Santa Marina LePen

 

  By: Paolo_B on Mercoledì 03 Settembre 2014 21:02

Posto il video di Pat Condell perché al di sotto ci sono anche i link agli articoli in inglese riguardo a uno scandalo che credo interesserà Zibordi e altri. In pratica migliaia di stupri contro minori di etnia caucasica ("white", li descrive la cnn) messi a tacere e non indagati perché i perpetratori erano di origine mediorentale. Gli episodi devono essere grossi per essere finite su la cnn e gli altri giornali mainstream. Vedere i link nella descrizione del video: http://www.youtube.com/watch?v=gwAhrU_wTdA

 

  By: MR on Mercoledì 27 Agosto 2014 12:01

Quale riscaldamento globale, quello negato oramai persino dall'IPCC dopo il feroce sputtanamento subito?

 

  By: pana on Mercoledì 27 Agosto 2014 09:05

ma quel grafico si riferisce all'europa? perche le "real wages" iniziano a stagnare dagli anni 80, 20 anni prima del famigerato euro, che sarebbe causa di tutti i male secondo molti anche il riscaldamento globale e' colpa dell'euro

 

  By: lutrom on Mercoledì 27 Agosto 2014 03:40

SOMARONI MASOCHISTI MERKELIANI, IL GRAFICO QUI SOTTO E' DOVUTO SOLO ALLE RUBERIE DEI PORCELLI ALLA FIORITO E RIGUARDA SOLO L'ITALIA O QUESTO GRAFICO CI DICE CHE C'E' ANCHE DELL'ALTRO??? RISPONDETE SE AVETE CORAGGIO!!!!! Ma tanto non lo avrete...

 

  By: MR on Martedì 26 Agosto 2014 22:34

In parte si. Ma non ricordo un solo movimento partito con una contestazione radicale dello stato in essere che abbia giovato dell'ammorbidimento dei toni.

 

  By: Trucco on Martedì 26 Agosto 2014 14:19

Raramente la politica premia i paraculi???? Ma era una frase ironica?

 

  By: MR on Lunedì 25 Agosto 2014 19:56

Idem, è troppo liberale e moderata per i miei gusti ma anche io nell'eventualità non starei a pensarci due volte. Il mio voleva, se vogliamo, essere un piccolo segnale d'allarme: raramente la politica premia i paraculi, e la Marine, con le vergognose dichiarazioni sugli arresti (illegali) ai danni di Alba d'Oro e dei picchiatori ebrei di Parigi, Marsiglia e Lione ha imboccato una china pericolosissima, che le è stata contestata anche dal babbo. Staremo a vedere, io nel mentre ripasso Machiavelli e Sun Tzu.

 

  By: Trucco on Lunedì 25 Agosto 2014 18:29

Capisco MR ma occorre accontentarsi di quello che passa il convento. Se avessimo qui in Italia una santa così io personalmente me ne rallegrerei molto e non starei a fare il difficile. Purtroppo qui da noi c'è ben poco di cui accontentarsi...

 

  By: gianlini on Lunedì 25 Agosto 2014 01:34

ho trovato il pezzo molto interessante, perché colmava diversi punti che personalmente non mi erano noti interessante ad esempio che la Russia sia da considerarsi un alleato, non tanto per le materie prime, ma in nome della sua difesa della cristianità; cristianità che però non va confusa certamente con il nostro cattolicesimo bigotto; concorda anche lei, MR, che i francesi (e i russi) non hanno niente da spartire con Buttiglione? peraltro emerge con prepotenza la complessità spaventosa del mondo moderno, laddove, appunto, la Francia dovrebbe contemporaneamente essere filoaraba, filoisraeliana, filorussa, filoamericana, paladina della cristianità ma non di meno laica, e certamente non dimenticarsi, in tutto questo bailamme, di essere sé stessa!

 

  By: MR on Lunedì 25 Agosto 2014 00:53

Io mi sono definito islamonazicomunsita in risposta al solito fecaloma liberalcomunista (e raccomandato) che anziché discutere di quello che scrivo si fermava su un mio presunto nazismo o similari. A parte questo, il punto (e rispondo anche a Trucco) non è quello che io penso o non penso dell'islam (che è come dire cosa penso della cristianità, un termine così vago che solo degli imbecilli possono usare), bensì la consequenzialità logica di determinati ragionamenti. Per dire, nel testo che ho postato, si dice al contempo che sono stati gli USA e Israele a far crescere il movimentismo wahabita (verissimo) ma al contempo che la Francia si deve alleare con Israele. Oppure, si dice che il socialismo panarabo è morto ma al contempo si nota che Assad resiste contro appunto la feccia wahabita. Infine, si tirano fuori sedicenti motivi morali per giustificare l'intervento armato in difesa dei cristiani iracheni, ma di questa moralità a difesa dei Palestinesi (di cui il 20% sono cristiani) manco l'ombra. Devo andare avanti, dottor Fallaci?

 

  By: gianlini on Lunedì 25 Agosto 2014 00:01

MR, lei che si è definito nazifascioislamista o qualcosa del genere, ci può spiegare cosa trova di tanto attraente e interessante nella cultura e filosofia di vita islamica? ma in parole semplici, se riesce, che altrimenti non garantisco di capire

 

  By: Trucco on Domenica 24 Agosto 2014 22:43

Con tutti i terroristi che vanno a fare la guerra in Siria e che vengono dalla Francia, poteva il FN essere filo-arabo? C'è sempre un piccolo prezzo da pagare, se questo è sufficiente a che nessuno faccia uscire di strada la macchina di Santa Marina in un inspiegabile incidente allora ben venga.

 

  By: MR on Domenica 24 Agosto 2014 12:59

Tutto vero però...c'è un però. E quel però si chiama Aymeric Chauprade, ovvero il suo consigliere per la geopolitica, il quale ha redatto questo libercolo http://blog.realpolitik.tv/2014/08/la-france-face-a-la-question-islamique-les-choix-credibles-pour-un-avenir-francais/ Agghiacciante sotto molti punti di vista. Che il FN si prepari al Governo barattando per esso la propria natura filoaraba?

Santa Marina al 41% tra gli operai e al 13% tra i professionisti e dirigenti - Moderatore  

  By: Moderatore on Domenica 24 Agosto 2014 03:40

nei sondaggi per le presidenziali in Francia che si terranno l'anno prossimo Marine LePen raggiunge il massimo dei voti (41%) tra gli operai e invece tocca il minimo tra i professionisti e dirigenti (13%). #ALLEGATO_1# Questo perchè Santa Marina LePen è l'unico candidato socialista, con un programma economico e sociale cioè dedicato a proteggere i lavoratori dallo sfruttamento dalla globalizzazione. A questo proposito ieri c'era un rarissimo articolo (del solito Ambrose Evans Pritchard, che se non altro si da da fare) in cui si riportava come tanti economisti occidentali si siano resi conti che la Globalizzazione impoverisce la maggioranza della gente, in occidente (^"Nobel gurus fear globalisation is going horribly wrong"#http://blogs.telegraph.co.uk/finance/ambroseevans-pritchard/100027963/nobel-gurus-fear-globalisation-is-going-horribly-wrong-technical/^, Ambrose Evans-Pritchard, August 22nd, 2014). Come ogni tanto provo a spiegare, non c'è la minima giustificazione nella teoria economica per la globalizzazione, cioè per mettere in concorrenza tra loro i lavoratori dei paesi occidentali con quelli del terzo mondo e dell'Asia. E' qualcosa che beneficia solo le multinazionali, la grande finanza e quella piccola fetta di popolazione che ruota intorno a loro. Da quando si è aperto al commercio indiscriminato, allo spostamento delle fabbriche e all'immigrazione di massa il tenore di vita dei lavoratori in occidente ha smesso di aumentare, anche se la tecnologia e la produttività aumentano sempre #ALLEGATO_2# ^L'articolo di Evans Pritchard#http://blogs.telegraph.co.uk/finance/ambroseevans-pritchard/100027963/nobel-gurus-fear-globalisation-is-going-horribly-wrong-technical^ è però anche penoso perchè cita la ^teoria del vantaggio comparato di David Ricardo#http://economia.tesionline.it/economia/article.jsp?id=1358^ come la giustificazione economica del libero scambio tra tutte le nazioni tra loro. Questa teoria è stata agitata in Gran Bretagna nell'800, ma ignorata nella pratica in Germania, Giappone e Asia (e anche negli USA fino al dopoguerra) e però oggi viene ancora citata come spiegazione del perchè non ci devono essere mai dazi e restrizioni al commercio tra paesi. David Ricardo era un banchiere ebreo che scriveva intorno al 1840 per difendere gli interessi finanziari e ^nella sua teoria economica del commercio internazionale#http://economia.tesionline.it/economia/article.jsp?id=1358^ non esistono le banche, il debito e gli interessi, solo la produzione di merci, vino contro stoffa ecc... Di produzione Ricardo non ne sapeva molto perchè era un finanziere, ma guarda la coincidenza, ha scritto tanto di economia senza mai menzionare le questioni del debito e delle banche. La teoria di Ricardo è una teoria economica come quelle che vengono insegnate oggi, in cui si finge che ci sia solo la produzione e la produttività, ma non esistano i fatti monetari, banche, interessi e moneta... Dopodichè guardi il grafico qui sopra in cui la produttività sale sempre, ma il reddito della maggioranza della gente no e dici, ma strano... ma come mai... ma qualcosa non funziona... Per fortuna la Marine LePen ha scritto un libro molto bello nel 2012 in cui spiega il problema della globalizzazione e del protezionismo molto bene, ^se uno vuole leggerlo (è gratis, ma in francese#http://www.marinelepen.fr/wp-content/pdf/pour-que-vive-la-france.pdf^), perchè oltre che carismatica è anche intelligente e ha capito tutto l'imbroglio

 

  By: Tuco on Domenica 17 Marzo 2013 13:09

.