Anca ogi g'han ciapà Binladen, l'ISIS...

 

  By: pana on Lunedì 22 Luglio 2013 11:45

aziende farmaceutiche Usa: l avidita al potere V-E-R-G-O-G-N-O-S-O- tolgonoi medicinali ai malati per aumentarei profitti !!! http://www.michaelmoore.com/words/mike-friends-blog/overheard-at-the-us-drug-pharmacy-counter-greed-in-action GRANDE MICHAEL MOORE !

 

  By: pana on Lunedì 15 Luglio 2013 12:10

potrebbe essere un idea per aiut are le casse pensionistiche abbassando l eta media Allarme in Svizzera per la scoperta di una sostanza radioattiva, il cesio 137, sul fondo del lago Biel, nel cantone di Berna. Nelle vicinanze del bacino lacustre, che con la sua acqua fornisce il 68% dell'omonima cittadina http://www.repubblica.it/ambiente/2013/07/14/news/radioattivit_lago_berna-62976991/

 

  By: pana on Venerdì 12 Luglio 2013 08:31

quante volte si vede gente che sperpera litri e litri di acqua per pulirsi l auto che tanto poi dopo 2 giorni e sporca piu di prima, ma risparmiano questo bene preziosissimo!! Usiamo l acqua in maniera reponsabile http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/giornata-turismo-2013.aspx

 

  By: pana on Lunedì 08 Luglio 2013 17:26

Losing $317 Billion Makes U.S. Debt Safer for Mizuho to HSBC O_o '? http://www.bloomberg.com/news/2013-07-07/losing-317-billion-makes-treasuries-safer-for-mizuho-to-hsbc.html "abbiamo perso 315 miliardi di dollar ma cosi ci sentiamo piu sicuri..." ah contenti loro

 

  By: pana on Venerdì 05 Luglio 2013 09:31

una nuova dichiarazione, http://www.occupywallst.org/article/new-declaration/

 

  By: pana on Venerdì 28 Giugno 2013 08:41

ecco una bella sfilza di politici contrari all F35 quando poi pero' si tratta di votare contro... http://espresso.repubblica.it/dettaglio/f35-una-montagna-di-ipocrisia/2210061

 

  By: pana on Giovedì 27 Giugno 2013 09:02

"Il Pentagono :nel combattimento reale l F35 NON avrebbe chance di vincere !!!" ORCOCAN! ne dobbiamo subito ordinare altri 100 allora !!! un vero affarone ! http://rt.com/usa/pentagon-f35-report-combat-012/ In other sections of the lengthy DoD analysis, Operational Test and Evaluation Directorate Director J. Michael Gilmore outlines a number of flaws that jeopardize the safety of any pilot that enters the aircraft. “The out-of-cockpit visibility in the F-35A is less than other Air Force fighter aircraft,” one excerpt reads.

 

  By: pana on Venerdì 14 Giugno 2013 08:56

eccco questo si che potrebbe essere il tanto temuto "Cigno Nero " un evento devastante che esula dagli ambienti politco finanziaria ma potrebbe (spriamo di no) effeti a catena veramente imprevedibili e foschi http://www.giornalettismo.com/archives/979919/la-nuova-sars-puo-diventare-una-pandemia/

 

  By: pana on Giovedì 23 Maggio 2013 09:17

secondo Tarpley ed altri i ceceni sono aiutati dalla Cia per indebolire la Russia... e noi crediamo che l FBI interroga uno e prima non controlla se porta con se un coltello ? ahahaha http://www.veteranstoday.com/2013/04/26/249695/ The Western corporate media largely ignored an important story reported by Izvestia in Moscow: that Tamerlan Tsarnaev attended seminars run by the Caucasus Fund of Georgia, a group affiliated with the neo-conservative think tank, the Jamestown Foundation, between January and July 2012

 

  By: Fr@ncesco on Giovedì 23 Maggio 2013 08:22

^SEVIZI SEGRETI: UNO 007 AMERICANO AMMAZZA UN SOSPETTO COMPLICE DEGLI ATTENTATORI DI BOSTON L’Fbi va alla ricerca di possibili complici degli attentatori di Boston - Durante un interrogatorio a Orlando, per cause ancora da chiarire, il ceceno Ibragim Todashev è stato ucciso da un agente - È probabile che il 27enne avesse legami con Tamerlan Tsarnaev, uno dei due fratelli terroristi della maratona…#http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/sevizi-segreti-uno-007-americano-ammazza-un-sospetto-complice-degli-attentatori-di-boston-56303.htm^ Guido Olimpio per "Corriere.it" Un episodio dalla dinamica ancora confusa e che potrebbe aver un legame con gli attentati di Boston. Un agente dell'Fbi ha ucciso Ibragim Todashev, un ceceno di 27 anni residente a Orlando, Florida. Secondo una prima ricostruzione (molto vaga) il poliziotto stava interrogando l'uomo quando «si è sentito minacciato» ed ha aperto il fuoco. LA «PISTA DELLE PALESTRE» - Todashev era in contatto con Tamerlan Tsarnaev, il terrorista protagonista insieme al fratello dell'attacco contro la maratona di Boston. I due si conoscevano perché entrambi appassionati di arti marziali. E' probabile che l'Fbi, alla ricerca di possibili complici, abbia iniziato a verificare tutte le amicizie e i contatti di Tamerlan negli Stati Uniti. E la «pista delle palestre» - come l'ha indicata qualche esperto - li ha portati fino a Todashev e ad un suo amico, Khusn Taramiv, interrogato anche lui per ore dagli investigatori. Il ceceno ucciso, con precedenti penali per aggressione, avrebbe vissuto per un certo periodo nella regione di Boston e così avrebbe conosciuto Tamerlan. Fonti investigative hanno poi aggiunto tre elementi definiti interessanti: Todashev era legato a estremisti islamici nel Caucaso; era pronto a partire alla volta del Daghestan o della Cecenia; una settimana prima dell'attentato ha avuto una lunga conversazione, via telefono o Skype, con Tamerlan. VICENDA CONFUSA - L'Fbi si è allora presentata all'abitazione di Todashev a Orlando e lo ha interrogato insieme a Taramiv. Un colloquio durato diverse ore che però non ha soddisfatto gli agenti. Infatti dopo un primo «round» hanno deciso di sentire di nuovo Todashev. Poco dopo sarebbe accaduto qualcosa che ha spinto uno degli investigatori ad aprire il fuoco uccidendo il ceceno. Storia dove, è evidente, mancano ancora molti pezzi. Sul fronte esterno, intanto, continua ad essere forte l'attenzione sui collegamenti tra Tamerlan e militanti ceceni in Daghestan. Almeno due personaggi, su posizioni estremiste, hanno avuto vincoli solidi con il giovane attentatore di Boston.

 

  By: gianlini on Lunedì 06 Maggio 2013 01:32

all'attentato di Boston manca una cosa fondamentale, se non fosse mano di due pazzi fanatici della Jihad.... il movente!

 

  By: Moderatore on Lunedì 06 Maggio 2013 00:46

Ci sono alcune eccezioni, ma i gruppi terroristici sono quasi sempre infiltrati da dei servizi di intelligence, quando non siano proprio stati finanziati e creati da loro. A distanza di 20 anni la verità viene fuori, specie ora che con internet hai accesso ad ogni archivio e documento in pratica mai pubblicato. Il problema è che appunto tutti i dettagli e la gente che ha la pazienza di ricostruirli li hai a qualche anno di distanza dai fatti. E che ci sono anche degli stupidi che si affrettano a lanciare teorie del complotto fantasiose confuse e infantili confondendo le acque. Ma ci sono dozzine di storie di "attentati falliti" in America e Inghilterra che non hanno molta risonanza perchè appunto falliti e in cui leggi che il gruppetto era guidato da degli infiltrati della polizia, che li spingevano a fare l'attenato per avere così modo di arrestarli all'ultimo momento.... E ci sono altre storie in cui vengono tenuti in aereporti o stazioni di metropolitana esercitazioni in cui si fa simulare ad esempio a dei giovani arabi reclutati un attentato terroristico. Gli si dice di fingere di essere l'attentatore che porta un tascapane di esplosivo alla stazione alle 9:00... e di attivarlo, ma non esploderà...

 

  By: Giovanni-bg on Lunedì 06 Maggio 2013 00:32

Giorgiofra, non è così semplice. Abitando vicino ad un aeroporto mi ero fatto la stessa domanda anni fa e mi sono documentato. Per colpire un aereo in atterraggio con un'arma leggera lo si riuscirebbe a fare da cortissima distanza e l'aereo riuscirebbe ad atterrare ugualmente senza grossi problemi anche se lo si colpisce in zone vitali come i motori o i serbatoi di carburante che oggi sono alveolari e non esplodono anche se colpiti da un proiettile. Con un laciamissile gli effetti sarebbero ben più devastanti se non che con i lanciamissili anticarro che sono quelli che solitamente arrivano alle mafie via paesi dell'est (il classico RPG russo http://it.wikipedia.org/wiki/RPG_(lanciarazzi) o l'M72 Nato http://it.wikipedia.org/wiki/M72_LAW) è utopia beccare un aereo anche a corto raggio perchè non sono fatti per sparare verso l'alto con bersaglio in movimento. Ci vorrebbe uno stinger http://it.wikipedia.org/wiki/FIM-92_Stinger o equivalente sovietico. Ma quelle armi oltre ad essere costosissime sono quasi impossibili da reperire sul mercato clandestino perché proprio per la loro pericolosità USA Russia e Cina che li fabbricano ne limitano tantissimo la vendita all'estero. Vedi il caso clamoroso degli americani che negli anni 70 avevano fornito i talebani con alcuni stinger per combattere contro l'URSS. Con gli RPG non riuscivano a fare nulla contro gli elicotteri russi con gli stinger fecero un macello tanto da far fuggire i Russi. Lo vicenda era stata anche oggetto di un film recente di cui non mi ricordo il titolo. Per dire che in realtà fare un attentato non è così semplice come sembra a volte.

 

  By: giorgiofra on Domenica 05 Maggio 2013 23:16

Ogni qualvolta costeggio un aeroporto civile mi vengono in mente delle domande particolari. Vedo decollare ed atterrare aerei a pochi metri da me, e mi accorgo di quanto sia facile, per un eventuale attentatore munito di un semplicissimo lanciamissili portatile, abbattere questi aeromobili. Penso che una organizzazione terroristica non avrebbe molte difficoltà ad abbattere contemporaneamente decine di aerei in tutta Europa. Eppure pare che queste organizzazioni siano tanto stupide da percorrere strade assolutamente più complicate per raggiungere lo stesso scopo. In pratica cercano di portare su un aereo dell'esplosivo, cercando di eludere una serie di controlli minuziosi. Tutto questo mi lascia perplesso. Procurarsi, ad esempio, dei kalashnikov, non è molto complicato: basta pagare. Ora, armare alcuni terroristi che si mettano a sparare su una folla che esce da uno stadio, provocando centinaia di morti, mi pare una cosa fattibile senza troppe difficoltà da eventuali terroristi. Ci dicono che queste organizzazioni sono molto ben organizzate, dispongono di migliaia di membri e di molto denaro. Potrebbero, quindi, fare attentati con grande frequenza, e difficilmente si potrebbe impedirlo. Eppure mi pare che gli attentati siano piuttosto rari. Allora mi viene spontaneo chiedermi: ma non è che ci stanno prendendo per i fondelli?

Sospetti e complotti - Moderatore  

  By: Moderatore on Domenica 05 Maggio 2013 22:42

Per alcuni anni c'è stata una relativa pace sul fronte del terrorismo-afganistan-iraq-palestina-israele-alqaida, ma ora con la Siria che brucia sempre e Israele ieri la bombarda di nuovo e queste stragi in America forse si ritorna verso una situazione più "calda" In genere occorrono alcuni anni perchè arrivi qualcuno che con pazienza ricostruisca COSA E' VERAMENTE SUCCESSO, come nel caso dell'11 settembre dove ormai è stato chiarito, ma essendo passati anni e non avendo nessuno spazio sui grandi mass media americani non serve a niente Qui a Boston non è che nella polizia e FBI fossero tutti d'accordo per eliminare a sangue freddo il sospetto rimasto... non siamo a Mosca negli anni '30.... ci saranno alcuni che appunto orchestrano alcune cose, ma la maggioranza dei poliziotti e funzionari è in buona fede per cui quelli che vogliono forzare la mano agiscono entro dei limiti.. Ho dedicato 40 minuti in tutto a questo attentato di Boston per trovare questi links, incuriosito dal fatto appunto di aver letto che il fratello superstite di 19 anni non era armato e lo hanno crivellato di colpi, nonostante fosse solo, sdraiato in una barca e circondato da centinaia di poliziotti in assetto di guerra con mezzi corazzati, elicotteri, mitragliatori... E' una scena incredibile, l'intera città di Boston di 4 milioni di abitanti p stata per tre giorni sotto coprifuoco (divieto di uscire di casa) per via di uno studente di 19 anni, incensurato, non addestrato a niente di militare e persino NON armato! E quando lo trovano invece di arrestarlo gli sparano per cinque minuti di fila mentre è sdraiato dentro la barca ! E' sufficiente per dire che è tutto un complotto ? No, ma è palese che lo volevano ammazzare, non catturare. Non si può fare a meno di pensare a Lee Harvey Oswald, che quando lo trovarono nel cinema subito dopo l'attentato ebbe una sparatoria, in cui morì un poliziotto, poi apparve alla conferenza stampa in cui dichiarò "io sono solo una patsy" (mi hanno incastrato) e il giorndo dopo fu ucciso, nel cortile della prigione con intorno i giornalisti, da un tale "Jack Ruby" che non si capiva come mai fosse potuto entrare... Ad esempio per la strage della metro di Londra del 7/7/2005 c'è questo stimato professore di storia della Chimica, con tre lauree da Cambridge etc... ^Nick Kollerstrom#http://en.wikipedia.org/wiki/Nicholas_Kollerstrom^ che andando ormai in pensione e non avendo molto da perdere si è dedicato a risolvere il puzzle. Essendo uno storico della scienza e molto intelligente e avendo tempo ha fatto un lavoro spettacolare. Il suo libro ^"Terror on the Tube, Behind the Veil of 7/7"#http://www.amazon.com/Terror-Tube-Behind-Veil-Investigation/dp/1615777377^ di cui esistono diversi articoli e video di sintesi è incredibile, rigoroso, preciso e documentato nel mostrare che la versione ufficiale dei quattro musulmani che arrivano a Luton con le bombe nel tascapane è falsa. (Nel caso di Londra la cosa che manda in tilt la storia ufficiale è che i treni della metro quella mattina tra le 7 e le 8 in arrivo a Londra per motivi tecnici di altra natura furono cancellati o ritardati...per cui i quattro arabi non potevano essere arrivati...) Qui è il suo ^sito dedicato alla strage del 7 luglio della metro a Londra#http://terroronthetube.co.uk/introduction^. Il prof Kollerstrom è stato appena licenziato dall'università in cui insegnava da undici anni a causa di un paio di articoli come ^questo#http://www.veteranstoday.com/2012/08/22/911-and-zion-what-was-israels-role/^