La Reconquista ( migrazioni e demografia )

 

  By: SpiderMars on Domenica 30 Gennaio 2011 23:19

l'elitè plutocratica mondiale --------------------------------- le elite plutocatrica è come l' Araba fenice rinasce sempre il casino è un pò che è scoppiato.

 

  By: giorgiofra on Domenica 30 Gennaio 2011 13:01

Qualche tempo fa scrissi un post in un forum in cui si discuteva della possibile terza guerra mondiale. La mie tesi era che la terza guerra mondiale sarebbe stata quella tra i poveri di tutto il mondo e l'elitè plutocratica mondiale. Quando si tira troppo la corda prima o poi si spezza. Quando la consapevolezza che siamo tutti vittime di una immane truffa si diffonderà tra la gran parte della gente, allora ne vedremo delle belle.

 

  By: xandre on Domenica 30 Gennaio 2011 12:15

ASPETTA CHE MI MI TOCCO I MARRONI .

 

  By: antitrader on Sabato 29 Gennaio 2011 23:53

La rivoluzione egiziana sembra avere successo. Dopo tocchera' esportarla (la rivoluzione) proprio a quelli che gli vogliono esportare la democrazia da decenni. Il cancro della corruzione e del malaffare non ha piu' limiti ne confini, tutto il mondo cosiddetto democratico e' in avanzata metastasi, solo una rovoluzione planetaria e proletaria puo' mettere le cose al loro posto e porre fine anche alla vergogna planetaria dell'emigrazione diventata uno schifoso smercio di carne da macello. E' ora! E' ora! po-te-re a chi lavora!

 

  By: gianlini on Mercoledì 26 Gennaio 2011 12:22

poche immagini rendono l'idea del cambiamento del mondo come questa, secondo me Il net - Il giudice di net sistema il sensore sulla rete durante gli Australian Open a Melbourne (Ap)

 

  By: gianlini on Martedì 25 Gennaio 2011 10:42

per il momento e per quanto riguarda ad esempio Milano, le enclavi di italiani si sono formate solo fuori città in zone tipo Milano 2, Milano 3, Carimate, Venegono superiore, Monza Parco l'ho postato proprio qualche settimana fa, a Milano la zona con maggior presenza di stranieri è centralissima, fra viale Bligny, Corso Italia e Porta Vittoria, quella che ne ha di meno è il molto periferico Gallaratese il centro di Trento non ha niente da invidiare al centro di Arezzo o di Ferrara, l'architettura è assai bella e si tratta solo di "stili differenti", la tenuta dei prezzi del centro di Milano e Roma non è data dalla bellezza delle case ma dalla dimensione economica che ha fatto sì che crescessero entrambe di parecchi milioni di abitanti, assicurando sempre al centro città una presenza sufficiente di gente danarosa, ma in città dove la demografia è stabile questo non è avvenuto, la famosa Porta Palazzo a torino è praticamente in centro città e dal punto di vista architettonico non è peggio nè meglio del resto della città

 

  By: Gano* on Martedì 25 Gennaio 2011 10:26

di essermi confrontato con Gano sull'argomento, stante il fatto che secondo lui gli immobili dei centri storici sarebbero stati l'oggetto di acquisti preferenziali rispetto al resto, mentre secondo me sono ovunque tranne nelle grandissime città, a forte rischio deprezzamento ------------------------------------------------------------------------------------------- Non finisci il discorso Gianlini. Il riferimento non e' "agli immobili dei centri storici" in generale ma "agli immobili di centri storici di citta' d' arte". Trento per quanto bella non e' una citta' d' arte. Lo sono invece per esempio Firenze, Siena, Roma e Venezia. Nei centri storici di queste citta' dove gli appartamenti ti costano da 8.000 euro il mq in su, gli unici immigrati che trovi sono gli americani e i giapponesi (di quelli ricchi pero' ora che lo yen non costa piu' un gran che'). Dappertutto avrai sempre di piu' zone residenziali che diverranno enclavi, isole felici destinate a costare sempre di piu' e zone destinate a costare sempre di meno. In Italia come enclavi felici hai per es. le citta' d' arte, ma in America hai altre realta' come Manhattan a New York, grazie ai suoi centri finanziari, che la rendono inavvicinabile a chiunque non abbia un reddito di almeno 200.000 dollari l' anno o il centro storico di Boston. Queste situazioni creano circoli virtuosi in alcune citta' e circoli viziosi in altre. D' altronde le citta' in cui vivrei in Italia sono Firenze, Siena, Arezzo, Via Condotti/Piazza di Spagna a Roma, forse la zona Duomo di Milano e forse Bergamo alta e Como perche' pur gravando economicamente sull' Hinterland Milanese sono fuori dalla bassa padana. Oppure nel Chianti o in Franciacorta, ma li' ti ci vuole almeno una villa palladiana con cantina e cento ettari di vigna. Tanti altri posti non mi vengono in mente. Se finisce il fenomeno mafia e si risollevera' economicamente potrebbe essere il meridione d' Italia un posto interessante dove vivere in futuro.

 

  By: gianlini on Martedì 25 Gennaio 2011 09:32

c'è da sperare che certi figli di stranieri (parlo in particolare di rumeni, ucraini ed albanesi) trovino la voglia di integrarsi come italiani senza fare troppe storie; di aspetto sono sufficientemente simili e di abitudini non troppo dissimili dalle nostre da non creare automaticamente dei gruppi a sè stanti dato che nel novero degli stranieri contano per il 30-40 % circa forse la stima di Zibordi, corretta nei numeri, sarà meno "prepotente" negli esiti a proposito di questo e del mercato immobiliare, mia sorella che deve pre-iscrivere la figlia alle medie a Trento, si è un po' informata e le hanno tutte sconsigliato la scuola statale più vicina a casa (in zona molto centrale) perchè molto problematica lato comportamento, con episodi di bullismo, risse, ecc.ecc. Infatti più della metà degli scolari sono stranieri e la cosa si riflette in un clima molto pesante. Mia sorella era molto stupita perchè pensava che un po' come a milano gli immigrati fossero in periferia e invece a trento, come in tante altre città medio-piccole gli immigrati si concentrano nel centro (spesso non hanno la macchina ed è per loro molto più comodo), basti pensare a Brescia, a Torino, a Genova o a REggio Emilia ad esempio. Ricordo di averne già parlato e di essermi confrontato con Gano sull'argomento, stante il fatto che secondo lui gli immobili dei centri storici sarebbero stati l'oggetto di acquisti preferenziali rispetto al resto, mentre secondo me sono ovunque tranne nelle grandissime città, a forte rischio deprezzamento

 

  By: antitrader on Martedì 25 Gennaio 2011 03:11

sic stantibus rebus, non ci puoi fare piu' proprio in c....! Adesso io non so se si tratta di un fenomeno negativo o positivo, pero' fa specie che il tutto sia avvenuto in contemporanea allo strapotere dei padanari. Stasera vedevo tosi da Gad Lerner. Ma rob de matttt!!!! ue', ma ce ne fosse uno giusto!!!! Ciao ragazzi!

l'ANNO DEL SORPASSO - GZ  

  By: GZ on Martedì 25 Gennaio 2011 00:00

Nonostante l'esempio dato dal presidente del consiglio (5 figli, due mogli, una scia di amanti casuali dai tempi della Dellera in giù, dozzine di ragazze di tutti i generi) sulla falsariga del Duce la natalità cala ancora in Italia Specialmente al Sud che ora fa (leggermente) meno figli del nord, 1.3 Sicilia contro 1.4 Lombardia ad esempio, ma ovviamente questo perchè ^in Emilia e Lombardia ad esempio il 30% circa dei figli nasce da donne straniere#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^ Nel Nord in realtà la popolazione autoctona, indigena italiana, dovrebbe ridursi a 15-20 milioni dai 30 milioni attuali in 25-30 anni ? Perchè la natalità degli italiani del Nord è di 1.2 figli da due generazioni e se fai dei calcoli rimane stabile fino a circa la terza generazione e poi improvvisamente collassa. La prima generazione con natalità a 1.2 figli non ha molto impatto perchè si vive fino a 80 anni e neanche la seconda, cioè il numero di giovani e adulti si dimezza ma gli anziani nati quando si facevano 2 figli di media sono ancora tutti vivi. Ma dopo tre generazioni che si fanno solo 1.2 figli in media invece di colpo si apre il buco nero e dalla quarta ne muiono almeno il doppio di quanti ne nascono e la popolazione precipita verso l'estinzione Simultaneamente hai che ^nel 2000 le nascite da immigrati erano 35mila e oggi sono già 104mila#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^, per cui aumentano circa del 15% l'anno (se ricalcoli indietro da 104mila a 35mila su 10 anni il tasso di crescita....). A livello nazionale sono 104 mila su 550 mila nati all'anno in Italia, un 20% e concentrato al Nord e a Roma L'anno scorso ^gli stranieri residenti o cittadini sono aumentati di 330 mila (dati ufficiali)#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^, di questi 1/3 sono appunto i nati di cui sopra, dal che si deduce che ne sono arrivati 200 mila (più forse 30 o 40 mila illegali non registrati nelle statistiche) Se fai due calcoli, tenendo fermi 200-250mila arrivi e partendo da 104 mila nati (che aumentano in funzione della popolazione straniera di circa il 15% l'anno per cui in 10 anni diventeranno 300mila nati l'anno circa) arrivi che: da circa 5 milioni che sono ora 1) in 10 anni diventeranno 10 milioni, 5 milioni + 2.5 milioni di nuovi arrivi + 2.5 milioni di nuovi nati, diciamo nel 2020 2) in 20 anni diventeranno 16 milioni, da 10 milioni nel 2020 + 2.5 milioni di nuovi arrivi + 3.5 milioni di nuovi nati (Questa è una stima prudente e sbagliata probabilmente per difetto. Ho assunto che il ritmo di arrivi dall'estero di stranieri adulti rimanga stabile: in realtà data la legge sui ricongiungimenti famigliari il numero di stranieri che legalmente possono entrare aumenta continuamente, perchè ogni nuovo cittadino può trovare moglie all'estero e portarla o portare i genitori. Inoltre ho assunto che il ritmo delle nascite rallenti anche tra gli extracomunitari e dal 15% annuo di incremento di nascite totali straniere l'anno (che tiene conto anche dell'incremento e non solo della fecondità) si scenda al 10% annuo Quindi tra 20 anni il numero di stranieri in Italia può essere dai 15 ai 20 milioni di persone, concentrati al 90% a Roma, Napoli città e poi nel Nord+Toscana (marche ed umbria mi sembrano poco frequentate da immigrati). Diciamo che l'80% probabilmente finirà al Nord Tra 20 anni nel Norditalia quindi avrai intorno ai 15 milioni di stranieril, su una popolazione totale di 30-35 milioni di persone, cioè quasi metà italiani e metà stranieri. E tutto fa pensare che le tendenze attuali rimangano invariate anche dopo, per cui l'anno del "sorpasso", quando gli italiani diventeranno IN MINORANZA AL NORD SIA INTORNO AL 2035-2040

California - GZ  

  By: GZ on Domenica 23 Gennaio 2011 02:31

Un ^documentario appena uscito sulle gang di Los Angeles#http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=KFa3MtODqcA#!^ e in particolare la guerra tra le gang messicane e afroamericane. Il sindaco stesso di LA Villaragosaa stima che i membri delle gang solo a LA siano 40mila. Si vede come mentre prima erano le gang afroamericane come i Bloods e Crisp che si combattevano tra loro, ma ora è un conflitto per linee razziali, ci sono zone di Los Angeles in cui i neri non possono attraversare una strada ad ogni ora del giorno perchè le gang "latinos" girano in auto armate per sparare a chi attraversa il confine. Nelle prigioni poi devono tenerli separati per razza ora per evitare bagni di sangue Dato che ora circa il 40% della popolazione è messicana o ecuadoregna o guatemalteca e il 10% afroamericana a Los Angeles nei quartieri dove arrivano i messicani e attecchiscono le loro gang i neri finiscono in minoranza e cercano di andaersene. Negli anni '70 quando invece arrivavano dal profondo sud in massa facevano andare via i bianchi, ora tocca a loro essere spinti via. L'America è insomma un esempio da imitare di "melting pot", come raccontano i corrispondenti di Repubbica e del Corriere tipo Guglielmo Zucconi o Ennio Carretto, scrivendo dal quartiere superprotetto e benestante da cui non si muovono mai per evitare di incontrare più di dieci messicani alla volta (quella che gli fa da domestica è OK, ma i suoi cugini o figli magari non è prudente) Un esempio tra i tanti dei benefici dell'immigrazione imposta dall'elite globalista che vive protetta a Malibu e Brentwood e non sa nemmeno dove abitino i messicani che gli tengono il giardino e la casa in ordine. La bancarotta è inevitabile degli USA: pensa alla Cina o Corea dove tutti rigano dritto e lavorano come muli, memtre in California spendono risorse enormi per tenere a bada le guerre razziali tra gang. Hanno circa 300mila persone in carcere in California, quanti in tutta l'Euoropa occidentale, in uno stato di 38 milioni di abitanti e sono carceri moderni, a regola d'arte costosi, con personale pagato bene, soprattutto i poliziotti sono pagati dai 100 ai 200 mila dollari lordi l'anno. Poi ci sono le legioni di guardie private, dove abitavo io ne pagavamo una perchè girasse in bici di notte avanti e indietro per la nostra strada (West Hollywood). Poi l'esercito degli assistenti sociali per la rieducazione e le masse di avvocati. Secondo me tra carcerati, guardie, personale delle giustizia, polizia e assistenti sociali vari il 10% lavora nel settore ordine pubblico e giustizia penale Questo buco nero del crimine razziale li sta mandando in bancarotta perchè a differenza del Brasile trattano molto bene sia l'esercito del personale giudiziario e poliziesco statale addetto che i carcerati e accusati e gli costa cifre folli alla fine. Se ci metti anche i costi per Afganista, Iraq e 200 basi militari USA si mangiano forse il 15% del PIL della California. Ma consumare miliardi per guerre, guerre di gang, crimine e disadattati non ti fa vincere la concorrenza asiatica Salta il primo minuto che è un trailer, ^è in cinque parti#http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=KFa3MtODqcA^.

 

  By: antitrader on Sabato 22 Gennaio 2011 20:26

L’ipotesi di aumentare i contratti finanziati dallo Stato e di riconvertire i piccoli ospedali. In Italia mancheranno 20 mila medici Più pensionati che nuovi ingressi. E il governo vara il Piano sanitario. ---------- Questo e' un altro indicatore del degrado prodotto negli ultimi 17 anni. Gli indigeni nemmeno i medici vogliono piu' fare, evidentemente lo considerano un lavoro troppo faticoso. Del resto con i modelli proposti negli ultimi 17 anni cosa ti aspetavi??? Molto meglio fare la escort, il gigolo', o l'esperto della comunicazione (vale a dire l'imbroglione!). In Inghilterra dove il degrado inizio' prima che da noi (durante l'era della cameriera di reagan) i medici li importano dall'estero. Da noi pero' c'e' un piccolo problema: un medico rumeno mica e' cosi' idiota da venire a lavorare in italia???? Per chi non lo sapesse: le retribuzioni nei paesi dell'est per le qualifiche elevate sono gia' superiori a quelle italiane. Un ing. neassunto alla IBM Bucarest prende 2000 euro netti al mese, qui a Segrate li vede col binocolo! Ma rob de mattt!!!

 

  By: pana on Giovedì 20 Gennaio 2011 09:42

ottima notizia, certi comportamenti vanno puniti... GB: LONDRA VIETA A PASTORE TERRY JONES INGRESSO NEL PAESE (AGI) Londra - La Gran Bretagna ha vietato l'ingresso nel Paese al pastore americano Terry Jones che alla vigilia dell'11 settembre scorso annuncio' di voler bruciare alcune copie del Corano provocando allarme in tutto il mondo per le possibili conseguenze. Jones era stato invitato a partecipare a una manifestazione organizzata dal gruppo di estrema destra English Defence League (EDL). L'Edl aveva poi ritirato l'invito, ma il pastore integralista aveva annunciato di voler comunque recarsi a Londra per organizzare un altro evento. .

"quello che impariamo dalla storia è che non impariamo nulla dalla storia" Otto Von Bismark

 

  By: shabib on Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:27

il problema e' che gia' abbiamo i nostri delinquenti e se non si vaglia bene chi entra in questo paese ne avremo altri anche peggiori perche' sono delinquenti per natura , per indole atavica , abituati a delinquere e sfuggire alle leggi dello stato centrale , per cui quei delinquenti lo sono piu' in maniera efferata dei nostrani. non credo che abbiano neanche timore della pena di morte , perche' c'erano abituati .... ah gia' noi temiamo i grandi squali perche'non ce ne sappiamo piu' sbarazzare , mentre le miriadi di stupratori , assassini , ladri , rapinatori col nostro buonismo del casso li perdoniamo...auguro loro lo STALIN dei tempi migliori e una grande purga dal piu' piccolo in su : se questo non accadra' la debole italia diverra' la piu' esposta di tutta europa alla criminalita' internazionale. e tralascio di citare casistiche e cronaca per dimostrare quanto incidano sul crimine italiano

 

  By: Esteban. on Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:21

"abbiamo voluto importare i peggio delinquenti dall'est ?" Gli è giunta voce che in Italia a chi ruba gli danno un premio ... E se magari ti va male e finisci in galera, essendo questa frequentata amche da politici, prima o poi ti arriva l'Indulto "previtis" e ti rimettono in libertà ... Dalle loro parti li bastonavano e li mettevano a lavorare in siberia a pane e acqua ...