Stupidi Uomini Bianchi

 

  By: gianlini on Venerdì 02 Marzo 2007 10:11

e più sono idioti....mi verrebbe da aggiungere basterebbe che i consumatori, attenti al famoso problema dell'obesità infantile, non portassero i bimbi al McDonalds e la catena chiuderebbe per mancanza di battenti (aperta parentesi: a milano, senza i filippini e le badanti ucraine probabilmente i McDonalds avrebbero già chiuso)

 

  By: GZ on Venerdì 02 Marzo 2007 02:36

E' un epidemia, più sono ricchi e privilegiati in modo sproporzionato alle loro effettive abilità e più si dedicano alle cause progressiste ---------------- GB: PRINCIPE CARLO DICHIARA GUERRA AL 'BIG MAC', "VIETARE CATENE FAST FOOD" Abu Dhabi, 27 feb. - (Adnkronos) - Il principe Carlo d'Inghilterra ritiene che le grandi catene di fast food, non esitando a citare l'esempio di McDonald's, dovrebbero essere messe al bando allo scopo di evitare la piaga dell'obesita' infantile. Carlo ha lanciato la sua personale crociata contro il 'junk food', il cibo-spazzatura, durante un suo intervento pubblico per il lancio di una campagna di sensibilizzazione negli Emirati Arabi per la prevenzione dei disturbi del diabete.

 

  By: GZ on Mercoledì 28 Febbraio 2007 01:34

?????

 

  By: beppe on Mercoledì 28 Febbraio 2007 01:07

Maddai g.z., meglio un bono o un gore qualsiasi che niente.

 

  By: GZ on Martedì 27 Febbraio 2007 15:32

Uno degli Oscar è andato ovviamente al film di Al Gore sul riscaldamento globale ma perlomeno in America c'è gente che prova a fare i conti in tasca a questi personaggi (come Bono degli U2 che si è appena trasferito come business per non pagare una lira di tasse) Al Gore ha una casa con 8 bagni che consuma 12 volte quello che consuma la famiglia media americana

 

  By: GZ on Martedì 23 Gennaio 2007 02:39

In Olanda mandano i poliziotti in viaggi di "training culturale" in Marocco per imparare come trattare con le gang di origine marocchina ---------------- Last year the police of The Hague sent officers on a “cultural training” trip to Morocco because, as Gerard Bouman, the The Hague police chief, said, “Criminal Moroccan youths […] do not behave like indigenous Dutch. They rave about Moroccan culture. Hence, we have to know the latter, too.” In Morocco, the Dutch police officers discovered that their Moroccan colleagues were astonished to hear that the Dutch have problems with criminal Moroccan youths. In Morocco officers just beat the hell out of criminals...

 

  By: GZ on Sabato 20 Gennaio 2007 01:54

-------------------------- ...You better watch what you say in today’s Britain. 19 January 2007 Here is an interesting little slice of contemporary English life. The police go to a pub in a small town in Devon, looking for a suspect. They see a man there who they think resembles the suspect, and approach him. He becomes abusive and they arrest him and take him down to the station. He is drunk. After a couple of hours in a jail cell, he says he feels sick and demands a doctor. The police call the police surgeon. When he arrives (he is an Indian), the arrested man says, “I want an English doctor, not a ****ing Paki.” The police then charge the man with racially aggravated insulting behavior. He elects for a superior court trial, and the prosecution proceeds with the case as though it were a very serious one. The judge decides that the court should not waste its time on so trivial a matter, especially when burglars and robbers frequently escape charges. The doctor, he says, is a man of some social standing; a single insult from a drunk could not, or should not, have harmed him unduly. He then gives a bit of advice to the accused: “Next time, call him a fat bastard and don’t say anything about his color.” The judge soon had to explain publicly, in an almost groveling way, that he by no means underestimated the seriousness of racial insult, and that he was not making light of it.

 

  By: GZ on Mercoledì 17 Gennaio 2007 23:06

Due agenti della polizia di frontiera americana iniziano oggi a scontare 11 e 12 anni di carcere per avere sparato a un membro di una gang messicana del cartello della droga che aveva passato (illegalmente) il confine Il dipartimento di giustizia (degli Stati Uniti, non del Messico) ^per riuscire ad incriminarli ha garantito l'immunità al trafficante di droga messicano#http://www.worldnetdaily.com/news/article.asp?ARTICLE_ID=51417^ (ovviamente un pregiudicato ricercato) Queste sono cose che avvengono "sotto Bush" e che non leggi mai da nessuna parte. Ogni anno almeno un milione di messicani entrano illegalmente in America e per impedire che la polizia di frontiera li fermi evidentemente ogni mezzo è lecito

 

  By: gianlini on Mercoledì 17 Gennaio 2007 18:20

la svezia è sempre stata assai ricettiva per gli immigrati, fin dagli anni '70 fino a pochi anni fa aveva il record in europa con 1 milione di immigrati su 8 milioni di abitanti molti sono iraniani, kurdi, jugoslavi, somali e palestinesi adesso però ci sono anche tanti baltici e russi, soprattutto negli ospedali, servizi assistenziali et similia

 

  By: GZ on Mercoledì 17 Gennaio 2007 16:36

una volta sono capitato su un sito svedese scritto in inglese in cui descrivevano il fatto che il numero di stupri è aumentato di circa 4 volte in Svezia in concomitanza con l'immigrazione che (non lo sapevo) è fortissima dal medio oriente e africa (come mai la svezia circondata da 300 milioni di slavi sia piena di yemeniti, egiziani e marocchini non è chiaro...) ad ogni modo la reazione del governo è di dichiarare che la situazione non è allarmante e non richiede misure nuove e più dure perchè queste statistiche sono dovute al fatto che le donne ora denunciano 4 volte di più che negli anni '70 (!.. in svezia, non in sicilia...) La sensazione è che se non fosse dovuto all'immigrazione avresti invece leggi e misure di repressione che fioccano

 

  By: Moderator on Mercoledì 17 Gennaio 2007 13:28

Politici Magistrati e Chiesa sono allo sbando totale , hanno perso la bussola e non hanno più un punto di riferimento. Ormai iniziano ad essere socialmente pericolosi e anche un bambino se ne accorge anche se magari non sa il perchè (magistrati e politici si sa , ma.. "........l’opinione di Monsignor Agostino Marchetto, segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti. «Non mi straccio certo le vesti per questo verdetto», ha dichiarato il presule, sottolineando che «l’emarginazione mette l’uomo in una situazione che non è normale». «Dobbiamo sempre avere un occhio di misericordia per queste persone - ha aggiunto -. Beninteso che anche per loro deve valere la legge che vige nel nostro Paese». In ogni caso «la vita di un clandestino non è certo l’ideale, perchè la persona possa essere messa in condizioni di crescere». ")

 

  By: pix on Mercoledì 17 Gennaio 2007 12:22

Adesso comunque so su chi orientarmi se devo scegliere un sicario: Se sei un napoletano 15enne e sgozzi qualcuno non ti fanno niente perchè rientra nel "disagio sociale" ( è persino sbagliato dire "assassino", i giornali usano il termine più delicato di "feritore" Se sei un clandestino che si apparta con un omosessuale e lo uccide assistendo per un ora alla sua agonia, sei solo un povero disagiato ( bricconcello ! ) Forse rischio di più io se ometto di soccorrere i feriti dopo un incidente.. E poi , diciamocelo , la colpa è un' po' anche dei morti ammazzati, potevano stare attenti !?

 

  By: gianlini on Martedì 16 Gennaio 2007 20:47

si, ..un po' come l'essere ciechi se alla guida di un auto metti sotto un pedone

 

  By: marco on Martedì 16 Gennaio 2007 20:41

Omicidio: un'attenuante l'essere clandestini Si può applicare lo sconto di pena anche nel caso di delitti efferati Credo che questo sia mooolto più preoccupante. Cominciamo ad introdurre elementi aleatori come il disagio sociale, ecc, ^attenuanti se sei clancdestino#http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/01_Gennaio/16/attenuante.shtml^

 

  By: GZ on Martedì 16 Gennaio 2007 20:02

Chi ha più bisogno degli uomini ? La ^maggioranza delle donne americane ora vive senza marito#http://www.nytimes.com/2007/01/16/us/16census.html?ei=5065&en=fd431ee3a6bf026f&ex=1169528400&partner=MYWAY&pagewanted=print^ Il pezzo del NY Times ovviamente presenta la situazione con esempi tutti positivi di liberazione e sollievo nel vivere da sole e al di fuori del matrimonio, il fatto che questo implichi anche che buona parte dei figli in america crescano senza un padre in casa non è menzionato