Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: long on Martedì 12 Luglio 2011 01:07

Oh, Ok, giusto... sono senza famiglia questa settimana quindi dimmi tu dove e quando che ci sono (l'ho persa solo con te eh.. nel caso ci siano altri, solo per la precisione...) Anchio sono senza famiglia, li ho mandati tutti all'estero, fra un po' faremo scoppiare la grande RIVOLUZIONE, siamo pronti a tutto, chiamami quando vuoi, io non ho problemi per la sera, poi ti arruoleremo nelle legioni... POCHI SGUARDI NOBILI.. VEDRAN L'AURORA!

 

  By: Alexan on Martedì 12 Luglio 2011 01:04

...effettivamente... una rivoluzione la vedo dura, il popolo è troppo sornione. L'unica speranza è proprio il CDS (Colpo di Stato).

 

  By: GZ on Martedì 12 Luglio 2011 01:01

Oh, Ok, giusto... sono senza famiglia questa settimana quindi dimmi tu dove e quando che ci sono (l'ho persa solo con te eh.. nel caso ci siano altri, solo per la precisione...) ------------------------------------------ Personalmente non ho nessun esigenza di colpo di stato come spiegavo, per carità, ma ragionando in astratto e obiettivamente e immedesimandomi un attimo nei panni di chi lavora nei call center e simili... non so, ma di soluzione per i problemi dell'Italia in questo contesto ce ne sono zero ora. Per cui viene in mente che nei paesi sudamericani o anche in Grecia anni fa e altri posti, incluso da noi, quando non vedi sbocchi, quando la volontà della maggioranza non viene consultata sulle questioni che contano... e in più arriva una crisi finanziaria vera e una depressione economia... in queste situazione si sperava in qualcosa di radicale e in qualcuno, inteso proprio come una persona, che prendesse in mano la situazione

 

  By: alberta on Lunedì 11 Luglio 2011 23:54

Ci son di quei piiirla in giro..... A cominciare dal Ministro della Complicazione.... che apre una filiale dei ministeri a.... Monza.... http://www.corriere.it/economia/11_luglio_10/calderoli-annuncio_4b15fd5a-ab37-11e0-a2e7-98abda3c461e.shtml Come direbbe quella macchietta di E. Montesano. molto piitorescou... http://www.youtube.com/watch?v=eGpJ0nJ8A5M

 

  By: fultra on Lunedì 11 Luglio 2011 23:13

Alexan dopo tutti questi anni di fanfarate dei politichesi (sì perchè i politici son altra cosa e merce rara in Italia) pensi ancora che la nostra pletora politica ( tutta nessuno escluso,in quanto è il sistema ,il come è costruito che non va, in pratica presa una poltrona diventano automaticamente figli di re ) sia in grado di cambiare più del 5% , mentre sarebbe da cambiare almeno il 51% ????? ad essere ottimisti eh !

 

  By: Alexan on Lunedì 11 Luglio 2011 22:53

Zibordi che spera in un colpo di stato??? Lo sconforto è così tanto? Ne hai proprio le scatole piene? Forse è il caso di farsi un giro in val di Susa? - non sto scherzando - E' l'unico posto dopo ho respirato una vera aria di desiderio di cambiamento, non il solito venticello momentaneo. Quella terra è un autentico laboratorio sociale.

 

  By: long on Lunedì 11 Luglio 2011 21:50

Long tu che sei il mago dei grafici, bello questo grafico del Credit Default Swap sul Debito Pubblico (BTP, CCT, BOT) italiano no ? Con la mia boccia di cristallo ci leggo una tazza con manico rialzista che proietta su di altri 100 punti Mi hai tirato in ballo e visto che ho un po' di tempo ti rispondo, solo perche' sei tu, intanto ti RICORDO CHE ANCORA MI DEVI PAGARE UNA CENA, DI UNA SCOMMESSA PERSA L'ANNO SCORSO, SE VUOI REPLICARE, ACCETTO SCOMMESSE SUL DEFAULT DELL'ITALIA, anche se siamo governati da DEMONI MALEDETTI, destra e sinistra, ho pregato che muoiano tutti presto, rimango convinto di quello che ho sempre scritto, L'ITALIA NON FARA' DEFAULT, SE ACCETTI, SCRIVILO QUI!

 

  By: Trucco on Lunedì 11 Luglio 2011 19:34

certo però che uno non può neppure godersi le meritate vacanze al mare che ti scatenano uno tsunami sul debito pubblico.

 

  By: Trucco on Lunedì 11 Luglio 2011 19:33

GZ: "Inoltre occuparsi di mercati finanziari che sono globali e a Chicago, New York, Singapore, Hong Kong o Francoforte e Londra fa sì che tu sia indifferente a quello che succede nei dintorni di dove abiti" - - - - - beh, per ora, ma già sembrava Tremonti accettasse di seppellire vivi gli scalper (poi il santo dello scalping ha risparmiato loro la tassa o fissato bollato dello 0.05%) però io ho come la sensazione che allo stadio finale del tentativo di salvataggio, specialmente se subentra un governo tecnico, partiranno delle sorprese per noi che finora siamo stati effettivamente lasciati tranquilli, i trader intendo. si potrebbe alzare la tassazione del capital gain ottenuto su titoli compravenduti entro un lasso di 12 mesi al tot%, si potrebbe ... (sono tornato indietro e ho cancellato le possibili idee per timore che qualche funzionario o tecnico sia in ascolto, non vorrei suggerire il modo per farmi fuori!)... devono solo trovare il modo di identificare quello che vive di trading o comunque ci prospera, come fosse una professione, e poi lo mettono a reddito come tutti gli altri. Per fortuna che la categoria è sparuta quindi magari non genererebbe grossi introiti, infatti quando hanno pensato di tassare l'attività di trading al 35% hanno pensato esclusivamente alle banche, come fossero le uniche... speriamo noi si passi inosservati, perché io di andare via dall'Italia, a differenza dei familiari di Zibordi, non ne ho nessuna voglia. - - - - - - GZ: "Solo il casino creato da questa intraprendente zoccolona della Guinea è costata al contribuente americano milioni di dollari..." Certo che Zibordi a volte tocca delle vette di spassosità che neanche a Zelig - - - - - - Giovanni BG: "Ho visto le slide di cui Lei parla. Alcune cose sono vere altre oggettivamente sono un po' frutto di preconcetti e idee naif su cosa è l'Italia" purtroppo per lo più hanno colto nel segno, anche se poi gli USA ci avrebbero pure i loro begli affaracci da farsi... non so voi, ma a me la cosa che ha suscitato più dispiacere è stato il fatto di scoprire che per colpa della nostra scarsa offerta occupazionale pare che persino tutti gli immigrati clandestini tunisini siano scappati in Francia.

Hanno un bel coraggio a criticare l'Italia dagli Stati Uniti - Moderatore  

  By: Moderatore on Lunedì 11 Luglio 2011 17:16

Gli Stati Uniti sono certamente messi peggio dell'Italia, per il semplice fatto che === >ALLA TESTA DELLA PIRAMIDE hanno un elite famelica e spregiudicata che si mangia una fetta di reddito nazionale enorme (i CEO USA che prendono dai 20 milioni di dollari l'anno in su, i banchieri e trader vari di Wall street. Goldman, Morgan ecc... che hanno scavato un buco nell'economia per arricchirsi, i professori di economia e affini che guadagnano tutti mezzo milione minimo facendo i falsi consulenti per banche e multinazionali e giustificando sempre Wall Street in tutto, i medici tutti con Porsche e BMW che di media guadagnano 350mila dollari ma spesso anche un milione spingendo ogni procedura, test e farmaco costoso perchè hanno una % su tutto, i 30mila lobbysti di Washington, la ricca burocrazia federale dove pagano 3-400mila dollari agli amici e mogli dei politici per lavori ridicoli come "liason con la comunità dell'ospedale"... In larga parte questa elite NON è americana nel senso che si identifica con l'economia e mercato globale e non con il proprio paese e la propria gente, che spesso disprezza come il "fly-over-country" ("il paese su sui sorvoli", andando da S. Francisco a New York a LOs Angeles a Miami a Chicago ma sempre in volo senza mai visitare cosa c'è sotto) Ma non è corretto solo parlare di loro, perchè gli USA sono messi peggio anche perchè === > alla BASE DELLA PIRAMIDE ...hanno ora un 35-40% della popolazione che proviene etnicamente dal terzo mondo, Africa, Sudamerica, Messico, Medio Oriente, Filippine, Pakistan... per cui hai la donna della Guinea che fa domanda di visto raccontando che le hanno massacrato la famiglia e stuprata in gruppo ecc.. coese tutte falso, ma imparate a recitare a memoria da una cassetta registrata che ha comprato da gente specializzata nel farti avere il visto e poi mente dicendo di avere 2 figli (ne ha solo uno) e riceve assistenza gratis e casa sovvenzionata. Si sistema e va subito a prostituirsi con Strauss-Khan, che ricatta per soldi creando un caso internazionale. Per "proteggerla" durante l'incriminazione la mettono in albergo a spese dello stato e lei usa la stanza per prostituirsi anche li. Solo il casino creato da questa intraprendente zoccolona della Guinea è costata al contribuente americano milioni di dollari in spese processuali inutili C'è la zia di Obama, ^Zeituni Onyango#http://abcnews.go.com/Blotter/wireStory?id=11690106^, di cui lui sembra non sapesse niente che arriva dal Kenia per conto suo a Boston e le viene negato l'asilo dal giudice. Ovviamente non significa che se ne vada in quanto clandestina e anzi trova subito anche lei posto nelle case popolari sovvenzionate e vari assegni sociali e di assistenza perchè mille o millecinquecento dollari se arrivi dal terzo mondo in USA oggi non si negano a nessuno. E fanno sì che milioni di persone in giro per l'Africa, Asia, Sudamerica e Medio Oriente studino a memoria queste cassette registrate con storie inventate ad uso dell'Immigrazione USA. Sicuramente questa Onyango sarà una buona persona, ma ^importare africane anziane che hanno bisogno di sussidi e assistenza sociale#http://michellemalkin.com/2009/12/01/who-is-subsidizing-obamas-illegal-alien-aunt-besides-taxpayers-that-is/^ non è una ricetta per battere Singapore in competitività. Sabato c'era la storia del venezuelano clandestino che ^dovrebbe essere rimpatriato ma dichiara di essere gay#http://www.metafilter.com/105135/No-Deportation-for-Henry-Velandia-Yet^ e vivere con un cittadino americano che va a sposare in un altro stato. Anche se nello stato in questione non c'è il matrimonio gay legalizzato l'Immigrazione allora lo lascia stare. Per cui ora in tutto il terzo mondo sanno che basta dichiarsi gay e trovare uno disposto a sposarsi con te (che non implica vivere assieme figli e simili) e resti in America Ci sono i due ^irakeni Waad Ramadan Alwan e Mohanad Shareef Hammad#http://www.courier-journal.com/article/20110531/NEWS01/305310071/2-Iraqi-refugees-indicted-terrorism-charges-Kentucky?odyssey=mod|mostcom^ che in Iraq hanno commesso attentati contro soldati americani, hanno le loro impronte e li ricercano. Ma fanno domanda di visto e in quanto terroristi irakeni l'Immigrazione li fa entrare senza problemi in USA e ci rimangono, fino a quando ora non vengono arrestati ora in Kentucky per terrorismo perchè si fanno notare a comprare missili Stinger terra-aria Tutta questa gente, e sono milioni a cui vanno inclusi i 40 milioni di ex-africani, non è molto produttiva se paragonata ai coreani, giapponesi, cinesi o tedeschi con cui l'America sarebbe in concorrenza, costa miliardi e crea tante complicazioni

 

  By: Giovanni-bg on Lunedì 11 Luglio 2011 13:29

Ho visto le slide di cui Lei parla. Alcune cose sono vere altre oggettivamente sono un po' frutto di preconcetti e idee naif su cosa è l'Italia. Ricordiamoci che gli americani hanno sempre un'ottica particolare per cui tutto ciò che non è conforme all'american life-style è sbagliato e fanno fatica a comprenderlo. faccio due esempi: 1) grande è bello piccolo è brutto. L'idea che le aziende piccole siano un motivo di debolezza è del tutto fuorviante. In realtà piccolo o grande va bene o no a seconda di cosa produci. Se fai auto devi essere grande per forza di cose. Per le produzioni titpiche italiane le aziende grandi non vanno bene. Ci hanno provato loro americani a fare aziende grandi per alcuni settori dove noi siamo forti ed è stato un disastro. Per esempio nella meccanica, nella moda, nel turismo, nell'agricoltura di qualità se fai un'azienda grande in poco tempo o ti metti a fare altro (ovvero cambi radicalmente il core business e la natura dei prodotti che fai) o vai male e fallisci. Questo perchè sono settori in cui le economie di scala non contano nulla e la flessibilità è tutto. 2) le banche. Certo le banche italiane potrenno andare male se l'italia collassa. Già potranno, perchè allo satto attuale sono molto più solide della media delle banche americane. Lo stesso per compagnie assicurative. Già è facile dimenticarsi di AIG, Enron, LB, e altre ancora. E si anche dimenticati che Fiat ha comrpato GM. Come al solito gli americani sono molto naif in queste analisi.

 

  By: alberta on Lunedì 11 Luglio 2011 03:30

Probabilmente "La prossima è l'Italia", ma è facilissimo mettere insieme 25 slide in cui si mette alla berlina la potenza Numero 1 del Mondo, che fra 20 giorni dichiarerà default, http://www.corriere.it/economia/11_luglio_10/debito-Usa-trattative-lagarde_aa4f9192-ab2c-11e0-a2e7-98abda3c461e.shtml?fr=box_primopiano gettando nel panico finanziario il modo intero, cosi sembra (ma stranamente mantiene un rating AAA), a causa del debito accumulato ed aumentato esponenzialmente negli ultimi anni (Record Assoluto Mondiale del G-8) ed anche della litigiosità fra maggioranza ed opposizione (che non si stanno occupando degli interessi del loro Paese, ma di conquistare il Potere ovvero di essere eletti o rieletti alle prossime consultazioni del 2012). Se Zibordi è d' accordo, possiamo mettere in Rete su CobraF queste 25 slide, che faranno impallidire quelle citate sul Tabloid di quart' ordine qui http://www.businessinsider.com/how-italy-got-to-be-such-a-wreck-2011-7 traducendole in Inglese a beneficio degli investitori di tutto il Globo....... oppure siamo troppo presuntuosi o, peggio, temiamo ritorsioni da parte dei soliti BIG player.... di cui nessuno osa fare il nome ????? Grazie per una risposta.

Chi è contento del Crac - GZ  

  By: GZ on Lunedì 11 Luglio 2011 02:23

Se l'economia italiana collassa stile Argentina (default, peso svalutato del -70%, inflazione al 20%...) in realtà chi si occupi solo di mercati finanziari, di valute, bonds, oro e azioni, vendite short, ETF in leva, opzioni e simili, se ha un minimo di competenza e resta calmo può beneficiare del tracollo Questo è un discorso serio: l'elite finanziari a Londra, New York, Ginevra, Zug, Francoforte, Singapore, Hong Kong per la natura stessa della sua attività, per il fatto che può approfittare dei crac, cedimenti e ribassi dei mercati, delle valute e del debito, è indifferente ai disastri economici. Anzi li promuove attivamente. A dire la verità esiste una abbondante letteratura, vedi gli ultimi scritti del nostro eroe Martin Armstrong o i libri usciti di recente sulla crisi e Goldman Sachs come ^quello di Gretchen Morgenson#http://www.martinarmstrong.org/files/Gretchen%20Morgenson's%20Book%2006-26-2011.pdf^ che dimostra che beneficia dei crac, default, criai e depressioni economiche (vedi questo ^ottimo sito dedicato al tema#http://www.deepcapture.com/^ oltre ovviamente ad esempio l'ultimo ^incredibile scritto dell'eroe Martin Armstrong#http://www.martinarmstrong.org/files/The%20Fate%20of%20Gold%20and%20Oil%20Front%20Runner%2007-04-2011.pdf^ che spiega come le tecniche che da sempre erano usate sui futures delle materie prime per manipolarle siano stato "importate" dagli anni '90 su tutti i mercati) Oltre agli speculatori finanziari puri esistono poi come è ovvio fior di investitori veri, con le spalle larghe, che non giocano tanto sul mercato dei future che si vede sugli schermi, ma comprano a poco prezzo società, beni, immobili e debito dopo che un crac e un panico li hanno deprezzati per pochi soldi. Questa gente sta ferma e pronta con i soldi veri in mano per intervenire quando sente odore di sangue sui mercati, come avvoltoi se vogliamo usare un immagine sfruttata. La percentuale della popolazione che vive di speculazione finanziaria da due secoli in qua viene accusata di approfittare dei crac e disastri finanziari e in genere viene accusta poi abbastanza correttamente come dimostrano gli arrichimenti degli ultimi due-tre anni alla faccia della "crisi" (record per il lusso, champagne, immobili di lusso, diamnanti e gioielli, aste di Sotheby....) Oggi giorno però in parte questa condizione di speculatore finanziario "cosmopolita" che se infischia del disastro economico intorno a lui perchè approfitta del crac dei mercati è accessibile a molti Personalmente ho vissuto all'estero per sette-otto anni e posso ritornarci facilmente, anzi in famiglia ci sono stranieri che spingono in quella direzione. Inoltre occuparsi di mercati finanziari che sono globali e a Chicago, New York, Singapore, Hong Kong o Francoforte e Londra fa sì che tu sia indifferente a quello che succede nei dintorni di dove abiti A differenza di un avvocato, notaio, albergatore, ristoratore, negoziante, imprenditore e in una certa misura anche dentista, insegnante o farmacista se stai a casa in campagna, senza nemmeno andare in ufficio, collegato a NY o Hong Kong, sei influenzato poco da quello che succede intorno a te, non ti accorgi neanche se c'è molto traffico in tangenziale. Basta che non ti rubino in casa, che funzi internet e che la scuola per il pupo sia decente e per il resto potresti abitare in Croazia, a Berlino, in Provenza, in California o in Brasile invece che in Emilia. Da un punto di vista strettamente personale ed egoistico quindi è nell'insieme è indifferente, anzi è meglio vedere apparire dei crac finanziari sui teleschermi (tra l'altro così molti trovano interessante quello che fai o che hai da dire, cosa che succede meno quando c'è il solito tran-tran e si interessano di sport o di vacanze) Da un punto di vista invece patriottico, di chi pensa anche al proprio paese, sono al punto che vedrei positivamente un colpo di stato militare vecchio stile o marcia su Roma, pur di vedere fatto qualcosa in Italia (cose non democratiche lo so bene). Comprendo ora finalmente come mai anni fa in Sudamerica o Grecia (e anche in Italia e Germania se non ricordo male in passato) ci sono stati tanti golpe, rivoluzioni o prese del potere stile colonelli greci e la maggioranza della gente era così stanca che li salutava con sollievo

 

  By: Nitro on Domenica 10 Luglio 2011 23:38

^Greek-German Spread #http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.GRGER10:IND^ ^ITALY 10 - GERMANY 10 SPREAD#http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.ITAGER10:IND^ ^ PORTUGAL 10 VS GERMANY 10 #http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.PORGER10:IND^ ^Irish-German 10Y Spread#http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.IRGERSP:IND^ ^SPAIN 10 YEAR - GERMAN 10 YEAR #http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.SPAGER10:IND^ ^FRENCH GERMAN 10-YR YIELD SPREAD#http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.FRAGER10:IND^

 

  By: alberta on Domenica 10 Luglio 2011 22:35

Grazie a chi ha messo il link per andare diretti sui Bloomberg CDS. Potevate scommettere alla pari, l' Italia e la Federazione Russa valevano uguale.... ......adesso è molto meno rischioso il 5Y Russo rispetto a quello italico...... http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=CRUSS1U5:IND A voi la scelta .... Anti forse voterebbe per Putin.....