GRECIA (Bond e Default)

 

  By: XTOL on Venerdì 14 Agosto 2015 02:01

quando un politico dirà: il debito pubblico è la morte dell'economia, perchè spinge il capitale a cercare rendimenti nella finanza anzichè negli investimenti, griderò al miracolo. solo allora potrò lasciare serenamente questo occidente popolato di personaggetti. mi sa che mi serviranno almeno un paio di altre vite

Due candidati socialisti in America e Inghilterra - Moderatore  

  By: Moderatore on Giovedì 13 Agosto 2015 19:06

In Italia non se ne parla tanto, ma Jeremy Corbin sta per diventare il nuovo leader del partito laburista su una piattaforma socialista, anche se ad esempio ^Tony Blais sta sparando a zero su di lui#http://www.theguardian.com/politics/2015/aug/12/tony-blair-labour-faces-annihilation-if-jeremy-corbyn-wins-leadership^ e i finanziatori del Labour hanno detto che tolgono i soldi se vince Corbyn per cui ancora non è detto (manca un mese all'elezione). La stampa finanziaria scrive che Corbyin sarebbe un disastro per la borsa per cui non lo si prende sul serio (qual'è l'ultima volta che uno che va contro la City vince in UK ?), ma alle primarie laburiste potrebbe vincere. Più importante ancora è l'ascesa improvvisa di Bernie Sanders che sta salendo nei sondaggi in America con un discorso socialista/populista come candidato Democratico in alternativa a Hillary Clinton. Negli ultimi giorni cominciano ad apparire pezzi intitolati ^"Cosa c'è dietro agli enormi rally di Bernie Sanders"#https://www.yahoo.com/politics/whats-behind-bernie-sanders-enormous-rallies-126531662801.html^ perchè riempie gli stadi come da noi Grillo. Jeremy Corbin e Bernie Sanders professano nei loro discorsi e dei loro advisors la "teoria economica" che qui si cerca di spiegare. In America e Gran Bretagna i due candidati nuovi e di cui si parla sottoscrivono quello che scrivo qui sulla moneta, il che come minimo dimostra che "non è solo teoria". Ad esempio Jeremy Corbin ha messo nel suo programma il QEP o ^"Quantitative Easing per il Popolo"#http://www.voxeu.org/article/combatting-eurozone-deflation-qe-people^ di cui parlo spesso e di cui parlano sempre più economisti. Ad esempio è con questa idea che ^inizia il mio capitolo qui#http://www.cobraf.com/DocumentiScaricabiliCobraf/76_PDF.pdf^ #ALLEGATO_1# Bernie Sanders è un ^sostenitore attivo della MMT/Mosler (ha messo come capo economista Stefanie Kelton della MMT)#http://www.forbes.com/fdc/welcome_mjx.shtml^ Entrambi hanno comunque come tema centrale il livello ormai ridicolo di concentrazione della ricchezza in mano alla rendita finanziaria (variamente definibile), dai CEO pagati 500 volte l'impiegato medio, agli investitori in immobili, fondi hedge, arte, corporate bonds, azioni e altro che hanno beneficiato dei 10mila mld e rotti di "Quantitative Easing per la Finanza" degli ultimi sette anni. In Italia e anche Francia ad esempio la sinistra ufficiale di Hollande e Renzi ha oscurato il tema che invece funzionerebbe a livello elettorale perchè è reale. #ALLEGATO_2# Purtroppo entrambi sono anche della sinistra pro-immigrazione (di-massa-dal-terzo mondo). Corbin è stato un classico e sincero estremista di sinistra per tutta la sua vita, uno che manifestava contro le basi USA, che complimentava Chavez e per poco anche Fidel Castro e si circonda di "migranti" ad ogni comizio. Bernie Sanders è un "ebreo socialista" come diceva ieri Michael Moore paragonandolo a Gesù Cristo. (Ok, a proposito di disuguaglianza e ricchezza ecco le foto della sua ^villa da 5,5 milioni di dollari che Michael Moore sta vendendo...#http://conservativebyte.com/2015/08/anti-capitalist-michael-moores-5-2-million-luxury-mansion-hes-selling-for-a-profit/#^. E Gesù era della Galilea e non della Giudea e definibile più come palestinese..) Socialista in che senso ? Da giovane ha sposato tutte le cause femministe, radicali, pro-aborto, anti-Vietnam, pro-minoranze e "affirmative action" e così via. Tuttavvia Sanders ha anche fatto il sindaco e con l'età (ha 73 anni) si è focalizzato sul tema dell'oligarchia finanziaria che comanda ora in America e sul tema economico sociale con un messaggio populista e non radical-chic come era da giovane. Inoltre come ho notato vuole legalizzare gli 11 milioni di clandestini già in America, ma poi mettere limitazioni agli ingressi (è molto più di buon senso di Corbyn) Per come funziona l'America un discorso populista può venire solo da sinistra, da destra viene visto come fascista o razzista o simili, in America una LePen o Salvini vengono sbranati dai media perchè a New York e Los Angeles nelle TV e nei giornali sono quasi tutti ebrei e temono in modo atavico e inconscio qualunque cosa che anche vagamente abbia un accenno di "destra". Sanders invece da questo punto di vista rassicura e passa abbastanza indenne attraverso il filtro dei grandi mass media che gli sono avversi, ma in modo blando. In pratica se guardi come la trattano le reti TV o il New York Times, un poco lo ignorano e un poco lo trattano con sufficienza come non abbastanza competente, ma senza l'astio che riservano ad esempio a Trump. Per ora a Sanders non si da una chance di vincere contro la tremenda macchina da guerra dei Clinton oliata da centinaia di milioni di dollari dei loro finanziatori, ma negli ultimi giorni i media sono stati costretti a notare le folle che attira #ALLEGATO_3# Il limite di Sanders è che queste folle che lo applaudono sono di bianchi, mancano le "minoranze" che però oggi in America non lo sono più tanto perchè rappresentano ormai il 40% della popolazione e nel partito Democratico sono quasi il 50% degli elettori alla fine. La Clinton invece ha il sostegno compatto di tutte le dozzine di organizzazioni degli afro-americani e dei "latinos", per cui dovrebbe vincere in teoria. Il suo problema è che Hillary Clinton, stronza come è, per quanto abbia una macchina di pubbliche relazioni non entusiasma veramente nessuno. In America vota poca gente a tutti i livelli, incluse le primarie, per cui volte capita che trascinando molta gente del tuo gruppo demografico ai seggi ce la fai anche se secondo gli strateghi elettorali perdi. Morale. Nell'ultimo mese di colpo in America e Gran Bretagnasembra si delinei un alternativa socialista e populista. Purtroppo sono candidati anche pro-immigrazione, ma per ragioni storiche niente che sia vagamente populista di sapore di "destra" è ammesso dagli angloamericani, solo i francesi e forse gli italiani possono provarci. A differenza però di Grillo e Salvini, che sono personaggi da opposizione e non da governo, Bernie Sanders in America è una persona molto seria, intelligente e preparato, senza la mimima pecca di tipo etico, non ricattabile in alcun modo come Obama ad esempio e sarebbe in grado di governare.

 

  By: DOTT JOSE on Giovedì 13 Agosto 2015 19:01

Leggo con sommo piacere come ha anche sottolineato zibordi che i 2politici in netta ascesa ai gradimenti delle masse popolari e proletarie sono Corbyn e Sanders, finalmente le coscienze si stanno risvegliando e tenteranno almeno una prima offensiva ai soprusi delle elite finanz.fascio.feudali..i padroni cominciano a farsela davvero sotto se pure Blair lo hanno sentito urlare "se il tuo cuore batte per Corbyn hai bisogno di un trapianto " ahaha Ma pensasse piuttosto a tutti i morti che ha sulla coscienza http://www.controlacrisi.org/notizia/Politica/2015/8/13/45460-labour-la-crociata-del-guerrafondiaio-blair-contro-corbyn/

10 febbraio 1947 MATERIALI DI RESISTENZA STORICA GIORNO DEL RICORDO FOIBE dieci febbraio | MILLENOVECENTOQUARANTASETTE

 

  By: Bullfin on Lunedì 10 Agosto 2015 15:12

Se fosse davvero puro di cuore, libero da condizionamenti etc. l'avrebbero a) accoppato, b) messo una stagista per poi defenestrarlo...Il sistema non tollera individui al di fuori di esso.. specie se ai piani alti..

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

 

  By: pana on Lunedì 10 Agosto 2015 14:04

e' esattamente il contrario ,sono contrari all accordo, vogliono impedirlo per questo la stampa attacca continuamente OBAMA con i pretesti piu assurdi troppo libero, tropo incontrollabile e puro di cuore per piegarsi ai vecchi giochi delle lobby di Washington, un battitore libero che fastidio a tanti http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/lobby-ebraica-usa-cerca-spingere-congresso-votare-contro-106609.htm

Rai per una Notte - Luttazzi - YouTube

 

  By: pigreco-san on Lunedì 10 Agosto 2015 12:46

Non mi pre che l'accordo con l'Iran sia dettato dalla lobby ebrea. neppure l'Arabia saudita ormai è tanto pro americana vista la guerra sul petrolio in atto. Mi pare che bisogna aggiornare il database.

I greci resistono agli ispettori dell'Agenzia delle entrate - Moderatore  

  By: Moderatore on Lunedì 10 Agosto 2015 01:24

Tsipras ha completato la sua "conversione" siglando persino un accordo militare con Israele che finora solo gli USA (dove come tutti dovrebbero sapere, la politica estera è dettata dalla Israele Lobby) aveva fatto. Fino a ieri Syriza di cui Tsipras è il capo era una formazione radicale di sinistra i cui esponenti erano pro-palestinesi e ad esempio salivano a bordo della flottiglia pacifista a sostegno di Gaza, quella a cui gli israeliani avevano sparato facendo dei morti tre anni fa. Adesso che ha scoperto di colpo l'importanza dei soldi Tsipras cambia linea (^"Greece’s Syriza makes military deal with Israel that only US has made"#http://mondoweiss.net/2015/07/greeces-syriza-military^) Il popolo greco però a dispetto di Tsipras non si da per vinto: #i# «Tre ispettori dell'Agenzia delle entrate sono stati aggrediti e insultati durante un blitz alla fiera religiosa di Maritsa. E' il secondo caso a Rodi in meno di un mese. (...) Appena hanno iniziato il lavoro di controllo, la folla di fedeli ha iniziato a circondarli, insultandoli e minacciandoli fisicamente. E prima che la situazione degenerasse, è dovuta intervenire in forze la polizia di Ialyssos, salvandoli da un mezzo linciaggio e portandoli sotto protezione al Commissariato locale per proteggerli dal carattere non proprio ospitale, almeno in questo caso, dei pacifici cittadini di Maritsa. Non si tratta del primo incidente del genere a Rodi. Un’altra pattuglia di ispettori della finanza ha vissuto una disavventura simile meno di un mese fa e il ministero del Tesoro ha confermato ieri che i controlli "spot" avviati in diverse località turistiche per la lotta all’evasione hanno spesso incontrato la resistenza delle comunità locali».#/i# Queste reazioni possono essere ovviamente anche intepretate nel senso che i greci non sanno stare alle regole (del fisco). Ok... occorre ricordare che l'Irlanda che ad esempio è portata ad esempio positivo alternativo alla Grecia è sostanzialmente un paradiso fiscale per le multinazionali americane che vi godono di un imposizione del 12%. Google ha appena annunciato utili sopra le attese salendo per questo in borsa, ma il motivo quale è stato ? Il suo carico fiscale è sceso dal 24% al 20% circa. E il fatto che sposta quasi tutti i suoi utili realizzati sotto la giurisdizione fiscale irlandese è sostanzialmente quello che glielo consente. Pensa un attimo quale società o attività in Italia può cavarsela legalmente, senza evadere, con un carico fiscale del 20%...

 

  By: Bullfin on Martedì 04 Agosto 2015 13:49

E infatti la Merkel ha condonato il debito all'Austria... ma per piacere...

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

 

  By: pigreco-san on Martedì 04 Agosto 2015 13:28

E la slovenia che ha solo casinò e montagna che ci fa nell'euro. ma la stessa austria se guardiamo alle risorse. se renzi liberalizza i casinò la Slovenia chiude baracca. L'euro è molto di più della mera economia e questo bisogna pagarlo. Cmq na tristezza che son passati 14 anni e ancora si leggono commenti nostalgici.

 

  By: lutrom on Martedì 04 Agosto 2015 10:31

Giusto, Oscar, ma nell'euro non doveva entrare neanche l'Italia, visto che il parametro di riferimento è la Germania... Sarebbe (è) come voler far coabitare delle scimmie con dei rinoceronti, tutti insieme su un albero...

 

  By: traderosca on Martedì 04 Agosto 2015 10:01

Bisognerebbe processare chi ha fatto entrare la Grecia nell'euro!!! Qualsiasi tamarro che andava in Grecia non per guardare il cul delle bagnanti oppure che bello il mare o la cultura del passato,avrebbe notato la loro situazione economica,culturale,sociale,altro che economisti e politici del caz.............

 

  By: Bullfin on Martedì 04 Agosto 2015 04:33

Nessun governo eccetto quello di Chavez e Castro forse nel dopoguerra e quello di Lenin e Trotsky prima della guerra sono mai riusciti a far affondare così un economia in pochi mesi. Cosa vuol dire non capire una mazza di meccanismi finanziari e bancari. Insomma per forza poi fanno sparire la moneta come dice Willis...non je boni de capir un caz de economia....

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

 

  By: antitrader on Martedì 04 Agosto 2015 03:50

"Diciamo che nel caso della Grecia non sarei al 100% dalla loro parte e contro la Germania, perlomeno come nazione (poi molti greci soffrono, certo)" Mod, non faccia il moderato (e nemmeno il polically correct). Di' pure senza, peli sulla lingua, che devono uscire dall'euro e ripartire dalla pastorizia e l'allevamento del bestiame. (son sicuro che lo pensi). Quanto a noi e' anche peggio (*). Anche noi dobbiamo tornare alla lira e ricominciare a fare i braccianti agricoli (non e' forse la nostra "eccellenza" l'agricoltura?), tra lo sconcerto di quelli che credono di diventare ricchi (in lire). (*) noi siamo quelli che, incuranti dei 300 miliardi di pil che mancano, continuano a spendere 450 miliardi/anno tra pensioni e salari pubblici e magari c'e' qualcuno talmente cretino che crede pure di salvarsi. (meno male che Shaeuble c'e'!).

La saggezza economica del grande violinista greco - Moderatore  

  By: Moderatore on Martedì 04 Agosto 2015 02:40

Notare l'effetto Tsipras sul PMI greco. Da 47 a 30 !! Nessun governo eccetto quello di Chavez e Castro forse nel dopoguerra e quello di Lenin e Trotsky prima della guerra sono mai riusciti a far affondare così un economia in pochi mesi. Cosa vuol dire non capire una mazza di meccanismi finanziari e bancari. #ALLEGATO_1# ^La saggezza economica del più grande violinista greco, Leonidas Kavakos#http://www.ilgiornale.it/news/cultura/successo-sacrificio-io-che-sono-greco-so-1157841.html^. Anche se non si intende di economia forse qualche elemento di verità lo coglie ----- È molto legato alla Grecia, risiede ad Atene. Come vive, dunque, quanto sta accadendo nel Suo Paese? «Sono furioso. Questo è il peggior governo che la Grecia abbia avuto negli ultimi decenni. Si parte dalla campagna elettorale: una montagna di bugie, si è promesso di tutto». In buona o malafede? «Non so se siano stati stupidi credendo di realizzare promesse impossibili. Oppure siano degli ignoranti che neppure sanno cosa hanno promesso. O forse sono dei ladri, hanno rubato voti con false promesse». L'Europa, in ogni caso, è troppo aspra con voi? «Il problema è nostro, non diamo la colpa ai Governi del Nord. Esempio. Se io fumo e so che questo può provocare un cancro, se mi ammalo non è colpa del fumo, l'errore semmai è mio. Lo stesso vale per la Grecia: gli errori li ha fatti il governo e la società greca che hanno coltivato sogni impossibili. Come fai a chiedere a un popolo di risolvere una situazione senza fare sacrifici? E poi, il problema non è di natura finanziaria, ma etica». In che senso? «Prima le generazioni avevano un basso tasso di scolarizzazione. Negli ultimi 25 anni l'accesso all'educazione è stato risolto, però sono state forgiate generazioni orientate esclusivamente al successo finanziario, si è creato il mito del successo facile». E da musicista lei appura quotidianamente che dietro a un successo ci sono anni di lavoro... «Queste sono le regole dell'universo. I rami nascono dai tronchi che a loro volta sono conficcati nella terra con le radici. È necessaria una base solida in tutto». Parla come un tedesco... «Infatti non sono critico con la Germania. Per risolvere i problemi bisogna guardare dentro e non fuori. Fermo restando che la struttura dell'Europa è in crisi». Lei non è europeista? «Non lo sono quando si dice che tutti i Paesi devono essere uguali. Abbiamo lingue, culture, paesaggi diversi. La questione deve essere impostata sull'equilibrio». La Grecia deve pagare? «Certo. Abbiamo mutui e debiti. Li avete voi, e pure gli Usa. Siamo tutti indebitati, e tutti dobbiamo pagare». Lei è fra i numeri uno del settore, dunque sacrifici e rinunce, confronti continui. Cosa le sta insegnando tutto questo? «Che il rischio è il sale della vita, la rende intrigante e piena di fascino. L'esistenza è come queste montagne di Verbier: cime e fondi valle. Ci sono momenti brillanti, e fasi faticose. Da musicista indipendente, rischio quotidianamente come un imprenditore. E per questo mi chiedo: mi guadagno la vita con ogni nota, lavoro sodo, perché devo pagare il salario delle persone che il mio Stato assume in modo spropositato? Pare di essere nell'epoca sovietica. La Grecia ha un'economia di tipo sovietico: non produce nulla e vuole tutto». Bisogna ripartire da un cambio di atteggiamento, di teste, di approccio etico: lei dice. La qualità della Cultura e Istruzione del Suo Paese la confortano? «Semmai affossano le mie speranze. Il nostro Ministro dell'Istruzione ha bocciato le scuole di eccellenza: dice che creano disuguaglianze e scompensi psicologici in chi non vi può accedere. Quando non solo non premi, ma addirittura neghi l'eccellenza, candidi il tuo Paese alla morte. Il mio e il suo Paese sono il midollo del sapere universale. Tutto è nato da noi. Ora, però, quanto contiamo nel mondo?» ------ Alcune cose che dice sono molto ingenue sul debito ecc... però sospetto che ci sia un fondo di verità. Per chi sia scettico perchè si tratta di un violinista, ci sarebbe questo pezzo appena uscito dell'ottimo economista Hugh estremamente dettagliato che documenta come da metà anni '90 in Grecia ^tutti i governi abbiano falsificato sistematicamente le statistiche#http://fistfulofeuros.net/afoe/greek-politics-and-poisonous-statistics-an-on-going-saga^. E quando è arrivato qualche anno fa un capo dell'istituto di statistica onesto, tre diverse procure greche hanno cercato di incriminarlo con vari pretesti! Diciamo che nel caso della Grecia non sarei al 100% dalla loro parte e contro la Germania, perlomeno come nazione (poi molti greci soffrono, certo)

 

  By: lmwillys5S on Martedì 28 Luglio 2015 00:31

http://www.wallstreetitalia.com/article/1821930/europa/hacker-fisco-e-troika-grecia-varoufakis-e-la-rivelazione-shock.aspx