Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 19:30

E per certi versi non son d'accordo.

Io non amo molto l'immigrazione, l'assalto dei negroidi ad. es. è un vero disastro

Quella musulmana, un quasi disastro.

 

Ma, ad un'immigrazione di selezione, son molto favorevole.

Ovviamente tutto il blocco Est e nordico è ben accetto.


 Last edited by: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 19:33, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 19:21

 

CHE DIO LO BENEDICA!!!!....UN SANTO!!!!.......

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 18:29

http://www.eunews.it/2017/01/28/draghi-e-la-fake-news-sul-target2/76363

 

Nello, resetta prima il cervello da tutte le boiate e pensieri, e studia questo.

È ben scritto, senza sciocchezze e, a una mente logica, può solo piacere.

 


 Last edited by: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 18:33, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 29 Gennaio 2017 17:36

" la Banca d’Italia non potrebbe, alla stessa identica maniera, farli “nascere” in Italia e restituirli alla BCE? "


Certo che potrebbe farlo (ed e' quello che propone Gerry), ma questa sarebbe peggio di una bomba atomica, di fatto i tedeschi si ritroverebbero fra le mani 300 miliardi di lire da spendere in Italia e si potrebbero comprare mezza penisola. Sarebbe come aver preso atto di aver vissuto con l'euro al di sopra delle nostre possibilita' (shopping all'estero) e pagare il conto tutto in una volta.

Per fortuna la cosa non e' cosi' drammatica, basterebbe che gli italiani vendessero 300 miliardi di ciofeghe che si son comprati all'estero (fondi, azioni, case, castelli, oro etc...) per riequilibrare i conti.

In ogni caso, poiche' dal punto di vista giuridico il debito (come dice Hobi) potrebbe essere considerato irredimibile, in un certo qual modo potrebbe finire a tarallucci e vino, ma in ogni caso poi ti porti addosso per secoli il marchio d'infamia di quello  che ha sfruttato un cavillo per non pagare.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 17:30

Noto con stupore che non parlate mai di DM e di rivalutazione dei crucchi...a cui si otterrebbe un ottimo effetto, migliore rispetto alla svalutazione della lira e i cui benefici andrebbero verso quasi tutti i paesi dell'euro (ex)...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 29 Gennaio 2017 17:15

"L'unica replica saggia potrebbe essere che con la lira questo non sarebbe successo perche' il cambio avrebbe stroncato le smisurate velleita' di acquistare mercedes e audi, e questo coincide con l'altra intuizione antitraderiana, vale a dire che il ritorno alla lira e' necessario per impoverire gli italiani e farli ridiventari compatibili con l'ambiente."

 

infatti ecco la progressiva svalutazione della lira ed inevitabile in caso di abbandono dell'euro che tanto bene farà.................................

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 16:52

.


 Last edited by: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 16:57, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 29 Gennaio 2017 16:03

Manganello, ti sei chiesto il motivo per cui la Mercedes te l'ho fatta pagare in contanti? Proprio per demolire, in via preventiva, la stramba ipotesi che la base monetaria fosse aria fritta (nella base monetaria son comprese le banconote).

In regime EURO la BCE ti ripristina la base monetaria che l'Italia ha perso per colpa della tua Mercedes e si segna il conto sul T2.

Ora supponi di essere ancora con la lira, una bilancia dei pagamenti perennemente in rosso avrebbe costretto il paese a cercar finanziementi all'estero, col T2 questo non succede perche' viene tutto "segnato" a futura memoria.

Ora, se esci dall'euro torni nelle condizionin in cui eri con la lira per cui al saldo T2 devi sostituire altre fonti di finanziamento.

Tanto per prevenire la sicura replice dei somari "li facciamo stampare alla banca d'Italia", ecco, in quel caso finisci come il Venezuiela.

L'unica replica saggia potrebbe essere che con la lira questo non sarebbe successo perche' il cambio avrebbe stroncato le smisurate velleita' di acquistare mercedes e audi, e questo coincide con l'altra intuizione antitraderiana, vale a dire che il ritorno alla lira e' necessario per impoverire gli italiani e farli ridiventari compatibili con l'ambiente.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 15:12

HOBI, Non si è specificato a sufficienza che questo debito di base monetaria contabile, è assolutamente ininfluente al funzionamento pratico del sistema

. Siamo in regime di Fiat Money, ognuno ripristina la base della propria BC al valore corretto e amici come prima.

Dal punto di vista legale ci potrebbero essere eventualmente problemi, ma certo nessuno può esigere beni reali a saldo.

Mi sembrava di aver letto che in caso di uscita è la BCE che è tenuta a ripristinare l'ammanco suddividendone l'onere fra le restanti BCN.

Ma, ripeto, non siamo in regime di Gold Standard. E, men che meno questi saldi possono aver effetti materiali sulll'economia,

oltre al danno già fatto dalla fuoriuscita di denaro dal paese impoverito, ed il surplus in quello arricchitosi.

E' CONTABILITA' e  NON ECONOMIA.

 


 Last edited by: Tuco on Domenica 29 Gennaio 2017 15:16, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 29 Gennaio 2017 15:01

" Come ha spiegato Draghi l'acquisto del nostro debito pubblico da parte della Banca d'Italia,produce un aumento delle Target2 liabilities quando i venditori hanno sede fuori dall'Italia. "


Ovvio, la vendita di asset finanziari all'estero equivale a un'esportazione che fa rientrare i saldi T2, nel momento in cui i BTP se li ricompra Draghi questa "esportazione" non c'e' piu' e i saldi divaricano.

In ogni caso, l'esposizione accademica ed estrememente rigorosa di Hobi coincide con le mitiche intuizioni (napoletane) dell'antitrader. Sinn parlava di "eventuali" presupposti giuridici per la liquidazione dei saldi avendo, evidentemente, ben presente il buco che c'era nella normativa (basata sull'euro nei secoli dei secoli).

Al netto del vulnus giuridico l'uscita dall'euro comporterebbe la copertura dei saldi T2 con forme alternative di finanziamento (non pretendo di tassare il contribuente per 300 miliardi).

In ogni caso l'euro e' un pasticcio grosso (nu' nguacchio brutto, detta alla napoletana).

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 14:40

Molto bello il post di Hobi...specie l'enfasi sul lato contabile che da valenza al tutto...uno dei migliori post che ho letto qui sul forum...quando una cosa merita va detta...

 


 Last edited by: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 14:44, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Domenica 29 Gennaio 2017 14:30

"Vedi Hobi, la considerazione (banale) secondo la quale "e' tutto gia' pagato" perche' il nostro amico Manganello ha dato i 50.000 al concessionario fa acqua."

 

Certo Anti ...mi sono preso un we di riflessione perchè avevo a pelle questa sensazione ma avevo bisogno di una ricostruzione logica perfetta.

E' vero che base monetaria è creata ex nihilo ma NON PER QUESTO è ARIA FRITTA.

Trattasi invece  di " creazione di passività di Banca Centrale " o ,detto in termini più comprensibili ,l'attribuzione di depositi presso la Banca Centrale alle banche di credito ordinario.

Una volta creati ( con invarianza patrimoniale sia delle banche di credito ordinario che delle banche centrali ) questi depositi seguono le leggi della partita doppia.

Ad esempio sono NELL'ATTIVO dei  bilanci delle banche di credito ordinario.

Ed adesso passiamo ai pagamenti esteri dall'Italia alla Germania .

I soggetti che vengono coinvolti nel pagamento sono diversi.

Cliente italiano - banca italiana  -Banca d'Italia -BCE - Buba   - banca tedesca - cliente tedesco.

La banca italiana addebita il conto del cliente.

La banca italiana trasmette le istruzioni del pagamento alla Banca Centrale.

La Banca Centrale controlla il saldo attivo presso di se della banca italiana e, SE CAPIENTE , lo addebita.

La Banca Centrale trasmette le istruzioni del bonufico alla BCE che esegue l'addebito della Banca Centrale italiana dell'importo della transazione ed il contemporaneo accredito alla Buba.

La Buba ,ricevute il residuo istuzioni, provvede ad accreditare la banca tedesca che  a sua volta accredita il cliente tedesco.

Fino a questo momento i Target2 liabilities e claim NON ENTRANO in GIOCO.

Solamente a fine giornata si fa la somma algebrica delle entrate e delle uscite a livello di banche centrali e chi avrà un saldo negativo esporrà una Target2 liabilities e chi avrà una saldo positivo una Target2 claim.

Ora attenzione .

Si è più volte affermato che le Target2 liabilities sono CONCETTUALMENTE il consumo di base monetaria cumulata nel tempo ma, CONTABILMENTE, questo fatto è rappresensato dal saldo negativo della banca Centrale nei confronti della BCE.

Questo saldo NON è ARIA fritta.

E' una posta del bilancio della nostra  Banca Centrale.

Questo saldo è UN DEBITO.

Quindi in caso di uscita dall'Euro è un debito dell' Italia ,remunerato al tasso delle MRO ( attualmente zero ),ma SENZA SCADENZA.

Le parti ,Italia e BCE, sicuramente NON HANNO CONCORDATO  ALCUNA SCADENZA perchè non era contemplata alcuna possibilità di uscita( fra l'altro neanche a sistema Target2 funzionante è prevista la possibile richiesta della BCE di ripagarlo)

CONTRATTUALMENTE SONO DEBITI IRREDIMIBILI salvo che le parti successivamente si accordino diversamente.

Penso che sia un terrbile flaw concettuale nella costruzione dell'euro che solo adesso si evidenzia.

Draghi non puo pretendere da noi che il riconoscimento del debito ( che non ci danneggia ) ma MAI il pagamento .

Ironia della sorte il QE appesantisce  il saldo Target2  per l'Italia.

Come ha spiegato Draghi l'acquisto del nostro debito pubblico da parte della Banca d'Italia,produce un aumento delle Target2 liabilities quando i venditori hanno sede fuori dall'Italia.

Pensate la goduria di togliere del debito pubblico dalle mani straniere ,pagare un tasso pari a zero,percepire noi le cedole ( solo in parte ),e riconoscere in contropartita un debito senza scadenza ..!!

 

Hobi

 

 

 

 


 Last edited by: hobi50 on Domenica 29 Gennaio 2017 14:35, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 29 Gennaio 2017 14:30

"negli Stati Uniti Washington paga per la Louisiana"

in minima parte sì, ma in parte quelli della Luoisiana stanno molto peggio di quelli che stanno a Washington e in parte dalla Louisiana si spostano a Washington

è un sistema completamente diverso, dove la mobilità delle persone fa quello che faceva in Italia il trasferimento fiscale dal nord al sud

 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 29 Gennaio 2017 14:34, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 29 Gennaio 2017 14:18

NO è riferito a me? e allora sta zitto se devi rispondere come sotto...