Medio Oriente, Russia e intrighi

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:36

E caduto in disgrazia si potrebbe essere non solo sentito abbandonato dai suoi danti causa ma anche in pericolo. E che a questi danti causa un suo rientro in patria e un riavvicinamento a Putin possa essere sembrato pericoloso, perchè avrebbe potuto rivelargli cose che era meglio che fossero rimaste segrete. 

 

Insomma, tornando in Russia probabilmente avrebbe "tradito".


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:37, edited 1 time in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:19

che la ragione delle lettere, del suo tentativo di tornare in Russia, e del presunto suicidio si trovi in questo?

Russian oligarch Boris Berezovsky was broke when he died and owed £46 million in unpaid taxes, the High Court has heard.

The former billionaire, who was found dead at his Ascot mansion two years ago, is believed to have also left his estate more than £300 million in debt.

e tanto per confermare che Gano, sui divorzi, ha ragione:

The previous year he was also hit with a divorce settlement to former wife Galina Besharova, reputed to be between £100m and £200m.

http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/law-and-order/11369811/Boris-Berezovsky-died-with-tax-debt-of-46-million-High-Court-hears.html


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:20, edited 2 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:07

Gianlini> "Credo che invece Berezovski (un geniaccio con QI da 140 come minimo) propri in virtù di questa grande autostima, non abbia mai accettato di essere sconfitto da Putin, e questo deve aver pesato sulla sua vicenda."

 

Berezovsky dopo aver fatto di tutto e di piú -alcuni arrivano a dire anche finanziare la rivolta cecena (su mandato di chi?)- ad un certo punto della sua vita, nel 2013, dal suo esilio londinese scrive una lettera a Putin, dove gli dice di aver commesso molti errori, gli chiede perdono ed il permesso di rientrare in Russia. La lettera viene veicolata personalmente da Abramovich. Dopo pochi giorni muore impiccato in bagno. Aveva 67 anni. Il corpo viene ritrovato dalla fidanzata di 23, che stava con lui perchè innamorata, non perchè ricco o per altri motivi. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 11:08, edited 2 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 10:25

a proposito di Deripaska

forse se anche Khodork avesse sposato qualcuno di vicino a Eltsin, il destino sarebbe stato diverso...

 

"Negli anni novanta Deripaska ha inoltre sposato Polina Jumaševa, figlia del primo matrimonio di Valentin Jumašev. Valentin Jumašev era il direttore dell'amministrazione del primo presidente della Russia, Boris Eltsin, del quale ha sposato la figlia Tat'jana in secondo matrimonio."

 

Io credo una cosa: Putin fu chiamato da Eltsin sotto suggerimento di Sobchak, di cui Putin era il collaboratore più stretto. Putin era noto per la sua efficienza e capacità di eseguire ordini e di portare a termine incarichi. Credo che quindi la necessità di mettere un po' d'ordine nella vita pubblica russa fosse antecedente a Putin stesso. Con il passare degli anni ha probabilmente acquisisto egli in primis la consapevolezza e l'idea di integrare il suo ruolo all'interno di una idea politica molto forte e accattivante, di cui si è reso il primo protagonista.


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 10:44, edited 5 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:59

Khodork veniva dal Komsomol', Putin dal KGB

Se leggi l'intervista che avevo riportato qualche giorno fa, capisci che c'è un antagonismo di fondo, ideologico, direi fra chi ha una educazione civile e chi ne ha avuta una militare.

Ad Abramovic delle ideologie interessava niente, in nome dei soldi si è fatto subito da parte e non ha combattuto. Così come i vari Deripaska, Melnichenko, Riboloyvev, ecc.ecc. Nessuno di loro era un soggetto "politico" come è stato Khodork.

Credo che invece Berezovski (un geniaccio con QI da 140 come minimo) propri in virtù di questa grande autostima, non abbia mai accettato di essere sconfitto da Putin, e questo deve aver pesato sulla sua vicenda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 10:14, edited 3 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:53

Ci sono cose che non mi tornano e per le quali non ho spiegazione. Se Kodorkowsky veniva a patti con lo stato probabilmente la Yukos se la poteva tenere. Altri oligarchi come Deripaska lo hanno fatto. Non si capisce perchè Kodorkowsky abbia affrontato di petto lo stato, facendo una delle cose piú stupide che poteva fare nella Russia dei primi anni 2000, cercare di far diventare Yukos un'azienda di diritto americano. O è un gran fesso, cosa che dubito, o ci sono altre ragioni dietro che noi  non conosciamo.

 

Gianlini> "resterò sempre della mia lettura dei fattï"

 

Lungi da me il volerti far cambiare idea. Forse cercare di far cambiare idee agli altri è il tuo modo di pensare. Non è il mio. Dico peró quello che penso, mi piace mettere per iscritto i miei ragionamenti e mi diverte argomentare. Mi piace quando mi criticano nel merito, perchè posso controbattere, non mi piace invece venir criticato nella persona, perchè non fa parte della discussione.


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:58, edited 4 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:46

Distruzione ai suoi occhi di proprietario, Gano


Vedo che invece sei tu che continui a pensare che la Banda di Putin ex KGB si muova per ragioni di magnaminimità e di grande amore per il popolo....

Capitolo chiuso. 

Di fatto siamo nella situazione di discutere se una che sposa un uomo ricco lo faccia perchè è innamorata o perchè è ricco. Non si riuscirà mai ad arrivare ad una risposta definitiva. tu resterai sempre della tua idea, e io, visto che non posso violentarmi, resterò sempre della mia lettura dei fatti

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:49, edited 1 time in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:37

Gianlini> "Il tentativo di fondere Yukos con Exxon è stato fatto da Khodorkovski per cercare di salvare Yukos sottraendola alla probabile confisca o comunque distruzione da parte dello Stato in mano alla banda avversaria; non è stato sufficientemente veloce e l'arresto l'ha colto nel mezzo degli eventi "

 

Non faccio Kodorkoswky cosí magnanimo. Come non faccio cosí magnanimo in Russia nessuno che si sia arricchito enormemente in 5 o 6 anni. Tutti gangster, nessuna eccezione. Lui compreso.

 

Infatti ora Yukos è parte di Gazprom, azienda che va a gonfie vele (utile netto: 16 miliardi di euro), nonostante tutte le sanzioni e gli attacchi americani ed europei. Quindi tanta distruzione non la vedo. È vero che è a partecipazione statale (38% circa), ma l'energia a supporto dello stato è da sempre nei piani di Putin e per estensione di tutto l'apparato ex KGB. Fa parte della ragion di stato e forse il KGB è stato e continua ad essere l'unico organismo russo a rispondere alla ragion di stato. E se queste linee le segue il privato addomesticato, bene, altrimenti viene confiscato. Non ci piove. La fusione di Yukos con Exxon non sarebbe mai stata accettata. Kodorkowsky ha fatto una grossissima bischerata. Come scrivevo prima questo lo dovrebbe aver capito anche una scimmia antropomorfa. 

 

Abramovich come girano le cose in Russia lo ha capito benissimo. Forse ha capito un po' meno le donne, ma questo è un altro discorso. ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Agosto 2017 09:48, edited 10 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 08:35

Penso che il problema principale di Khodorkovskij sia stato di voler fondere la Yukos con Exxon facendola divenire un' azienda di diritto americano. Che questo in Russia non glielo avrebbero mai permesso lo capisce anche un scimmia antropomorfa.

--------------

secondo me inverti l'ordine degli addendi

La politica in Russia (più che altrove) era ed è una guerra fra bande, e ai tempi erano bande molto criminali, da un lato e dall'altro- la banda di San Pietroburgo che faceva capo al sindaco di San Pietroburgo (Sobchak - vediamo se la mia memoria per una volta non fa cilecca) con fido scudiero Putin e la banda Gazprom era evidentemente in ascesa, e quella della capitale Mosca (Berezovski, Abrahmovic, Khodorkovski....) temeva o sapeva di soccombere*

Il tentativo di fondere Yukos con Exxon è stato fatto da Khodorkovski per cercare di salvare Yukos sottraendola alla probabile confisca o comunque distruzione da parte dello Stato in mano alla banda avversaria; non è stato sufficientemente veloce e l'arresto l'ha colto nel mezzo degli eventi 

Abrahmovic che avendo un passato nell'esercito (pare che il suo primo milione di dollari l'abbia fatto dirottando 39 vagoni carichi di nafta destinati all'esercito e dirottati invece in Lituania), forse aveva un potere mafioso militare maggiore di Khodorkovski se l'è invece cavata vendendo la propria quota di Sibneft a Gazprom, presieduta dal peterburghino Medvedev, poi presidente e primo ministro, per 13 miliardi di dollari. Ma ha dovuto levare le tende anche lui, se non voleva finire male. Gli asset di Yukos invece sono stati assorbiti da Rosneft, curiosamente presieduta anch'essa da un peterburghino,  Igor Sechin - ex KGB ovviamente ed ex capo dello staff di Putin

 

* la famosa tesi del complotto ebraico ai danni della Russia cade per il semplice fatto che Khodorvovski non è ebreo (ha madre cristiano-ortodossa)

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 09 Agosto 2017 08:56, edited 4 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: DOTT JOSE on Lunedì 07 Agosto 2017 23:19

notizie che scaldano e confortano il cuore

Inaugurata a Vagli il monumento ad Aleksandr Prokorenkho, soldato che ha guidato i raid missilistici su di sè pur di eliminare i tagliagole Isis

La statua è stata installata nel Parco dell'Onore e del Disonore della località di Vagli Sotto (Lucca) in presenza di diplomatici russi e personalità militari. 

L'ufficiale della Spetsnaz Aleksandr Prokhorenko e' morto nel 2016 durante un raid aereo contro lo "Stato Islamico" nei pressi della città di Palmira.   

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 03 Agosto 2017 17:03

Penso che il problema principale di Khodorkovskij sia stato di voler fondere la Yukos con Exxon facendola divenire un' azienda di diritto americano. Che questo in Russia non glielo avrebbero mai permesso lo capisce anche un scimmia antropomorfa.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Giovedì 03 Agosto 2017 10:57

Ai tempi mi ero appassionato al caso Khodorkovskij, una persona che tuttora stimo per tenacia e coraggio, e che ha sopportato 10 anni di prigione nella lontana Cita, e che potrebbe essere il presidente dopo Putin (se non fosse che andiamo alle calende greche come tempi, aprirei il tavolo delle scommesse).

Mi permetto di dire da subito che chi inizi a dire che voleva rubare le risorse petrolifere della Russia per venderle agli ebrei americani, non ha capito secondo me niente del personaggio oltre che citare un fatto falso ed improbabile (l'idea che i petrolieri ed ebrei americani volessero rubare le risorse alla Russia mi è sempre parsa altamente improbabile e si scontra con il dato di fatto che invece le lasciano tranquillamente in mano a qatarioti, ai nigeriani o al sultano del Brunei tanto per citare chi ha tanto petrolio e gas e sarebbe incapace di difendersi se solo volessero appropriarsene).

 

He also said he did not believe Putin himself should be put on trial, and that in the event there ever is a change of regime in Russia, Putin should have immunity. “In our country there is too much hatred, our society is too destroyed. Someone should learn to forgive. If we think we are more moral than our opponents and we hope that we are, then we should be the ones who start to forgive, however difficult it might be.”

Khodorkovsky said it was “absolutely certain” Putin would fall at some point, but it may not happen in the nearest future. He said that afterward there should be a transition government to rule for two years with limited authority before free elections are held. He previously said he was ready to become president of Russia in the future.

 

https://www.theguardian.com/world/2016/feb/19/russia-oligarch-mikhail-khodorkovsky-no-obligations-vladimir-putin-pardon


 Last edited by: gianlini on Giovedì 03 Agosto 2017 11:10, edited 7 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: gianlini on Domenica 23 Luglio 2017 09:48

Ebbene sì! pago milioni su milioni al Corriere perchè riscriva,a  distanza di qualche mese, quello che io anticipo su Cobraf:

ho scritto tempo fa che la mossa della Merkel ci lasciava i peggiori e che il tono sui giornali (che sono lo strumento di propaganda della politica) era cambiato: ecco qui un fulgido esempio:

 

Ecco la vera emergenza italiana
I migranti meno istruiti d’Europa

I dati Istat rivelano che il numero «percepito» di stranieri in Italia è più alto di quello reale. Ma non riusciamo ad attrarre quelli qualificati, diretti altrove

Questa caduta nell’istruzione dei residenti stranieri si spiega anche con gli sbarchi. I richiedenti asilo sono in gran parte privi di istruzione, dunque in prospettiva poco produttivi, e rappresentano esattamente il tipo di persone che gli altri governi europei preferiscono confinare in Italia*. È quanto suggeriscono i dati di Eurostat sul titolo di studio degli immigrati da Paesi extra-europei: la quota di stranieri con al massimo la licenza media si è impennata del 3% (al 53%!) negli ultimi tre anni, mentre nel resto Europa si affermano le tendenze opposte. Negli ultimi anni la quota di persone senza istruzione nate all’estero è scesa del 5% nell’Ue, mentre quella di diplomati e laureati è salita

I nostri sono sempre meno qualificati, meno istruiti e meno produttivi, mentre nel resto dell’Unione europea è in corso una trasformazione in direzione opposta. L’Italia in effetti spicca perché registra la più alta quota di stranieri con al massimo la licenzia media (e spesso molto meno di quella): queste persone compongono il 47% della popolazione residente nata all’estero, mentre in Francia e Germania sono un terzo.

 

http://roma.corriere.it/politica/cards/ecco-vera-emergenza-italiana-migranti-meno-istruiti-d-europa/numero-percepito-numero-reale_principale.shtml

 

* qui potrebbe anche scattare la richiesta di copyright da parte del Gianlini....


 Last edited by: gianlini on Domenica 23 Luglio 2017 09:55, edited 3 times in total.

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: XTOL on Giovedì 06 Luglio 2017 09:36

ed ecco che i merricani fanno una gigantesca figura di m....

Ma se Assad è un macellaio, come mai 500mila profughi (veri) siriani sono già ritornati a casa?

Re: Medio Oriente, Russia e intrighi  

  By: DOTT JOSE on Sabato 01 Luglio 2017 07:58

Assad ha stravinto la guerra coi terroristi, ma prepara un attacco chimico per farsi bombardare dagli Usa..

Dunque Mosca offre  la sua garanzia  ad acquietare le angosce (del Falso Agnello )  Israele: vi allontaniamo dai confini gli iraniani e i loro alleati; smilitarizziamo la zona di confine; la governiamo  amministrativamente noi insieme ai vostri amici  statunitensi. Cosa  potete chiedere di più, per dormire sonni tranquilli?

“Ma Washington  ha respinto queste proposte”, dice  DEBKA.

Infatti. La risposta della “Casa Bianca” (del suo ventriloquo) e di Nikki Haley è: Assad sta per lanciare un attacco chimico, gli daremo una lezione  – anche alla Russia e all’Iran, colpevoli degli stessi crimini contro l’umanità

 

http://www.maurizioblondet.it/assad-prepara-unattaco-chimico/