ORO manipolato ?

 

  By: Esteban. on Venerdì 16 Agosto 2013 13:10

Capire per decidere ... banche centrali permettendo ... ^Silver & Gold - Hidden Secrets Of Money#http://www.youtube.com/watch?v=EdSq5H7awi8#at=503^ Una politica corrotta incompetente e VENDUTA ci sta colando a picco !!! guardando il video balza subito la mente agli F35 ... http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-02-08/litalia-acquista-primi-costi-100802.shtml?uuid=Aa9EJjoE spendono e ci indebitano senza far caso che "non ghe più sghei" per fare i fighi ...o i froci con il *** degli altri ...

 

  By: Trucco on Sabato 03 Agosto 2013 22:48

Sogliola come 10 titoli sono troppi? Nella homepage sono 10 poi c'è un paio di titoli benchmark (goldcorp e silver wheaton) ed un ETC. Alamos e B2 Gold sono relativamente cari ormai, in dirittura di uscita dalla top ten, quelli che restano quotati negli USA o Londra (e non Canada o Australia) credo siano solo 3 o 4, ci siamo così? Con gli ETF si perde tutta la poesia, non è divertente, cioè se guadagni e' divertente, ma se perdi no, invece coi titoli e' un po' come chi ha l'hobby del casino', ti diverti anche quando perdi, c'è più adrenalina. Purtroppo ce n'è troppa... Infatti il sito e' nato anche per condividere una passione che con i clienti non posso certo condividere... E oltre alla poesia inesistente c'è pure per gli ETF una penalizzazione fiscale che può anche rivelarsi esagerata (ad esempio per chi investe solo in ETF, perché in caso di plusvalenza l'ETF paga sempre, in caso di minus genera un credito d'imposta spendibile solo per compensare plusvalenze su titoli) o nel migliore dei casi trascurabile, un costo occulto che in genere chi compra gli ETF non conosce, e dire che si comprano gli ETF per ridurre i costi (NB: non sto dicendo che i fondi comuni siano meglio, anzi sono sia costosi sia fiscalmente penalizzanti, tra i 2 meglio gli ETF, salvo casi di fondi comuni gestiti in modo straordinario ma non è il caso di fondi di nicchia come gli auriferi, su cui sarebbe un peccato spendere i migliori gestori). Darkknight attenzione: non sono fiscalmente penalizzati solo gli ETF non armonizzati, ma tutti gli ETF tradizionali (cioe' tutti tranne quelli con derivati come sottostanti, tipo gli ETC). Per quelli non armonizzati c'è solo una ulteriore penalizzazione che li rende inconcepibili come investimento in Italia... Sogliola comunque ricevo da piu' fonti segnali che l'oro abbia ancora una capitolazione finale da compiere, se sei fuori forse faresti bene a soprassedere ancora un poco, specialmente se ti stai giocando i pochi risparmi rimasti dopo questi anni di vacche magre! Per chi ha capito il mestiere di Sogliola potremmo dire: se se la passano male pure quelli della sua categoria qui in Italia allora siamo proprio alla frutta :-)

 

  By: darkknight on Venerdì 02 Agosto 2013 14:02

Sogliola: l'ETF sui titoli auriferi Junior è molto più speculativo perchè trattasi di piccole società che se il prezzo dell'oro scende ancora o rimane anche li potrebbero fallire....dal mio punto di vista meglio andare su ETF che copre i "big" del settore. Come al solito Zibo all in.....a meno che non pensi che l'oro salga a 1500 in pochi mesi... Come titolo singolo io punterei su Barrick Gold, dei grandi è quello che ha perso di più, ieri hanno pubblicato i dati e svalutato di 8 miliardi......senza però la svalutazione avrebbe guadagnato più di quanto era stato pronosticato. Il titolo ha scontato già molto, infatti ieri perdeva meno di altri (era comunque in perdita perchè l'oro è ritornato sotto 1300). Trucco ti saprà dire meglio: attenzione ai vari ETF perchè se non sono armonizzati da quello che ho capito fiscalmente sei penalizzato. Quelli che citavi tu dovrebbero esserlo, ma tutto quello che è quotato su borsa USA probabilmente non lo è, ciao

 

  By: Sogliola on Giovedì 01 Agosto 2013 11:26

Grande TRUCCO, mi dispiace deluderti ma la crisi io la sento, eccome ! il fatturato in pochi anni si è dimezzato e i problemi da gestire (ipoteche, pignoramenti, debiti, dissesti, concordati, clienti fuori di testa, ecc...) sono triplicati, la gente non paga e ho ridotto il personale. Non ti lasciare fuorviare dal mio post recente sulle bottiglie di champagne a St.Tropez: le notizie mi vengono da un mio conoscente pizzaiuolo. Ma per venire al punto: la tua generosa iniziativa degli striscioni aerei contro l'Euro è degna di stima, idealmente apprezzabile, romantica e anche condivisibile negli intenti (uscita dall'Euro, MMT, ecc...), ma da un punto di vista razionale è inutile. Per un eventuale ritorno alla lira non bisogna convincere milioni di italiani, o la maggioranza degli elettori, ma piuttosto la ristretta classe dirigente del paese. Cito da un film famoso che ti sfido a indovinare: Hei Buddy, non penserai mica di vivere in una democrazia vero ??? Forse è meglio recapitare il libro di Mosler, o il nuovo libro che sta scrivendo Zibo, a cento soggetti scelti fra i vertici della confindustria, i direttori dei giornali marci, ai cinque o sei politici che contano, ai top banchieri, alla BCE, alla Merkel e allo Ior. Trucco dacci piuttosto un consiglio, cosa è meglio : ETF RBS Market Access Nyse Arca Gold Bugs Euro A, oppure il fondo Blackrock World Gold, oppure suggerito da Zibo ETF Market Vectors Junior Gold Miners, oppre dacci tre o quattro titoli auruferi buoni (sul tuo sito ce ne sono troppi, è troppo approfondito e io mi perdo! Ciao Sogliola.

 

  By: Trucco on Martedì 30 Luglio 2013 20:42

Anche in Italia esistono persone che non sentono la crisi, non serve andare tanto lontano, basta pensare al padrone di casa... Però i più fortunati, nell'Occidente cristiano, hanno pudore nell'ostentare, se proprio devono scialacquare cercano di farlo a beneficio di altri, facendo mecenatismo ad esempio. Invece se guardi a queste civiltà arretrate (lo giudichi anche da fatti come questo) e moralmente povere, trovi che i pochissimi che hanno tantissimo cercano i modi più cafoni e pacchiani per esibire il lusso più totale, quello che insulta la miseria. Che siano russi, indiani, emiri, africani, noti sempre questa caratteristica. Quasi che i più ricchi cercassero di sottolineare la loro comune appartenenza ai popoli con QI meno elevato da cui provengono. Sogliola e GZ invece, pur vivendo nel benessere assoluto, li vedi che brillano per generosità ed altruismo, ma non sperpererebbero mai nelle pacchianerie, tutt'al più Sogliola si potrebbe sbottonare un poco se pungolato da una figliuola di eccessivo fascino che lo avvicinasse in uno di quei locali equivoci dove lui suo malgrado si trova talvolta a doversi recare per ragioni di lavoro... Persone così sono però così gentili che uno neppure osa sollecitare loro ^una donazione per una causa nobile#http://www.truccofinanza.it/finanza/leuro-versa-sangue-italiano/^, perché sa che non saprebbero dirti di no, quindi sembrerebbe di voler approfittare della loro gentilezza.

 

  By: Trucco on Martedì 30 Luglio 2013 20:35

Pardon doppio intervento

 

  By: shabib on Martedì 23 Luglio 2013 10:52

certamente che la CRISI NON E' UGUALE OVUNQUE. la disgrazia dell'italia deriva dalla cattiva gestione e capacita' di scelta di chi ha governato da decenni , non solo gli ultimi anni , ma decenni , incapacita' come i fatti hanno dimostrato dovuta a malafede ,interessi criminali sui beni della collettivita' etc etc , ma anche persone magari in buona fede che non hanno capito che l'italia sarebbe andata in crisi perche': 1- non si puo' entrare in una valuta forte tenendosi i debiti pregressi e convertendoli da una valuta miserella , sempre per colpa dei governi , in una valuta forte e trasformando 2 milioni di miliardi di lire del 2000 in un macigno che non si sarebbe piu' potuto sgretolare , anzi sarebbe cresciuto solo per i bassi interessi ,pensate per gli alti. 2 - nessun gerente ha detto a chiare lettere alla popolazione come funzionava il sistema dell'EURO , lasciando credere che era la panacea ai mali italiani e ai suoi debiti , che sarebbe stato piu' forte del dollaro e funzionava in modo simile , cosa falsissima e errata , e guardandosi bene dal dire che la perdita di sovranita' monetaria per un paese gia' straindebitato e strutturalmente distorto non solo nel bilancio ma in tutto il sistema produttivo , rispetto a paesi come germania ,olanda, o austria , sarebbe stata dopo un tempo X la debacle. e la gente , felice, ha votato anche per come voleva le monetine dell'euro , obnubilata da queste manifestazioni esteriori e ignorando la reale situazione finanziaria e di funzionamento strutturale del sistema...la crisi esiste nei paesi cicala , come il nostro , la grecia , la spagna , ma certamente non in tutto il mondo....

La crisi non esiste - Sogliola  

  By: Sogliola on Martedì 23 Luglio 2013 09:26

La crisi non esiste, o meglio non è uguale dappertutto. ST. TROPEZ: locale notturno Byblos, carta dei vini: una bottiglia magnum (Salmanazar = nove litri) di champagne Perrier Jouet, riserva "Belle Epoque" Euro 100.000. Una di queste bottiglie è stata ordinata e aperta poche sere fa da un ricco signore indiano, in compagnia di amici e amiche (spaziali). ST. TROPEZ: locale VIP ROOM, un altro signore indiano, benestante, pochi giorni fa, si è fatto servire una bara di legno di quercia con dentro molto ghiaccio e 50 (cinquanta) bottiglie di chamoagne Dom Perignon, al modico prezzo di Euro 1000 cadauna. Se tuttavia volete risparmiare al Byblos c'è in carta una bottiglia Matusalem (6 litri)di champagne Dom Perignon a soli euro 30.000. Segnalo inoltre una buona occasione, se siete dei veri spendaccioni: una bottiglia magnum da tre litri di champagne Armand de Brignac, Riserva speciale "Ace of Spade" al prezzo di Euro 170.000; questo champagne è di qualità discutibile, ma non importa tanto se lo tirano addosso. Non è invece quantificabile preventivamente il costo di una serata alla Cave du Roi, può succedere di tutto... In ogni caso le ragazze del luogo ti aiutano a vincere la timidezza. Cordialità. Sogliola allo champagne.

 

  By: pana on Martedì 23 Luglio 2013 08:47

very very interesting Council tra 4.000 e 4.500 tonnellate all'anno)". Secondo i suoi calcoli "la domanda effettiva sarebbe stata superiore di 2.300 tonnellate negli ultimi dieci anni e l'offerta ufficiale, attraverso nuove operazioni di estrazione e di rottami d'oro, non sarebbe sufficiente a soddisfare la domanda d'oro reale del mondo". http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/1-in-passato-l-italia-ha-affidato-un-terzo-delle-proprie-riserve-alla-fed-59958.htm

ORO, Oro alchemico, oro manipolato - Sogliola  

  By: Sogliola on Venerdì 19 Luglio 2013 21:48

Stock: Oro

Sì, credo che Shabib abbia ragione, il contenuto dell'articolo pare verosimile, anche se d'altra parte Sprott, che vende oro fisico, è in conflitto di interessi. Secondo il mito i Grandi Alchimisti trasformavano in oro i metalli vili: ferro, piombo, rame, ecc.; allo stesso modo i Banchieri Centrali, i Banchieri delle Grandi banche internazionali e chi li controlla, e cioè i moderni Alchimisti, trasformano la carta in oro (banconote) e ora ancora più facilmente i file in denaro elettronico (oro alchemico). La gente non lo sa ma il denaro si crea (Fiat)! chi guadagna lavorando usa un metodo inefficiente e faticoso. Da ciò discende che puoi anche investire in oro, puoi anche speculare al rialzo o al ribasso sull'oro, ma ATTENZIONE non è come investire in azioni qualsiasi, se investi in oro dall'altra parte del tavolo non c'è solo il mercato, ci sono anche i Grandi Alchimisti. Certo puoi metterti al tavolo e dire: Vedo. Ma occhio, hai contro il sistema. L'oro può oscillare più o meno, in qualche momento storico può dare anche un bel colpo al rialzo, può anche raddoppiare, ma poi i signori del denaro, i Gulden Herren, i moderni Alchimisti non possono permettere che venga messo in discussione il loro potere, il loro segreto alchemico (il denaro si crea dal nulla), il loro Know How, il loro oro di carta ed adesso il loro oro elettronico. Tu devi comprare bond, bund, BTP, ecc., in realtà non è consentito vedere il bluff, non puoi comprare oro fisico in grande quantità. Non è possibile che i mercati sfuggano al loro controllo, non possono consentire che la gente conosca la verità. Tanto è vero che quando sono costretti dalle circostanze a creare denaro in modo eccessivo ed anomalo non lo dicono chiaro, lo fanno di nascosto, lo chiamano strano "QE", o in altri modi contorti. La gente non deve sapere. Ma adesso basta, per stasera va bene così, ho già scritto troppe baggianate. Cordialità. Sogliola alla Thermidor.

 

  By: shabib on Venerdì 19 Luglio 2013 17:17

LA PARTITA A POKER piu' preziosa del secolo :fregare ai privati l'oro mettendo loro paura che possa crollare , MA IL FISICO E' FINITO.... gran bell'articolo per chi non ha colto in tempo le parole del zibo.... Tag: crisi, oro, mercati, banche centrali Banche centrali Occidente senza più oro nei forzieri di: WSI Pubblicato il 19 luglio 2013| Ora 11:14 .Ma il mondo non deve saperlo. Per questo, orchestrata operazione per compromettere domanda. Da inizio anno riscattate oltre 300 tonnellate di oro, mentre la produzione mineraria (escluse Russia e Cina) e' di 2.300 tonnellate l'anno. NEW YORK (WSI) - I banchieri centrali hanno pianificato da tempo il crollo del valore dell'oro, con l'obiettivo di poter poi approfittare dei prezzi di favore e tornare a riempire le proprie casseforti di lingotti. È la tesi del gestore Eric Sprott, secondo cui i banchieri dell'Occidente sono rimasti senza più lingotti nei forzieri. Siccome il mondo non può e non deve saperlo, hanno orchestrato una maxi operazione per compromettere la domanda. Ecco come: in un primo momento i broker e le banche commerciali occidentali hanno consigliato ai clienti di vendere oro. Gli stessi istituti hanno ricoperto le loro posizioni 'corte' ribassiste sul mercato del COMEX. Quando l'offerta per l'indice di riferimento sui prezzi del metallo prezioso e' salita, le dichiarazioni circa una riduzione della portata delle misure di allentamento monetario da parte dei timonieri degli istituti centrali hanno fatto il resto, facendo calare le quotazioni. Anche l'India con le sue misure ha contribuito a ridurre la domanda fisica di lingotti. Come conseguenza, gli speculatori come i fondi hedge hanno aperto una valanga di posizioni short, i mercati dei futures sul metallo hanno accusato il colpo e le scorte di lingotti sono ai minimi assoluti. Conclusione: e' stata orchestrata un'operazione globale con il proposito di aumentare l'offerta e tenere bassi i livelli di domanda. Ma ora le banche centrali non hanno piu' munizioni per abbattere ulteriormente il prezzo dell'oro. Secondo il gestore di Sprott Asset Management, dopo una lunga pausa - i prezzi sono calati nettamente negli ultimi mesi - il mercato rialzista secolare del metallo prezioso, bene rifugio per eccellenza, e' destinato a continuare. Tenuto conto dell'ancora ottima domanda di lingotti e della carenza sul fronte dell'offerta, all'asset manager Sprott pare chiaro che dietro al tracollo momentaneo dell'oro ci sia stato lo zampino delle banche centrali occidentali. Ingrandisci la foto La domanda delle banche centrali per i lingotti di oro e' salita mentre i prezzi scendevano. Hanno inondato il Compex (il mercato non fisico di oro) per poi rastrellare lingotti dalle altre fonti disponibili a prezzi bassi. È la dimostrazione evidente che le banche centrali sono a corto di oro. http://www.wallstreetitalia.com/article/1606607/mercati/banche-centrali-occidente-senza-piu-oro-nei-forzieri.aspx

 

  By: shabib on Venerdì 19 Luglio 2013 17:17

.

 

  By: pana on Venerdì 19 Luglio 2013 09:24

sono 7 ANNI 7 che i tedeschi aspettano di riavere indietro il loro oro dagli americani eh aspetta e spera, chissa dove se lo sono imboscato..cucu'.. gli ridaranno indietro dei mattoni verniciati ahah ora capisco tutto l astio verso la germania e la merkel, oltre la questione del dollar standard(temono che l'euro rimpiazzi il dollaro come valuta di riserva ) c'e anche la questione dell oro http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/1-loro-alla-patria-maddech-negli-ultimi-20-anni-le-banche-centrali-hanno-svuotato-59754.htm

 

  By: defilstrok on Mercoledì 05 Giugno 2013 21:40

Comex Gold Registered Ounces Available Nearing All Time Low - The Risk of Rehypothecation

 

  By: Buzzer on Sabato 01 Giugno 2013 19:27

Questo ^report #http://www.scribd.com/doc/135962014/The-End-of-the-Gold-Era-Societe-Generale^ di Soc Gen non è favorevole all'oro ma, questi ^altri #http://www.sprottgroup.com/thoughts/articles/a-retort-to-soc-gens-latest-gold-report/^ lo smontano e la pensano diversamente. Interessante anche questo ^grafico #http://jessescrossroadscafe.blogspot.sg/2013/05/citis-tom-fitzpatrick-gold-and-us-debt.html^ che dimostra che ci vorrà del tempo ma l'oro salirà.