Verità Alternative: Scie Chimiche, UFO...

 

  By: Paolo_B on Sabato 14 Giugno 2014 18:27

Esecuzioni di massa. Stanno comparendo immagini e video delle esecuzioni di massa delle migliaia di soldati iracheni che si erano arresi all'ISIS. La strategia, anche da parte dell'ISIS, è davvero suicidaria, anche rispetto alle proprie finalità. Infatti rende fortissimi i loro nemici: Assad, Iran e Israele. Mi dispiace per Gheddafi (che tra l'altro era probabilmente il migliore, avevo letto il suo libretto verde ed era meritorio). Se fosse durato fino ad adesso si salvava.

 

  By: Paolo_B on Sabato 14 Giugno 2014 15:00

Questo è un documentario unico, fatto dagli stessi terroristi dell'ISIS che espongono la loro dottrina (promettendo di arrivare a roma) e i loro metodi. http://youtu.be/zKELtjoNrPU E' anche bene che venga conosciuto così quando si rinfaccia ad Assad, come si faceva anche al povero Geddafi, di essere un dittatore, bisogna ricordarsi che se non si fa come loro in medio oriente non si dura.

 

  By: Paolo_B on Venerdì 13 Giugno 2014 17:45

questo e' il più' interessante articolo che abbia letto riguardo cosa sia successo in iraq. In pratica i sunniti all'interno dell'esercito sono passati dalla parte dell'isil. http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/middleeast/iraq/10899134/Iraq-crisis-Generals-in-army-handed-over-entire-city-to-al-Qaeda-inspired-ISIS-forces.html

 

  By: DOTT JOSE on Venerdì 13 Giugno 2014 11:28

Io da vero comunista ho sempre pensato che il fine ultimo fosse proprio la completa destabilizzazione del Medio Oriente,in modo da avere la scusa per mantenere le basi e difendere "l'unica democrazia in Medio Oriente", non basta dare loro 3 miliardi di dollari ogni anno. Quando l'economia rallenta i padroni trovano sempre il modo di spedire 4 proletari disperati al fronte

 

  By: Paolo_B on Venerdì 13 Giugno 2014 11:16

Diciamo che ci sono voluti ben tredici anni di guerra al terrore, però alla fine forse stanno riuscendo a dare ai terroristi la loro prima nazione che si estende sia su siria che sull'Iraq. fallimento totale.

 

  By: DOTT JOSE on Venerdì 13 Giugno 2014 11:07

Non solo l 'america fornisce armi ai mercenari che vogliono rovesciare Assad, ora spediscono pure gli attentatori suicidi per le missioni senza ritorno, il grosso guaio sarà quando questi faranno ritorno in Usa, e allora altro che misere sparatorie nei licei con 2 o 3 morti , ne vedremo delle belle http://america24.com/news/attacco-suicida-in-siria-attentatore-era-un-cittadino-americano Susan Rice ammette apertamente e senza vergogna che rifornisco di armi AlQaeda http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=100018&aid=297921

 

  By: Paolo_B on Venerdì 13 Giugno 2014 10:50

convenzioni di ginevra. Questa sotto è la colonna di soldati iracheni presi prigionieri dai miliziani dell'ISIS. su twitter molti confermano che tutti i 1700 soldati sciiti sono già stati, quelli sunniti "perdonati". Charles Lister @Charles_Lister · 2 h Wow. Official ISIS account in Salah ad Din claims execution of 1,700 Shia soldiers (likely from COB Speicher). #Iraq il filmato con la colonna di soldati prigionieri: http://youtu.be/Ms6LCHmQ2jU anche qui: http://youtu.be/e0sa9ro4mZs

 

  By: gianlini on Venerdì 13 Giugno 2014 10:24

vevo infatti per un bel po' creduto che gli USA potessero fare in medio oriente qualcosa come erano riusciti a fare nell'europa post bellica. Pia illusione. ---------------- Paolo, non è del tutto colpa degli stati uniti i medioorientali sono proprio gente assurda a quanto pare

 

  By: Paolo_B on Venerdì 13 Giugno 2014 10:14

I giornali tedeschi prendono in giro gli Stati Uniti. Qui sotto hanno preso una fotografia del Mission Accomplished di G. Bush ma al suo posto ci han messo un terrorista islamico. Effettivamente tutta la faccenda assomiglia estremamente al vietnam del sud del 1975, con la differenza che questa volta i viet li hanno aiutati loro stessi per tirare giù Assad. Hanno proprio sbagliato tutto. Assad era quello che dovevano aiutare. Ancora, la faccenda, più che avere come registi l'intelligentissima e segreta oligarchia che domina il mondo, sembra proprio sia stata gestita da cerebrolesi che non sono in grado di capire le conseguenze di quello che fanno e non sanno neppure scegliersi i nemici e gli amici. Io invece mi metto fra gli ingenui e sprovveduti. Avevo infatti per un bel po' creduto che gli USA potessero fare in medio oriente qualcosa come erano riusciti a fare nell'europa post bellica. Pia illusione.

 

  By: shabib on Martedì 03 Giugno 2014 05:27

vedi, DUILIO , che le verita' frammentate prima di ricomporsi si presentano in diversi modi .... qui non hanno colto l'aspetto che va oltre il meteo , e cioe' che immettendo xxx sostanze nella ionosfera , crei una specie di plasma che fa viaggiare le piu' sofisticate informazioni con nuovi sistemi tali da realizzare una continua presenza attiva di chi le gestisce .... SULLA MANIPOLAZIONE ARTIFICIALE DELLE PRECIPITAZIONI ATMOSFERICHE Postato il Martedì, 03 giugno @ 05:45:00 BST di davide DI VLADIMIR PLATOV journal-neo.org I recenti cambiamenti climatici avvenuti in varie regioni del mondo e l'esponenziale aumento del numero di catastrofi ambientali hanno spinto la comunità scientifica internazionale ad analizzare in maniera esaustiva i metodi di manipolazione artificiale delle nuvole (cloud seeding, o semina delle nuvole, ndt) utilizzato da diversi Paesi, così da sviluppare nuovi metodi, valutarne l’efficacia e calcolare gli eventuali effetti collaterali sull'ambiente circostante. Negli anni '50, oltre venti Paesi hanno iniziato a manipolare attivamente le nuvole al fine di favorire le precipitazioni nelle regioni aride, per disperdere le nubi di pioggia durante eventi su larga scala, per prevenire le inondazioni e la grandine. I prodotti chimici maggiormente utilizzati allo scopo sono lo ioduro d'argento e l’anidride carbonica solida (o ghiaccio secco). Il propano liquido, che assume rapidamente forma gassosa, è un altro degli ingredienti principalmente utilizzati nel cloud seeding, in quanto consente la formazione di cristalli di ghiaccio a temperature atmosferiche più elevate di quanto sia possibile con lo ioduro d'argento. Nel frattempo , l'uso di vari materiali igroscopici - in particolare il sale - è in particolare aumento. La Cina è attivamente coinvolta nel cloud seeding e si avvale di tecnologia sin dal 1958. Il “Chinese National Leading Committee on Climate Change” (Alto Comitato Nazionale Cinese sui Cambiamenti Climatici) è considerato il più grande al mondo nel suo genere e vanta 37.000 dipendenti. Nel solo 2002, la Cina ha condotto 560.000 esperimenti di manipolazione del clima che hanno provocato 489.700 milioni di tonnellate di precipitazioni e ridotto di circa 10,4 miliardi dollari le perdite economiche del Paese dovute alla siccità. Durante i Giochi Olimpici del 2008, la Cina ha utilizzato 30 aerei , 4.000 installazioni missilistiche e 7.000 proiettili per disperdere sostanze chimiche nell’aria e allontanare le nuvole. Nel febbraio del 2009, dopo quattro mesi di siccità, il cloud seeding è stato inoltre utilizzato per provocare artificialmente una nevicata a Pechino, che poi è durata per tre giorni e ha portato alla chiusura di 12 delle principali vie d’accesso alla città. Negli ultimi anni, una serie di paesi ha avviato nuovi programmi di manipolazione attiva delle nuvole e del clima. Così, nel 2012, la Cina ha creato un fondo specialestraordinario per un importo di 26,4 miliardi dollari per provocare pioggia e nevicate artificiali nel Paese. Un programma analogo è stato sviluppato nel 2010 dal “American National Centre for Atmospheric Research” (Centro Nazionale americano per le ricerche atmosferiche) e il governo gli ha stanziato 8,8 milioni di dollari. Il programma prevede l' installazione, sulle montagne del Wyoming, di ventiquattro generatori destinati a riscaldare un composto di ioduro d'argento e acetone, per mano della Weather Modification Inc. La sostanza ottenuta viene quindi dispersa nell’atmosfera tramite per generare nevicate, aumentando significativamente la quantità di acqua disponibile in primavera per le esigenze agricole e portando ad un conseguente abbassamento dei prezzi (fino a 10 volte più bassi, secondo stime approssimative) delle risorse idriche. Oggi, un numero considerevole di aziende in vari Paesi offre i propri servizi di cloud seeding. In particolare, si tratta di grandi aziende americane come Aero Systems Incorporated , Atmospherics Incorporated, Nord America Meteo Consultants, Weather Modification Inc., Tempo Enhancement Technologies International e Seeding Operations and Atmospheric Research (SOAR). Tuttavia, il provocare piogge artificiali spesso porta a conflitti politici sia tra nazioni vicine che tra le differenti regioni amministrative di un medesimo Paese. Ne sono esempio le periodiche dichiarazioni di diverse regioni cinesi in cui si accusano le regioni vicine di essersi volutamente appropriate delle precipitazioni, così come le lamentele iraniane contro i Paesi limitrofi. Secondo vari studi , l'attuale tecnologia di manipolazione del tempo non è stata sufficientemente testata in termini di rischio di contaminazione e danneggiamento potenziale dell'ambiente circostante. Attualmente è risaputo che lo ioduro d'argento può avere un significativo effetto negativo sia sulle persone che sui mammiferi animali. Nel 1995 e successivamente nel 2004, gruppi di esperti indipendenti hanno condotto studi ambientali in Sierra Nevada (USA) e in Australia, i quali hanno confermato le ragionevoli preoccupazioni espresse dagli ambientalisti riguardo gli effetti nocivi della dispersione di biossido d'argento e del suo assorbimento. Prendendo in considerazione il documentato accumulo di ossidi d'argento sul suolo di un certo numero di regioni, gli scienziati hanno sostenuto che ciò stava causando non solo la crescita di alghe negli inabitati laghi glaciali (il che accade comunemente durante qualsiasi tipo di contaminazione), ma anche la scomparsa di specie animali (ad esempio, gli opossum selvatici) nelle regioni montuose dell'Australia. Altri studi condotti dall'Università di Tel Aviv per meno del professore israeliano Alpert Pinhas hanno dimostrato che negli ultimi 50 anni di manipolazione artificiale delle nuvole da parte di Israele, il totale annuo delle precipitazioni non è affatto cambiato rispetto al periodo precedente. Sulla base di questi risultati, gli esperti sostengono che i programmi destinati a causare le precipitazioni artificiali siano abbastanza inefficaci. Tutte le nuvole presentano un potenziale simile dopo essere state manipolate artificialmente, sebbene le nubi orografiche che si formano durante il passaggio su terreni più elevati possiedono un maggiore potenziale di precipitazione. Questo è il motivo per cui parecchie nazioni sono attualmente alla ricerca di nuovi mezzi ecologici e sostenibili per praticare il cloud seeding. Al riguardo, l'attenzione degli scienziati è stata attirata dalla recente ricerca svolta da una società svizzera negli Emirati Arabi Uniti, dove la Zurich Meteo Systems International sta attualmente testando con successo una nuova tecnologia di manipolazione del tempo per creare precipitazioni artificiali. L'azienda ha installato nel deserto degli ombrelloni di metallo alti dieci metri in grado di caricare l'aria con l'elettricità. Questi impianti generano ioni negativi che promuovono la formazione di nuvole di pioggia solo nel caso in cui l'aria circostante non raggiunga il 30% di umidità. Dopo essere stato acceso per 74 volte in 112 giorni, l'impianto ha provocato la pioggia per ben 52 volte. Meteo Systems International ritiene che la sua invenzione può sostituire con successo i costosi impianti di desalinizzazione dell'acqua di mare negli Emirati Arabi Uniti e costerà 8 volte di meno secondo le stime preliminari. Poiché la tecnologia di manipolazione del tempo può essere utilizzata per infliggere significativi danni ad eventuali nemici, causando inondazioni, cicloni, tifoni e quindi tenendo sotto controllo l'economia del mercato agricolo, nel 1977 l'ONU ha approvato una convenzione che vieta l’«uso ostile di tecniche di modificazione ambientale». Nonostante ciò, gli scienziati non scartano la possibilità che i governi di varie nazioni possano sviluppare programmi segreti per manipolare artificialmente il clima e utilizzare queste tecnologie per danneggiare altre nazioni. Vladimir Platov , esperto di affari Mediorientali, in esclusiva per la rivista online “New Eastern Outlook” Fonte: http://journal-neo.org Link: http://journal-neo.org/2014/05/25/rus-ob-iskusstvennom-vozdejstvii-na-dozhdevy-e-oblaka/ 25.05.2014 Traduzione di ROBICH per www.Comedonchischiotte.org http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13456

 

  By: pana on Giovedì 29 Maggio 2014 02:21

il nuovo virus dell aviaria H10N8 è molto simile al virus della spagnola affascinante e inquietante come ogni anni vengano fuori nuovi ceppi di virus È potenzialmente in grado di scatenare una pandemia l'ultimo arrivato nella famiglia dei virus dell'influenza aviaria, l'H10N8. Come spiega una ricerca pubblicata sulla rivista Nature, il virus, che attualmente non è trasmissibile tra esseri umani ma colpisce e infetta prevalentemente gli uccelli, si caratterizza per avere una delle sue principali proteine simile a quelle del virus H1N1, responsabile della terribile influenza Spagnola del 1918 che uccise decine di milioni di persone in tutto il mondo. E potrebbe facilmente acquisire la capacità di trasmettersi all'uomo.

 

  By: pana on Lunedì 10 Marzo 2014 07:47

ma dico io, proprio il David dovevano scegliere per vendere i loro strumenti di morte? ma che prendessero la statua della liberta !!! V-E-R-G-O-G-N-A ! http://www.avvenire.it/Cultura/Pagine/david-armato,-partono-le-polemiche.aspx

 

  By: DOTT JOSE on Sabato 08 Marzo 2014 12:38

FonzieRenzie gonfia il petto, si lucida il chiodo in pelle e alza la voce, AHAHAHA tanto lo sanno tutti che il puparo che tira i fili e' sempre lo stesso http://www.operaicontro.it/?p=9755718204

Scenari futuri ed aspettativa di vita - alberta  

  By: alberta on Giovedì 06 Marzo 2014 14:25

Ecco la fine che faremo....da la Nuova BQ Una manciata di giorni fa il governo di Sua Maestà ha presentato una proposta di legge che mira a togliere o limitare l’assistenza sanitaria a quelle persone anziane che hanno vissuto già abbastanza e che hanno ricevuto cure più adeguate nel corso della loro esistenza. Continuare a prendersi cura di loro con medicinali e visite sarebbe uno sperpero di denaro pubblico. A conti fatti meglio l’abbandono terapeutico quando l’anziano non è più “un beneficio per la società più ampia” – così si legge nella bozza - perché non solo non è più in grado di produrre, ma addirittura consuma risorse. Il criterio presente in questa proposta non è nuovo, l’aveva già coniato il giurista e filosofo Jeremy Bentham (1748-1832), guarda caso anche lui inglese. Bentham affermava che occorre perseguire la «massima felicità per il massimo numero di persone», anche a costo di sacrificare sull’altare del beneficio di molti la “felicità” di alcuni. In tale prospettiva, medicine e terapie – eccetto il caso dell’accanimento terapeutico - non devono essere date al paziente sempre e comunque in quanto persona bisognosa di cure, ma solo se il gioco vale la candela. E dunque qualcuno a ragione ha parlato di “valore sociale delle medicine”, valore dato dalla proporzione tra apporto dell’anziano a beneficio della società e costi sociali. Se il bilancio è in rosso meglio licenziare dall’assistenza sanitaria il personale in esubero. È il vecchio concetto che tu vali per quello che fai o hai, non per quello che sei. Questa proposta di legge riecheggia una simile fatta da Obama qualche anno fa: in tempo di crisi le risorse sono poche, dunque è meglio investirle su quei soggetti che potranno darti un ritorno perché ancora abili al lavoro (lo stesso criterio per cui nei campi di concentramento nazisti non tutti finivano subito nella camere a gas). Curiosamente Obama voleva aiutare chi aveva meno bisogno di aiuto e lasciare per strada chi meritava invece più attenzione. Una strana torsione del principio di sussidiarietà e solidarietà. Nel Regno Unito si sta dunque assistendo ad una nuova variante dell’eugenetica, un’eugenetica di Stato promossa per motivi di bilancio che tende a buttare dalla torre una fetta di umanità non più sostenibile, non più ecocompatibile con le casse statali. Ma è anche una variazione sul tema “eutanasia”, un prodromo di questa, una variante soft perché l’anticipa in qualche modo, gettando a terra la zavorra per far volare il pallone del welfare più in alto con dentro però pochi eletti. Una vecchiaia terminale, a ben vedere. Ed infatti la bozza di legge risente nel suo contenuto della Liverpool care pathway, un protocollo clinico presente inizialmente in un ospedale di Liverpool e poi esteso ad altre strutture, ma oggi non più vigente, in cui si prevedeva l’astensione delle cure ai malati terminali. > > La proposta di legge non spunta fuori dal nulla, come idea bizzarra di qualche parlamentare progressista, ma affonda le sue radici in un particolare concetto bioetico che è stato più volte messo a tema soprattutto in ambiti accademici, concetto che prende il nome di fair innings il quale si incardina non solo sul principio di utilità, ma anche su quello dell’aspettativa di vita: meglio privilegiare i giovani rispetto a chi è ormai sul viale del tramonto. John Harris, docente di bioetica alla Manchester University e sostenitore dell’eutanasia infantile, afferma in un suo scritto del 1970 (The Value of Life, an Introduction to Medical Ethics) che a tutti dovrebbe essere garantita una “equa quota di vita”, stimabile in 70 anni. Chi riesce a superarla “deve considerare eventuali anni ulteriori come una sorta di bonus”, insomma un fortunato a cui se si toglie la possibilità di vivere ancora più a lungo non può gridare all’ingiustizia perché “una volta raggiunta la soglia [dei 70 anni] ha ormai visto soddisfatto il suo diritto”. Un’esistenza a timer è la bella pensata di Harris. Da ciò discende con implacabile logica che tra due “candidati” (il termine è dell’autore) alla sopravvivenza, se le risorse non ci permettono di soddisfare le pretese di entrambi, dobbiamo privilegiare colui il quale ha maggiori aspettative di vita, colui il quale ha appena iniziato il suo soggiorno terreno. Insomma, largo ai giovani. Va da sé che, a rigore, occorrerebbe togliere le cure anche a quei giovani che con il loro stile di vita poco salubre – troppo alcool, cibo, fumo e droga e niente sport e verdure – erodono quote significative dell’esistenza, consumando in modo irresponsabile la propria aspettativa di vita e attentando in modo pernicioso alla sua lunghezza. Perché dare perle ai porci sottraendole a chi conduce una vita virtuosa? E dunque ad esempio attenti ad alzare il gomito, un emissario del Ministero della Sanità potrebbe segnalare il vostro nominativo alle autorità competenti e così potreste vedervi depennati dalla lista degli assistiti. Come chiosa auguriamo al dott. Harris non più "lunga vita" – perché sul suolo inglese forse tra poco sarà vietato tale augurio – ma di rimanere in perfetta salute. Perché il tic tac della sveglia dell’abbandono terapeutico suonerà anche per lui e tra non molto, precisamente il 21 agosto del 2015 quando compirà 70 anni. Se vogliamo, è lo scenario prefigurato in Gattaca, film che vi consiglio caldamente. https://www.youtube.com/watch?v=BwILuT355h8

 

  By: pana on Mercoledì 05 Marzo 2014 06:55

si ma gli usa hanno il "privilegio esorbitante" di avere il dollaro cme valuta di riserva non esiste solo l' Euro come valuta comune, per questo sparano sull euro hanno paura che prenda il posto del dollaro http://www.counterpunch.org/2008/06/11/exposing-pentagon-and-cia-corruption/ She did as instructed but not to expose corruption as she learned – to conceal it and in her judgment so CIA could divert defense business to Halliburton and "Carlyle-related contractors." She stated: "The mood at the CIA and Pentagon was ‘war is coming’ because the Bush Family stands to make billions from it — so get ready."