Sudamerica

 

  By: traderosca on Sabato 26 Gennaio 2013 20:13

mancando il contraddittorio con Anti che sicuramente sarebbe dalla parte dei ladroni non c'è gusto.........

 

  By: Roberto964 on Sabato 26 Gennaio 2013 17:19

azz.....sai che mi ero dimenticato quello sr..zo del mortadellone? <<però il pericolo viene dalle diversità enormi esistenti fra i sostenitori di principi politici,economici e sociali ora accumunati con l'intento di fare saltare questo sistema,ma dopo.......?>> ecco, Oscar hai messo il dito nella piaga....è lo stesso interrogativo che perseguita anche me.....ma adesso me la voglio godere.....a proposito, vedi un po' che si dice da queste parti.... Mov........................45.3 riv civile.................21.1 partito del sud............10.5 PD sel......................9.5 grande sud..................2.6 fermare il declino..........1.6 il resto è ciccia

 

  By: traderosca on Sabato 26 Gennaio 2013 16:51

Romano Prodi Presidente della Commissione europea Dal 2000 al 2005: un progetto per la Nuova Europa Parlamento europeo Strasburgo, 15 febbraio 2000 Signora Presidente, Onorevoli Parlamentari, All'inizio di una nuova legislatura e di un nuovo secolo è legittimo contemplare l'integrazione europea da una prospettiva che abbraccia al tempo stesso il nostro passato e il nostro futuro. Quello che ci colpisce è un paradosso. L'Europa unita ci ha assicurato mezzo secolo di pace e di sicurezza in territori e tra popoli che nella storia avevano vissuto una sequela senza fine di guerre e di conflitti. L'Europa unita ci ha assicurato, nel contempo, un livello di benessere senza precedenti. Il varo dell'euro, che viene a completare l'unità interna del grande mercato continentale, consente infine all'Unione europea di affermarsi come potenza economica globale, in grado di raccogliere con successo le sfide della globalizzazione........... Impegniamoci quindi assieme per fare di questi dieci anni un decennio di straordinarie conquiste e di successo. Un decennio che passerà alla storia come il decennio dell'Europa. Grazie. te possino.....

 

  By: traderosca on Sabato 26 Gennaio 2013 16:23

veramente il maggior sostenitore nel voler fare entrare la Grecia ed altri in europa è stato Prodi!!che ora si sta godendo i frutti del suo si fa per dire lavoro...... "votantoniovotantoniovotantonio.....azz...sai che delusione se ce lo mette al kul anche lui!!" non penso perchè vi sono regole fondamentali ben precise,i due mandati,niente finanziamenti ai partiti ed i politici al servizio del paese senza tanti privilegi. però il pericolo viene dalle diversità enormi esistenti fra i sostenitori di principi politici,economici e sociali ora accumunati con l'intento di fare saltare questo sistema,ma dopo.......?

 

  By: Roberto964 on Sabato 26 Gennaio 2013 16:06

caro Oscar, 1)non capisco perchè siano stati fatti entrare in europa l'hanno fatto (sapendo benissimo come stavano inguaiati) per far entrare in euro-pa quella che è stata la prima democrazia al mondo (ufficialmente)...ufficiosamente, invece, gli faceva comodo (agli alemanni) un'altro bel mercato di sbocco per le loro audi, wolks, bmw, mercedes, sottomarini, panzer ecc.ecc................tanto, dopo, pagava pantalone (europa intera), sai, mi sembra tanto quando si va in pizzeria con qualche furbacchione e si decide (PRIMA di ordinare) di pagare alla romana e il furbone (l'industria alemanna e qualche greco) si ingozza, anche a costo di finire in ospedale, perchè pagherà mooolto di meno di quello che ha consumato. votantoniovotantoniovotantonio.....azz...sai che delusione se ce lo mette al kul anche lui!!

 

  By: traderosca on Sabato 26 Gennaio 2013 15:18

eddai su,la Grecia viveva con un po' di turismo e pesca e qualche riccone armatore che non pagava tasse,poi entrati in europa copiando la parte peggiore del sistema italia,per avere consensi politici iniziarono ad assumere statali aumentando stipendi e pensioni a pioggia,ruberie dei vari governi,ecc.ecc.quindi solo costi improduttivi anzi peggiorando quello che di buono c'era...... 1)non capisco perchè siano stati fatti entrare in europa 2)perchè pur essendo a conoscenza della loro inettitudine e malafede,hanno truccato pure i bilanci,non si è intervenuti subito!!!!???

 

  By: Roberto964 on Sabato 26 Gennaio 2013 12:23

signor Hobi, comincio davvero a preoccuparmi, per l'ennesima volta concordo in pieno su quello che ha scritto qui: "Bene, quindi Vincenzo S ci stai dicendo che la Grecia prima dell'euro non commerciava?" Diciamo che nessuno puo dire che cosa avrebbe fatto la Grecia con altri tassi di cambio perchè nessuno, e lo metto maiuscolo,NESSUNO conosce il trade off tra export ed import al variare del cambio. Possiamo solo dire che se c'è un deficit ,la svalutazione riaggiusta questo deficit e che ,in situazioni precarie,una svalutazione è un toccasana di pronta efficacia. Hobi

 

  By: VincenzoS on Venerdì 25 Gennaio 2013 21:58

x RiccardoT Bene, quindi Vincenzo S ci stai dicendo che la Grecia prima dell'euro non commerciava? ------------------------ Io posso solo dire che, avendo frequentato parecchio la Grecia per lavoro tra il 1997 e 4-5 anni fa ciò che vidi dopo l'ingresso della Grecia nell'euro fu un aumento incredibile del tenore di vita (parlo di Atene); tante macchine nuove, ristoranti pieni, strade in migliori condizioni e tutte le spese per le Olimpiadi. E' difficile immaginare che tutto ciò sia stato farina del sacco greco anche perché gli impianti industriali che frequentavo erano gestiti in maniera anche peggiore di come lo erano prima e se l'industria non produce è ben difficile che si generi reddito sufficiente a permettersi un certo tenore di vita. Quando si dice che oggi l'economia è fatta in larga parte di servizi ci si dimentica che i servizi sono lo strumento attraverso cui ci si scambiano i prodotti dei settori agricolo e industriale. Insomma uno che produce scarpe le cede, ad esempio, in cambio di un servizio di ristorazione. Se manca la ristorazione le scarpe le si può comunque produrre ma se manca la produzione di scarpe automaticamente manca la ristorazione

 

  By: TotoTruffa on Venerdì 25 Gennaio 2013 16:49

Possiamo solo dire che se c'è un deficit ,la svalutazione riaggiusta questo deficit e che ,in situazioni precarie,una svalutazione è un toccasana di pronta efficacia. Hobi -------------------------- E lo fanno anche i nordici alti biondi e con gli occhi azzurri della serie ^"Ca' nisciun e fess"#http://www.rischiocalcolato.it/2013/01/grafico-del-giorno-le-enormi-differenze-di-andamento-occupazionale-tra-danimarca-e-svezia-opsss-lunione-monetaria-non-funziona-manco-tra-i-biondi.html^ Nel complesso dei 13 anni, se notate bene, la Svezia non ha svalutato la Corona, ma durante la grande crisi mondiale del 2009-2010 LO FECE E PURE CON UN CERTO VIGORE, rivalutando successivamente, quando il PIL Europeo e’ tornato positivo. Ovviamente la Danimarca non ha svalutato e non ha mosso alcuna leva, semplicemente perche’ ha adotatto quelle europee. Guarda caso il grosso del GAP occupazionale s’e’ creato nel 2009-2010 in coincidenza della Svalutazione della Corona Svedese: in sintesi la Svezia ha operato una svalutazione del tutto temporanea che ha consentito al proprio sistema economico di superare il momento di crisi brillantemente, e la rivalutazione successiva non ha comunque compromesso tali risultati, in quanto effettuata in periodo non recessivo. Ps. ditelo a Boldrin forse non lo sa' !!

 

  By: hobi50 on Venerdì 25 Gennaio 2013 15:47

"Bene, quindi Vincenzo S ci stai dicendo che la Grecia prima dell'euro non commerciava?" Diciamo che nessuno puo dire che cosa avrebbe fatto la Grecia con altri tassi di cambio perchè nessuno, e lo metto maiuscolo,NESSUNO conosce il trade off tra export ed import al variare del cambio. Possiamo solo dire che se c'è un deficit ,la svalutazione riaggiusta questo deficit e che ,in situazioni precarie,una svalutazione è un toccasana di pronta efficacia. Hobi

 

  By: RiccardoT on Venerdì 25 Gennaio 2013 15:20

"Beh, il bene finanziario può valere ZERO sia in un regime di cambi fissi che fluttuanti. I bond greci sono in pratica andati a zero infatti e questo è perché la Grecia non produce assolutamente niente che abbia una vasta appetibilità sul mercato, con l'eccezione del turismo e dello yoghurt. Certo, in un regime di cambi fluttuanti la Grecia non avrebbe potuto importare un bel niente negli anni passati perché nessuno le avrebbe venduto niente" Bene, quindi Vincenzo S ci stai dicendo che la Grecia prima dell'euro non commerciava?

 

  By: Ferpa on Venerdì 25 Gennaio 2013 12:33

Quando si parla di razze al'interno della stessa specie animale come ad es i cani diamo per scontato che pastore tedesco abbia caratteristiche intellettive e attitudini molto diverse da un cocker, siccome anche l'uomo è un animale non si capisce perchè nel suo caso la genetica non dovrebbe contare . Detto questo anche la cultura il clima e la storia hanno un peso importante nel determinare le caratteristiche di un popolo .

 

  By: defilstrok on Giovedì 24 Gennaio 2013 16:08

Certo Giorgio, infatti lì fino alla Sicilia è per la dominazione normanna. Ma stiamo parlando di una cosa diversa: Lici e Ittiti

 

  By: giorgiofra on Giovedì 24 Gennaio 2013 16:05

Defil, anche la metà dei napoletani ha capelli biondi ed occhi azzurri. Normanni e svevi hanno lasciato il segno.

 

  By: defilstrok on Giovedì 24 Gennaio 2013 15:18

Che il clima influisca sui comportamenti sociali è fuor di dubbio, per quanto non me la sento di sposare in maniera draconiana le considerazioni svolte stanotte da GZ. A suffragio di quanto scritto or ora dal nostro ospite riguardo ai greci antichi, però, vorrei ricordare che, per una incomprensibile svista, quando si parla di Grecia Antica si dovrebbe considerarla per lo più con riferimento all'Asia Minore: ovvero l'odierna Turchia. Creso aveva la reggia nell'odierna Ankara; Troia sta pochi chilometri sotto Istanbul; Nicea, dove si tenne il primo concilio ecumenico critiano è l'odierna Iznik; San Paolo veniva da Thasso; Talete da Mileto; Eraclito da Efeso che, per importanza commerciale e dimensioni ha superato persino Atene. Ebbene: posso asserire che un buon 40% della popolazione turca oggi residente attorno al Mar Nero, a dispetto dei luoghi comuni, è bionda e ha occhi azzurri