S&P Dax Mib.. trading

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 12:07

Nel 2010, un po' prima che Trump si candidasse....

 

This year, Honda has built 555,734 vehicles in the U.S. and a total of 756,788 vehicles in North America. That bests the 468,440 vehicles that Chrysler produced in the U.S. and Toyota’s 430,535*. To be fair, both Toyota and Chrysler build more vehicles in North America than Honda, but both depend more on Canadian production than Honda does. 

Ford and General Motors still far surpass Honda in terms of U.S. production. 

We also found out today that Honda built more vehicles in the United States than in its home country of Japan through the second quarter, according to the Detroit News

Honda has more than 10 factories in the U.S., with two new plants under construction, and 14 R&D facilities. Honda employees more than 27,000 people in the U.S.; Toyota has 28,700 American employees. Honda was also the first Japanese automaker to build cars in the U.S., starting with the Accord back in 1982. 


Read more at https://www.cars.com/articles/2010/08/americas-third-largest-domestic-automaker-honda/#3S3UUhkU4h9T7AHj.99

 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 12:08, edited 1 time in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:59

Gano, ricordo a metà degli anni '80 il dibattito quando i giapponesi invadevano il mercato dell'auto americana: erano i tempi di Lee Iacocca alla Chrisler!

"Sto pensando a societa' come Honda o Toyota, che potrebbero aver ora interesse a mettere grosse filiali incorporated negli Stati Uniti con tanto di produzione a coprire tutta la richiesta USA. "..ehehehe....il mondo inizia con Trump secondo Gano...;)

 

More than 99% of the Honda and Acura vehicles sold in the U.S. in 2015 were manufactured in North America, the highest rate of any international automaker. Honda has maintained a local auto production rate of 75% or higher for 16 years.

https://hondainamerica.com/manufacturing/

 

Toyota invece:

25 milioni di veicoli prodotti in US, 136.000 addetti, 23 miliardi di dollari di investimenti diretti in US

https://www.toyota.com/usa/operations/


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 12:03, edited 4 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Venerdì 28 Aprile 2017 11:58

Gianlini ,la sede legale conta poco : generalmente solo per questioni normative di vario tipo come ,ad esempio,di controllo..

La sede fiscale conta ma soprattutto se l'azienda non è multinazionale.

Se è multinazionale le tasse si pagano dove si producono i redditi .In questo caso si aggiungono i contratti contro le doppie imposizioni.

Infine si apre il mondo dell'elusione.

In questo caso solo accordi globali possono sconfiggere i furbetti del quartierino.

Purtroppo accordi globali con governi infiltrati da interessi economici particolari sono molti difficili.

E quindi Irlanda ,Lussemburgo etc ce li dobbiamo tenere.

 

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:36

Ma quali entità nel 2017, con quella idea in testa, non l'hanno già fatto???

Il mondo è dominato dalle grandi corporation, non siamo più nel 1880 in cui una parte dei fratelli Steinweg (erano 12 o 13) partiti dalla Germania fondavano una succursale in US ribattezzandola Steinway per costruire pianoforti in US come li costruivano nell'Assia!

Che io ricordi, FCA è una delle pochissime aziende ad aver spostato la sede da una nazione all'altra. Un'altra che ricordo è Akzo-Nobel (la parte Nobel, che ha spostato da svezia ad olanda) ma in virtù di una fusione societaria. Se vuoi pure la Shell royal dutch è un caso un po' simile (sede anglo-olandese condivisa) ma si tratta di casi particolari.

 

Ci sono poi i casi ad esempio di Ferrero e Mediaset che hanno grossi uffici in Lussemburgo (800 persone Ferrero, credo sui 400 Mediaset), ma la sede legale è rispettivamente rimasta ad Alba e Cologno. 

 

Dubito che si avrà uno spostamento di "aziende" verso gli USA. Sicuramente però magari assisteremo alla sottrazione di gettito fiscale da paesi tipo Germania, Italia o Francia verso gli USA con operazioni intercompany. Forse qualcosina anche dall'Irlanda.

Se io penso ad esempio ai miei colleghi di ingegneria, la stragrande maggioranza lavora per le filiali italiane di società statunitensi o tedesche. Gli unici che si sottraggono a questa regola lavorano per società del gruppo ENI.

Tu pensi che ENI sposti tutto in USA per ragioni fiscali?

 

"Sto pensando a societa' come Honda o Toyota, che potrebbero aver ora interesse a mettere grosse filiali incorporated negli Stati Uniti con tanto di produzione a coprire tutta la richiesta USA. Poi magari visti gli incentivi fiscali potrebbero essere usate per riesportare in altri paesi, come in Europa o in Giappone. "

la toyota ha già 6 impianti in US:

United States

la Honda ne ha tre

Honda Manufacturing of Indiana Greensburg, Indiana, United States Honda Civic
Honda Civic GX NGV
Honda Civic Hybrid
Honda CR-V (2017- )
Acura ILX (2013-2015)
2008    
 B Honda Manufacturing of Alabama Lincoln, Alabama, United States Honda Odyssey
Honda Pilot
Honda Ridgeline
Acura MDX
Honda J engine
2001    
 A[2] Honda of America Mfg., Inc. - Marysville Auto Plant

(Honda Performance Manufacturing Center)

Marysville, Ohio, United States

L'unico paese al mondo (credo) che non ospita impianti di aziende automobilistiche estere è l'Italia. Forse anche il Giappone e la Corea. Curioso vero? chissà che gli Agnelli non c'entrino in questo discorso.....;)

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:54, edited 9 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:26

Sotto il 15 %, a parte l'Irlanda, trovi solo stati tipo Paraguay, Montenegro, Kosovo, Qatar, Kyrgykistan....

La tabella sicuramente è stata fatta da Deloitte su specifica indicazione di Gianlini, ma hai notato che l'Italia non è affatto fra le più "penalizzanti"?

 

"Leggi i messaggi piu' sotto. Perche' credi che Trump stia rinegoziando tutti i trattati commerciali? "

sinceramente non capisco cosa vuoi dire, puoi essere più chiaro?


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:28, edited 2 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:08

In generale le tasse aziendali sono basse ovunque nel mondo, i posti in cui sono intorno al 20 % sono numerosi -

 

https://www2.deloitte.com/content/dam/Deloitte/global/Documents/Tax/dttl-tax-corporate-tax-rates.pdf


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:17, edited 2 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Venerdì 28 Aprile 2017 11:03

Il credito in politica è funzione della "chiacchiera ".

Una persona seria senza "chiacchiera " non ha nessuna possibilità in politica.

Ad esempio ,Renzi è un pericolo pubblico in quanto troppo bravo a parlare.

Domenica ,per la prima volta nella mia vita ,andrò a votare alle primarie del PD.

Voterò Orlando con l'intendimento di danneggiare Renzi.

Come al referendum ho votato no per danneggiare Renzi ( non me ne fotteva nulla del tema referendario ).

 

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:42

La cosa stupefacente è il credito che personaggi come Trump o Berlusconi riescono a guadagnarsi presso il pubblico.

A nessuno dei loro fan sfiora il pensiero che gran parte di quello che fanno lo facciano INNANZITUTTO per un rendiconto personale. Viene dato per scontato che agiscano per il bene dell'America o dell'Italia.

Se di un assessore comunale di Capracotta nessuno dubiterebbe che se cambia il Piano REgolatore lo fa per favorire il cognato, di Trump o Berlusconi non si pensa mai che i primi destinatari di un abbassamento della tasse siano loro stessi e la loro compagine famigliare-sociale! E quando gli ricapita a Trump un'occasione così??

 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 11:05, edited 3 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:33

Se ci pensi la diminuzione delle aliquote fiscali sull'imponibile o utile, va nella direzione opposta di ridurre i deficit commerciali e spostare la produzione in US.

Infatti se ti limiti a comprare in Cina e rivendere in US, con una fiscalità ridotta dal 35 al 15 % ti ritrovi ad aver guadagnato un 20 % senza far niente! e chi te lo fa fare di riportare anche la produzione in US? a meno che non sfrutti la riduzione di fiscalità per ridurre in ugual misura i salari dei lavoratori (che quindi non ci guadagnano niente dal pagare meno tasse)  e rendere competitivo anche un prodotto nazionale rispetto a quello cinese o messicano, non c'è alcun motivo per non continuare ad importare e rivendere sul suolo nazionale

Quello che andava diminuito era l'imposizione fiscale sul LAVORO come ha già detto Anti! Allora iniziavi a riconsiderare l'ipotesi di comprare in Cina e magari ti mettevi a produrre in US.


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:38, edited 5 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: Bullfin on Venerdì 28 Aprile 2017 10:30

Con Trump gli ebrei vogliono dominare completamente il mondo.

 

 

Altra fesseria.....DOMINANO GIA' COMPLETAMENTE IL MONDO....

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:20

Ma le società che hanno aperto sedi secondarie in Irlanda mica ci hanno spostato la sede legale!

quella è sempre rimasta in US, a Cupertino, Seattle o New York!

L'unica società rilevante con sede in Irlanda che mi venga in mente è la Ryanair

Se ne conosci altre....

Le uniche società di dimensione rilevante non statunitensi sono quelle cinesi. Secondo te si spostano per ragioni fiscali in US quelle? Al di fuori di quelle, le aziende statunitensi dominano la scena mondiale (ad eccezione di qualche società tedesca, giapponese e un paio di inglesi)

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:27, edited 3 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:12

Gano, sinceramente, conosci molte ditte che hanno sede in Giappone, Germania, Francia o altro posto civilizzato al mondo e non in USA per ragioni fiscali e non perchè, appunto, sono innanzitutto tedesche, giapponesi, israeliane o francesi?

La stragrande maggioranza delle società mondiali ha sede e nasce in USA e poi utilizza schemi di allocazione di produzione e/o utili all'estero.

Quello che accadrà è che le aziende statunitensi riporteranno in patria utili e magari parte della produzione e soprattutto non si avvarranno più di sedi di comodo in Irlanda o Singapore o Olanda.

Ma che ci sia uno "spostamento di aziende" non ci credo proprio. Te l'immagini la BASF o la Peugeot che sposta la sede in USA perchè risparmia un po' di tasse? Può accadere alla Fiat perchè altrimenti falliva, ma non è credibile che avvenga per molte altre aziende.

"Dietro Trump vedo due cose: un piano ben definito e la determinazione ad usare una spregiudicatezza e  una violenza, sia in senso figurato che reale, mai viste negli ultimi decenni. Sa che la forza e' dalla sua parte. " e per cosa credi che ne avessimo un'opinione negativa e preferissimo la Clinton??? e che da sempre l'avessimo dipinto come un rozzo e prepotende cowboy? cioè il tipico americano....

 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 10:18, edited 3 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 09:38

Forse per chi non abita in città il fenomeno non è così evidente,  ma chi invece prende i mezzi pubblici si accorge che il 95 % delle persone ha praticamente costantemente in mano il telefonino e sta utilizzando uno fra youtube, facebook o google.

Questo è un fenomeno trasversale, che colpisce donne e uomini, giovani e vecchi, italiani ed immigrati, persone di cultura o colf senza titolo di studio.

E' assolutamente impressionante osservare quetso fenomeno. Spesso in un intero vagone di metropolitana, la totalità delle persone è indaffarata sul telefonino. E a giudicare da quanto vedo gli asiatici ne sono letteralmente dei maniaci.

La categoria meno affetta da questa dipendenza è quella dei rom. Quelli sulla metropolitana ci lavorano e non si lasciano distrarre...;)


 Last edited by: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 09:40, edited 2 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Venerdì 28 Aprile 2017 09:32

Lutrom, vedo che sei in fase di ravvedimento, l'unico post giusto scritto da un decennio a questa parte.

Ma non ci sono dietro complotti, la sinistra non ha piu' strmenti per difendere le plebaglie perche' queste ultime restano sempre plebaglia ma la novita' e' che lo sono a loro insaputa.

Il processo, in Italia, inizio' con la marcia dei 40.000 per cui le sinistre han dovuto evolvere verso le destre per ritardare il processo di annientamento,

I nuovi colossi quali google, feisbuc etc... sono aziende a bassa intensita' di mano d'opera e, quando nel caso di AAPL, la mano d'opera serve per assemblare, la vanno a sfruttare all'estero.

Il resto lo fa l'assessore che continua a rosicchiare il salario del popolo a suon di spese obbligatorie quali tariffe, tasse, sicurezza stronzate moderne etc... se prendi ad es, sky vedi che il maggior numero di clienti si annida proprio tra le plebaglie (a loro insaputa).

Nel momento in cui le maestranze diventano intercambiabili il sindacato non puo' avere piu' alcun potere, un cretino che butta dati dentro il terminale lo addestri in mezza giornata mentre per addestrare chi sa usar la chiave inglese ci volevano tempi lunghi. Questo portera' alla progressiva scomparsa del lavoro dipendente, processo gia' in atto.

E' il capitalismo bellezze (e il Comunismo non lo avete voluto).

 

 

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Venerdì 28 Aprile 2017 09:16

Con Trump gli ebrei vogliono dominare completamente il mondo.

Segnatevi questa frase, vedrete se non ho ragione.