Ragionamenti del nano da giardino

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Venerdì 31 Gennaio 2020 18:53

non ha tempo... nel senso che nei casini ci deve finire qualcun'altro

La garanzia dei creditori può subire un pregiudizio per effetto di atti gestori compiuti dal soggetto attivo del reato di bancarotta: tra questi si annoverano la cessione o l’affitto di ramo d’azienda e la riscossione da parte dell’amministratore di propri crediti per l’opera svolta a favore della società poi fallita.

 

Art. 216 L.F. - Bancarotta fraudolenta

1. È punito con la reclusione da tre a dieci anni

Nel caso di amministratore di fatto si tratterà, normalmente, di responsabilità diretta per fatto suo proprio.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 14:15

Shera> "Gli dirà che non ha tempo,"

 

Il titolare che "non ha tempo" per la sua stessa azienda? Ma dai...

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Giovedì 30 Gennaio 2020 13:57

Gli dirà che non ha tempo, ma in lui vede una persona di cui si può fidare che ci crede nell'azienda

la cosa bella è che l'affitto di azienda ti permette di mantenere gli asset di valore, il brand, i terreni etc, e in più farsi pagare, salvo poi non dare niente quando l'azienda B inevitabilmente non riesce a pagare le "rate"

 

Ciliegina sulla torta il pagamento estero su estero del napoletano a titolare azienda A, con Foibar che finisce a processo per bancarotta

 

Fantascienza?

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 12:23

Foibar, perchè non chiedi al titolare perché non lo fa lui l'AD? 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Giovedì 30 Gennaio 2020 11:58

quando si mette come amministratore di una azienda un UTILE CRETINO, ovvero una persona priva di esperienza avida o ingenua, la bancarotta fraudolenta è una quasi certezza

 

Se non si prende in considerazione il punto di partenza: Foibar che dice di non aver esperienza e di preferire la vita da montanaro, i debiti, l'affitto di azienda...

 

Andando alla GDF prenderebbero sul serio la segnalazione o darebbero del complottista a Foibar?

forse i debiti verso l'erario che ipotizzava Anti sono la linea di demarcazione


 Last edited by: shera on Giovedì 30 Gennaio 2020 12:00, edited 1 time in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: traderosca on Mercoledì 29 Gennaio 2020 18:20

"In genere, a queste situazioni ci si arriva per problemi fiscali (il napoletano non c'entra una

beata mazza) e le tasse da pagrea restano in capo alla fallita. Il ramo d'azienda ne e' indenne

ed e' vendibile."

 

e no caro Anti,qui siamo in piena elusione e anche la società B verrà compromessa.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Tuco on Mercoledì 29 Gennaio 2020 18:04

Anti, quel che voglio dire è che se si è arrivati a questo punto, probabilmente l’attività è così poco remunerativa, produttiva, da essersi già 

bruciata credito bancario, credito fornitori, potenziale di debito con il fisco. Quindi, anche se liberata di questi oneri pregressi e venduta all’asta come “Azienda B”,

molto probabilmente continuerà a generare debiti e ricadrà nel solito baratro.


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 29 Gennaio 2020 18:06, edited 2 times in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Mercoledì 29 Gennaio 2020 17:21

Se non hai strettamente bisogno di quel lavoro, direi che la tua decisione è assai saggia.

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: foibar on Mercoledì 29 Gennaio 2020 17:20

Il "cretino" ha capito che è meglio restar tale e dato che alcuni soggetti, in primis i fornitori, rimarranno "fottuti" preferisco evitare questioni spiacevoli che non mi riguardano ma che dovrei gestire.

i soldi vengono e vanno ma le soddisfazioni restano

una buona serata e

Grazie mille a tutti

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Mercoledì 29 Gennaio 2020 17:07

Con la continuità aziendale difficile che fottano i fornitori, tranne quelli saltuari. Al limite ottengono di avere un po' di sconto sul pregresso.

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Morphy on Mercoledì 29 Gennaio 2020 16:55

In pratica lo fanno solo per fottere i fornitori tranne le banche che avranno le ipoteche. In questo modo le tasse vanno sotto l'uscio?


 Last edited by: Morphy on Mercoledì 29 Gennaio 2020 16:57, edited 1 time in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: antitrader on Mercoledì 29 Gennaio 2020 16:49

Tuco, B si puo' salvare se l'attivita' funziona ancora. Di fatto e' stata ripulita di tutti debiti e

il curatore della A provedera' a venderla e l'incasso va ai creditori.

In genere, a queste situazioni ci si arriva per problemi fiscali (il napoletano non c'entra una

beata mazza) e le tasse da pagrea restano in capo alla fallita. Il ramo d'azienda ne e' indenne

ed e' vendibile.

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Tuco on Mercoledì 29 Gennaio 2020 16:04

Che l'esito entro breve sia il fallimento di A+B è cosa che non importa rimarcare, perché cosa scontata.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Mercoledì 29 Gennaio 2020 15:23

Foibar

Qui c'è gente che ne sa un po' più di te, credimi

Te lo hanno detto: Tu metterai le firme

e potresti ricevere soldi in nero, o regali dal napoletano, quindi rischi la galera se non sei irreprensibile perche risulteresti complice anche se tu hai preso le briciole.

non servono competenze particolari per fare l'amministratore, l'unica cosa è essere navigati, se lo sei vai su aziende sane se non lo sei ti usano e paghi di avvocati e xanax dieci volte quello che ti hanno pagato.

Nel dubbio dovresti andare da un avvocato e fare un esposto alla procura, ma non hai le prove, ti vedono come il cretino che diventerà il capro espiatorio.

poi spero di sbagliarmi

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: antitrader on Mercoledì 29 Gennaio 2020 14:47

Foibar,

quello schema e' vecchio come il cucco. In pratica cosa succede? l'azienda va in dissesto finanziario

per il napoletano che non paga (in genere e' una scusa), ma l'attivita' sottostante e' ancora sana e

profittevole, ed ecco il colpo di" genio" (consigliato da commercialisti e avvocati).

Gli azionisti costituiscono una nuova societa' pulita, la vecchia scorpora il ramo d'azienda (l'attivita')

e l'affitta alla nuova che cosi' suibentra nella gestione.

Uno dei prpblemi piu' grossi e' il TFR maturato dai dipendenti, in genere si trasferisce, previo accordo

sindacale, alla nuova societa' che poi lo compensa con l'affitto (in pratica si finanzia col TFR e non

paga l'affito nel primi mesi).

I dipendenti vengono licenziati dalla vecchia e riassunti dalla nuova.

La vecchia societa' chiede il concordato, ma, quasi sempre non ci son le condizioni in quanto dentro

ci son rimasti solo i debiti e l'affitto percepito, cosi viene decretato il fallimento, arriva il curatore, ingloba

tutto e diventa socio unico della nuova societa' della quale, ovviamente, cambia l'amministratore.

Successivamente la societa' verra messa all'asta e, se trova acquirenti, i dipendenti son salvi.

In caso contraio verranno licenziati e potranno accedere all'indennita' di disoccupazione (18 mesi).

Ma io non vi darei nemmeno quella visto che siete tutti contrari al salario di cittadinanza.

Io non sono un moderato.