S&P Dax Mib.. trading

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 11:55

Hobi, io sono abbastanza soddisfatto, se devo essere sincero....

l'importante era tirarsi fuori da una situazione al limite, che era rappresentata dai 13.000 di DAX e 6000 di NASDAQ

adesso siamo abbastanza lontani, si può respirare

 

Il motto per il semestre entrante sarà: "Make Gianlini big again!"

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 12:11, edited 2 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Mercoledì 28 Giugno 2017 11:48

Gianlini,anche oggi speravo in un bel ribasso.

C'è un detto : chi vive sperando ,muore c....

 

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 11:31

Ricordo ancora nel 1998, il DAX da buon tedesco (che lavora un numero di ore limitato ma con grande impegno e costanza) era il future che chiudeva prima....

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Mercoledì 28 Giugno 2017 10:57

Gian, adesso non ti mettere a fare anche tu il rettiliano. Mi sembra una cosa positiva, il MIB era l'unico indice che non scambiava nella sessione serale.

Quanti a "quelli che hanno il TS", quelli perdono comunque, ergo, non cambia niente.

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 10:51

Novità in arrivo......(così tutti quelli che hanno TS su frame al di sotto dle giorno sono fregati....

 

Gentile GIANLINI

la informiamo che, a partire dal 03 luglio 2017, l'orario di negoziazione del FTSE MIB Future e del Mini FTSE MIB Future quotati sul mercato IDEM di Borsa Italiana sarà esteso fino alle ore 20.30.

Entrambi gli strumenti saranno, pertanto, negoziabili dalle ore 8.30 alle ore 20.30.

La fase di negoziazione continua sarà articolata in due sessioni continue:

  • una sessione diurna che durerà, come oggi, fino alle ore 17.50 (17.49.59);
  • e una sessione serale, che durerà dalle ore 17.50 alle ore 20.30.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Mercoledì 28 Giugno 2017 10:25

Nel caso de buyback in genere le azioni comprate le annullano, ma se le tengono hanno una perdita se scendono.

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 10:14

E nel caso di un buyback azionario?

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Mercoledì 28 Giugno 2017 09:53

Gianlini ,e dove vuoi che vadano a finire le perdite ?

Rimangono in bilancio o vengono coperte .

L'unica cosa importante da sapere riguarda la presenza di perdite a nuovo che impedisce alla BC di distribuire  allo stato gli utili da signoraggio.

Ricordo che la FED ,quando iniziò a stampare ed a comprare assets ,fece un cambio alle norme in base al quale le perdite potevano essere portate a nuovo e non necessitavano operazioni sul capitale.

Ma capisci che questa materia è come la pelle dei coglioni : la fai andare dove vuoi.

Nulla vieta che tu possa  cambiare le norme e pur in presenza di perdite ,possa distribuire gli utili da signoraggio.

Sarà la confidence del mercato a giudicare la moneta .

Ricordarsi ,a proposito di confidence ,che quando la lira fu attaccata ,Ciampi bruciò 50 miliardi di RISERVE VALUTARIE prima di svalutare e non gli passò manco "pa capa" di stampare moneta e buttarla sul mercato.

Perchè invece che svalutarsi del 10% ...la lira si sarebbe svalutata del 50 %.

 

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Mercoledì 28 Giugno 2017 10:28, edited 1 time in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Mercoledì 28 Giugno 2017 08:25

Nessuno però mi sembra che abbia risposto adeguatamente alla domanda di Nello.

Le eventuali perdite in conto capitale che la BNS può subire sulle sue partecipazioni azionarie, dove vanno a finire?

Una domanda che mi sono posto anche io, non tanto sugli acquisti di azioni da parte delle BC, ma sugli acquisti nei programmi di buyback

Se Apple si ricompra azioni a 140 dollari e poi scendono a 100, questo ha impatto sul suo Balance sheet?

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: pana on Mercoledì 28 Giugno 2017 08:02

quindi la svizzera pur avendo sovranita monetaria e valutaria non controlla completamente il cambio del chf inquanto i flussi  finanziari in ingresso lo fanno salire troppo

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Mercoledì 28 Giugno 2017 07:32

Piccola premessa.

Il QE è stato messo in atto per ABBASSARE I TASSI che erano arrivati a zero.

Uno degli effetti collaterali di questa azione è stato quello di riportarsi in casa il proprio debito pubblico.

Vogliamo dirla in un altro modo ?

Si è tolta  dal mercato CARTA PUBBLICA per sostituirla con MONETA creata ex nihilo.

Non bisogna essere dei geni per capire che ,per i possessori ,avere 2 trilioni  di Euro cristallizzati in carta che ha un reddito non è la stessa cosa di avere moneta  che non rende.

C'è una instabilità intrinseca in questa situazione : fatto un buon capital gain grazie al prezzo generosamente pagato dalla BC ,si puo avere la tentazione , ad esempio,di comprare assets interni o esteri.

Quanto alla cancellazione del debito è SOLO una operazione contabile (  necessaria  per la  TRASPARENZA ).

Assolutamente diversa è l'operazione della Banca Centrale Svizzera che mira ad indebolire un cambio  ,ANOMALMENTE  alterato da MOVIMENTI FINANZIARI, non sopportabile dal sistema economico.

Se crei moneta e  compri ciofeche ...non è bello ...ovviamente ...ma una BC puo sopportare perdite importanti  a differenza di  altri soggetti economici.

Soprattutto in questa fattispecie  in cui l'obiettivo viene centrato con l'indebolimento del  cambio e non con il gain finanziario ( il Governatore della BCS non è un trader nostro collega ...)

 

Hobi

 

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 28 Giugno 2017 07:06

Antitrader> "ovviamente la Svizzera se ne infischia, ma se era la banca centrale tunisina (ma anche quella sovietica) il danno c'era eccome."


E' vero che la banca centrale tunisina non se lo sarebbe potuto permettere e invece la banca centrale svizzera si'.  Ovvio. Non ci vuole Soros per capirlo. La BC svizzera può permetterselo perché in Svizzera c'è la Glencore, la Nestlé, la Novartis, la Roche, la ABB, l' Adecco ... con tutto il loro fatturato, tutte le loro esportazioni e tutta la valuta pregiata che portano nel paese. In Tunisia c'è l' olio d'oliva aromatico. 

 

Però fin dal principio la discussione è stata viziata, come se la forza di una valuta fosse la causa e non la conseguenza di questo stato di cose. Che cioè la Svizzera può permetterselo perché il franco "è forte" mentre il dinaro tunisino "è debole". La forza o la deboleza delle loro monete sono solo una conseguenza della situazione economica descritta sopra, non la causa.

 

Non solo, ma i paesi che hanno una moneta forte cercano semmai di abbassarne il valore, non di renderla ancora più forte. Questo per ragioni ben precise. Mi spiego con un esempio semplice. La Grecia con l' Euro si è ritrovata con una moneta troppo forte per la sua economia ed è stata la rovina economica. In meno di dieci anni è scomparsa la sua unica industria, cioè tutta la sua cantieristica navale. Il contrario è successo in Germania: un Euro troppo debole per l' economia tedesca ne ha provocato il boom economico e produttivo (*). Ma fino all' era del marco la Germania era il grande malato d' Europa. Sono cose abbastanza sotto gli occhi di tutti. Ceteribus paribus, una moneta debole è conveniente, specialmente per economie molto forti. Il problema che semmai si pone è che spesso non sanno come fare per indebolirla concorrenzialmente

 

La Svizzera quando può cerca di calmierare il cambio, generalmente comprando euro. Tornando al discorso di Nello, una perdita a Wall Street è sopportabile per Berna a fronte di tutto il suo export e il suo surplus commerciale. Anzi, è probabilmente vantaggiosa nei termini in cui questa gli abbassa ulteriormente il cambio e gli permette di aumentare le esportazioni e il surplus. E' disastrosa invece per la Tunisia, perché non è fatta a fronte di un saldo commerciale positivo o comunque di un saldo molto piccolo. Gli brucerebbe le piccole riserve di valuta che ancora possedeva.

 

Spero con questo di aver reso la cosa più chiara.

 

Antitrader> "Se sei tra quelli che "quanto e' bella la  moneta debole" questa prendila come un'efficace lezione."

 

Dico spero perché la speranza è l' ultima a morire.

 

 

(*) L' Euro per la Germania è stata una manna cui non rinuncerà MAI. E se il default dell' Italia potesse comportare il crollo dell' Euro e dell' Eurozona è piuttosto disposta a concederci QE fino alla fine del XXII secolo.


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 28 Giugno 2017 07:20, edited 4 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: traderosca on Martedì 27 Giugno 2017 23:31

 Fifteen men on the dead man's chest
Yo-ho-ho, and a bottle of rum!
Drink and the devil had done for the rest
Yo-ho-ho, and a bottle of rum! .................

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: Tuco on Martedì 27 Giugno 2017 23:30

Certo.

Vero è il fatto che, la BC tunisina non avrebbe avuto la forza di ottenere i dollari necessari all'acquisto a cambio costante,

il gioco dell'acquisto non se lo sarebbe potuto permettere in partenza.


 Last edited by: Tuco on Martedì 27 Giugno 2017 23:30, edited 1 time in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Martedì 27 Giugno 2017 23:22

Esatto,

ovviamente la Svizzera se ne infischia, ma se era la banca centrale tunisina (ma anche quella sovietica) il danno c'era eccome.