S&P Dax Mib.. trading

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Martedì 24 Ottobre 2017 09:48

Che il market maker in caso di crolli allarghi gli spread ...non ci piove.

Che il market maker assuma posizioni in proprio ...pure .

Che il market maker,non riuscendo a sbolognare gli etf acquistati,raggiunto certe soglie ,possa consegnargli alla società emittente contro titoli.....mi pare probabile.

Trovo che sia un meccanismo geniale .

Viene criticato perchè c'è molto risparmio che non passa attraverso la cosiddetta "price discovery".

Ma ho qualche perplessità su questa affermazione

Infati quando la price discovery è ALTERATA da una BC che compra senza guardare al prezzo ,abbiamo ,nel vero senso  del termine una disruption nella struttura dei prezzi,ma questo non mi pare accada negli ETF.

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 09:42

Gano, le società di ETF hanno obbligo di fare denaro/lettera.

In altre parole, può non esistere un operatore sul mercato che vuole fare la tua operazione contraria, e al suo posto, deve, obbligatoriamente, intervenire la società che emette gli ETF.

Il rischio che appunto io vedo è quello che si velocizzino troppo le operazioni in caso di fast market, o che l'operatore degli ETF blocchi le compravendite se pensa che non riuscirà ad effettuare gli arbitraggi.

Ad esempio:

15/06/2010|08:20

Nuovi obblighi di quotazione su alcuni Lyxor Etf.
Sono stati rivisti al rialzo gli spread massimi delle proposte di prezzo denaro/lettera di alcuni Etf obbligazionari governativi dell’area Euro.
Borsa Italiana, con Avviso n.9950 del 14 giugno 2010, ha comunicato che a partire dalla seduta di oggi, gli obblighi dell’operatore specialista Société Générale, in termini di differenziali massimi denaro/lettera, sui seguenti Lyxor Etf sono stati così rivisti:

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 09:47, edited 3 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 09:27

Hobi, che non sia la società stessa a fare l'arbitraggio ma che lo faccia fare a terzi con cui ha un accordo di riacquisto (o riemissione nel caso operi nel caso di forti rialzi) non cambia la cosa. Il processo è quello che ho indicato io. Ad ogni scostamento fra valore ETF e suo NAV, interviene un processo di arbitraggio e creazione o distruzione di unità ETF.

Il pericolo che vedo è quello che rispetto al singolo operatore, l'arbitraggista operi in modo molto più rapido e violento. Se Gano deve vendere 10 azioni diverse impiega 2 minuti. Se la società che fa arbitraggi le vende, ci mette 1 secondo perchè è tutto automatizzato.

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Martedì 24 Ottobre 2017 09:16

Vi spiego perchè ieri mi sono documentato.

In caso di crolli il prezzo dell'ETF puo andare sotto il cosiddetto NAV.

Ma in questo caso intervengono gli arbitraggisti che COMPRANO gli ETF.

Poi vanno dalla società che HA i titoli del paniere e che ha EMESSO gli etf e ,contro consegna  degli ETF ,si fanno dare i titoli come da paniere.

In tutto questo  vedo un solo pericolo : l'assenza di arbitraggisti .

D'altra parte , in caso di crolli in qualsiasi mercato ,che la domanda scompaia è normale.

Ma ad un certo punto ricompare.

 

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:49

Stai confondendoti col futures o con i bitcoin.

Confondi una proprietà intensiva ( composizione del ETF -fissa) con una proprietà estensiva (numero di unità ETF in circolazione - variabile)

Pensaci 5 minuti e vedrai che mi dai ragione. 


 Last edited by: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:54, edited 2 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:21

Gano, è una semplice deduzione.

Caso limite:

Se tutti operano sugli ETF nessuno opera sul sottostante, giusto?

Se quindi chi opera fa salire o scendere gli ETF, come fa a salire o scendere il sottostante, se non intervengono le società che gesticono gli ETF?

Nella realtà ci saranno situazioni più o meno intermedie, ma capiterà sempre una situazione di disallineamento fra ETF e il suo NAV. E l'0unico modo che mi viene in mente per riallineare i due è di mutare il numero di ETF in circolazione. Valore ETF > NAV, devi creare ETF. VAlore ETF< NAV devi distruggerne.

Tra l'altro, se non fosse questo il meccanismo, la società di gestione degli ETF come farebbe  a procurarsi la liquidità per comprare le azioni in caso di salita, o che cosa farebbe della liquidità che si procura quando le vende in caso di discesa?


 Last edited by: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:27, edited 1 time in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:07

Gano, secondo me è un misto delle due cose.

In assenza di movimenti significativi funziona come dici tu.

Ma se domani tutti vogliono un certo ETF il suo prezzo sale ben più del paniere che lo rappresenta - la gente compra gli ETF e non le azioni che vi sono contenute, gli ETF salgono e le azioni no. In tal caso la società che gestisce gli ETF interviene "creandone" di nuovi per poter soddisfare la maggior richiesta e riportare il valore dell'ETF sostanzialmente allineato con quello del paniere. Agisce cioè da arbitraggista. Il caso contrario avviene quando si assista a vendite. La società dovrà "distruggere" gli ETF liquidando le azioni che vi corrispondono.

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 24 Ottobre 2017 08:08, edited 1 time in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Martedì 24 Ottobre 2017 00:21

In ogni caso non facciamo il funerale prima che ci scappi il morto.

Questi son capaci di fare un'altra bella occasione d'acquiisto domani.

Ciao ragazzi!

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: traderosca on Martedì 24 Ottobre 2017 00:21

ve possino......

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Martedì 24 Ottobre 2017 00:13

La societa' di gestione, in caso di bufera, come prima cosa, allarga lo spread denaro/lettera, in ogni caso se tu vendi i tuoi etf essa deve immediatamante vendere i titoli sottostanti altrmenti assumerebbe una posizione in proprio.

In buona sostanza e' come se ci fosse un'ondata di riscatti sui fondi con liquidazione immediata. In ogni caso l'ETF amplifica la caduta rispetto ai fondi comuni, ma comunque sarebbe molto peggio se i sottoscrittori  avessere in mano direttamente le azioni come ai vecchi tempi. La differnza e' che negli etf, complice lale ttera f (fondo) sono entrati anche quelli che mai avrebbero comprato azioni.

 

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 23:39

non mi autoassolvo per niente, anzi, so benissimo di aver commesso un errore molto grave; ma sono abbastanza sicuro che se avesse vinto la Clinton (e probabilmente è stata questione di appena qualche centinaia di migliaia di voti) sarebbe andata in modo molto diverso (non il bull market, ma il mio modo di reagirvi)

"non mi è chiaro il perché,in caso di crollo,la presenza degli Etf dovrebbe aggravare la situazione." - forse perchè sarebbero per la maggior parte ordine di vendita al meglio, e senza prezzo - la società di gestione di ETF non può calibrare gli ordini di vendita, ma eseguirli tout court

inoltre potrebbero esserci grosse differenze fra il valore dell'ETF esposto e quello a cui viene effettivamente eseguita la vendita; questa differenza forse la deve assorbire la società di gestione, e se le oscillazioni sono troppo ampie, mandare in rosso la società stessa; oppure se singoli titoli vanno in blocco per eccesso di ribasso, cosa fa la società di gestione dell'ETF?


 Last edited by: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 23:46, edited 3 times in total.

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Lunedì 23 Ottobre 2017 23:39

Defil aveva ragione.

non sapevo come funzionavano gli Etf per cui mi sono documentato : i pesi non c’entrano nulla.

Capito questo non mi è chiaro il perché,in caso di crollo,la presenza degli Etf dovrebbe aggravare la situazione.

Serve maggiore informazione ma il tema È complesso.

 

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: hobi50 on Lunedì 23 Ottobre 2017 23:27

Gianlini volevo solo far passare il concetto che si tratta sempre di scommesse.

E nel mercato non c’e solo Trump.

Quindi avresti potuto indovinare su Trump ,ma poi arriva il cicciobello o la Catalogna a scompaginare i tuoi progetti.

Bisogna fare scommesse che possono andar male senza che si scassi il tuo equilibrio mentale o quello materiale.

E soprattutto mai bisogna dire Ho sbagliato ed autoassolversi.

Non stiamo facendo un compito di matematica ma scommesse finanziarie.

Hobi

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 23:20

DEfil, sono numeri impressionanti.....anche se ad intuito la passività non è un problema. Bastano pochi investitori che "ne capiscono" per determinare il giusto prezzo di un'azione e gli altri semplicemente si adeguano (perchè il peso dell'azione all'interno del paniere cambia, e gli ivnestitori passivi ne prendono atto riproducendo la nuova distribuzione di pesi).

Quello che fa impressione è la mole di ricchezza che due soggetti soltanto, di fatto, controllano. 6 volte il PIL italiano..

In ogni caso è evidente che sempre meno gente ricorre ai fai da te, e quelli che lo fanno sempre meno trattano le singole azioni ma preferiscono trattare ETF e quindi panieri o indici o temi specifici.

 

 

 

Re: S&P Dax Mib.. trading  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 22:39

Arrivera' finalmente una poderosa sciacquata?

La scusa potrebbe essere il viaggio del trmpanaro in Giappone e sodcorea.

Quello quando parla perde il contrllo e potrebbe lanciare un ultimatum a Ciccio Kim. A quel punto la situazione si complica,

Ciccio non ha piu' nulla da perdere e se ha davvero la bomba so' cazzz.

Tra le altre cose Abe vuol modificare la costituzione per permettere al Giappone di riarmarsi, Hiroshima e Nagasaki non son mica dimenticate,