Il Problema è l'Europa

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 15:24

Muschio, però da quello che si legge questi gilet mi sembra che farnetichino un po'  .. Macchine diesel, kerosene gauche, percorrenza chilometrica..Forse sono tutti diventati tassisti o hanno alzato un po' troppo il gomito...

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: muschio on Domenica 02 Dicembre 2018 14:37

Storicamente noi italiani facciamo sempre la figura delle pecore-coglioni con i nostri cugini francesi.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: hobi50 on Domenica 02 Dicembre 2018 12:58

Oscar ,oltre quello che ha scritto sui privilegi e ruberie  aggiungerei la ristrutturazione del debito con annessa patrimoniale.

Insomma cose non facili  e non immediate .

Ma il tempo passa e non ci aiuta.

 

Hobi

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: traderosca on Domenica 02 Dicembre 2018 12:20

"Hobi, quasi tutto giusto quello che scrive Cesarotto sui crucchi,ma l'italia nessun problema?"

Dell'Italia  se ne è parlato tanto ma è mancata la visione di insieme.............

 

Hobi, mi riferivo all'articolo di Cesarotto sui crucchi,e non ha speso nessuna parola sulle inefficienze italiane.

Condivido quasi tutto dell'intervento sotto,però..

"Un governo litigioso che si paralizzi o che proceda, sempre e solo, su compromessi .

Insomma mi sembra che resti l'ottimismo di Oscar ...ma basato su che ?"

Ottimismo mi sembra un po' troppo causa la coalizione,ma non si può avere tutto.Penso che eliminare le ruberie ed i notevoli privilegi

per rendere il sistema più equo,sia un buon punto di partenza,certo che richiede tempo perchè gli interventi sono numerosi e con una coalizione

aumentano le difficoltà.......

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: shera on Domenica 02 Dicembre 2018 12:01

Gianlini non ti viene il dubbio che leggendo zerohedge e simili hai le notizie da 2 settimane a 2 anni (oltre a quelle censurate vitanaturaldurante) prima di chi legge Repubblica o quarda SkyTG24?

Io ho letto della francia la mattina prima che Gano tirasse fuori il discorso.

 

Si parla nel post precedente di pma ovvero partito delle televisioni e del denaro, insomma Gano ha tirato fuori un argomento prima che arrivasse in tv, forse perchè le mie e le sue fonti sono migliori, indipendenti, non censurano: noi sappiamo del Vajont, di Ustica, delle BR, di Napolitano...

Ma non potrai leggere la verità su Ustica sul Corriere perchè anche se il giornalista la scrive, prima che vada in stampa chiamano dal quirinale e bloccano la tiratura di tutto il giornale.

"Attenti a giocare al ribasso a questi prezzi. La situazione dei virus si va stabilizzando." 04/03/2020 Antitrader

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: hobi50 on Domenica 02 Dicembre 2018 11:08

"Hobi, quasi tutto giusto quello che scrive Cesarotto sui crucchi,ma l'italia nessun problema?"

Dell'Italia  se ne è parlato tanto ma è mancata la visione di insieme.

Ovviamente "l'assessore" è stato il grande protagonista nell'assalto alla diligenza Italia.

Ma l'opera è stata completata  da quelle classi di Italiani che hanno beneficiato di politiche scandalose.

Metto per prima mia moglie che ha maturato  la pensione dopo 16 anni ,sei mesi ed un giorno di lavoro e la sta pecependo da oltre 30 anni.

Non voglio perdere tempo a denunciare  quanta parte della ricchezza del paese è stata "RUBATA" da categorie di Italiani.

Magari un giorno farò un post ,che non sarà certamente esaustivo,sulle ruberie di cittadini ed aziende ai danni dello stato.

Ovviamente la percezione del mercato di quello che stava succedendo e che gran parte dell'indebitamento fosse a fronte del "nulla" ha causato ,oramai da qualche decennio,uno spread superiore ai paesi che erano nostri diretti competitori ( Germania,Francia ,Inghilterra ).

Cosicchè ora ci troviamo con questo debito monstre che ,ceteri paribus,penalizza ,OVVIAMENTE,le nostre performance.

Quanto sia importante la struttura finanziaria di una nazione è esemplificata dal caso Giappone.

La corazzata economica giapponese è stata affondata dalla grande crisi del 1989 .

Lo scoppia della bolla ha lasciato una eredità enorme di debiti alle banche ed alle aziende costringendo lo stato a fare da motore allo sviluppo.

Politica che si è rivelata catastrofica  perchè ,in una nazione,lo sviluppo SANO viene dall'attività congiunta di banche ed aziende.

In Italia invece è stata l'azione dello stato indebitato ad influire negativamente sul sistema produttivo attraverso un'alta tassazione e servizi inefficienti.

Ora siamo agli ultimi atti.

La povertà di molti  sta dando una boccata d'aria nei nostri conti  con l'estero .

Peccato che i bassi salari tedeschi siano ben oltre i livelli di sussistenza mentre i nostri sono ,DA FAME,per alcune categorie di produttori.

Noi non abbiamo speranze.

La congiuntura  è possibile che si indebolisca,

La politica monetaria che  si rafforzi.

Il nostro debito che vada sotto pressione tassi ed  appesantisca i nostri conti.

La situazione sociale che si deteriori.

Un governo litigioso che si paralizzi o che proceda, sempre e solo, su compromessi .

Insomma mi sembra che resti l'ottimismo di Oscar ...ma basato su che ?

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Domenica 02 Dicembre 2018 11:13, edited 4 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 09:46

Aggiungo un altro elemento che Gano non cita ma che secondo me gioca un ruolo fondamentale.

I francesi, e immagino quelli fuori da Parigi ancora di più, hanno molti più figli a testa di italiani e tedeschi. Come tutti quelli che hanno figli sanno, è molto più complicato comprimere le spese legate ad essi rispetto ad un adulto, oltre ovviamente ad accrescere preoccupazioni ed aspirazioni per il futuro. Questo potrebbe forse spiegare perché gli italiani, in una situazione di compressione del potere di acquisto, non hanno affatto reagito violentemente come invece sembrano facciano i francesi. 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: traderosca on Domenica 02 Dicembre 2018 09:37

"Oppure chiedi ad Antitrader, che a detta di Tradeosca è l'esperto di Francia"

 

non mi sembra di avere scritto che l'esperto di Francia sia Anti,mi sono semplicemente inserito in uno sterile dibattito(Bannon o no Bannon) sulle cause delle ultime agitazioni

francesi che si possono riassumere nell'intento di Macron di mettere ordine nell'enorme spesa francese che sta portando scontento anche al suo elettorato...............

 

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 07:56

Non puoi avere tutte le risposte da un forum.

--------------------------------------

io non disperdo le mie energie; la varietà, esperienza, intelligenza, e capacità dei partecipanti a Cobraf fa sì che possa essere con buona approssimazione la mia unica fonte di apprendimento.
Non scherzo.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 01:24

Scusami Gano,

I tedeschi si sono fatti addirittura anzitempo la loro repressione salariale con Hartz IV e nessino ha protestato.

Gli italiani hanno subito la repressione salariale  grazie a Monti, calato dall'alto, e nessuno ha protestato.

Ora i francesi, anticipando i risultati di quella che sembra essere la politica di Macron, democraticamnete eletto un anno fa, e con la scusa della benzina che costa meno che in italia, spaccano tutto.

Tanto logico e tanto spontaneo non sembra, se non pensando che tale è la grandeur dei francesi, che non sono disposti nemmeno ad un minimo arretramento del loro standard di vita. E' così? La ragione non sta quindi nelle condizioni economiche oggettive ma nel carattere peculiare dei francesi, soprattutto quelli di campagna?

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 01:26, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 01:15

io non posso capire, non sono mica intelligente come te.....

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 01:05

ah, ok....

una cosa però continua a non essermi chiara.

i poveri francesi, quelli che dici essere colpiti dal contenimento salariale, non dovrebbero essere per la stragrande maggioranza immigrati o di origine non francese? eppure nelle manifestazioni hai detto che non se ne vedono....

 

 

 

 

 

 

.

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 01:11, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 00:51

Gano, mi interessa solo capire come mai tu, un  mese fa o giù di lì, più o meno 15 gg prima che si iniziasse a sentir parlare di gilet colorati, improvvisamente hai pensato alla Francia.

mi basta che mi dici...quella mattina ho sentito un gallo fare chirrichicchì e mi è venuta in mente la Francia.

So benissimo di sbagliarmi quando penso che un qualche Bannon abbia sparso da qualche tempo in internet il germe della rivolta alla marsigliese e che tu, da persona intelligente nonchè lettore di tante fonti internettiane quale sei, hai colto la cosa in anticipo rispetto agli altri, e l'hai scritta su Cobraf. So benissimo di sbagliarmi. Quindi devi darmi una spiegazione alternativa a questa.

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 00:57, edited 3 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Domenica 02 Dicembre 2018 00:41

Quindi, dato che il problema della Francia è l'euro, e non esiste modo di recuperare competivitià in altro modo che uscirne, tu pensi che il 70 % dei francesi sia ora per l'uscita dall'euro?

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: traderosca on Domenica 02 Dicembre 2018 00:38

Gano,ho letto tutti i vostri post,penso che nessuno di voi conosca la Francia,forse qualcosa Anti.

Lo sapete che la Francia ha il rapporto spesa/pil più alto al mondo e con poche ruberie? lo sapete che il welfare è il più alto al mondo?

lo sapete che il sistema fiscale è tra i più equi al mondo? lo sapete che tl reddito di cittadinanza ce l'hanno dal 1980? .........  non vi dico più niente perchè vi voglio asini...


 Last edited by: traderosca on Domenica 02 Dicembre 2018 00:41, edited 1 time in total.