Il Problema è l'Europa

 

  By: Gano* on Domenica 11 Dicembre 2011 18:03

Secondo me il declino dell'Italia è dovuto non all'euro, ma ad un sostanziale incremento di "terronaggine" nelle regioni settentrionali -------------------------------------------------------------------------------------------- Non è dovuto solo a quello, ma anche al fatto che i giovani di oggi non hanno più voglia di fare nulla, che i politici sono diventati tutti ladri, che la famiglia non e' piu' come quella di una volta, e se mi e' consentito anche al fatto che sono sparite le mezze stagioni.... :)

 

  By: gianlini on Domenica 11 Dicembre 2011 17:45

secondo me il declino dell'Italia è dovuto non all'euro, ma ad un sostanziale incremento di "terronaggine" nelle regioni settentrionali

 

  By: SpiderMars on Domenica 11 Dicembre 2011 17:02

quindi qua cosa c'entra l'euro forte o debole?!? -------------------------------------- Come cosa centra ? è lampante che se uno stato non riesce più ad essere in equilibrio con le sue Entrate scarica i costi dei parassiti sulle attività produttive attraverso le tasse e queste diventano sempre meno competitive e chiudono non avendo posibilità di svalutare per mantenere i parassitise quest' ultimi succhiano troppo sangue alla fine il pasto finisce,e il sistema colassa Lo Stato deve pagare più interessi per rifinanziarsi..! quando lo Stato si finanzia lo fa con il BTP mica con il Bund..? con il BTP devi spendere il 7% con il Bund 1,7 se non cresci con tassi in aumento vai in Default automatico guardati il grafico e quando si è incrociato la tendenza propro dopo l' entrata nell'€ e peggiorato negli ultimi due anni. http://www.google.it/publicdata/explore?ds=d5bncppjof8f9_&met_y=ny_gdp_mktp_cd&idim=country:ITA&dl=it&hl=it&q=pil#ctype=l&strail=false&bcs=d&nselm=h&met_y=ny_gnp_pcap_pp_cd&scale_y=lin&ind_y=false&rdim=country&idim=country:ITA:FRA:DEU&ifdim=country&hl=it&dl=it

 

  By: SpiderMars on Domenica 11 Dicembre 2011 16:40

Se anzichè Mister B. mettevi delle persone SERIE che RISANAVANO il paese , magari i costi per gli Italiani scendevano ... Ma se torni in lire il DEBITO rimane , anzi AUMENTA per le tasche degli Italiani ... ------------------------------- Esteban senti un pò Genio n° 1 del Forum , mi dovresti fare la cortesia di Bannarmi o di ignorarmi perchè la tua ignoranza è sopportabile, ma la tua MALEDUCAZIONE è innaccettabile, ma dove le hai rilevate quelle fantasie in quanto scritto nel mio post ? Oltre ad essere malato e ossessionato dal solito incubo, proprio prendi sempre pere per mele, quindi la dialettica è sterile e tutte le scuse sono valide per vomitare adoosso agli altri la tua acredine tutto è valido per trasformarlo e mettere in bocca agli altri le tue ossessioni ti serve solo per il gratuito insulto fuori luogo. Poi per la tua sindrome della Berlusconite..! caso mai sarà il tuo Padrone visto che sei un Fans della Democrazia calata dall' Alto che fa tutto quello che non è riuscito alla tua ossessione notturna e gli detta.

 

  By: gufoseduto on Domenica 11 Dicembre 2011 16:36

spider, stanotte l'ho detto chiaramente che il ns problema e' l'inefficenza sul costo di quello che produciamo, dovuto da una miriade di cose... per restare in tema di bollette, ho letto l'altro giorno di Terna che ha chiesto (all'autority?) la possibilita' di scaricare sui prezzi delle bollette la tassazione che lei + le altre aziende del settore hanno di recente subito... quindi qua cosa c'entra l'euro forte o debole?!? se lo stato deve fare cassa, perche' anziche' mungere sempre dai soliti noti non raccoglie un po' di sghei da una bell'asta sulle frequenze televisive del digitale terrestre? potrebbe tirare su 16 miliardi di euro, mica bao bao micio micio, no? per non parlare dell'abolizione delle provincie, dell'obbligo di attribuzione di partita iva alle puttanne, eccetera...insomma efficienza ed idee nel gestire la cosa pubblica e lungimiranza ed idee nelle politiche economiche... diamo percio' colpa all'italia che non e' in grado, noi non siamo in grado! non e' colpa dell'euro forte, siamo noi dei deboli che vogliamo restare deboli e quindi giusto come dite voi: a paese debole andicappato deve corrispondere valuta debole andicappata e miseria e rassegnazione, ma non spacciatela come strada maestra, bensi' come rassegnato ripiego

 

  By: gufoseduto on Domenica 11 Dicembre 2011 15:58

(...)Gufoseduto> l'ingresso nell'euro ha consentito al club med di avantaggiarsi su piu' fattori A me sembra che vivete su Marte.(...) ...... senti GANO, non ho abbastanza soldi per fare un viaggio su marte... ma per andare in spagna o in grecia si! sara' capitato a tutti di farsi un viaggetto in spagna negli annni '80 e 90 e poi in epoca recente, diciamo post-euro.... notato niente?!?!? negli anni 80 e 90 gli spagnoli erano dei miserabili, poveri in canna, poi con l'avvento dell'euro hanno gradualmente conquistato del benessere: non mi invento nulla, semplicemente ho fatto qualche viaggio da quelle parti osservando cio' che mi circondava. idem per la grecia... non posso dire per il portogallo perchè non ci sono mai stato... poi ovvio, se parliamo DI ADESSO, diciamo dal 2009 al 2011, le cose sono cambiate di nuovo: hai la spagna con un tasso di disokkupazione da panico, hai delle zone dove gli immobili valgono 0 (zero), altre dove al prezzo di un immobile ne puoi comprare 2... le cause? ma davvero secondo voi sono esclusivamente da imputare ad un euro troppo forte?!? non e' che magari c'e' ANCHE dell'altro?.... nello zimbabwe penso che ci sia la valuta piu' svalutata e competitiva di tutto il mondo, ma non mi pare che lo zimbabwe si possa annoverare tra i paesi top esportatori e benestanti, o sbaglio? quello che ho detto stanotte nel mio post prec. e che forse non ho enfatizzato abbastanza e' il fatto che un euro forte TE LO DEVI MERITARE: altrimenti come dice manx se resti un peso piuma non puoi pretendere di fare una gara di pugilato contro un peso massimo... Ma il fatto di meritartelo un euro forte da cosa puo' dipendere? l'ho accennato nel mio post precedente... Poi se voi mi dite che il mio discorso e' utopia allora ok, lo accetto, sono il prima a dire che in qs paese (e non solo) di egoisti, cialtroni, professori che non conoscono il sulcis, evasori, cristianucci falsi ipocriti, andicappati mentali (senza togliere rispetto ai disabili) l'unica strada e' l'euro debole oppure tornare alla lira con un bel -30%... Su questo davvero non ci piove

 

  By: Esteban. on Domenica 11 Dicembre 2011 15:43

Quante cazzate che scrivi spider ... il costo elevato lo devi ai 1900 miliardi di cui il tuo padrone (Mister B) ne ha generato 600 negli ultimi 10 anni ... se lasci dei ladri al governo m i costi per gli Italiani , non scenderanno MAI ... Se anzichè Mister B. mettevi delle persone SERIE che RISANAVANO il paese , magari i costi per gli Italiani scendevano ... Ma se torni in lire il DEBITO rimane , anzi AUMENTA per le tasche degli Italiani ... Se non hai capito questo Ti se proprio un TESTON ... Che poi si ripudi il DEBITO , quello è un altro discorso , più da PEZZENTI che da Italiani .... ma magari per te è normale ... perchè di quei debiti non ne hanno colpa gli investitori, quanto piuttosto chi Ti governa nel farli salire RUBANDO al solito , anzichè risanare il paese ... MONTI sta lì a far pagare il conti agli Italiani per la loro stupidità nel farsi prendere in giro da QUESTI LADRI, PUTTANE TELEVISIVE- FALSI , con il *** al posto della FACCIA !!! Partiti che "fanno campagna acquisti" pagando i parlamentari azichè eleggere chi è votato dagli Italiani ... P.S. Anche se poi , gli Italiani hanno dimostrato ampiamente di non riuscire a distinguere da un LADRO ad un + LADRO ... quindi sono IMPOTENTI difronte a tale FECCIA !!! MA I DEBITI da RIPAGARE RIMANGONO !!!!!!

 

  By: SpiderMars on Domenica 11 Dicembre 2011 15:15

Beh, che dire, e' ovvio! ma diciamo che io come consumatore preferisco l'euro perche' ho piu' potere di acquisto, pago meno il gas, la benzina, le auto straniere, i cellulari e tutto quello che importiamo oltre a poter andare in ferie all'estero (cosa riservata all'elite quando c'era la lira...) Per il discorso esportazioni mi chiedo come fanno i giapponesi ad esportare con uno jen cosi' forte? e la germania? non ha forse anche lei l'euro? -------------------------------------------- Per me al contrario, è ovvio che tu non guardi la Bolletta perchè se lo facessi ti accorgeresti del contrario, ma la cosa più preoccupante per la collettività che tu non ti accorga che il valore aggiunto ha superato il valore del bene, in certi casi del 100 % quindi tu sarai contento perchè puoi andare all' Estero ma il sistema è destinato a collassare. E poi dicono che i Comunisti Italiani non esistono più. eheheh! Gufo... Il Giappone esporta perchè non puoi fare a meno del loro Know How. La Germany esporta perchè ha un' equilibrio ottimo dei suoi conti i migliori del Mondo Occidentale sa fare una politica di blancio ed organizzarsi programmandosi di volta in volta in base al ciclo in modo da sfruttare le inefficenze strutturali di tutti gli altri paesi nel Mondo puntando di volta in volta sui settori con il più alto valore aggiunto.

 

  By: Gano* on Domenica 11 Dicembre 2011 13:08

Ora ai soliti tre o quattro e' venuta la fissa della moneta forte... E gli e' venuta non in un momento qualsiasi, potresti anche capirlo, ma proprio subito dopo i default a catena dei paesi che un tempo avevano la moneta debole... Boh! Valli a capire....

 

  By: Gano* on Domenica 11 Dicembre 2011 13:04

Gufoseduto> l'ingresso nell'euro ha consentito al club med di avantaggiarsi su piu' fattori A me sembra che vivete su Marte. Consentito di avvantaggiarsi de' che, se uno dopo l' altro tutti questi paesi stanno facendo default? Ogni tanto andrebbe anche osservata la realta' e da essa tratte le conseguenze.

 

  By: lutrom on Domenica 11 Dicembre 2011 12:49

Secondo me Manx ha sostanzialmente ragione, però qui vorrei sollevare la questione dei "professori" e delle teorie economiche e non solo, cioè la questione della teoria applicata alla realtà. Secondo me spesso diciamo, e poi applichiamo (applicano) alla realtà, delle cose che teoricamente sono giuste ma in pratica non lo sono, o meglio non lo sono sempre. Mi spiego. In teoria la democrazia e la monarchia costituzionale sono preferibili alla dittatura ed alla monarchia assoluta, ma questo SOLO in teoria: infatti alla fine cercare di esportare la democrazia in paesi non ancora maturi per essa, è una sciagura (come sta dimostrando e dimostrerà ancor più la cosiddetta "primavera araba" o come la cacciata di Saddam Hussein o quella di Gheddafi -sto semplificando e mettendo tutto insieme anche cose piuttosto diverse, ma voglio solo rendere l'idea-); alla fine qui spesso (Gheddafi e Saddam) è stato imposto artificialmente un cambiamento -che si sperava democratico-, ma alla fine forse i popoli si ritroveranno peggio di prima, ed in vari stati quelle che sono state salutate come rivolte antidittatoriali, magari favorite dall'occidente, porteranno al potere integralisti islamici ancor più dittatoriali. Lo stesso si applica all'economia: teoricamente l'euro è un bene, ma la realtà è diversa e varia. Se costringi uno studente così così ad andare in una scuola molto rigida e severa, lui probabilmente verrà bocciato il primo anno, poi ritenterà il secondo e verrà bocciato nuovamente, quindi lascerà perdere ed uscirà dal sistema scolastico quasi analfabeta; lo stesso studente invece, in una scuola meno rigida, anche se non facilissima, riuscirà a diplomarsi e ad essere almeno alfabetizzato: certo, non sarà mai Einstein, ma almeno saprà leggere e scrivere, invece nel sistema rigido restava analfabeta. Lo stesso è per l'Italia: non è possibile imporre ad un paese, diciamocelo francamente per usare una espressione di Antitrader, di cialtroni, un sistema tedesco; è vero che il sistema tedesco teoricamente sarebbe migliore, ma in pratica porterà alla sciagura. Cioè l'euro poteva anche andare ma bisognava trovare un sistema più flessibile, un sistema anceh adatto ai Porci; è come sulla tomba di quel tizio dove stava scritto che stava bene ma per stare meglio adesso si trova lì. Lo stesso sono certe "cure" imposte al nostro sud o in altri paesi arretrati: alla fine il rimedio è stato peggiore del male, anche perché spesso i rimedi guardano ad aspetti macro, mentre spesso quello che è più importante sono gli aspetti micro. Cioè sono state applkicate teorie macro bellissime in posti e situazioni dove invece esse in pratica hanno poi portato solo sciagure. Ad esempio nella scuola, se i docenti si mettessero ad appicare in maniera rigida alcune delle più recenti teorie didattiche e pedagogiche avresti un peggiramento della scuola ancor più accentuato di quello attuale: sì perché quelle sono solo teorie, sulla carta belle ma... in pratica inapplicabili e talora addirittura nocive. L'emblema massimo di tutto ciò è l'attuale governo dei "professori" (ma credo che sia anche il canto del cigno del sistrma teorico-professorale, di cui altra incarnazione è Prodi...): magari saranno anche nella maggior parte dei casi gente onesta, ma mi sembra che spesso questi non conoscano la realtà, vivano in mezzo a teorie e basta: è sufficiente osservare Monti, quando parla mi sembra la teoria che esce dal libro, poi sembra quasi non avere emozioni, ha il difetto che alcuni dicono che hanno molti professori, i quali sono entrati a scuola a 6 anni (alle elementari) ed ora a 60 e passa anni ancora non ne sono mai usciti (infatti prima si sono diplomati e poi laureati, sempre restando a scuola, poi hanno iniziato ad insegnare all'università o alle superiori e quindi sono sempre restati a scuola..., cioè hanno vissuto insegnando teoria...).

 

  By: manx on Domenica 11 Dicembre 2011 11:36

è come nel pugilato , alcuni sono pesi massimi , quando sali sul ring e sei un peso Welter è meglio che incontri un peso Welter . Soprattutto è un casino se al campionato dei Welter si presenta qualcuno con l'etichetta welter ed è un peso massimo . Il valore della moneta ti indirizza al campionato di tua competenza , se vuoi giocare nella moneta dei pesi massimi e non lo sei finisci KO. La storia del vantaggio del consumatore con L'Euro forte che paga meno la benzina non è completa. Se fabbrichi dei pantaloni a 40 euro e trovi lo stesso pantalone fabbricato fuori euro a 25 compri quello e risparmi. Però la fabbrica dei pantaloni a 40 euro chiude . Hai disoccupati , sussidi statali, pil in calo , e quelli che rimangono col lavoro accetteranno di essere sottopagati pur di mantenerlo. E' la stessa cosa della delocalizzazione , hai prodotti che costano meno ma alla fine tutti possono sperare di fare solamente gli impiegati pubblici o i camerieri , perchè non conviene aprire attività in Italia . Alla fine si verrà sottopagati e da 1000euristi si finirà 600euristi . Anche i pantaloni da 25 euro ti sembrano cari. Se vendi tu i pantaloni a 25 euro-lire perlomeno lavori. Fra l'altro la benzina con l'euro costerebbe meno , ma lo stato per sopravvivere alla fine la tassa e la fa pagare come se fossimo con la lira svalutata. Alla fine la scelta è : giocare nel campionato dei Pesi Massimi , se ce la fai bene , se non ce la fai però muori , oppure : scendere di livello nel campionato dei pesi medi , ma sopravvivere e lavorare . Che poi se si è un peso medio perchè ostinarsi a spacciarsi per peso massimo se non lo si è . Casomai se proprio si vuol vincere meglio dire in giro di essere un peso mosca ed essere un peso medio , specie se tutti barano. Barare all'insù è ridicolo

i tassi di interesse applicati alle aziende: - gufoseduto  

  By: gufoseduto on Domenica 11 Dicembre 2011 01:54

mi dispiace ma devo parzialmente dissentire sul discorso del dott. GZ sui tassi di interesse applicati alle aziende: le banche (ad eccezione di questo ultimo mese in cui sta capitando di tutto in senso negativo) per quanto riguarda le linee di credito a favore delle aziende hanno quasi sempre adottato il sistema del merito di credito (ora sostituito dal rating calcolato dai software) e posso garantire che a merito di credito elevato corrispondeva l'applicaizone di un tasso di interesse molto basso, anche perche' quando piu' banche si trovano sulla piazza un'azienda affidabile con elevato merito di credito fanno a gara fra di loro per accaparrarsela (come cliente) a suon di tassi e condizioni via via sempre piu' bassi/competitivi e questo le aziende buone lo sanno e minacciano spesso di chiudere il conto ed andare da un'altra banca; in altre parole le aziende buone hanno loro il potere negoziale, e le banche, essendo in area euro, avevano (oramai dico avevano) un buon margine di negoziazione grazie ai tassi bassi, sia t.u.s. che quelli dei BTP. Quello che dice lei, dott GZ, e' vero quindi solo in parte, ossia quando ci si riferisce alle piccolissime aziende artigiane (poi mi direte: e grazie! il pil in italia lo fanno le piccole imprese...ma io sopra alludevo comunque ad aziende non enormi, diciamo dai 15 dip. in su) con una manciata di dipendenti e con magari un business oramai superato o circondato dalla concorrenza: allora li si che le banche hanno sempre fatto le cattive, applicando tassi alti, euro si euro no. Un'altra cosa che vi ostinate a dire e' che con un cambio sopravvalutato del 30% non riusciremo mai ad esportare...faremo la fine dell'argentina quando era agganciata al dollaro che non esportava nulla, mentre il brasile col cruzeiro esportava di tutto... Beh, che dire, e' ovvio! ma diciamo che io come consumatore preferisco l'euro perche' ho piu' potere di acquisto, pago meno il gas, la benzina, le auto straniere, i cellulari e tutto quello che importiamo oltre a poter andare in ferie all'estero (cosa riservata all'elite quando c'era la lira...) Per il discorso esportazioni mi chiedo come fanno i giapponesi ad esportare con uno jen cosi' forte? e la germania? non ha forse anche lei l'euro? Poi parliamoci chiaro: non posso esserci nel mondo tutte valute deboli: la svalutazione e' relativa sempre ad una controparte, ci sara' sempre una valuta forte ed una debole, non puo' esistere il concetto di valuta debole in senso assoluto! Piuttosto: guardiamo dentro casa nostra se i compiti gli abbiamo fatti bene: com'e' il costo del lavoro in italia? ve lo dico io: altissimo. Perchè?: soprattutto per la tassazione elevata sulle imprese, per la bolletta energetica elevata, oltre ad altri fattori che per mancanza di tempo e voglia non sto qua a scrivere. Quello che voglio dirvi e' che potremmo recuperare quel 30% di penalizzazione sul cambio rispetto ad altre nazioni esportatrici tramite una ottimizzazione del costo del lavoro, p.es. Ma soprattutto, e non ne parla mai nessuno, il vero problema e' la eterogeneità dei sistemi produttivi: quando circa 10 anni fa abbiamo avuto l'ingresso nel WTO della Cina, a nessuno e' venuto in mente il discorso della "par condicio" ossia: per poter entrare in un commercio mondiale bisognava avere delle regole mondiali, non locali: e' questo il vero problema, ekkekaz! e' assurdo che da noi le aziende produttive debbano essere sottoposte ad una marea di vincoli (ambientali-sociali-salariali, ecc.) mentre in Cina sfruttano l'ambiente in maniera selvaggia e la forza lavoro senza ritegno... e' ovvio che a queste condizioni ci starebbe sul serio un ritorno al medioevo, cioè come dice il dott GZ RIPRISTINARE i DAZI!!!

 

  By: manx on Sabato 10 Dicembre 2011 18:01

non so se ce l'ha con me , ma il Tus lo riferivo rispetto al risanamento finanziario del debito italiano . Quello che è sotto mira in questo momento è la sostenibilità del debito e quindi il mercato ci chiede il 7% anche se siamo nell'Euro , che quindi non ci serve come protezione anche se gira questa favola. Se avessimo risanato le finanze statali nel 1997-2001 avremmo avuto un tasso basso anche se fuori dall'euro . Per le esportazioni il fatto che siamo nell'Euro , come mettevo nel primo post col grafico di Nomura , ci penalizza del 30% perchè siamo sul mercato con la moneta tedesca invece che quella nostra , che sarebbe valutata dal mercato a 0,97 vs dollaro e non a 1,34

 

  By: lutrom on Sabato 10 Dicembre 2011 18:00

Queste cose che dice, ZIBORDI, sono purtroppo vere (e semplicissime da capire, se non si hanni i paraocchi ideologici). Ma, secondo lei, quanti anni passeranno prima che queste cose vengano comprese dal popolo e soprattutto qualche politico inizi a cambiare le cose nella direzione da lei indicata??