Fine mercato toro

Ma avete visto quello che succede ai titoli italiani ? Sembra di essere nel 2002 - gz  

  By: GZ on Lunedì 19 Novembre 2007 13:58

Ma avete visto quello che succede ai titoli italiani ? Sembra di essere nel 2002

 

  By: Esteban on Venerdì 31 Agosto 2007 13:30

Ciao Norton, "In Cit Group e American Capital a muoversi sono stati invece addirittura i Ceo" ^CIT Group closed its mortgage unit this week, while Lehman Brothers closed its own last week. Mortgage companies that specialize in low-quality mortgages are either going out of business (London-based HSBC) or struggling (California-based Countrywide).#http://www.biiwii.com/guest3/ewi1.htm^

 

  By: GZ on Venerdì 24 Agosto 2007 20:11

il petrolio e l'oro e il resto delle materie prime stanno salendo quindi questo ingrediente manca, l'oro è appena partito un ora fa la FED NON taglierà i tassi, specie dopo i dati di oggi il Nasdaq è sopravvalutato perchè costa sui 27 volte gli utili e soprattutto i titoli guida come Apple, Amazon, Google, Rimm sono sui 50 volte gli utili la parte dell'economia mondiale forte sono le infrastrutture non la domanda di consumi e il tech è per due terzi consumi di elettronica, cina, india brasile, arabi ... investono molto ma in cose tipo energia, elettricità, porti, aereporti, cargo, acciaierie, navi, missili, carri armati ed aerei, trattori, dighe.. impianti di desalinizzazione e disinquinamento, centrali nucleari ed elettriche

 

  By: giovanni on Venerdì 24 Agosto 2007 19:19

per GZ Visto che ha lanciato segnali short sul settore tecnologico gradirei una sua opinione su questo intervento (da Minyanville) proprio sulla possibilità che se oltre la metà delle ipotesi sottostanti si realizzasse potremmo assistere ad una overperformance del settore rispetto al resto del mercato Saluti 1. The next year's M&A activity is led by the tech rich Nasdaq stocks, which have the best balance sheets, loads of cash, strong free cash flow and strong EPS growth. 2. Tech sector EPS growth will either lead or be one of the top three performing sectors over the next few quarters. 3. Furthermore, the tech sector will have positive EPS growth in a market where a greater number of firms will experience decelerating earnings growth. 4. Broadcom (BRCM) and other chips companies become performance leaders among a strong Nasdaq backdrop. 5. AT&T (T) finally embraces a more Fios-like service and materially increases spending on both the wireline and wireless network infrastructure over the next couple years. 6. One or more deals are announced in the networking space. 7. Retail sales for consumer related tech will remain fairly strong. 8. Apple's (AAPL) new Mac lineup and OS are hits and surpass expectations. 9. One or more of Google's (GOOG) next four quarters will be like Research in Motion's (RIMM) last quarter, helping to boost GOOG's share price past $625. 10. Even though brick and mortar retail sales remain mixed to muted, eBay (EBAY) and Amazon (AMZN) maintain online sales momentum, emphasizing the bifurcated economic conditions. 11. A large private equity deal gets announced in the tech sector. 12. Gas prices drop another 10-20% at the pump. 13. Microsoft (MSFT) gets its M&A groove on in a material way, leading to the stock posting multiple quarters of out-performance versus the S&P 500. 14. A GOP candidate starts showing some strength and draws into a question a certain Democrat victory for president. 15. The Halo 3 launch is very successful, reigniting sales of the new gaming consoles, gaming peripherals and materially increasing bandwidth usage over certain networks. 16. The prices of copper and the "other" commodities fall as much if not more than oil. 17. The price of oil goes back to $55 or lower. 18. The Fed cuts rates 75-125 bps over the next year. 19. Both Microsoft and Cisco (CSCO) trade in the $35-40 ranges for part of the next year. 20. The bandwidth constrained world feels more of a pinch: Verizon (VZ) and AT&T both experience solid or increasing rates for their wireline business services. Global Tier 1's also benefit. This also funnels down into more specialized high-bandwidth providers and fuels additional but more rational capex spending in fiber, core/edge networking, long haul, storage and commercial based server/computing sales. 21. Valuations finally start expanding in the tech sector after more than half a decade of valuation compression.

il Lato Umano dei traders - gz  

  By: GZ on Mercoledì 22 Agosto 2007 21:46

Sempre sul tema "il Lato Umano dei Mercati Finanziari", ecco qui un altro caso di vittima dei recenti violenti sconquassi Un top trader di derivati a Londra questo mese era così concentrato e stressato che ha completamente dimenticato di avere lasciato la Maserati nuova parcheggiata in centro e avendo accumulato migliaia di sterline di multe per sosta vietata e multe di "congestione del traffico" (a londra paghi ogni giorno che entri in centro in auto) se l'è vista vendere all'asta ``Ero distratto dal cedimento del mercato...' ------ Hedge Fund Manager, Intent on Market, Misses Maserati (Update1) By David Clarke and Brian Lysaght Aug. 21 (Bloomberg) -- Bertrand Des Pallieres, founder of the SPQR Capital LLP hedge fund, said he was so focused on the swings in financial markets that he didn't notice his 80,000- pound ($160,000) sports car had been impounded by London authorities. The 39-year-old, who quit Deutsche Bank AG in April to set up the fund, said in a telephone interview he amassed ``thousands of pounds'' in fines from unpaid congestion-charge fees and taxes. Authorities seized the blue Maserati Cambiocorsa in late May. Des Pallieres didn't realize it had been taken until this month. ``I was distracted by the market turmoil,'' said Des Pallieres, who doesn't use the car during the week because he can walk to his office in the St. James's district of London in 15 minutes. ``My assistant at Deutsche Bank used to take care of the road tax.'' The car was seized because the owner hadn't paid U.K. annual vehicle tax, said a spokeswoman for Transport for London. Des Pallieres had a total of 65 congestion-charge fines and ``lots'' of parking tickets in addition to the unpaid tax, the Evening Standard reported earlier today. The Maserati has been held in a lot with space for 400 cars in White City, west London, operated by NCP Services, which manages impound lots for the government. `Among the Wrecks' ``It's very unusual we have a car of this kind of value,'' said Tim Cowen, a spokesman for NCP Services. ``It's out there in the open among the wrecks. They're death traps basically that we want to get off the road.'' Typically, owners have up to two weeks to claim their car after it has been towed, said Cowen. Unclaimed cars are scrapped or sold at auction. Because this car was so valuable, the Driving and Vehicle Licensing Agency had trouble finding dealers who could handle the sale, Cowen said. The Cambiocorsa's 4.2-liter engine gives it a top speed of 177 miles an hour (285 kilometers an hour) and power to move from zero to 62 miles an hour in 4.9 seconds, according to the carmaker's Web site. ..

 

  By: Sir Wildman on Mercoledì 22 Agosto 2007 18:36

Adesso sulla CNBC ho sentito finalmente uno che prima di aprire la bocca accende il cervello. Concordo con lui al 100%. Primo, ha detto che la FED non deve "bail out" chi si incasina con le sue mani, a meno che non ci sia un pericolo per l'economia reale. E fin qua, niente di nuovo, opinabile o meno. Poi finalmente e' arrivato al cuore del problema. Un taglio dei tassi serve a poco o niente. Perche'? Perche' il vero problema e' un problema di comunicazione. Non e' che non ci sono i soldi, semplicemente non ci si prende il rischio di prestarli dal momento che non e' chiaro chi e' nella cacca e chi no. Questo e' il problema. Non si conosce l'esposizione degli istituti. Se si risolvesse questa questione ci sarebbe una normalizzazione del tutto senza manovre pericolose di altro tipo e fortemente inflazionistiche. Se io prestatore, so chi e' ben messo e chi e' messo male, non ho problemi a prestare i soldi a quello che e' ben messo. Viceversa, se non so chi ha in pancia queste perdite non presto a nessuno qualunque siano le condizioni perche' il rischio e' troppo alto. Questo e' il vero nodo da sciogliere per la fed e per il governo. SI deve conoscere chi ha perso cosa.

sono messi male in Giappone - gz  

  By: GZ on Mercoledì 22 Agosto 2007 18:06

secondo me sono messi male in Giappone, se leggi le trimestrali delle grosse come Sony o Toyota un terzo dell'utile dipendeva dal cambio svalutato dello Yen che ora sta salendo, i tassi li tengono allo 0.5% anche questo mese che è ridicolo e se guardi il settore piccole e media imprese che non esporta molto tipo il ^JOF#^ famoso che seguivamo molto nel 2004 è un disastro da 19.00 è sceso a 10.00 un -47% Comunque è l'indice di borsa più sgonfio del mondo, magari lo compri sui 10.5 qui ti risale anche di un 30%, è un indice di settore che contiene mille società piccole giapponesi

sono messi male in Giappone - gz  

  By: GZ on Mercoledì 22 Agosto 2007 18:05

 

  By: Moderator on Mercoledì 22 Agosto 2007 14:33

alla fine mi pare che dipendiamo dal Giappone , dal loro cambio e dai loro tassi. Che intenzioni hanno questi qua ?

 

  By: GZ on Mercoledì 22 Agosto 2007 03:59

era per Gianlini che diceva che andando contro il carry trade ci aveva rimesso l'equivalente di una porsche, qui c'è gente che poi invece stando dentro al carry trade alla fine ci ha lasciato lo yacht i mercati finanziari sono pieni di casi umani del genere, è questo che li rende interessanti

 

  By: Trading Online on Mercoledì 22 Agosto 2007 03:08

Sì è da un po' che l'ha messa in vendita e sembra che non si sia limitato solo allo yacht e ogni bene in vendita ha sempre la parola "carry" in comune. A fare gli spiritosi ogni tanto ci si rimette, in fin dei conti c'era una storiella simile mi sembra anche nel libro Soros su Soros se non sbaglio su investimenti di società petrolifere.

 

  By: Trading Online on Mercoledì 22 Agosto 2007 03:06

Sì è da un po' che l'ha messa in vendita e sembra che non si sia limitato solo allo yacht e ogni bene in vendita ha sempre la parola "carry" in comune. A fare gli spiritosi ogni tanto ci si rimette, in fin dei conti c'era una storiella simile mi sembra anche nel libro Soros su Soros se non sbaglio su investimenti di società petrolifere.

"Positive Carry" messo ora in vendita - gz  

  By: GZ on Mercoledì 22 Agosto 2007 02:18

Prime conseguenze economiche della liquidazione di posizioni sui derivati, le borse e il "carry trade" sulle valute Voi magari non ci pensate, ma dietro a queste liquidazioni improvvise sui mercati poi ci sono dei casi umani, gente in carne ed ossa con una famiglia da mantenere che ora perde ad esempio....... ^lo yacht "Positive Carry", messo ora in vendita#http://www.iyc.com/featured_yachts.cfm?mn=1^ dal gestore del Capital Market’s Horizon Fund, John Devaney, che ha dovuto chiudere il fondo essendosi bruciato con questo trade dello Yen e Neozelandese, il poveraccio si vende la barca che aveva intitolato al "carry trade" e ora i suoi bambini dovranno andare in spiaggia

stanno sotto sotto comprando tonnellate di opzioni sugli indici - gz  

  By: GZ on Venerdì 27 Luglio 2007 21:53

Se si chiudesse a questi livelli di volatilità che si vedono qui alle 20 oggi l'S&P 500 avrebbe una volatilità implicita nelle opzioni (cioè in pratica un "costo" delle opzioni) che è la più alta da settembre 2003 Da allora il mercato sia azionario che dei bonds e dei cambi ha goduto di un periodo straordinario di bassa volatilità e quindi basso rischio Sembra che questo periodo sia finito perchè qui stanno sotto sotto comprando tonnellate di opzioni sugli indici

 

  By: Fortunato on Mercoledì 18 Luglio 2007 00:53

Verissimo Parigino, ma ovviamente i "predati" fanno bene ad accettare il cash, poi tutti avranno bisogno estremo di coloro che hanno intascato dai "predatori"(?), d'altronde come si fa a rifiutare un'offerta generosa; sta alla base di qualunque business. :-)))) Fortunato