Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: Bullfin on Giovedì 05 Giugno 2014 11:19

Bulfin io non sono tronfietto sono semplicemente e felicemente ARROGANTE. E con molta puzza sotto il naso direi... morphy Bene, son contento per te :)) (ora capisco perchè ti è simpatico Caterina... :)).

 

  By: caterina on Giovedì 05 Giugno 2014 10:59

I mercati non hanno avuto quello che volevano di più ( il QE sui bonds statali e sugli ABS ) e ....festeggiano brindando con la coca-cola. Hobi

 

  By: Trucco on Giovedì 05 Giugno 2014 07:35

L'inflazione (che Zibordi non tarderà a mettere in discussione e su cui ha già scritto un migliaio di post) che dovrebbe derivare dalla creazione di moneta ex novo, entro certi limiti, non è però un male. L'alternativa, che abbiamo visto dal momento in cui l'inflazione è sparita, sono 120.000 fabbriche italiane in meno, o se preferisci il 25% di fabbriche in meno. Con l'inflazione elevata per lo meno eravamo un paese florido, in crescita, con elevati tassi di risparmi, e oserei quasi aggiungere anche felice. P.S. Zibo togli l'ora di New York dai post altrimenti sembra che ci siano degli svitati che scrivono commenti alle 5 di mattina.

 

  By: caterina on Giovedì 05 Giugno 2014 07:27

"In democrazia se lo stato di indebita come quello italiano per 2mila miliardi pagando 3mila miliardi di interessi in trentanni non puoi lamentarti come scrive Attalì, perchè è stato deciso democraticamente. Per cui i debiti decisi democraticamente (dai partiti... ma insomma eletti tramite elezioni) sono pienamente legittimi." Certamente : tutto democratico e legittimo. Peccato che sia sbagliato . Le parti in causa ,responsabili della decisione ,e cioè la classe politica ed i cittadini, ,lo fanno in palese conflitto di interessi. La classe politica tende all'elezione per ottenere il potere ed a tal fine offre prebende al cittadino elettore. . Il cittadino elettore tende a godere delle prebende trasferendo la rogna alle future generazioni. Come si risolve il problema visto che non si può certo rinunciare al sistema democratico ? E' molto semplice. Scrivendo nella carta costituzionale che ci deve essere il pareggio di bilancio. E' curioso come sia sancito in costituzione che le leggi fiscali non siano sottoponibili a referendum tra i cittadini( spero di non dover spiegare il perché )ma che non sia parimenti vietato alla classe politica di fare deficit di bilancio. In pratica il dettame costituzionale impedisce che la pancia del cittadino possa mettere becco in materia di leggi fiscali,ma non pone limiti all'interesse della classe politica di promettere mari e monti ai propri cittadini con danno delle generazioni future. Conosco già la prevedibile obiezione . Se invece di fare debiti stampo moneta ...le cose le faccio gratis. Geniale,veramente geniale a condizione di dimenticare che la moneta immessa EX NOVO ed EX ABRUPTO è un claim (che prima non c'era) contro tutta la ricchezza nazionale! Difficile ? Forse,ma non è certo colpa mia la scarsità di certi QI. Hobi

 

  By: Trucco on Giovedì 05 Giugno 2014 07:27

Morphy ma sono sinonimi!

 

  By: Morphy on Giovedì 05 Giugno 2014 07:03

Bulfin io non sono tronfietto sono semplicemente e felicemente ARROGANTE. E con molta puzza sotto il naso direi... morphy

 

  By: Moderatore on Giovedì 05 Giugno 2014 06:31

[morphy]...La democrazia è un concetto che oggi mostra i suoi limiti per cui inevitabilmente si andrà verso una società tecnocratica dove sul ponte di comando siederà una elite con una forte cultura scientifica e sotto starà il popolo a munnezza. Non sarà una questione di colore della pelle ma sarà una questione di QI.... ---- #i# « Quand on a accepté de s’endetter, surtout dans les pays démocratiques […], quand les démocraties s’endettent, il fauten payerle prix,c’est-à-dire qu’il fautrembourser.Il faut rembourser. On a beau manifester, la dette elle est là, on l’a faite de façon démocratique, si on veut bien croire à la démo… Faut la, faut la rembourser».#/i# (Jacques Attali, France 24, 11 novembre 2011, dal libro della LePen, pag 54) Come dice Attalì (l'eminenza grigia di Mitterand e dei socialisti per 20 anni), quando una democrazia si indebita paga i debiti perchè sono stati decisi democraticamente, questo è il suo bello, che più di altri sistemi si indebita e poi paga rate e interessi... La democrazia parlamentare, all'interno di un economia globalizzata in cui gli stati nazionali non contano più molto, è il sistema in cui è più facile far accettare l'indebitamento della popolazione. C'erano articoli su una nuova ^proposta di lavori pubblici in California finanziati con un emissione di bonds al 5%, che viene sottoposta ora a referendum e in cui il costo è per due terzi quello del finanziamento#http://ellenbrown.com/2014/06/01/infrastructure-sticker-shock-financing-costs-more-than-construction/^. L'articolo notava che il costo del lavoro della costruzione alla fine sarà solo un terzo del costo totale, perchè un bond che paga il 5% per 30 anni fa triplicare il costo finale del progetto. Ma se passa con un referendum (come succede in America per i lavoro pubblici a livello locale finanziati con bonds) poi sei a posto! Il popolo bue ha votato di far triplicare il costo dei lavoro pubblici finanziandoli con debito (invece che facendo creare moneta). In democrazia se lo stato di indebita come quello italiano per 2mila miliardi pagando 3mila miliardi di interessi in trentanni non puoi lamentarti come scrive Attalì, perchè è stato deciso democraticamente. Se il sistema bancario si mette a erogare credito a go-go per venti anni di fila riempendo di mutui e crediti la popolazione anche qui è stato fatto legalmente in base a leggi votate democraticamente. Per cui i debiti decisi democraticamente (dai partiti... ma insomma eletti tramite elezioni) sono pienamente legittimi. Nei regimi autoritari invece si rischia che i debiti che si cumulano tramite l'interesse composto in modo esponenziale ad un certo punto non vengano pagati, sia perchè c'è meno rispetto delle leggi formali, sia perchè si rischia che ad un cambio di regime non si riconosca la legittimità delle decisioni prese prima, sia proprio perchè non è nell'interesse dell'elite far indebitare l'intero paese a beneficio largamente di istituzioni finanziarie internazionali Nei regimi autoritari se ne sbattono, proprio perchè il loro potere viene dalla forza mischiata magari alla demagogia populista, non hanno interesse a indebolire il proprio paese economicamente. L'esempio più evidente è la Cina che ha un elite autoritaria che però fa di tutto per rafforzare economicamente il paese nei confronti degli altri. In un regime autoritario chi comanda ruba e approfitta magari direttamente per se e i suoi in vari modi, ma il suo destino è legato a quello della nazione, il suo potere si basa su quel singolo paese dove ha preso il potere, non su una network finanziaria internazionale. Oggi i politici eletti come Monti, Letta, Renzi basano il loro potere sull'appoggio mediatico, politico e finanziario (vedi Draghi che oggi deve aiutarli...) di istituzioni internazionali e della grande finanza globale. Per cui mettono in secondo piano gli interessi della produzione, commercio, agricoltura del paese e privilegiano il "pagare il debito", la "spread" sui mercati e "la reazione dei mercati"

 

  By: Bullfin on Giovedì 05 Giugno 2014 05:46

Sai Acmen che non l'ho letto come l'hai letto tu. E' vero che Morphy è un po' tronfietto, ma poi ha detto una cosa vera. il messaggio che sottende è che la massa è capra...ed è vero basta vedere le ultime elezioni. Poi sul fatto che faccia il figo posso testimoniare invece che è una persona di una totale disponibilita'. Oserei dire quasi paterno. Una volta li mandai una mail di richiesta di spiegazioni, fu esauriente e mi porto' tantissimi elementi concreti.

 

  By: Morphy on Giovedì 05 Giugno 2014 05:45

Gian mio papà, che era del 31, quando aveva 5 anni veniva svegliato alle 4 di notte da mio nonno per andare nel bosco a far legna per rivenderla (non avevano il becco di un quattrino). Così gli ha lasciato in eredità solo la voglia di lavorare. E questa è l'eredità che lascerò a mio figlio, sempre che il buon Dio me lo permetta (a parte qualche immobile che ho la sensazione sarà solo fonte di casini per lui). Almeno per quanto riguarda gli studi a questi ragazzotti bisogna dargli dei calci nel sedere. Devono pedalare. Gian se ci tieni spendi 2 lire e mandala a lezione. Un consiglio: negli studi pretendi sempre il massimo da lei (mai di meno del massimo). Come ricompensa lasciagli un sacco di libertà. morphy

 

  By: Acmen on Giovedì 05 Giugno 2014 05:37

Devo però dire che questa smaccata superiorità intellettuale genera parecchio rispetto. ................................. Devo dire che se ha preso da lei è messo male...! altro che superiorità dopo un post del genere ma del resto non è il primo di questo acume intellettivo...! un post più insulso, becero, arrogante e scurrile solo chi rispecchia la metafora di Pinocchio può scriverlo, infatti chi è abituato alla bugia si lascia lusingare dal Gatto e la Volpe...! ora dopo il Gatto e la Volpe mancava Pinocchio ora abbiamo scoperto chi è...!

 

  By: caterina on Giovedì 05 Giugno 2014 05:31

Il buon Draghi ha opzioni ...per un gran range di boiate pazzesche . Il tassi negativi sarebbero da applicarsi a riserve libere che ammontano a poco più di un centinaio di miliardi di Euro. L'ordine di grandezza è quindi 250 milioni di E. di maggior costo per il sistema bancario europeo ad un tasso dello 0,25%. Certo potrebbe abolire la riserva obbligatoria( altro centinaio di miliardi ) e desterilizzare gli acquisti di titoli di stato fatti da Trichet( poco meno di un altro centinaio di miliardi ). Se decidesse invece di comprare bonds statali o ABS con sottostante prestiti a piccole/medie imprese ,i mercati finanziari brinderebbero. Ma solo i mercati finanziari perché solo loro si avvantaggerebbero a scaricare assets sul bilancio BCE. Hobi

 

  By: antitrader on Giovedì 05 Giugno 2014 04:34

Se oggi il buon draghi non dovesse annunciare la madre di tutte le stamperie vien giu' anche il colosseo. Si son create troppe aspettative e se porta solo i tassi a 0.1 gli arriva addosso una sciacquata paurosa.

 

  By: gianlini on Mercoledì 04 Giugno 2014 17:25

morphy....poco fa ho saputo che mia figlia, a 3 gg dalla fine della scuola, oggi ha preso un bel 4 in matematica.... così potrà passare l'estate a studiare....tu dove abiti, che la mando da te? (mi sembra che tu abbia un buon approccio....;))

 

  By: Bullfin on Mercoledì 04 Giugno 2014 16:20

La democrazia è un concetto che oggi mostra i suoi limiti per cui inevitabilmente si andrà verso una società tecnocratica dove sul ponte di comando siederà una elite con una forte cultura scientifica e sotto starà il popolo a munnezza. Non sarà una questione di colore della pelle ma sarà una questione di QI. Bellissimo il post di vita vissuta di Morphy. Non nego che molti tratti mi ci vedo. Un'osservazione che ho riportato sopra. Purtroppo nelle aziende il QI non è molto ben visto. a) i titolari sanno che gli costi un occhio e preferiscono il diplomato che costa poco al laureato che ti gira i conti e ti analizza i derivati...insomma preferiscono essere inculati dalle banche che dai dipendenti :))), 2) i colleghi ti vedono come una minaccia e o ti sabottano o se prima erano lavativi iniziano a farsi il kul e pure a lavorare di sabato....almeno qualcosa di positivo indirettamente il QI fa. va beh.

 

  By: gianlini on Mercoledì 04 Giugno 2014 13:52

complimenti Morphy io ho proprio avuto il problema contrario...la mamma di mia figlia ha fatto di tutto perché fosse una capretta....