DEFLAZIONE E DEBITO

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: gianlini on Lunedì 04 Aprile 2022 09:07

Io sarò approssimativo, ma tu non capisci mai quando devi leggere una affermazione dietro le righe e non prenderla per letterale.

Almeno Willis ha capacità di immaginazione. Tu sei legato al più pavido conservatorismo.

 

Xtol, Putin prima ha detto di volere pagamenti in rubli, poi gli hanno spiegato che non era possibile e allora ha cambiato versione inventandosi il pagamento sul conto della Gazprombank a Mosca. 

Dove hai trovato l'ennesimo articolo che rigira la frittata per dimostrare lla presunta ignoranza dei leader europei vs la saggia intelligenza di quelli russi?


 Last edited by: gianlini on Lunedì 04 Aprile 2022 09:26, edited 4 times in total.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: XTOL on Lunedì 04 Aprile 2022 09:06

A questo punto però occorre spiegare molto bene alle persone alcune cose essenziali, perché di certo nei prossimi giorni saremo investiti da quantità di menzogne e stupidaggini che scorreranno al posto del gas: il diniego di pagare in rubli è solo una questione di puntiglio voluta dagli Usa che così sacrificheranno gli europei per la loro sporca guerra alla Russia condotta peraltro anche trasformando l’Ucraina in carne da cannone.
Innanzitutto la richiesta russa di pagamento in rubli, sotto tutti gli aspetti  non è affatto un a violazione contrattuale. Forse Draghi non conosce bene le questioni bancarie, visto che si è rivelato un bugiardo e un totale incompetente in qualsiasi materia, ma gli stati europei messi nella lista nera continueranno comunque a pagare in euro i quali  solo successivamente verranno cambiati in rubli. L’essenza della questione, per chi non lo abbia compreso, vale a dire tutta l’informazione ital italiota o comunque i leader europei a cui Putin ha dovuto spiegare le cose per iscritto e nel modo più elementare possibile affinché persino il cancelliere tedesco Olaf Scholz, riuscisse a comprendere il senso dell’operazione, la cui raffinatezza e semplicità sfugge ai dementi occidentali. Il governo russo non sta esattamente chiedendo un pagamento diretto in rubli per il gas . Quello che Mosca vuole è che i pagamenti vengano effettuati alla Gazprombank in Russia, e non su un conto Gazprom in qualche istituto bancario nelle capitali occidentali e che dunque i pagamenti siano fatti dentro la giurisdizione russa. Questo perché altrimenti i conti potrebbero essere facilmente sequestrati o congelati dagli sfrontati rubagalline della Ue che peraltro lo hanno già fatto.  Gazprombank venderà la valuta estera – dollari o euro – depositata dai propri clienti alla Borsa di Mosca e la accrediterà su diversi conti in rubli. In pratica significa che per gli operatori cambia solo il conto di riferimento e questo di certo non è una violazione contrattuale. Quanti giorni ci metterà Draghi a capirlo?

le magliedilana sono teste di cazzo che sacrificano le vite altrui nella speranza di guadagnare spiccioli di sopravvivenza


 Last edited by: XTOL on Lunedì 04 Aprile 2022 09:06, edited 1 time in total.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Lunedì 04 Aprile 2022 09:01

"Gianlini> Quando eravamo la quinta potenza mondiale ce ne fregavamo altamente delle risorse dell'Urss."

 

Sei il solito approssimativo. Parli senza sapere cosa dici. Tutti i gasdotti che abbiamo oggi risalgono al tempo dell'URSS. Furono sviluppati negli anni '70. Più o meno ai tempi delle domeniche a piedi, quando ci misero l'embargo del petrolio. 

 

E oggi consumiamo molt più gas degli anni `70.

 

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: pana on Lunedì 04 Aprile 2022 09:01

our avendo il rublo sovrano la fertility rate della russia e' bassa..

crisi demografica

Russia's Demographic 'Crisis': How Real Is It? | RAND

"quello che impariamo dalla storia è che non impariamo nulla dalla storia" Otto Von Bismark

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: lmwillys1 on Lunedì 04 Aprile 2022 08:55

c'è anche il Giappone che rifiuta di suicidarsi economicamente

https://www.askanews.it/economia-estera/2022/04/01/tokyo-non-lascer%c3%a0-progetti-energetici-in-russia-pn_20220401_00018/

gli imbecilli siamo solo noi europei

il destino gramo di anglosassoni ed europei è ormai segnato

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: gianlini on Lunedì 04 Aprile 2022 07:41

Cmq con la Russia sta si e no il 30 % del PIL mondiale, non il 50.

Sono le nazioni dove agli attuali valori dei prezzi delle commodities prima o poi scoppiano rivolte e disordini sociali.

Forse è per quello che sperano di ottenerle a prezzi scontati o di girarcele lucrandoci sopra.


 Last edited by: gianlini on Lunedì 04 Aprile 2022 07:50, edited 2 times in total.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: gianlini on Lunedì 04 Aprile 2022 06:34

"L'Occidente ha portato...."

.Diciamo esattamente l'opposto, Gano.

Io dico che è Putin che deliberatamente ha voluto creare una tensione sufficientemente alta da tornare ad una maggiore importanza (almeno supposta) del rublo per restaurare l'Unione sovietica.

Che le sanzioni avessero di mira il valore del rublo è una caxxata! Ma chi mai le ha messe per il rublo?? Caso mai potrebbe essere una conseguenza ma chiunque navighi sui mercati del Forex sa che il valore di una moneta è fortemente indipendente da fattori scontati. Ad aver la meglio sono influssi di breve, la speculazione, le chiusure delle posizioni preesistenti, domanda o offerta creata artificiosamente dalle BC.... insomma...niente che sia prevedibile realmente a priori.

Soprattutto quando hai come controparte una BC, nel breve può succedere di tutto.

Quando eravamo la quinta potenza mondiale ce ne fregavamo altamente delle risorse dell'Urss. Torneremo a quella situazione. Non ho dubbi.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Lunedì 04 Aprile 2022 02:08

Gianlini> "ivi compresa la centralità per l'economia del rublo. La quotazione in rubli è ormai irreversibile."

 

Guarda che è quello che scrivevo l'altro giorno. L'Occidente ha portato la guerra su un terreno minato, quello finanziario. Ma è un rischio grosso portare un attacco finanziario al magazzino del mondo. Specialmente se hai un buon 50% del PIL mondiale (Cina, India, Sud America ed Africa) che non ti segue, perché ti vuole sfilare quelle commodities che prima erano riservate a te. 

 

In tempo di pace, se tutto il mondo è d'accordo, crei tutte le costruzioni che vuoi per dare valore ad una valuta. Dopo Bretton Woods  abbiamo dato valore a carta colorata. Ma è un valore convenzionale. In tempo di guerra, quando questa convenzione si rompe, una valuta vale solo se ha un sottostante. Un tempo era l'oro, ora più dell'oro sono le commodities. Una valuta ha valore se può comprare queste commodities. È stata questa la centralità del dollaro dal dopoguerra ad oggi. Ora le cose stanno cambiando rapidamente. È sicuramente un periodo storico molto interessante.

 

Ed è interessante anche l'Arabia Saudita che con la Cina ora tratterà il petrolio in yuan. Il tempismo è sospetto. 

 

E il rublo che si rafforza, ora, era una cosa che nessuno si aspettava. Evidentemente non ci avevano pensato. Fanno cascare le braccia. 

 

Per l'Europa, aver messo le sanzioni alla Russia potrebbe essere stato un errore letale.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Lunedì 04 Aprile 2022 01:33

La Russia non ci lascia senza gas nella convinzione che dopo l'onda popolare per le sanzioni, queste -almeno da parte europea- con la fine della guerra in Ucraina saranno presto dimenticate, e i contratti tutti rinnovati e anche espansi. Non troveremo mai infatti gas a buon mercato come quello russo, e dovendo competere con Cina e Stati Uniti finiremo per dimenticarci il passato e ritornare al gas russo.

 

Mi chiedo se dal punto di vista della Russia, ma non del nostro, ovviamente, non sarebbe più conveniente invece rovesciare il tavolo e lasciarci ora senza gas.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Lunedì 04 Aprile 2022 01:15

> ivi compresa la centralità per l'economia del rublo.

 

L'obiettivo delle sanzioni se non sbaglio era quella di far crollare il rublo... Invece non solo il rublo non crolla ma scoppia l'inflazione da noi. 

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: gianlini on Domenica 03 Aprile 2022 23:37

Ganzo il Magnifico on Domenica 03 Aprile 2022 21:22

L'Occidente è unito!

Slovakia agrees to pay for Russian gas in rubles

----------------------

Mi sto sempre più convincendo che Putin abbia proprio in mente di restaurare per intero lo status dell'URSS pre-Gorbaciov, ivi compresa la centralità per l'economia del rublo.

La quotazione in rubli è ormai irreversibile.

E Gano ciancia pure di alleanze con Mosca!

 

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: antitrader on Domenica 03 Aprile 2022 23:00

Che Zeus ti fulmini ! Stupidissima capra webbete di un magonzo.

 

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Domenica 03 Aprile 2022 21:22

L'Occidente è unito!

 

Slovakia agrees to pay for Russian gas in rubles

The country cannot afford to lose its major supplier

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: gianlini on Domenica 03 Aprile 2022 20:44

Ma cosa c'entra che siano bianchi e/o cristiani??

Si sono evoluti verso una mentalità molto diversa dalla nostra, politica, sociale, comportamentale. 

Molto piu asiatica che europea. 

La Siberia" in mano ai cinesi" (classica frase ad effetto alla Gano)  non cambia niente per l'Europa. Già ora gli europei non controllano direttamente nessuna risorsa naturale. Ma, al contrario dei russi, hanno una struttura politico-economico-sociale che garantisce benessere e capacità di produrre beni, servizi e prodotti che chi detiene le materie prime è ben contento di avere in cambio di ciò che può venderci.

Certo, la sfida lanciata da cinesi e russi è quella di farci cambiare questa mentalità aperta e policroma. Qui è lo scontro.

Omologare Europa e Russia da parte di uno che vive sua sponte in Svezia, patria della socialdemocrazia progressista, è davvero il colmo.

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 03 Aprile 2022 20:51, edited 2 times in total.

Re: DEFLAZIONE E DEBITO  

  By: Ganzo il Magnifico on Domenica 03 Aprile 2022 20:14

I russi sono bianchi e cristiani come noi. Come diceva un generale, amico anche di Prodi, i russi da noi dopo una generazione sono italiani con un cognome un po' strano.  

 

I russi per forza vendono a indiani e cinesi, se noi gli mettiamo le sanzioni. Cosa dovrebbero fare? Hanno bisogno di rimpiazzare la valuta che gli abbiamo congelato. Diciamo che indiani e cinesi si stanno dimostrando più intelligenti di noi, non mettendo sanzioni e comprandogli energia, alimentare e materie prime. O forse non hanno i governanti a libro paga di Washington.

 

O forse tutte e due.  

 

La Siberia, con tutto quello che contiene, in mano ai cinesi per noi vorrebbe dire la fine.