Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: Bullfin on Martedì 17 Maggio 2016 19:37

Voi siete pure camorristi, figurati!!!!...

 

  By: traderosca on Martedì 17 Maggio 2016 19:27

Hobi,non lo so dove chiuderemo,ho chiuso metà call,le altre le lascio....

 

  By: traderosca on Martedì 17 Maggio 2016 19:26

perché gli altri sono ladri!!!

 

  By: Bullfin on Martedì 17 Maggio 2016 19:22

Massima cialtroneria?.... Beh quel partito che dice che appena uno riceve un avviso di garanzia deve dimettersi e invece quando arriva ad uno dei loro non lo fa dimettere all'istante ma campa scuse degne da Prima Repubblica!!!....

 

  By: hobi50 on Martedì 17 Maggio 2016 18:12

Oscar,dove chiudiamo venerdì ? Hobi

 

  By: traderosca on Martedì 17 Maggio 2016 17:24

eccomi!!!! in questo forum di "itagliani"

 

  By: antitrader on Martedì 17 Maggio 2016 17:11

De cialtroneria maxima. ---- [di Gisella Ruccia] Salvini: “Multa non pagata? Autovelox sono truffa”. Ma il ricorso è per il suo ruolo politico “Quegli autovelox sono demenziali, pericolosi. Sono una truffa e ho detto a Parisi di toglierli, anzi vado io stesso a sradicarli personalmente”. Che sia scaltro e populista non c’è dubbio. Che sappia ribaltare le cose a suo favore, pure. Matteo Salvini viene beccato a farsi annullare una multa per eccesso di velocità #b#come i politicanti della peggior specie#/b# e per uscire dall’imbarazzo che fa? S’improvvisa paladino della disobbedienza civile, invitando tutti i milanesi – chiamati per altro a votarlo come capolista alle prossime amministrative – a fare altrettanto. E chi non vorrebbe? Solo che i milanesi non hanno a disposizione due avvocati di partito e gli argomenti di Salvini. Il ricorso infatti non verte sui dispositivi sanzionatori, certo poco amati da tutti, quanto sul fatto che l’auto trasportava un politico che svolge “compiti istituzionali”, sottoposto per di più a “misure di sicurezza”. La balla col buco è però perfetta per evitare le punture della Zanzara (Radio24). Cruciani e Parenzo sono tornati sulla notizia riportata dal Fatto Quotidiano. Salvini lamenta tanta attenzione a quel ricorso e in un baleno lo rivendica come strumento di difesa dalle pretese predatorie del Comune. Sostiene anche di saperne poco o nulla perché presentato dall’autista Aurelio Locatelli e non da lui, autista che per altro Salvini avrebbe candidato a sua insaputa. “Non sapevo, davvero, che fosse stato candidato. Mica faccio le liste, io”, è la risposta usata per uscire da un vicolo che sembrava cieco. Le carte depositate dai legali Claudia Eccher e Christian Gecele però allegano la procura di Salvini, che non è mai andato a “sradicare” l’autovelox, mettendosi alla testa del popolo dei multati. In silenzio ha dato mandato ai legali del partito di chiedere l’annullamento. Giusto per evitare i 165 euro di sanzione e la perdita di tre punti per l’autista-candidato (a sua insaputa).

 

  By: DRAGUTIN on Martedì 17 Maggio 2016 15:15

Povero il nostro indice, non reagisce neanche quando l' america sale Che tristezza... Buon appetito a tutti

Giovanni Zibordi a ITForum Rimini 2016 - Moderatore  

  By: Moderatore on Martedì 17 Maggio 2016 11:39

^#F_START# size=3 color=blue face=Helvetica #F_MID#GIOVEDÌ 19 16:00 - 18:30 - SALA DEL TEMPIO 1 EURO DILEMMI#F_END##http://www.itforum.it/rimini2016/programma?e=EQHAWQWAS34C&expand=1^ Intervento di Giovanni Zibordi nella sessione "Euro Dilemmi", insieme a Warren Mosler, Giacomo Bracci, Riccardo Fraccarov, Daniele Della Bona. In particolare, Giovanni Zibordi affronterà il tema dell'"Helicopter money" in arrivo da parte della BCE e le altre banche centrali. #ALLEGATO_1# #b#Tutto quello che avresto voluto sapere sull'"Helicopter money" ("soldi dall’elicottero o soldi a pioggia") in arrivo da parte della BCE e le altre banche centrali!!!#/b# Nelle economie mature i tassi di interesse sono zero o negativi in termini nominali in EU, Svizzera, Scandinavia e Giappone e in termini reali in USA e UK. Anche raddoppiare il Quantitative Easing, servirebbe a poco, visto che per fare ripartire la domanda aggregata, i soldi devono arrivare a consumi e investimenti. Alla si la prossima mossa delle banche centrali sarà non di aumentare i tassi, ma il "Denaro dall'Elicottero", bypassare le banche e finanziare la spesa con denaro creato dal niente. Ray Dalio, numero uno di Bridgewater, il più grande hedge fund del mondo, prevede che dopo una fase 1 e una fase 2 di "QE" si passi ad una fase 3 in cui si trasferiscano direttamente ai consumatori i soldi per aumentare la spesa. Jeff Gundlach, il top gestore di bonds al mondo a DoubleLine, lo prevede anche lui. Ben Bernanke, ex capo della FED, la descritto il meccanismo sul suo blog il mese scorso Un’ idea simile è stata sottoposta al Parlamento europeo anche dal movimento “Qe for the people” che ha tra i suoi aderenti docenti di economia delle università di mezza Europa ed è sottoscritta dal partito laburista di Corbyin. In Italia ne ha parlato il 14 aprile alla Camera l'economista Consob e docente alla Bocconi Marcello Minenna e si comincia a leggerne sui giornali. Il primo a parlarne in Italia era stato, all'ITFforum 2015, Giovanni Zibordi nel dibattito con Mosler, distribuendo anche il capitolo del libro di Micromega "Perchè Non Possiamo creare Denaro per Ridurre le Tasse ?". Quest'anno spiega cosa significherà per l'economia e i mercati il "Denaro dall'Elicottero"

 

  By: gianlini on Martedì 17 Maggio 2016 10:41

Gano, ieri sera per curiosità mi sono letto un paio di pagine di Wikipedia su Kansas e Nebraska, Stati a fortissima vocazione agricola.... Stati degli Stati Uniti a loro modo piuttosto "famosi" (di quelli che magari perfino un ventenne uno dei due l'ha anche sentito nominare qualche volta)... Nel Nebraska, ad Omaha, vive ad esempio il famosissimo Buffett. Senza guardare su internet, sai a quanto ammonta la rispettiva popolazione?

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Maggio 2016 10:36

Da paese industrializzato che eravamo, stiamo tornando paese agricolo. Vedrai che è aumentata anche la produzione di ricotta, di pecorino e di altri prodotti della pastorizia. PS. Non è la produzione 2015 che è raddoppiata, è quella 2014 che si era dimezzata a causa dell' infestazione della mosca dell' olivo. Questo non cambia comunque la nostra futura vocazione agricola-pastorizia, come hai ben indicato tu.

 

  By: pana on Martedì 17 Maggio 2016 10:32

Raddoppiata la produzione italiana di olio! siamo tornati al secondo posto a livello mondiale , e imenagramos rosicano per loro doveva andare utto in malora perche lo importiamo dalla tunisia Olio: Unaprol, Italia torna secondo produttore mondiale 470mila ton. in 2015-16, raddoppio produzione su anno precedente ROMA - Nella campagna 2015/16 l'Italia ha prodotto circa 470.000 tonnellate di olio di oliva in generale e ha raddoppiato la produzione dell'annata precedente. Oltre il 60% appartiene alla categoria di oli vergini ed extra vergine. Redazione ANSA ROMA 16 m

 

  By: Bullfin on Lunedì 16 Maggio 2016 13:23

Ma le agenzie non erano quelle che a poche settimane dal fallimento davano AAA a Lehman?

 

  By: fultra on Lunedì 16 Maggio 2016 12:40

Aho Pana, ma che cosa posti? quella son co-glionate per menti strette come la tua. Lezioncina per le scuole elementari, leggi bene. Ragioni come se il debito di una nazione sia paragonabile a quello del singolo che se sfora con il conto bancario e non paga le rate della casa e dell'auto cosicchè gliele sequestrano . Gli Stati hanno un diverso modo per uscire da questo tipo di problematiche finanziarie , appunto perchè sono stati sovrani( almeno dovrebbero esserlo). A) Stampare moneta contro debito. B) Farla stampare dalla BCE nel caso europeo. C) Sforare sul debito temporaneamente, per migliorare la situazione e rifondere più avanti. Mai pensato neh che le agenzie di rating lavorino per qualcuno "in particolare" ?? e che scrivano report ad uso e consumo di qualche imbecillotto che ancora si fida della stampa "di parte".....asan.

 

  By: pana on Lunedì 16 Maggio 2016 11:47

Agenzie di rating OTTIMISTE sul debito italiano previsto in calo negli anni futuri, oi oi oi che dolor per i gufos http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-05-15/debito-tutte-agenzie-rating-vedono-discesa-081114.shtml