Corporate Bonds

La liquidità nel mercato dei bond corporate è crollata dal 90% - GZ  

  By: GZ on Sabato 21 Marzo 2015 20:34

La liquidità nel mercato dei bond corporate è crollata dal 90% rispetto a qualche anno fa ^"Liquidity crisis could spark the next financial crash"#http://www.telegraph.co.uk/finance/markets/11487546/Liquidity-crisis-could-spark-the-next-financial-crash.html^ 21 Mar 2015 Traders warn of a global credit 'meltdown' if corporate bond markets don't improve European and British companies, excluding banks, sold a combined $435.3bn (£291bn) of investment-grade debt last year, and $458.5bn in 2013, according to Dealogic. The level of issuance is much greater than before the financial crisis. In 2005, for example, $155.7bn was raised from corporate bond sales and $139.8bn the year before that. Companies issuing riskier, high-yield debt have been similarly prolific. Last year, European businesses sold $131.6bn of so-called junk bonds, up from $104.4bn in 2013, the Dealogic data show. In 2005, they issued $20.4bn. At the same time that issuance in the primary market has grown, trading of company bonds by investors in the secondary market has dried up, a liquidity shortage that ironically has been caused by regulators’ attempts to avert a repeat of the crisis that shook the financial system in 2008 ... “If you’re working a €50m block of bonds, there’s no way you’re going to get a price. So instead you have to chip away and sell €2m to €3m per day,” according to Andy Hill, ICMA’s director of market practice and regulatory policy. “A few years ago, you would go to your favoured bank with a large block, they would show you a price, they would take it onto their balance sheet, hedge it and then trade out of it. Banks can’t do that any more.” The impact of the fall-back by banks on trading has been dramatic. According to the Royal Bank of Scotland, liquidity in the US credit markets has dropped by about 90pc since 2006. ...

 

  By: lemu on Mercoledì 17 Dicembre 2014 10:01

MODERATORE SCRISSE 17 Dicembre 2014 00:01 rgomento: Fondi e Gestioni GRAZIA X LE INFO SUI DERELITTI DI RISCHIO CALCOLATO, ANCHE SE CONCORDO CON LORO CIRCA I "bimbominkia", SENZA CONDIVIDERNE I TONI DA GUERRA SANTA. SEMBRA UNA GUERRA X BANDE A DIFESA DEI PROPRI INTERESSI DI BOTTEGA DA SPUDORATI COMMERCIANTI, DA ENTRAMBE LE BARRICATE. QUESTO FunnyKing "Bastaaaaa! (Fuori da Qui i Bimbominkia della MMT)" STESSO TONO E IMBECILLITA’ DI TANTI. Poi però il problema è che hai un sito che ha successo di … usando solo e sempre un tono apocalittico, gridando che l'unica soluzione è emigrare in Svizzera... dove poi si pompa in modo aggressivo oro, argento, quando questi sono un disastro si passa ai Bitcoin QUESTA è UNA DELLE CAUSE DELLA NS DISGRAZIA, IMBECILLI, SGARBATI, ALLA SGARBI, CHE GRIDANO CAPRE AGLI ALTRI QUANDO LORO SONO DEI VANESI SVAMPITI. MENTRE LE TUE TESI RAZZISTE, SONO DA GUERRA SANTA DA KKK. GB

I bimbominkia di Rischio Calcolato: compra oro, bitcoin e perdi persino con le obbligazioni - Moderatore  

  By: Moderatore on Mercoledì 17 Dicembre 2014 01:01

^"Ancora i BimboMinkia della MMT!! (Studiate Idioti e Fuori dalle Palle)"#http://www.rischiocalcolato.it/2014/01/ancora-i-bimbominkia-della-mmt-studiate-idioti-e-fuori-dalle-palle.html^ di FunnyKing, il 10 gennaio 2014- 330 commenti ^"L’Argentina, La Lira Sovrana, L’Austerity e i BimboMinkia della MMT"#http://www.rischiocalcolato.it/2014/01/82538.html^ Di FunnyKing, il 27 gennaio 2014- 55 commenti ^"Bastaaaaa! (Fuori da Qui i Bimbominkia della MMT)"#http://www.rischiocalcolato.it/2014/01/bastaaaaa-fuori-da-qui-i-bimbiminkia-della-mmt.html^ Di FunnyKing ^"Bimbiminkia della MMT Venite a Me: Il Video Del Vostro Guru Warren Mosler a Chianciano"#http://www.rischiocalcolato.it/?s=bimbominkia^ Di FunnyKing ecc...ecc...ecc...su ^"Rischio Calcolato"#http://www.rischiocalcolato.it/^ un sito che si autodefinisce il "blog di ecomomia, politica e finanza più letto in italia" e forse non sarà il più letto, ma ha molto traffico grazie alla vivacità e al tono molto aggressivo (vedi sopra). Rebuffo e gli altri che lo gestiscono li ho incontrati nel 2011-2012 in alcune occasioni quando facevano della critica giusta, ma si sono buttati a propagandare l'economia "austriaca" ultraliberista di Mises e Hayek e a sfottere di continuo i "bimbominkia" che vogliono "stampare moneta" tipo appunto MMT-Mosler, senza mai fornire uno straccio di analisi seria o dibattere (qualche volta avevo provato a scrivergli anche qualche commento dentro..). Il fatto però di avere un sito sempre aggiornato e tutto "urlato" e aggressivo" gli ha funzionato bene come traffico e qui uno si arrende, si vede che in Italia che sia Grillo, Barnard o appunto anche RC sparare a zero, urlare ed essere aggressivi è la chiave per avere successo di pubblico. A fianco però delle sparate sui "bimbominkia" e lo stampare moneta, Rischio Calcolato ha pompato senza mai fermarsi l'Oro e l'Argento, anche negli ultimi due anni in cui hanno perso il -30% e il -45% e avevano la pubblicità, mi sembra, alla vendita delle monete. Poi si sono lanciati sui Bitcoin, che come noto è stato il peggiore investimento in assoluto del 2014 (-46%). Ora vedo che ^avevano messo su un fondo lussemburghese che è stato forse il peggiore al mondo nel mondo delle obbligazioni#http://www.bloomberg.com/quote/CAMMLOM:LX^, cioè dei fondi che devono solo comprare qualche bonds nei due anni in cui il 96% dei fondi ha guadagnato #ALLEGATO_1# Leggo infatti oggi che ^"Rischio Calcolato"#http://www.rischiocalcolato.it/^ aveva anche messo su un fondo obbligazionario in Lussemburgo nel 2013 che ^ha perso da 1,000 a 870#http://www.bloomberg.com/quote/CAMMLOM:LX/chart^, pur essendo appunto un fondo che compra solo bonds e in un periodo in cui tutti i bonds sono saliti in tutto il mondo e in tutte le categorie di reddito fisso. Spiace essere cattivi con gente che non è Draghi o Renzi e che ho anche conosciuto, ma dopo aver visto la propaganda che il sito ha vomitato sull'economia, la moneta, il debito, la MMT, Mosler non posso fare a meno di farlo notare a chi non si era accorto che non capiscono niente di economia. Cioè, tutti sbagliamo, ma innanzitutto bisogna anche ammetterlo, fermarsi un attimo, offrire qualche riflessione sul perchè le cose non sono andare come si pensava e non invece spararle sempre più grosse Poi però il problema è che hai un sito che ha successo di pubblico dipingendo l'Italia come una causa persa, sputando su qualunque proposta di soluzione, usando solo e sempre un tono apocalittico, gridando che l'unica soluzione è emigrare in Svizzera... dove poi si pompa in modo aggressivo oro, argento, quando questi sono un disastro si passa ai Bitcoin, che perdono ancora di più. Ma sempre urlando che "oro e bitcoin sono moneta vera", che proteggono dalla "stampa di moneta" che ci farà morire tutti....E intanto si fornisce consulenza su come emigrare in Svizzera.. Il colmo però è mettere su un fondo obbligazionario standard, che deve solo comprare bonds e riuscire a perdere quando praticamente tutti i bonds del mondo sono saliti. Il tutto sempre urlando, sparando a zero e dando del "bimbominkia" a destra e sinistra...

Michael Hasenstab di Templeton spiega il suo segreto - Moderatore  

  By: Moderatore on Martedì 28 Ottobre 2014 16:38

Michael Hasenstab di Templeton, il migliore gestore obbligazionario del mondo assieme a Jeff Gundlach (di DoubleLine) spiega oggi sul Financial Times come ha operato negli ultimi due anni e e cosa fa attualmente ritagliare o copiare e leggere parola per parola il succo è che nel mondo obbligazionario di oggi l'unico sistema è scegliere il singolo paese, non puoi più investire in fondi generici con dentro tanti paesi, emergenti, USA, europa, junk bonds.... devi sceglierti tre o quattro paesi buoni e basta Quali ? Malesia, Messico, Ungheria, Polonia secondo lui ^"panic and volatility offer opportunities for unconstrained investors" Oct 28^, 2014#http://blogs.ft.com/beyond-brics/2014/10/28/guest-post-panic-and-volatility-offer-opportunities-for-unconstrained-investors^ --- A key dynamic that we have observed during 2013 and 2014 is periods of short-term panic and contagion followed by longer periods of differentiation. These periods of volatility are often characterized by an inability to understand differentiation between countries; however, they offer unique opportunities for truly unconstrained global investors to generate strong returns. We are definitely not strangers to contrarian trades – our views are anchored by a combination of fundamental bottom-up research, deep country analysis and macro modelling which allows us to identify these high-conviction investment opportunities. We look for countries that have compelling medium to long-term stories – essentially, we are opportunistically bullish in a handful of countries that we think are well-positioned for the next three to five years. Such countries typically have strong growth prospects, control of fiscal accounts, and healthy external balances. One such example is our investment thesis for Hungary. Viktor Orban is seen as a controversial and somewhat polarizing figure. Nonetheless, under his leadership Hungary has put into place much-needed fiscal consolidation and structural reforms. We started investing in Hungary a number of years ago when the market was very bearish on the fundamental outlook for the country. We saw long-term potential even though we recognized that in the short term, Hungary faced a difficult period. Thus, we made sizeable investments there, and last year we saw some of that potential realized. The local fixed-income market in dollar terms was one of the best-performing emerging markets — up over 10 per cent in 2013 — and market continues to do well into this year. Hungary and Poland, another of our preferred positions, represent examples of how we look at emerging markets. Individual countries will continue to differentiate themselves both through robust fundamentals and through policy makers who are able to stay ahead of the curve regarding fiscal, monetary and financial policy. There are a number of countries that we think are well-positioned for the next couple of years – not just in Europe but in other places as well: countries such as Malaysia and Mexico. Looking back again to the summer of 2013, we had already positioned ourselves to benefit from a rising interest rate environment, with our portfolios positioned with extremely low duration. Given that performance divergence between the best and worst emerging markets was almost 44 percentage points, 2013 was clearly not a year where you could invest in emerging markets simply as an asset class. You needed to pick carefully. Based on our bottom-up research, we increased active exposure in markets such as Mexico and avoided markets such as Turkey and South Africa where we did not see solid fundamentals. Our current growth outlook for both Malaysia and Mexico remains compelling. Malaysia’s economy has been well-supported by the combination of a diversified export base and positive responses from Malaysian policy makers, while Mexico’s economy has benefited from strong fundamentals, improving competitiveness and recent structural reforms amid the US recovery. More generally, we think while equity investors have long recognized the need to go global and add to returns and better diversity risks, fixed income investors are still at the initial stages of internationalizing their portfolios. So while there is much talk about “the great rotation” from fixed income to equity or vice-versa, we actually think the more interesting rotation is from traditional core fixed income to unconstrained global. This is especially true since the ability to generate positive returns in core fixed income markets is pretty limited given historically low rates. Given the rotation towards more alpha-seeking fixed-income, it is now more pertinent than ever to sift through noise from market panic or geopolitical tensions and analyse country fundamentals. In fact, we believe that the recent market panic is quite overstated. As this dynamic continues into 2015, we remain excited about the rewards for investors who seek out these countries, understand the underlying fundamentals and capture opportunities in these periods of panic. Michael Hasenstab is CIO Global Bonds, Franklin Templeton Fixed Income Group

 

  By: Trucco on Giovedì 12 Giugno 2014 03:08

Gianlini io non saprei rispondere con sicurezza, però una cosa mi sento di dirla, credo che l'ammontare di debito pubblico USA in mano alla FED possa solo aumentare e non diminuire, quindi si, ai Treasury che scadono in mano alla FED fatico a credere che il Tesoro USA possa fare rimborsi con denaro raccolto sul mercato, anche se in una epoca di tassi reali negativi potrebbe anche essere ipotizzabile in astratto.

 

  By: gianlini on Martedì 10 Giugno 2014 18:34

non avrei detto che praticamente nessuno avrebbe risposto alla mia domanda...

 

  By: Bullfin on Domenica 08 Giugno 2014 16:58

Gianlini, qui in questo forum se si eccettua GZ NESSUNO è ESPERTO. Comunque per la gioia di sentirmi chiamare poi somaro, idiota, etc penso che se le banche centrali comprano M erda secca e poi dall'altra parte emettono dollaro (ma questo vale per qualsiasi valuta) alla lunga ti trovi *** secca da una parte del bilancio in gran quantita'. Cosa succede? che gli investitori sanno questo e non comprano piu' la tua valuta. Lì è la fine della valuta e della tua banca centrale e del tuo QE. Boh non neghero' che non ho esaminato la cosa in profondita' e forse nemmeno in modo superficiale :))... Ciao.

 

  By: traderosca on Domenica 08 Giugno 2014 14:57

"Una domanda per gli esperti del forum come potrà avere un termine questa politica del QE?" Gianlini,l'europa lo deve ancora iniziare il QE....vuoi già sapere quando lo finirà? addà passà a nuttata........

 

  By: gianlini on Domenica 08 Giugno 2014 11:44

una domanda per gli esperti del forum come potrà avere un termine questa politica del QE? Mi sembra infatti che quando i titoli che le banche centrali hanno acquistato arriveranno a scadenza, il mercato non sarà in grado di assorbire i nuovi titoli che rimpiazzeranno quelli appena scaduti, ragione per cui, le banche centrali dovranno re-intervenire acquistandone al minimo un importo pari a quanto scaduto. il QE sarà perenne quindi.... dove sbaglio?

 

  By: Trucco on Venerdì 06 Giugno 2014 04:10

Con tutto questo QE e rendimenti affossati dalle banche centrali, il mercato dei bond è diventato un inferno. ^Restano poche idee e forse è ora di pensare a delle alternative.#http://www.truccofinanza.it/investimenti/quando-il-bond-diventa-temerario/^

 

  By: Trucco on Martedì 03 Giugno 2014 08:02

pardon

 

  By: pana on Lunedì 11 Novembre 2013 15:26

il superesperto di Oro JIM RICKARDS chiama 2 long contro dollaro (secondo lui il rafforzamento dell 'euro non agisce come una forza centrifuga disgregante,) ed una ondata inflazionistica in america peso messicano ed euro.. Rickards is also bullish on the European Monetary Union, as he underlines that “the euro is the strongest major currency in the world and will be getting stronger.” Yet some analysts today warn of the euro’s increased appreciation as a dangerous centripetal force to the euro zone’s integrity. Why does Rickards see the opposite? http://www.lewrockwell.com/2013/11/luis-martin/the-death-of-money/ tutto tratto dal suo nuovo libro "La morte del denaro: il collasso del sistema monetario internazionale "

 

  By: Trucco on Martedì 29 Ottobre 2013 18:47

Alzi la mano chi non ha mai sognato di farsi una domestica svizzera! ^il problema nasce quando si ricevono le cedole però#http://www.truccofinanza.it/investimenti/attenzione-alle-tasse-con-la-domestica-svizzera/^

 

  By: Trucco on Giovedì 24 Ottobre 2013 15:55

No ci può essere una valuta di riserva mondiale cinese, semplicemente perché la Cina a differenza degli USA non fa deficit ogni anno con cui alimentare la domanda di massa monetaria aggiuntiva mondiale. Occorrerebbe che la Cina importasse più di quanto esporta...

 

  By: pana on Mercoledì 23 Ottobre 2013 10:35

dopo appena un giorno dall innalzamente del DEBT CEILING nuovo debito per 328 miliardi di $ ! in UN SOLO GIORNO ! p-a-z-z-e-s-c-ooooooooooooo !!!! http://www.zerohedge.com/news/2013-10-22/another-one-trillion-dollars-1000000000000-debt e' solo questione di tempo, lo YUAN rimpiazzera il dollaro come valuta di riserva.. China has overtaken the US as the world’s largest oil importer and goods trading nation. Over the next five years, it will surpass the rest of the world combined in its consumption of base metals. Given the scale of the country’s consumption of fossil fuels and raw materials, it is only a matter of time before the renminbi replaces the dollar as the primary currency for trading commodities and resources such as crude oil and iron o