La nuova civiltà

Re: La nuova civiltà  

  By: DOTT JOSE on Lunedì 11 Febbraio 2019 23:45

Paradossale,gente che guadagna 200.000 euro annui critica il reddito di cittadinanza_______________________________________________________________________________________________________________________________________- 780 euro sono troppi! Pier Carlo Padoan : “Il reddito di cittadinanza incentiva a non lavorare” Carlo Calenda : "Sono d'accordo a dare una mano ma non si può passare la soglia per la quale il sussidio supera il reddito da lavoro, si rompe il patto tra gli italiani. L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, così invece chi non arriva a fine mese e si spacca la schiena deve mantenere i disoccupati, non va bene" Maria Elena Boschi: “Dice Di Maio che col reddito di cittadinanza da oggi cambia lo Stato Sociale. La colonna sonora infatti diventa ‘Una vita in vacanza’ Valeria Fedeli: “Chi lavora 8 ore al giorno prenderà molto meno di chi avrà il reddito di cittadinanza” Albini, Confindustria : «un effetto scoraggiamento [... ]Questo si desume dal livello troppo elevato del beneficio economico che potrebbe scoraggiarlo (il disoccupato single) dal cercare un impiego in considerazione del fatto che al primo impiego lo stipendio medio di un under 30 è di 830 euro netti al mese» _______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ https://www.infoaut.org/editoriale/780-euro-sono-troppi

Re: La nuova civiltà  

  By: XTOL on Domenica 10 Febbraio 2019 15:57

scenari per i prossimi anni

 

Apocalisse o no?

 

... la nostra conclusione è che sopravvivremo e ritirarci nei rifugi di montagna per sfuggire ad un'apocalisse è un errore. Non affrontiamo una nuova era oscura. Ciò che affrontiamo sono alcune verità sul denaro, le quali porteranno notevoli incertezze e cambiamenti.

Re: La nuova civiltà  

  By: Gano di Maganza on Domenica 10 Febbraio 2019 13:32

Antitrader, mi sembra un ragionamento un po' debole. Avere un passivo commerciale può funzionare solo per un certo periodo se hai una banca centrale indipendente ed una moneta sovrana, che puoi svalutare all'occasione. L'UK può sopportare per un po' un passivo commerciale, la Francia molto meno, e infatti se vedi la velocità di crescita del debito francese negli ultimi 10 anni è molto più alta di quello per es. italiano (sì, vengono anche di lì i 500 miliardi di PIL in più che citi sempre).

 

La ricchezza la crei con quello che produci e che riesci a vendere.

 

Prendendo come esempio li Stati Uniti hai preso poi un esempio molto particolare. Direi unico nel mondo. Gli USA mantengono la supremazia del dollaro e quindi la sua desiderabilità, non solo "con un'economia forte" ma anche e soprattutto con il potere politico che da un certo livello in poi si basa sulla potenza militare e trova in questa la sua continuazione. Non è un caso che spendono in armamenti il 35% circa delle spesa militare globale. Il petrolio lo si contratta ancora in dollari, e lo SWIFT funziona sulla base del dollaro. Detto per inciso, non credo che sia una situazione che possa durare a lungo, a meno che Trump o chi verrà dopo di lui non ci metta una pezza.

 

La seconda potenza economica mondiale, la Cina, è arrivata lì facendo dei sonori attivi commerciali e lo stesso sta facendo la Germania che si è piazzata quarta in classifica dopo il Giappone (che ha fatto lo stesso fino alla crisi demografiuca). Se dici ai tedeschi che devono rispettare i parametri europei di tetto all'export, cioè esportare di meno e mettersi a fare i signori come dici tu, prima ti fanno una sonora pernacchia, poi se insisti ti vengono a prendere e ti portano alle Fosse Ardeatine.

 

 

In Europa tutti i paesi più seri ed in salute hanno un altissimo avanzo commerciale rispetto al PIL:

 

(cito quelli con un avanzo commerciale superiore al 7% sul PIL):

 

Svizzera, Olanda, Irlanda, Lussemburgo, Germania, Danimarca, Ungheria, Repubblica Ceka.

 

 

Mentre quelli con disavanzo maggiore sul PIL, sono:

 

Macedonia, Kossovo, Albania, Serbia, Montenegro...

 

 

Chi secondo me è nella situazione più difficile è la Francia, che non solo ha un deficit commerciale consistente, ma trovandosi nell'Euro non può nemmeno svalutare.

 

 

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 10 Febbraio 2019 15:06, edited 10 times in total.

Re: La nuova civiltà  

  By: antitrader on Domenica 10 Febbraio 2019 12:44

I paesi ricchi ed evoluti dovrebbero avere tutti una bilancia commerciale negativa cosi' come e' per gli USA

i quali da sempre hanno un disavanzo di 50/60 miliardi.

Come fanno a finanziare questi disavanzi perenni? Semplice, quando hai un'economia forte il resto del mondo

ti compra T-bond oppure quote di societa' che valgono 1000 miliardi cadauna.

Chi ha un avanzo commerciale di fatto lavora (e produce) per gli altri per cui e' un'assurdita' un paese ricco

che esporta, e' come se i filippini si mettessero ad assumenre come colf le sciure europee o americane.

Da questo punto di vista i piu' fessi di tutti son proprio i tedeschi, con una natalita' ai minimi termini son

costretti ad importare "negri" per arricchire il sig, BMW o il sig, Siemens, tra le altre cose han gia'

programmato 1,6 milioni di nuovi ingressi per i prox 10 anni.

Anche il Giappone ne ha programmati 360.000 (di ingresssi) tramite accordi col Vietnam etc....

ma li' la faccenda e' un po' diversa, i giapponesi, pur lavorando a ciclo continuo fino a 80 anni

non han piu' personale nemmeno per badare a se stessi.

 

 

Re: La nuova civiltà  

  By: XTOL on Domenica 10 Febbraio 2019 11:42

lo schema è chiaro, così come la sua radice (non è mai cambiato, dall'alba della socialità)
da una parte coloro che si percepiscono come atomi di una società e quindi accettano di delegare/perdere la propria indipendenza di scelta,
dall'altra coloro che si sentono individui e ritengono che la socialità nasca e cresca solo se ognuno mantiene la propria indipendenza.

 

in mezzo, i tanti che non capiscono  :)

 

l'armamentario socialista prevede una serie di parole d'ordine: "bene comune", "uguaglianza", "da ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni".
ultimamente si è "arricchito" di nuovi slogan (Il comunismo ha fallito? E noi ci riproviamo): "salviamo il pianeta", "abbattiamo i muri", "nessuno resti indietro", "multiculturalismo".

 

tutte queste belle idee vanno realizzate attraverso la centralizzazione dei poteri decisionali.
in questo schema si inseriscono perfettamente keynes e la mmt, il green new deal e papa francesco.
questo significa che c'è una cupola dietro questa strategia?
io direi di no, essendo questo schema ubiquo e antico.

 


 Last edited by: XTOL on Domenica 10 Febbraio 2019 11:43, edited 2 times in total.

Re: La nuova civiltà  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 08 Febbraio 2019 17:06

Questa tabella mi sembra più precisa. 

 

Quando sei in una moneta unica, non hai banca centrale e non puoi svalutare, se la tua bilancia commerciale è negativa sei un uomo morto.

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 08 Febbraio 2019 17:08, edited 1 time in total.

Re: La nuova civiltà  

  By: antitrader on Venerdì 08 Febbraio 2019 14:36

Lo sforamento dell'avanzo commerciale piu' che un parametro da rispettare

e' un "sarebbe auspicabile" e non prevede procedure di infrazione (e nemmeno sanzioni).

Tra le altre cose le nazioni europee son quasi tutte (tranne la GB e

qualche paese spazzatura) in avanzo commerciale, ergo, le vera partita

si gioca nei confronti dei paese extra UE.

E poi, se vogliamo dirla tutta, che dire del debito che dovrebbe essere al 60%

mentre il nostro e' piu' che doppio? Quale dovrebbe essere la "sanzione" in questi casi?

Il plotone di esecuzione?

Quando la stella polare nella vita di un individuo (o nazione) diventa "e' sempre colpa degli altri"

il fallimento su tutti i fronti e' garantito.


Procedure e suggerimenti
La risposta arriva da un nuovo studio, curato da Sofia Bernardini, che sta per essere pubblicato dall'Osservatorio conti pubblici della Cattolica guidato da Carlo Cottarelli. Ed è semplice: il bilancio commerciale iper-attivo della Germania non è una buona abitudine, ma non viola i trattati né i regolamenti europei.
Anche gli squilibri economici indicati dalla bilancia commerciale hanno una “procedura”, che viaggia però su elementi discrezionali e non ha le basi legali per produrre sanzioni in automatico. Può produrre richiami formali, che sono state puntualmente scritte nelle «raccomandazioni specifiche» indirizzate ogni anno da Bruxelles a Berlino. Ma come capita spesso agli avvertimenti comunitari contenuti nei rapporti Paese, sono stati ripetuti finora senza grossi risultati.


Re: La nuova civiltà  

  By: hobi50 on Venerdì 08 Febbraio 2019 14:18

Io non conosco il caso Nord LB e quindi non mi esprimo.

So però che il salvataggio da parte dello stato stato puo avvenire SENZA il BAIL IN tramite la formula della cosiddetta "ricapitalizzazione precauzionale ".

Questa modalità è stata applicata al MPS perchè la BCE ha sancito che la banca non era in stato fallimentare .

Ora Alberta ,ha accertato con che modalità lo stato tedesco è intervenuto ?

Dovrebbe già saperlo ...

E se avesse fatto qualcosa di anomalo ,la Commissione europea puo e deve intervenire.

Così meglio aspettare ,no ?

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Venerdì 08 Febbraio 2019 14:22, edited 1 time in total.

Re: La nuova civiltà  

  By: alberta on Venerdì 08 Febbraio 2019 13:52

Mettiamo 500 miliardi così la cosa è ancora più eclatante.

Cosa ci sarebbe di male ?

Nulla .

Il male verrebbe solo se lo stato tedesco lo facesse non rispettando le norme del " bail in ".

_________________________________

Ma allora si tratta propria di carenza informativa....

La Germania NON HA APPENA RISPETTATO LE REGOLE DEL BAIL IN, ma non dieci anni fa, la scorsa settiomana, salvando la Nord LB.

https://www.startmag.it/economia/caso-germania-nord-lb-banche-pubbliche-commissione-europea/

E' abbastanza chiaro ?

Adesso vediamo come la Commissione Europea e la BCE si comporteranno.....

____________________________________________________________________

Di conseguenza Nord Lb dovrebbe applicare il bail-in per azionisti e obbligazionisti subordinati (la banca ha emesso bond Additional Tier 1 e Tier 2 per 2,7 miliardi) e forse anche per creditori senior e depositanti oltre 100 mila euro. Inoltre l’Ue potrebbe richiedere l’addio al controllo pubblico nella banca.

L’arma del bail-in si rivolterebbe così per la prima volta contro la Germania, che finora non ha mai accettato di scatenare instabilità sul fronte nazionale e ha sempre preferito versare decine di miliardi nelle banche domestiche quando era consentito prima del 2013. Questa è l’unica ragione per cui gli istituti tedeschi non si sono ritrovati negli ultimi anni nel pantano delle regole sulle crisi bancarie: da una posizione di sicurezza, la Bundesbank e le autorità tedesche hanno avuto gioco facile nel richiamare gli altri Paesi, in primis l’Italia, all’applicazione stringente delle norme.

Ora però sul settore tedesco sono tornate le difficoltà, nonostante gli aiuti statali e un’economia forte. E quindi la priorità di Berlino è diventata trovare una scappatoia al bail-in. Il settore bancario in Germania ha mostrato di avere un grande vantaggio competitivo rispetto agli altri Paesi, non legato però all’attività degli istituti: si tratta della presenza di uno Stato con finanze pubbliche solide, tali da proteggere (esplicitamente o implicitamente) le banche nazionali.

Se arrivasse il via libera Ue per Nord Lb, la commissaria per la Concorrenza Margrethe Vestager creerebbe un doppio regime, del tutto paradossale per chi si occupa di aiuti di Stato: le banche private sarebbero soggette a vincoli stringenti e all’applicazione del bail-in; quelle pubbliche (la stragrande maggioranza in Germania) avrebbero invece piena libertà di manovra.

________________________________________

Devo continuare  ?????

Poi Lei continuerà a pensare che la Germania è la potenza economica intangibile che mai fallirà....ed alla quale bisogna dare sempre ragione.....

La storia dice altro, purtroppo, a proposito di dare ragione ai Teutonici e di scendere a patti con loro, se non è d'accordo neppure su questo, allora è inutile discutere.....

La violazione di qualunque dei parametri di Maastricht, prevede una sanzione, ovviamente, 

Sull'avanzo commerciale, lo ha ammesso anche il nostro amicone Moscovici....... che ha adottato la politica tipicamente italiana del rinvio.....

https://www.eunews.it/2018/08/28/moscovici-valutazione-surplus-germania-nel-2019/108276

Siamo al settimo anno consecutivo di sforamento o di prossimità allo sforamento, se un altro Paese UE avesse avuto questa violazione sistematica, si sarebbe aperta da tempo una procedura di infrazione.

Da un articolo sullo sforamento del 2016:  Secondo le norme dell’Unione europea (il Six Pack) il tetto massimo di surplus è il 6 per cento, che dunque anche quest’anno, nonostante i blandi ammonimenti di Bruxelles (che dovrebbe multare la Germania ma non lo fa), Berlino si appresta a superare, strangolando così le esportazioni dei partner dell’Ue.

Questi sono i fatti........ Ma a proposito di norme e a proposito dei Brocardi, ne rammento uno di origine teutonica .....

Frase di Otto von Bismarck

Meno le persone sanno di come vengono fatte le salsicce e le leggi e meglio dormono la notte.

C'è quindi una esperienza plurisecolare da parte dei padroni del vapore......su come fare le leggi e le salsicce......

Quindi confermo quanto scritto parola per parola, se ci sono dati e fatti che ignoro, sono pronto a fare ammenda, non tollero più ascoltare frasi fatte e ritornelli su chi fa bene i compiti e chi mon li fa, basati esclusivamente sul colore della bandiera.

La superiorita tedesca ci è già costata carissima nel passato, non imparare dalla Storia sarebbe un errore esiziale.....

Re: La nuova civiltà  

  By: gianlini on Venerdì 08 Febbraio 2019 13:23

Pana, guarda che è il contrario. Haaretz l'ha fatto per aumentarne l'appeal, e avendone sottolineato abilmente l'origine ebraica, introduce l'espediente per cui qualsiasi argomento contro di lei verrà ora tacciato di atteggiamento antisemita...!

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 08 Febbraio 2019 13:28, edited 4 times in total.

Re: La nuova civiltà  

  By: pana on Venerdì 08 Febbraio 2019 13:21

le sue origini sefardite risalgono a 500 anni fa

la prendono alla lontana..

pur di smontarla...bene bene segno che sta lavorando bene molto bene

troppo bene forse,

Re: La nuova civiltà  

  By: gianlini on Venerdì 08 Febbraio 2019 12:48

Tuco, ebrei di qua ed ebrei di là....

 

Re: La nuova civiltà  

  By: Tuco on Venerdì 08 Febbraio 2019 11:59

http://www.haaretz.com/us-news/.premium-why-we-shouldn-t-be-surprised-by-ocasio-cortez-s-jewish-heritage-1.6740071?fbclid=IwAR0gv7eASNgnOJt1HyoChf0O70EantL6jNbsaXbKunp9DNFpOSg2GdKW9Qg

OCASIO CORTEZ BREA PURE ELLA.

p.s.

Non trollate argomenti OT in questo 3D,

che è relativo a complotti, intrighi, massoni, e rettilianerie varie.

Re: La nuova civiltà  

  By: hobi50 on Venerdì 08 Febbraio 2019 10:08

Alberta, l'ha proprio buttata in caciara ..

Su DB sfiora addirittura  il ridicolo.

Ha scritto :la DB non è fallita solo perchè è in Germania .

Certo solo per quello !

Ma Lei è così sprovvenuto nel valutare la "continuità aziendale " ,attenzione di una BANCA non di un'AZIENDA,prescindendo da  quello che è il tessuto economico in cui opera o dallo Stato che fa da backstop( come in qualsiasi parte del mondo ) ?

Spero di no.

E spero  pure non pensi che io la difenda dopo tutti gli scandali in cui è stata coinvolta.

DB sicuramente è la peggiore di tutte le grandi banche  mondiali perchè ha problemi pur operando in uno straordinario tessuto economico.

Poi Lei,Alberta, è ricettacolo di tutte le rettilianate finanziarie ...

Guardi che le banche si possono salvare : ora come in passato.

Vedo che si è indignato perchè ho parlato di salvataggio di 200 miliardi di DB ( cifra che ho sparato a caso ).

Mettiamo 500 miliardi così la cosa è ancora più eclatante.

Cosa ci sarebbe di male ?

Nulla .

Il male verrebbe solo se lo stato tedesco lo facesse non rispettando le norme del " bail in ".

In passato la Germania ha impiegato circa 250 miliardi per salvare alcune banche quando non c'erano le attuali norme sul bail ma c'erano altre norme  sugli aiuti di stato e sulla concorrenza.

Io non so se le norme furono rispettate ...e lei ,lo sa ?

Con l'occasione ne approfitto per sfatare un'altra delle solite narrazioni sulla Germania.

La Germania non rispetta l'entità del suo surplus commerciale .

Vero.

Peccato che questa infrazione non preveda sanzioni.

Se non mi ricordo male c'è uno straordinario brocardo latino sulle leggi senza sanzioni.

 

Hobi

Re: La nuova civiltà  

  By: alberta on Giovedì 07 Febbraio 2019 21:12

Se la Germania andasse in recessione non ci sarebbe alcun problema sul rischio Germania.

Aumenterebbero  solo i problemi sul rischio Italia.

Se la Deutsche Bank avesse  problemi e necessitasse 200miliardi di iniezione da parte dello stato ( ammesso che sia possibile ) non ci sarebbe ancora una volta alcun problema per lo stato tedesco.

E dico di più .

Se lo stato aumentasse il suo debito di 200 miliardi da buttare in DB ,la borsa festeggerebbe perchè l'economia tedesca ne uscirebbe rafforzata.

____________________________________

Piace anche a me discutere pacatamente e con chiarezza.

Riporto qui i capitoli che, purtroppo mescolano, a mio avviso, tre diversi problemi.

 1. Se la Germania va in recessione, concordo che i problemi di rischio sul LORO debito Sovrano sarebbero trascurabili, ma ci sarebbero GROSSI problemi sul resto del tessuto finanziario .... che non è solo DB, della quale parliamo dopo..    qui le prime avvisaglie  della nuova bufera in corso 

https://www.startmag.it/economia/caso-germania-nord-lb-banche-pubbliche-commissione-europea/

E qui, per completezza, un bel promemoria che risale al 2014, anno in cui tutto andava a gonfie vele ( venivamo da tre anni di buona ripresa dal 2011, continuata per altri tre anni dopo il 2014.....) e questi articoli della stampa Mainstream non se li filava nessuno.

https://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2014/12/08/news/banche_il_rigore_non_vale_in_germania_i_salvataggi_di_sparkasse_e_landesbanken-102378650/?refresh_ce

Cambiano le regole ma per i Krukki non cambia mai nulla......

2. Il rischio Italia esiste SOLO se continuiamo ad applicare le norme UE sui salvataggi in questo modo: fate in modo che la CDP e la Banca d'Italia possano intervenire come fanno i Fondi Pubblici e la BUBA in Germania .....e non solo ......ed il rischio REALE, si azzera.....

3. Capitolo DB: se questa banca si chiamasse IB oppure in qualunque altro modo che non vedesse il nome Germania ed un simbolo nel suo Logo che in pochi capiscono, sarebbe stata spazzata via al tempo della crisi dei Subprime del 2007/2008.

Sono DIECI anni che una banca decotta, continua a campare SOLO perchè è tedesca.

Mi dici che avrebbe bisogno di 200 Miliardi di Euro, in ipotesi per essere risanata...... ma ci rendiamo conto che 200 Miliardi costituisce la capitalizzazione attuale dei DIECI maggiori istituti di credito di tutta Europa  ?????

Ovviamente è in Germania, quindi no problem: la fondiamo con Commerzbank, altra Banca decotta dal 2008  e, MIRACOLO !!!!!!, due storpi diventano UN COLOSSO di granitica solidità...... Succede SOLO in Germania  ...... un prodigio .......

Peccato che che DB, utimo di decine di scandali e scandaletti, sia coinvolta, da protagonista, in un riciclaggio di danaro sporco dall' Est europa, già quantificato in appena 120 Miliardi di Euro (ammesso che le indagini non rivelino di peggio, intanto questa cifra è stata riconosciuta come reale da DB stessa).

Al solito, è in Germania, quindi NO Problem.....

Quindi festeggiamo.... spostiamo anche noi tutti i nostri risparmi nei solidissimi istituti bancari teutonici e smettiamo di preoccuparci........

Il Quarto Reich è in corso e si esulta......

Lo abbiamo già visto circa un secolo fa e la lezione non è servita  ?????