Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Venerdì 17 Marzo 2017 09:46

A mio modo di vedere siete troppo ottimisti.

Le riforme che proponete sono,spannometricamente ,insufficienti data la situazione complessiva del paese.

Ed inoltre ,per quanto insufficienti, sono così pesanti che non esiste governo capace di metterle in opera.

Solo eventi dirompenti possono innescare un processo di cambiamento radicale.

Parecchio tempo fa leggevo che nella storia ci sono stati moltissimi fallimenti di stati .

Tra i pochi stati mai falliti ( se è vero ) c'è l'Inghilterra.

Dico questo perchè ho notato che oramai sono pochissimi i  fallimenti( Argentina ,uno stato africano ....)

I creditori sono oramai troppo POTENTI e spremono i debitori fino all'ultima goccia di sangue.

L'igiene fallimentare che PENALIZZA I CREDITORI è quasi scomparsa.

Nel mondo bancario questa tendenza è in atto da molto tempo.

Ai miei esordi  c'erano pochissime riunioni tra banche in situazioni difficili.

Le gestivano solo gli avvocati.

Ma a fine anni 80/ primi anno 90,sono cominciati i cosiddetti salvataggi e le conseguenti ristrutturazioni dei debiti.

Il cambiamento della Legge Bancaria che ha permesso l'acquisto di partecipazioni da parte delle banche ha favorito questo andazzo.

L'ultimo salvataggio è quello che abbiamo vissuto con la grande crisi del 2008.

Viviamo in un mondo di ricchezza fasulla.

Il sistema bancario italiano, oltre i crediti dubbi noti a tutti,ha in pancia oltre 400 miliardi di E. di debito dello stato italiano !

25% del nostro PIl !

Volete le riforme ? Macchè ,mannaia  e l'igiene fallimentare .

Altro che la stamperia !

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: DOTT JOSE on Venerdì 17 Marzo 2017 09:38

dato che tutto il paese ci stà sprofondando dentro ,meglio conoscerla molto bene

a Roma mostra della cacca, la sua storia, le sue funzioni,et..etc,..etc..

Storia della cacca, mostra al Bioparco

A Roma laboratori per bambini alla scoperta di quanto è utile

ROMA - Gli ippopotami ci nuotano dentro, i bradipi si tengono in contatto attraverso di essa. E in generale di lei si preferisce non parlare: è la cacca, forse la cosa più utile sulla Terra. Al Bioparco di Roma oggi è stata inaugurata la mostra "La cacca: storia naturale dell'innominabile ovvero: ciò che tutti fanno ma di cui pochi parlano!", visitabile da domenica prossima al 26 marzo. "La mostra trae origine dall'omonimo libro della zoologa inglese Nicola Davies -spiega Federico Coccìa, Presidente della Fondazione Bioparco di Roma- e vuole far conoscere, in modo divertente, la naturalità di questo materiale da molti punti di vista, a partire da quello fisiologico per arrivare a quello naturalistico ed ecologico, con un filo conduttore: la cacca è vita". La rassegna, in doppia lingua, è costituita da 10 sezioni con installazioni tridimensionali e modelli realistici, fra cui due dinosauri con escrementi fossili. C'è poi la cacca machine, una macchina che illustra il processo digestivo a partire dal cibo ingerito.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Venerdì 17 Marzo 2017 09:34

Spread a 194. "che ce ne frega dello spread!" tuonano politici e somari, quello lo fanno i rettiliani (e gli facciamo pure il processo a Terni).

Poi, quando il gioco si fa duro chiamano Monti e, moggi moggi, gli votano la legge Fornero,

Ieri sera c'era la fascistella romana che disquisiva di euro e sistemi monetari: paticamene "oggi le comiche", ci mancava solo salvini e poi facevano Franco e Ciccio.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Venerdì 17 Marzo 2017 09:23

Sul grave e scorretto sono pienamente d'accordo...rivolto a te e non alla mia figura.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 17 Marzo 2017 09:04

Bull,sei sempre più grave e scorretto,te ne approfitti anche delle battute.....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 16 Marzo 2017 22:26

Se io divento il ministro delle finanze....se io divento il dittatore del proletariato....ma se non siete capaci nemmeno di gestire un pollaio nel vostro giardino....ma rob de mat!!!.

Terrone, lascia stare mia madre che infanghi la sua memoria...e non te lo permetto.

 

 


 Last edited by: Bullfin on Giovedì 16 Marzo 2017 22:27, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 16 Marzo 2017 22:17

Ecco Bull che dà segni di squilibrio.

In uno paese fallito questo vuole la pensione di mammà, il bilocale al riparo dai Comunisti e il salario.

Invece di dar retta a balordi quali B&B&S chiedi a papà, lui e' saggio e te lo spiega che i debiti si pagano. E se non capisci ti piaglia pure a calci in cul.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 16 Marzo 2017 21:48

Qui ci sono troppi malati psichiatrici..non mi riferisco ne a Gano ne a Xtol....

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Giovedì 16 Marzo 2017 21:38

sì sì.

basta credere che l'acqua possa andare in salita e tutto si sistema.

salutatemi cenerentola e paperoga

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 16 Marzo 2017 21:08

Tradeosca> controlli sulla immigrazione senza elevare muri, ecc

 

D'accordo su tutto. Io però se necessario eleverei anche i muri, perché no? (che in un paese dall' orografia come l' Italia non possono essere che in senso figurato).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 16 Marzo 2017 20:57

Gano,siamo sulla retta via:tetti su pensioni e stipendi statali e parastatali,eliminare comuni sotto x di abitanti,eliminare veramente le province,

unica camera dei deputati senza vitalizi,eliminare tutti gli enti inutili o poco produttivi(ve ne sono una infinità),macro regioni,abolizione delle regioni

a statuto speciale o autonome con commissari per quelle con alto deficit,tipo sicilia.leggi marziali per chi ruba allo stato compresi gli evasori,lotta

accanita alla mafia, camorra,controlli sulla immigrazione senza elevare muri, ecc.ecc.ecc.ecc. Le persone che perdono il posto di lavoro possono essere impiegate in centri di spesa produttivi o comunque utili alla società oppure con assegno di disoccupazione .

Il risparmio può essere enorme quindi riforma fiscale che può essere abbattuta e renderla più equa........

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 16 Marzo 2017 19:32

Tradeosca> "Anti,è già una buona soluzione,ma se mi fanno ministro delle finanze,avrei altre cosucce che ci proitterebbero,tra i paesi più virtuosi del globo."

 

Alle pensioni metterei un tetto massimo anch'io. Tanto chi ha guadagnato molto ha avuto tutta la possibilita' di farsi un buon piano di previdenza privata o di investire in modo congruo. Non so pero' solo le pensioni quanto possano fare. Poi posso mettere un tetto agli stipendi statali. Ma anche qui, quanto pensi di ottenere?

 

Poi pero' mando un prefetto Mori, come fece il Duce, a fare piazza pulita di mafia, camorra e criminalita' organizzata, ed ecco che allora vedrai che qualcosa in italia cambia. Ma per farlo servono poteri assoluti. Non te lo fa certo un Ranzi o un Gentiloni.  

 

Cesare Mori

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Giovedì 16 Marzo 2017 18:50

ma come' ?? il grande pacifista trump

che da ancora piu soldi al pentagono?? ma come? e taglia la sanita

drastici tagli all agricoltura, saranno contenti gli americani della  grain belt

che tegolone che si sono presi

http://www.repubblica.it/economia/2017/03/16/news/trump_taglio_spesa_pubblica-160679187/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P10-S1.6-T1

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Giovedì 16 Marzo 2017 17:58

ecco, qui la plastica rappresentazione di cosa è diventato lo stato italiota:

Cialtronia: TROPPO LIBERISMO

...Ad occhi attenti e menti lucide non servono i miei commenti per capire di cosa si devono occupare le aziende di questo paese fogna, anzichè di mercati, prodotti e clienti. Possono tutti attendere. Hanno ragione il popolino, i cassintegrati, i disoccupati, i pensionati, ad urlare insieme ai sindacati, alla migliore politica di Cialtronia: TROPPO LIBERISMO.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 16 Marzo 2017 17:37

Oscar! Gli assessori, pur di continuare a gozzovigliare,  hanno infinocchiato i fessacchioti col grande equivoco della crisi mondiale,

Ma quale crisi mondiale?