Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 12:23

È interessante il fatto che la Russia abbia avuto un'espansione spaventosa della sua agricoltura da quando sono state introdotte le sanzioni. Non solo ha ricoperto tutto il suo fabbisogno, ma è diventato anche il maggior esportatore mondiale di grano.

 

Anche l'alta tecnologia, sanzionata oppure troppo cara per il suo rublo, sta cominciando a prodursela in casa. Hanno fatto il ponte in Crimeail più lungo d'Europa, tutto con tecnologia russa (e non italiana, come sarebbe stato una decina d'anni fa). Sto cominciando a pensare che la Russia sia la prima ad aver convenienza dal mantenimento delle sanzioni. Cosa che gli europei, con la loro fissazione anti russa, non arriveranno mai a capire (ma Trump e il governo italiano si direbbe invece di sì).

 

 

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 12:31, edited 4 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 12:19

Gano, e come spieghi allora questi dati?: (quello che dico io è proproi che ti fanno credere che la questione russa sia di fondamentale importanza, quando invece non è vero) - poi che sia anche migliorabile, nessuno lo contesta - ma chi subisce del brainwashing sul suo reale impatto a me sembri più tu di noi -

Boom dell’export agroalimentare: oltre 40 miliardi di euro nel 2017

l 2017 registrerà un boom dell’export dell’agroalimentare italiano. Secondo le stime di Nomisma Agrifood Monitor, quest’anno le esportazioni di questi prodotti supereranno i 40 miliardi di euro: oltre il 6% in più rispetto all’anno precedente.

Traina la domanda da Russia e Cina
Per quanto riguarda i mercati di destinazione, sono soprattutto i paesi extra-Ue (seppure rappresentino ancora meno del 35% dell’export totale) a evidenziare i tassi di crescita più elevati. Tra questi Russia e Cina, con variazioni negli acquisti di prodotti agroalimentari italiani a doppia cifra (oltre il 20%), benché - sottolinea il report - il loro “peso” continui a essere marginale sul totale dell’export (meno del 2%). In linea invece con la media di settore le esportazioni verso Nord America e paesi Ue (dati gennaio-luglio 2017).

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-11-13/boom-dell-export-agroalimentare-oltre-40-mld-euro-2017-105021.shtml?uuid=AES20GAD


 Last edited by: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 12:23, edited 2 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 12:15

Sì, si somma l'effetto delle sanzioni, quello delle controsanzioni e quello collaterale sulla mancata espansione dell'economia russa con conseguente caduta del rublo.

 

È una cosa che ho sperimentato anch'io. Non solo gli amici agricoltori, ma tantissimi clienti russi (non faccio l'agricoltore) per i quali "money is not an issue" mi sono spariti con l'inizio delle sanzioni e la contrazione della loro economia (e non opero in settore sanzionato). Ora ho clienti americani, tedeschi ed olandesi, molto più micragnosi. Non credo di essere speciale. Come è capitata a me una riduzione del business penso che sia capita a tanti.

 

In ogni caso, visto che non esistono presupposti ci conviene comunque togliere le sanzioni.

 

 

Is Europe Too Brainwashed To Normalize Relations With Russia?

 

"Judging from statements made by G-7 leaders at the recent meeting, President Trump’s application of US sanctions to Europe and disregard of European interests, has not caused Europeans to disassociate from Washington’s hostility to Russia."

 

 

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 12:23, edited 7 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 12:00

Nella sua globalità mi sembra che l'impatto sia molto modesto.

Se si va poi nello specifico di qualche settore, qualche conseguenza c'è sicuramente stata; ma io parlo di impatto complessivo.

Guarda caso, vado poi a cercare i dati, e i dati mi danno sempre ragione:

Copio dal sole24 ore

«Nel 2017 abbiamo riscontrato un’inversione di tendenza - dice Antonio Fallico, presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia -. L’export italiano [verso la Russia, ndr] è ritornato a crescere portandosi a quasi 8 miliardi di euro in aumento del 19,3% rispetto al 2016. Certo, siamo ancora lontani dall’eguagliare il dato record del 2013 di quasi 10,8 miliardi di euro».

Mancherebbero quindi 2,8 miliardi rispetto al dato migliore del passato , ma il trend è proprio verso la normalizzazione dei rapporti di cui parlavo.

Teniamo conto che il rublo è molto debole in questo momento, quindi la capacità di acquistare beni all'estero della Russia è minore di qualche anno fa, ceteris paribus.

 

Vedo che hai postato pezzi che riproducono quello che dico io qui....

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 12:08, edited 2 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 11:44

Che dici Gianlini? Da parte russa, come conseguenza alle sanzioni, c'è l'embargo su tutti i prodotti agricoli italiani, motivo principale per il quale la Lega protesta. Visto che si parla di amici, ho amici agricoltori nel settore della frutta che sono incazzati neri. L'export agricolo totale italiano in conseguenza delle sanzioni alla Russia è diminuito del 35%. Da parte occidentale ci sono invece le sanzioni finanziarie alla Russia, che diminuiscono la sua espansione economica e quindi la sua capacità di acquisto di beni europei. Poi ci sono altri effetti, come per es. il blocco operato dalla UE alla costruzione del gasdotto SouthStream, verso il quale abbiamo già speso diversi miliardi di euro e che rappresenta un (grosso) affare mancato per l'Italia.

 

Poi varie altre che ora non ricordo.

 

Le conseguenze dell'embargo contro la Russia - ilSole24ORE

"peraltro, tra i Paesi più danneggiati dalla diatriba tra UE e Russia c’è proprio l’Italia. Il nostro Paese è tuttora il sesto partner commerciale della Russia sia all’import che all’export, mentre in Unione Europea è secondo dietro alla Germania. In questi anni l’Italia ha sopportato elevati danni commerciali. (...)

All’export, i settori maggiormente esposti alle restrizioni commerciali sono stati l’agroalimentare, i macchinari e i segmenti ad elevato contenuto tecnologico in cui le aziende italiane agiscono in qualità di abituali partner commerciali degli operatori russi. ""

 

 

Nuove sanzioni alla Russia, export italiano in altalena

 

"In un contesto caratterizzato da un quadro sanzionatorio (sia dal lato Usa/Ue che delle controsanzioni russe, in vigore da quasi 4 anni) e dalla recessione economica russa, l’Italia ha visto ridurre sensibilmente il proprio peso in termini di export verso Mosca. Dal 2013, anno di picco delle vendite made in Italy in Russia pari a oltre 10 miliardi di euro, l’export italiano ha perso circa il 25% al 2017 (anno in cui si è comunque registrato un recupero). Un’analisi più approfondita dei dati rivela che le sanzioni/controsanzioni hanno senza dubbio colpito alcuni settori direttamente, primo tra tutti il settore agroalimentare italiano (che ha perso il 50% del proprio export in 4 anni) e, in seconda battuta, alcuni comparti della meccanica strumentale (in particolare macchinari e impianti destinati al settore dell’energia e alcuni beni del settore difesa). Tuttavia bisogna anche considerare che la recessione russa e il forte indebolimento del rublo hanno ampiamente contribuito alla battuta d’arresto delle vendite di beni italiani, divenuti onerosi in un clima di incertezza e di investimenti stagnanti. La meccanica strumentale, primo settore dell’export made in Italy in Russia e solo in parte colpito dai provvedimenti sanzionatori, ha perso circa il 20% delle proprie vendite tra il 2013 e il 2017. "

 

 

Noi quindi abbiamo tutto da guadagnare dalla normalizzazione dei rapporti con la Russia e soprattutto da una Russia in buona forma economica.

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 11:56, edited 4 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 11:24

Scusa Gano, ma proprio fra i miei amici delle medie di cui parlavo ieri, c'è uno che è responsabile per l'Europa di una ditta di componentistica italiana per automotive, [se ti dessi un'informazione in più, tu che sei del campo capiresti sicuramente anche di quale ditta parliamo] e che va regolarmente almeno una volta ogni 2 mesi in Russia per lavoro. Dice che i rapporti sono serenissimi e normalissimi. Non ha alcun problema a fare business con i russi.

Milano è piena di turisti russi, e così la spagna, o la grecia. Berlino è piena di russi che acquistano immobili e ci abitano. Il mondiale di calcio di svolge in tutta serenità in Russia.

A me sembra che il brainwashing lo facciano su di te (scusami se sembra una accusa personale,ma sei il rappresentante più vicino a me del gruppo di persone che la pensa come te) sulle "terribili" conseguenze delle sanzioni (che a tutta evidenza hanno al massimo l'impatto di non rinnovare il visto ad Abramovich) verso la Russia piuttosto del contrario.

I rapporti Europa-Russia sono più che buoni in realtà, poi ad uso e consumo del popolo bove (copyright Gano) i politici delle rispettive parti ingigantiscono i toni e gli effetti delle loro azioni, quando invece questi ultimi sono ben blandi.

Di fatto, i rapporti sono già normalizzati

C'è anche una questione di orgoglio che i politici nutrono e che osta alla proclamazione pubblica di certe cose, ma un parallelo che mi viene in mente è quello dei conflitti fra India e Pakistan, mai ufficialmente terminati con una pace vera e propria, ma che in realtà da qualche lustro non conoscono più offensive armate. Probabilmente dovrà arrivare una generazione politica completamente nuova, o dovrà accadere qualcosa che faccia in qualche modo dimenticare totalmente le ragioni del precedente, perchè si ufficializzi la pace fra le due Nazioni, anche se di fatto ormai la situazione è tranquilla.


 Last edited by: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 11:40, edited 6 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: pana on Venerdì 15 Giugno 2018 11:16

ma si ma sicerto la lingua

Trump told g7 members that California is mexican because everyone speaks spanish in california..

 

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 11:14

Oscar, Gano era un sostenitore della tesi che in Ucraina amano tutti i russi, e che i fatti di Maidan e della guerra in Donbass erano tutti di eterogenesi.

Io ho più volte detto che ben prima della guerra, l'ucraina era divisa fra ucraini (che Gano dice non esistano, siano più o meno un'invenzione di Soros & Clinton) e russi [più o meno fifty-fifty], e che le tensioni fra le due fazioni erano già evidenti ai tempi.

Trump legge le stesse fonti di Gano, o pensi davvero che sappia qualcosa della Crimea? (dove sono per lo più tatari e non russi dal punto di vista etnico)

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 15 Giugno 2018 11:25, edited 4 times in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 11:14

Tradeosca, in Europa sembrano essere tutti brainwashed su questo argomento. Stamattina c'era un articolo su ZeroHedge:

 

Is Europe Too Brainwashed To Normalize Relations With Russia?

 

"Judging from statements made by G-7 leaders at the recent meeting, President Trump’s application of US sanctions to Europe and disregard of European interests, has not caused Europeans to disassociate from Washington’s hostility to Russia."

 

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: traderosca on Venerdì 15 Giugno 2018 11:01

"Secondo fonti che vogliono rimanere riservate, alla cena del G7 Trump avrebbe sostenuto che "Putin ha fatto bene a difendere la Crimea perché lí sono tutti russi", e avrebbe anche aggiunto "che vi frega dell'Ucraina il paese più corrotto del mondo?"."

 

Gano,non c'era bisogno di Trump. I miei genitori avevano due badanti,una proveniente dalla crimea,l'altra ucraina.

Non si potevano vedere,litigavano sempre,una volta si sono pure picchiate.La ragione del contendere erano appunto come le asserzioni di Trump

sopra.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 15 Giugno 2018 09:30

Secondo fonti che vogliono rimanere riservate, alla cena del G7 Trump avrebbe sostenuto che "Putin ha fatto bene a difendere la Crimea perché lí sono tutti russi", e avrebbe anche aggiunto "che vi frega dell'Ucraina il paese più corrotto del mondo?".

 

Trump Told G7 Leaders That Crimea Is Russian Because Everyone Speaks Russian In Crimea

 

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Martedì 22 Maggio 2018 13:08

Secondo te?

 

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 22 Maggio 2018 13:09, edited 1 time in total.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: pana on Martedì 22 Maggio 2018 12:47

ma polonia e romania non avevano peggato la valuta all euro per non svaluare ???

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: Gano di Maganza on Martedì 22 Maggio 2018 12:00

È un insieme di cose. Fuori dall' Euro, Polonia, Bulgaria, Romania e Croazia hanno una moneta svalutata, quindi crescita, piena occupazione ed investimenti tedeschi. Sul fronte opposto alla Germania bastano Italia, Spagna, Portogallo e Grecia per svalutargli a sufficienza il valore dell'Euro garantendo occupazione anche a casa propria. 

 

È l'eterogeneità dei fini. Conviene a tutti e due (Germania e paesi dell'Est), ma per motivi diversi. Per quello sono convinto che non entreranno mai nell'Euro.

Disclaimer: tutto quanto scritto su questo forum è solo un esercizio accademico di ipotesi e non ha alcuna attinenza con la realtà né vuole incitare all'evasione fiscale o all'esportazione illecita di capitali.

Re: Ukraina, Russia, Bielorussia, Est...  

  By: gianlini on Martedì 22 Maggio 2018 11:44

I primi a non voler che questi paesi entrino nell'euro secondo me sono i tedeschi, perchè gli fa molto comodo poter delocalizzare in posti dove gli stipendi sono di 500 euro al mese (in primis Polonia e Ungheria, ma anche in Romania hanno un bel po' di fabbriche) senza andare fino in Vietnam o Etiopia (ormai la Cina è out da questo punto di vista)

Infatti pur di tenerli nelle rispettive valute, li riempono di soldi, come mostra il mio grafico


 Last edited by: gianlini on Martedì 22 Maggio 2018 11:46, edited 2 times in total.