondi comuni ecc. ecc.) a livello aziendale è un macigno di proporzioni gigantesche perchè le aziende hanno bisongo di liquidità sul conto epr pagare i fornitori e gli stipendi. E più è grande un'azienda più il valore della liquidità deve essere elevato. E' dai tempi di cipro che dico questa cosa ora qualcuno se ne sta accorgendo. La verità è che se salta una banca tipo intesa gli vanno dietro tutte le maggiori aziende nazionali che di colpo diventano insolventi per mancanza di liquidità. In realtà basta che salta anche un banca minore e si scatena una specie di domino di fallimenti. Io non ho mai creduto ai complotti rettiliani ma non si può non vedere il "bail in" come una pistola nelle mani delle banche puntata alla testa delle economie di tutta europa. Col bail in le banche in pratica non possono più fallire perchè se ne fallisce una crolla tutta l'economia europea. Di conseguenza è automatico che nessuna banca verrà lasciata fallire costi quel che costi al contribuente. Questi sono veramente pazzi. E poi si dilettano col dimetro delle vongole.

 

  By: gianlini on Giovedì 16 Luglio 2015 19:04

Anti, tenere contanti in casa è impresa complicata.... non sai mai dove nasconderli

 

  By: antitrader on Giovedì 16 Luglio 2015 18:49

Una bella scorta di banconote come minimo,e quando allo sportello ti chiedono cosa ci devi fare gli rispondi papale papale: non mi fido di voi e nemmeno di renzi. Qualcosa alla posta intestato alla figlia, un cc estero dichiarato (ma credo che verra' tassato) e un bilocale a Milano, col ritorno alla lira potrebbe essere difensivo. Niente oro o altre bizzarrie (diamanti etc...) con le quali si perde di sicuro. Ovviamente quanto sopra al netto di quello che ti serve sul trading on line, altrimenti come facciamo a passare la giornata?

 

  By: gianlini on Giovedì 16 Luglio 2015 18:36

Anti, io in questo momento sono super-liquido....mi sono scaduti perfino i bund che due anni fa avevo comprato in senso difensivo... infatti non vedo l'ora di trovare una allocazione decente per questi soldi