Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Mercoledì 15 Gennaio 2020 02:47

Invece di scrivere le solite stronzate cane di mustafà, vai a vedere i deficit fatti dalla spagna mentre noi eravamo costretti all'avanzo primario; coglione!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 15 Gennaio 2020 00:46

Ostacolare l'auto elettrica perche', essendo molto piu' semplice da fabbricare (migliaia di componenti in meno),

impega meno mano d'opera e' un'idea alquanto bizzarra. Nella storia del capitalismo e' sempre successo che

intere categorie abbiano visto svanire nel nulla il loro settore lavorativo, successe per i contadini, gli artigiani

al dettaglio (una volta c'era l'arrotino), gli operai delle fabbriche, la classe impiegatizia (processo in corso) etc...

Insomma, se trovi il modo per coltivare le patate senza intervento lavorativo cosa fai? Ti opponi?

Se proprio quelli rimasti a spasso non han nulla da fare hai il salario di cittadinanza (che c'e' in tutta Europa),

e le patate grmogliano da sole.

Piuttosto i problemi derivano dalla cialtrneria endigena, basta guardare questo grafico semplicissimo e con

dati recenti.

la Spagna, ma anche il Portogallo, ci ha letteralmente polverizzati, e la causa puo' essere solo una, visto

che son due paesi piu' arretrati di noi, la causa e' la fauna che ha perso perfino il senso della vergogna.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 15 Gennaio 2020 00:20

Stavo pensando a questo (attenti). L'industria dell'auto è completamente COTTA. Lo dimostra il fatto che oggi puoi girare con un SUV tetesko al prezzo di un kilo di cipolle (mai visto tanti macchinoni in giro come negli ultimi 3 anni (li devono regalare per forza). Allora i politici marionette rimbambite (l'inversa dei Craxi) fanno il teatrino ecologico e ti impongono la rottamazione TOTALE delle auto attuali a favore di quelle elettriche (quelle cioè per deficienti). E tutti gli intellettuali, i maghi dell'informazione (ma anche i pezzaculisti) corrono su questa linea perchè il mondo è fatto così: i pecoroni ignoranti vanno a gruppo e hanno pure la meglio.

 

Poi hai quei due o tre illuminati, cioè quel manipolo di persone che tirano la baracca (si perchè le baracche pur grandi che siano son sempre mandate avanti da un gruppo sparuto di persone), che ti dicono che attualmente il modello di sviluppo ha delle crepe (cioè la tecnologia ci ha preso alla sprovvista e ci ha detto che abbiamo dormito sugli allori per troppo tempo). Prendiamo  Walmart, fattura il doppio di Apple e di Amazon (insomma un MOSTRoooo), con 2.3 milioni di dipendenti e 1/2 trilione di fatturato, il suo CEO Doug McMillon dice che se dovesse adottare tutte le tecnologie disponibili oggi, potrebbe licenziare il 90% dei suoi dipendenti. Cioè dovrebbe abbattare il pil USA di circa il 3% (si vede che han fatto i conti). Una catastrofe. Ovviamente l'amministrazione non glielo permette (ma è anche giusto).

 

Bene, ora ci sono i colossi delle auto teteske che parimenti dicono che se dovessero percorrere la via elettrica dovrebbero ridurre l'occupazione di una gran bel botto e questo significherebbe semplicemente la fine del mondo. E tutto questo perché? Perchè quattro stupidi coglioni di politici (ma anche le industrie stesse che non sanno più che pesci pigliare) spingono e sovvenzionano tecnologie attualmente non competitive.Se l'elettrico non fosse sovvenzionato gli occorrerebbero almeno 30anni per sostituire in modo economicamente corretto il sistema attuale.

 

OK spingiamo sull'elettrico e finiremo nella merda...

 

NB: si lo so che tutti i settori sono sovvenzionati, però non mi rompete il cazzo...

 


 Last edited by: Morphy on Mercoledì 15 Gennaio 2020 11:38, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 15 Gennaio 2020 00:17

In Spagna c'e' il sistema pensionistico antitraderiano (non lo sapevo).

In sostanza l'INPS spagnolo ti riconosce una pensione max di 2.100/mese, i contributi versati

in piu' vanno ad alimentare le pensioni basse.

Quando si dice i Paesi Civili.

In cialtrnia sarebbe possibile un sistema del genere che e' giusto, sano e salutare?

Ma proprio per niente, e, i primi ad opporsi sarebbero proprio i pezzaculisti, siamo un

paese che ha perso il senso della vergogna, chi piglia 10k/mese ri ribella contro un

contributo protempore di 50 eur/mese e fa pure ricorso.

Insomma, siamo pursempre il "belpaese", un bel paese di ladri, cialtroni e corrotti.

Poi ci sono quelli che hanno l'arma nucleare: "stampamm a' moneta ! Jamm bell !"

Ma qui siamo nel territorio de icretini e non c'e' bisogno di commentare.

P.S. Il PIL della Spagna ha tenuto il passo della Francia, noi siamo sotto di 500 miliardi,

nulla succede per caso.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 14 Gennaio 2020 23:52

Silvio sarebbe fiero di te!! :).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 14 Gennaio 2020 23:16

due giornate di superlavoro, Bull

winter man fashion week

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 14 Gennaio 2020 22:55

Si effettivamente la Borgonzoni lascia molto a desiderare, non ci fosse Salvini prenderebbe il voto solo del cane e del gatto, forse.

E Gian dove azzo è? si è perso nella partita a tennis :)...tipo Fantozzi :).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 14 Gennaio 2020 22:38

La Borgonzoni senbrava agguerrita durante i dibattiti televisivi, in realta', come Salvini

lo e' solo quando si parla dei negri, dei barconi, di quanto e' bella la polizia etc... etc.. etc..

pero' mentre salvini riesce a dribblare le questioni serie lei si abbandona a boiate pazzesche..

Nella campgna elettorale in Emilia sta infilando una boiata dietro l'altra, oggi ha detto

che, se vince, toglie l'irap e l'irpef. Ale' !

Ecco, siamo diventati ricchi seppure a nostra insaputa.

In ogni caso mi auguro che vinca (la Borgonzoni), mi spiace per gli emiliani che si

ritrovano una governatrce che perfino il padre si rfiuta di votare, ma serve pe far saltare

il governo.

Meglio che il paese finisce subito nelle mani dei fasciopadanari, il disastro sara'

immediato ed e' meglio cosi', senza un disastro questo ces di paese non cambia mai.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 14 Gennaio 2020 22:13

Ma du' botte alla Raggi?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Martedì 14 Gennaio 2020 21:52

 
Ma quand'è che passiamo dalle bottigliette alla brocca? Ma ci sei già te, svegliona siamo già alla brocca...
 
 

 


 Last edited by: Morphy on Martedì 14 Gennaio 2020 21:58, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Martedì 14 Gennaio 2020 21:51

raggi è ignorante come una capra. Ma che vadano affanculo quei coglioni del cazzo....

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 14 Gennaio 2020 21:45

Esatto, un provvedimento senza senso. Il diesel euro 6 inquina talmente poco che dovresti fermare tutte le gpl e benzina euro 6.

Il riscaldamento, stufe a pellet etc influiscono grandemente di piu', inoltre questi stop fanno calare l'economia senza nessun impatto ambientale.

Altro che 100%, si 100%alla meno 1.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Martedì 14 Gennaio 2020 21:24

La Raggi si è accorta che Gigino fa di tutto per distruggere i 5S (100% => 6%) portando il movimento a rango di movimentino (adesso capisco xché si fanno chiamare movimentivi). E per non essere da meno oggi, nella sua città, ferma TUTTE le auto, comprese le nuove e fiammanti euro6.

 

Gigino avrà pur portato il movimentino al 6%, ma "la mazzata finale" dice lei "la do io, mi ricorderanno come quella che riuscì a portare i 5S a 0 (zero)."

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 13 Gennaio 2020 01:43

È vero anche quello.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 13 Gennaio 2020 01:17

Gano fare paragoni con il TAA è assurdo. Sicuramente data la tua intelligenza ti sara' sfuggito che anzi il bellunese è sotto concorrenza sleale.

Non solo il TAA ha un residuo fiscale a suo netto favore (la terronia del nord potremmo dire, solo che almeno loro i soldi li gestiscono bene), ma il bellunese e Veneto hanno un pesante residuo fiscale negativo.

Per dire le grandi opere a Belluno se le beccano sempre le imprese edili bolzanine. Loro fiscalita' agevolata, noi una palla al piede pesante.

 

 

 

Giaguaro te sei andato nel punto cruciale. I problemi vengono chiaramente dal Sud, il Nord, corruzione o no è a livello della Germania, il sud come la Grecia, lo dicono tutte le statistiche.

il fatto che il terrunciello che scrive qui ha perso la mia totale considerazione è proprio dovuta al fatto che va cianciando di cialtroneria italica, qui tutto giusto, dimentica che il dna di tale cialtroneria è frutto e marchio doc dei suoi parenti.

Lui ben lo sa ma essendo in malafede tace.