Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 17 Ottobre 2019 16:25

Significa che se hai un reddito di 50.000 sterlin pagherai 7500 sterline cioè il 15%, mentre in italia su 50.000 euro ne paghi 15.250 cioè il 30%


 Last edited by: Morphy on Giovedì 17 Ottobre 2019 16:32, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Giovedì 17 Ottobre 2019 15:53

.....e nel frattempo, però, avete tagliato il numero dei parlamentari (dando un colpo alla rappresentatività democratica) anziché tagliare gli stipendi di TUTTI i deputati, e non avete fatto una legge di 5 righe per mettere un tetto ragionevole agli stipendi di assessori, sindaci ecc.

Complimenti!


 Last edited by: muschio on Giovedì 17 Ottobre 2019 15:57, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 17 Ottobre 2019 15:17

Ecco, appena son diventati assessori questi, subito a pigliare i soldi.

Ma quel che e' piu' bizzarra e' la motivacione:

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Giovedì 17 Ottobre 2019 15:08

Queste prendiamole come "battute", altrimenti sono follie idolatriche: in Italia, se tutti pagassero TUTTE le tasse, un buon 20-30% delle imprese chiuderebbe istantaneamente.

Poi gestitolo un paese dove 1/3 dei lavoratori resta a casa e, tra l'altro, non verserebbe più nulla la fisco.

Nella vostra follia sareste capaci di ripetere la supercazzola...."ehhh, ma se tutti pagano tutto poi si abbassa la pressione fiscale per tutti..".

Ma tra voi 5S c'è uno che non sia un dipendente (o un dipendente che abbia la capacità di capire l'opportunità di non tagliare l'albero su cui è seduto)????

 


 Last edited by: muschio on Giovedì 17 Ottobre 2019 15:12, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 17 Ottobre 2019 14:49

Evasione fiscale, in Inghilterra si combatte così

Volti e istantanee degli evasori in bella mostra sul web. Multe e prigione. E uno slogan da parte del fisco anglosassone: "Aiutaci a scoprire chi evade, dicci, fai i nomi"

 "Conosciamo i tuoi redditi, quindi paga o ti veniamo a prendere".

 “Se hai correttamente riportato in dichiarazione i tuoi redditi, i tuoi guadagni, comunque non preoccuparti, non hai nulla da temere”.

 I messaggi sono visivi, infatti, si sviluppano attraverso affissioni, banner sugli autobus e locandine nelle cabine telefoniche, e i cittadini inglesi non possono ignorarli.

 

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Ottobre 2019 14:11

Tutta la mia simpatia per gli inglesi se riescono a scappare da EU...

La povera Italia, ce la farà mai?

Oramai non ho più speranze in merito.

Anch'io adesso voglio auto elettrica, borraccia di alluminio e il griin niu dial promesso da Giussippi.


 Last edited by: Tuco on Giovedì 17 Ottobre 2019 14:12, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Ottobre 2019 14:04

Aspetta... C’è da passare Westminster, e lì è pieno di rettiliani, massoni, etc.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 17 Ottobre 2019 13:49

Tuco,

come vedi nulla hanno potuto i rettiliani (e nemmeno i massoni e gli illumimati).

Gli inglasi se ne vanno (e non salutano nemmeno).


Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 05 Febbraio 2019 08:41

Anti, quel grafico lì è sbagliato

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 05 Febbraio 2019 08:43, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 05 Febbraio 2019 08:19

tanto per metterci una pezza,e cosi' andra'

tutta in spesa corrente con somma goduria degli assessori.

 

 

 

ecco vedi che sei arrivato al punto....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 05 Febbraio 2019 01:22

Bull,

cosa centra "intendersi di econonomia"? E' tutto scritto nei numeri.

L'altro giorno il ministro tria ha tenuto un lectio magistralis (magistrale sta minghia!) alla

Columbia university, si e' arrampicato sugli specchi per sostenere che il debito italiano e'

ancora sostenibile, peccato che sembrava un somaro da forum mentre citava "l'avanzo primario",

i tassi bassi (secondo lui), e, soprattutto, citava la "sterminata ricchezza degli italiani" come

un tremonti qulasiasi.

a buon intenditor poche parole, il bello, cioe' il brutto, sara' che la patrmoniale la faranno

leggera (mentre servirebbero almeno 400 miliardi), tanto per metterci una pezza,e cosi' andra'

tutta in spesa corrente con somma goduria degli assessori.

Avanti adagio verso la catastrofe.


Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 04 Febbraio 2019 23:44

Arriva, arriva, ma non sara' questo governo a farla, sara' il prossimo.


 

 

 

ma nooooooooooo dai che geni!!! loro si che se ne intendono di economia!...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 04 Febbraio 2019 22:23

Arriva, arriva, ma non sara' questo governo a farla, sara' il prossimo.


 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 03 Febbraio 2019 14:07

Ok grazie Xtol, meno male.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Domenica 03 Febbraio 2019 13:51

e infatti:

"La posizione espressa dal governo italiano è chiara: chiediamo elezioni il più presto possibile, questo vuol dire che non riconosciamo le elezioni precedenti e che quindi riteniamo il governo Maduro illegittimo. E' un falso dilemma dire 'Guaidò sì, Guaidò no'". Lo ha detto, interpellato dall'ANSA, il sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo, senatore e fondatore e presidente del Maie (Movimento Associativo Italiani all'Estero).
    Merlo riconosce "la prudenza del governo, che apprezzo, perché in Venezuela ci sono quasi due milioni di persone di origine italiana e dobbiamo pensare anche a loro". Ma a suo parere sbaglia chi nella maggioranza parla di 'non ingerenza' negli affari venezuelani, perché "l'Italia, chiedendo elezioni insieme a tutta l'Ue, non sta tenendo una posizione di non ingerenza. Poi la chiamino come vogliono"