W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Venerdì 15 Novembre 2019 22:43

suvvia non esageriamo,su quasi tutti i forum o social,ecc,le risse sono frequenti,l'anonimato può essere la causa....

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 21:39

caro Anti è un casino ovunque non solo da noi

ho visto il film 2040, c'è pure il mio buon Seba, a proposito di Seba che preannunciava la fine anche di allevatori caseifici ecc. con effetti che già cominciano a vedersi specie in Australia Nuova Zelanda ecc. ... in yankeonia sta zompando dean food ... https://www.bloomberg.com/amp/news/articles/2019-11-12/dean-foods-files-for-chapter-11-bankruptcy-reorganization-k2vtfqk6

ancora pochi anni e i bovini e gli altri animali saranno lasciati in pace

 

 

'Quindi si è soffermata sulle prescrizioni sull’altoforno Afo2: “Ci era stato detto che tutto quello che era stato chiesto dalla magistrature come interventi di miglioramento era in corso, invece non era stato fatto niente”'

la bastarda di arcelormittal oggi ha accusato pure i commissari, in pratica ha detto che i mittal dicono che lo stato italiano li ha fregati

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Bullfin on Venerdì 15 Novembre 2019 21:19

Gano, hai ragione.

Gia' altre volte te, io e qualcun altro avevamo evidenziato il livello di rissa che il forum aveva raggiunto. Io avevo sempre dato disponibilita' ad ammorbidire i toni, chiaramente quando si parla di parlare con serenita' arriva il malato mentale, il perverso, quello che da piccolo è nato in un nido di tarantole,...insomma il terrone a rovinare tutto...anche questa volta subito al sentire odore di cordialita' è arrivato con il suo olezzo provocando e insultando Xtol.

Non se ne esce ed è per questo che con tale individuo (chiamarlo individuo è un'offesa al genere umano) non ho per nulla intenzione di ammorbidirmi, d'altronde da un coglione di sinistra non si puo' pretendere altro..(pure grillino, il peggio del peggio).

 

 

 


 Last edited by: Bullfin on Venerdì 15 Novembre 2019 21:21, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Venerdì 15 Novembre 2019 20:54

Giusto Will,

Ma se poi propone le piccole comunita' felici e festanti per porre argine alla litigiosita',

ecco che torna somaro, le secessioni si accompagnano sempre a guerre e rivolte.

pero', a conti fatti, va bene cosi', noi lo vogliamo somaro!

 

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 18:47

'le nostre baruffe sono solo un pallido riflesso della crescente, inarrestabile litigiosità in giro per il mondo'

 

vedi che se ti impegni pure tu scrivi qualcosa di corretto ?

 

il decennio rimasto sarà turbolentino ... certo che il M5S un pò di sfiga l'ha avuta, il ponte a Genova, Taranto, Venezia ... una visitina a Lourdes ...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Venerdì 15 Novembre 2019 18:05

le nostre baruffe sono solo un pallido riflesso della crescente, inarrestabile litigiosità in giro per il mondo

il giocattolo socialdemocratico è rotto, siamo davanti a scelte drammatiche e comunque dolorose

il bivio porta al socialismo (rosso o nero, chissenefrega) o a un recupero del liberalismo delle origini

non ci sarà spazio per compromessi 

quando peroro la causa del secessionismo è perchè sono convinto che sia l'unica via alternativa alla violenza nelle strade

 

qualche raffinato pensatore dirà le solite stupidaggini su queste previsioni (sono di armstrong, quindi cazzate...)

sono del 2014...

Cycle of War & Civil Unrest

The Age of Civil Unrest

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Venerdì 15 Novembre 2019 15:19

"sempre"

 

è arrivato l'allucinato

"sempre" in italiano ha un significato che evidentemente ti sfugge, povero coglione

quanto ai 2 casi citati, sei proprio fuori

e in ogni caso, la predica viene dal pulpito del re dei fuffaroli (5seghe al 100%, micio pronto tra 10 anni ... fa)

sei il bue che dà del cornuto all'asino

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 12:20

Le persone vanno accusate e giudicate solo DOPO SENTENZA PASSATA IN GIUDICATO. Punto!.

I saggi ragionano così, i coglioni leggono i giornali e davanti alle IPOTESI sputano sentenze...

---------

Bull, ma possibile non capisci un cazzo , MAI ?

se ti riferisci alla troia comi ci sono intercettazioni e confessioni, a me frega un cazzo della sentenza definitiva che non arriva per prescrizione o tranelli legulei, per me se sei un maiale sei un maiale anche senza una sentenza scritta

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 12:18

Gano non condivido il tuo disfattismo

certo, se per decenni a suon di condoni prescrizioni e via dicendo insegni che chi evade è un fico e chi si comporta bene un coglione è dura aspettarsi un popolo integerrimo

ora si insegna per bene , io sono ottimista

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: muschio on Venerdì 15 Novembre 2019 12:16

Siamo finiti: da adesso pure in accelerazione.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 12:13

Siamo finiti. Da ora solo in peggio.

-----

il contrario

ora c'è il M5S al governo, quindi chi ruba va in galera, le cose si fanno per bene, si insegna ai ragazzi a non inquinare e essere persone per bene e civili

toccato il fondo grazie al nanoporco e a tutti i suoi servi piddini incendiari e leghisti si può solo risalire

le persone per bene del M5S ci provano a risollevare l'Italia e io li sostengo in toto perché sono italiano e non voglio andare via

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Venerdì 15 Novembre 2019 12:09

quanto al "Xtol, ma come è che data la tua intelligenza, ti lasci sempre infinocchiare?" sei pregato, prima di scrivere le tue solite CAZZATE di citare QUANDO mi sarei lasciato infinocchiare.

-------

sempre

ne metto un paio

quando hai messo un post 'libertario' dal sito di facco in cui un sedicente imprenditore si lamentava dell'iva che pagava sullo stipendio dei suoi dipendenti, o quando hai messo un post di armstrong in cui sosteneva che il nostro pianeta ghiacciava allegando un link che sosteneva il contrario, ecc. ecc. .... 

io ti ho sempre chiesto se leggi e soprattutto capisci quello che posti perché i casi sono

1) non leggi

2) ben più grave non capisci

3) ci prendi per il culo

 

in nessuno dei 3 casi ha grande senso dialogare con te, io stupidamente mi incaponisco sempre, è sempre tato il mio peggior difetto

:-)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Venerdì 15 Novembre 2019 11:53

a proposito di mose e corruzione, qui c'è una bella intervista (di un paio di anni fa, ma assolutamente attuale) a carlo nordio, magistrato coi controfiocchi:

 

"Non capisco i magistrati che simpatizzano per il M5s"

Carlo Nordio va in pensione e ci racconta tutto su gogne mediatiche, intercettazioni e giustizia ingiusta. Dalle Brigate rosse a Tangentopoli, passando per il Mose. Un pm può essere garantista? Sì

 

https://www.ilfoglio.it/politica/2017/02/07/news/carlo-nordio-pensione-pm-magistrati-movimento-5-stelle-118945/?fbclid=IwAR2qNaqHx98GVjDkxIqOFYu2XZRXzc9aLQzfWtnox_NU5mzxtVwwTAdkZnc

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Venerdì 15 Novembre 2019 11:49

il mio turno inizia 7.30

stavo guidando e quindi non andavo a cercarmi link

il mio ruolo è quello di animare il forum, se ci badate quando non scrivo, diventa subito un mortorio


 Last edited by: gianlini on Venerdì 15 Novembre 2019 11:52, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Venerdì 15 Novembre 2019 11:47

Gano, hai ragione.

è che al povero gianlini è andato di traverso che si sia riusciti, almeno temporaneamente, a despampinizzare il forum, e cerca in tutti i modi di stuzzicarmi.

stamattina mi è venuta voglia di sbattergli sul muso le sue miserie

tornerò subito a ignorarlo