Il Problema è l'Europa

netti segni di ripresa economica - gz  

  By: GZ on Venerdì 14 Ottobre 2005 00:18

Una volta sottolineato di nuovo che per la composizione del nostro listino (telecom, banche, enel...) questa notizia non è rilevante resta però che anche l'Italia si aggiunge alla Germania ora nel mostrare netti segni di ripresa economica, non capita spesso che l'export esca tre volte più alto di quello previsto Male per i bund e btp, bene per l'euro e bene per diverse small cap ----------------------------- Oct. 13 (Bloomberg) -- Italian industrial production in August rose three times more than forecast by economists, signaling growth is gaining momentum after Europe's fourth- biggest economy emerged from recession. Production by factories, utilities and mines increased 1.3 percent from July, when it rose a revised 0.9 percent, the Rome- based national statistics office Istat said today. The increase was the second biggest in eight years and ^higher than the 0.4 percent median forecast of 28 economists surveyed by Bloomberg#http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=10000085&sid=aNOPADA7BArU&refer=europe^

 

  By: Gilberto on Lunedì 19 Settembre 2005 00:04

E l'euro ?! Dal momento che nel "paniere euro" , il marco è certo la moneta con più peso , qualche scossetta dovrebbe darla.... Sept. 19 (Bloomberg) -- The euro fell as counting in Germany's election showed opposition leader Angela Merkel may have to share power with Gerhard Schroeder's Social Democrats. Merkel, who pledged to cut taxes and employment costs in Europe's largest economy, won't have a majority together with her preferred coalition partner, early results indicate. Her policies may be diluted if she has to govern with the Social Democrats. Merkel and Schroeder each claimed the right to govern. ``Looks like it will be a bad week for the euro,'' said Carsten Fritsch, a currency strategist at Commerzbank AG in Frankfurt. ``Reforms are going to be slow and very minor in Germany over the next four years.'' The euro weakened to $1.2180 against the dollar at 6:56 a.m. in Wellington, New Zealand, from $1.2234 on Sept. 18 in New York, according to currency trading system EBS. Merkel's policies won her support from business groups such as the BDI industry federation, which represents 107,000 of the country's biggest businesses. Among her proposals is suspending legal protection against unfair dismissal for companies with 20 workers or fewer and reducing income as well as corporate taxes. The result is ``deeply disappointing,'' Juergen Thumann, the president of the BDI told Germany's ARD television. ``It will be more difficult to govern Germany.'' German unemployment rose to a post-World War II record of 12 percent in March, while the economy stagnated in the second quarter. In the U.S., the jobless rate fell to 4.9 percent in August, the lowest in four years.

 

  By: polipolio on Domenica 18 Settembre 2005 23:50

Cosa farà il dax domani? se ho capito bene la germania è senza governo: 36 CDU 10 liberali --- 34 spd 8 verdi --- 8 sinistra che continua a sostenere di non voler andare al governo coi spd-grune. Dunque il dax scende?

Le cose vanno veramente alla grande - gz  

  By: GZ on Venerdì 16 Settembre 2005 13:18

Le cose vanno veramente alla grande in Europa, perlomeno per chi abbia stock options o altro compenso legato all'andamento azionario e per chi abbia investito in azioni E se per caso il mercato si fermasse un attimo nella sua corsa basta che ci sia un altro attentato o catastrofe e riprende la corsa

 

  By: Moderator on Giovedì 07 Luglio 2005 11:11

L'auto costa cara e resta in garage ------------------ invece dove sto io sono così ignoranti che non sanno neanche che c'è crisi , e continuano ad intasare tutto . Bisogna che qualcuno li avverta

 

  By: Mr.Fog on Giovedì 07 Luglio 2005 10:43

L'auto costa cara e resta in garage --------------------------------------- Eh..eh...siamo troppo avanti qui su Cobraf.... ---------------------------------------- Mr.Fog -------------------------------------------------------------------------------- 18 March 2005 20:2 Mi scuso se mi inserisco con una nota forse sciocca. Avete notato anche da voi un calo del traffico? Per recarmi in ufficio sopporto la stessa strada da anni. Sono solo che pochi Km e da sempre la velocita' media non supera i 4 all'ora. Sono quasi preoccupato perche' e' da 15 giorni che il traffico sembra scomparso...volatilizzato. OK il bel tempo permette l'uso di motorini, bici, pulman...ma cosi', giuro e' troppo. Hanno smesso di usare l'auto! Il caro petrolio fa davvero paura....e non vorrei che soffochi anche quel poco di consumi che ancora ci sostiene.

 

  By: GZ on Mercoledì 06 Luglio 2005 21:16

L'auto costa cara e resta in garage ^Uso in calo per il costo della benzina, blocchi del traffico, patente a punti#http://www.ilsole24ore.com/fc?cmd=art&artId=687152&chId=30&artType=Articolo&back=0^ Rischi di ribasso sulla stima ^del rapporto deficit/Pil"# http://finanza.repubblica.it/scripts/cligipsw.dll?app=KWF&tpl=kwfinanzadettaglio_news.tpl&del=20050706&fonte=LFN&codnews=35272^

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Luglio 2005 19:37

sarà, ma mi sembra che molta di questa gente più o meno sei mesi fa, sosteneva che l'euro sarebbe andato a 1,60 contro dollaro, e lo comprava senza fatica a 1,35 d'improvviso è diventato tutto così fatiscente, dalle parti di Bruxelles??

 

  By: GZ on Mercoledì 06 Luglio 2005 19:31

Londra ha vinto clamorosamente la competizione per ospitare le Olimpiadi battendo Parigi Questo gestore Usa sostiene che è un evento che avrà grosse ripercussioni nel futuro -------------------- Scott Rothbort da TSC ------------ London has narrowly defeated Paris in the last round of IOC voting to be named the host city for the 2012 Summer Olympic Games. While hosting an Olympics has far greater economic impact in a developing economy (Mexico City, Tokyo and now Beijing) this story will have a different ending. For Paris (France) and London (U.K.), that is. It's a tale of two cities. The EU is in economic shambles. The future of its constitution is in doubt. The European Central Bank is weak (at best). French President Jacques Chirac says some of the most stupid things that a civilized nation's chief executive has ever voiced. Doesn't he know that France is even losing its domination in the wine industry? The Paris Olympic bid should have been an EU-wide effort. It was not. Not enough people give the U.K. the credit it deserves for opting out of the euro. Paris spent untold euros building facilities for an Olympics, which will now not happen. Greece will be paying for its Olympic effort for decades. While France's economy is stronger than that of Germany, it is far weaker than that of the U.K. If I had to predict, today's Olympic decision is of monumental proportions for the future. Within the next two decades we can expect countries to withdraw from the euro common currency and the EU in general. While smaller and fragile nations are knocking down the door to get into the EU and have the euro, we should expect one or more of the bigger nations to withdraw in my time frame, making that an even weaker economic section of the world. While the euro and EU will be hurt, the more independent U.K. and Asian nations will benefit. I think there will be some interesting long-term investment opportunities if this all plays out as I see it.....

 

  By: XTOL on Mercoledì 08 Giugno 2005 20:00

arrotondano con lavoretti all'impianto idraulico

 

  By: gianlini on Mercoledì 08 Giugno 2005 19:49

l'unica cosa che non si capisce è come sopravvivano i polacchi a Strasburgo....

 

  By: XTOL on Mercoledì 08 Giugno 2005 19:47

ma gian, cosa hai capito? è la classifica delle donazioni... (a se stessi)

 

  By: gianlini on Mercoledì 08 Giugno 2005 19:44

fra i molti percettori dei 144.000 euri l'anno figurano tra l'altro parecchi strenui difensori della classe operaia .....

 

  By: XTOL on Mercoledì 08 Giugno 2005 19:30

nessuna possibilità che si esca dall'europa. indovinate in quale classifica le suoniamo a tutti: Italia 144.084,36 euro Austria 106.583,40 Olanda 86.125,56 Germania 84.108 Irlanda 82.065,96 Gran Bretagna 81.600 euro Belgio 72.017,52 Danimarca 69.264 Grecia 68.575 Lussemburgo 66.432,60 Francia 62.779,44 euro Finlandia 59.640 Svezia 57.000 Slovenia 50.400 Cipro 48.960 Portogallo 41.387,64 Spagna 35.051,90 Slovacchia 25.920 euro Rep. Ceca 24.180 Estonia 23.064 Malta 15.768 Lituania 14.196 Lettonia 12.900 Ungheria 9.132 Polonia 7.369,70 euro xtol ps: vediamo anche se qcn mi sa dire quale partito voleva che solo il nord adottasse l'euro, lasciando la lira al centrosud...

 

  By: cisha on Mercoledì 08 Giugno 2005 01:32

E' proprio il caso di dirlo, la natura fa il suo corso; il fallimento dei referendum in Francia, in Olanda ed ora in Inghilterra (appuntamento rimandato=falimento assicurato) non fa altro che riportare le bocce al centro del tavolo e cos strana ricompattare le speranze dell'eurogruppo. Intanto abbiamo avuto la caduta dell'euro che bene o male fa bene all'export di ogni singolo paese tanto che viene il dubbio che ci sia un accordo sottobanco dei vari governi per fare abbassare anche il costo del denaro (infatti il TRICHECO è rimasto troppo a lungo imbambolato)data l'evidente stagnazione/recessione delle nostre economie principali. Le pulsioni che si fanno sentire per l'abbandono dell'euro verso il ritorno alle monete nazionali sono delle baggianate clamorose ma se non altro vanno a stuzzicare la BCE che probabilmente potrebbe preferire il taglio dei tassi pittosto di una valanga di rinunce all'euro...costi quel che costi. Si è sentito fin qui a Fiesole il lamento godereccio di Blair (in vacanza in Toscana)non tanto per gli amplessi con la moglie quanto per il gradito pasto caldo servito su piatto d'argento dai francesi e dagli olandesi. Ora abbiamo che il mondo vede l'europa con una crisi sia economica, sia politica, vere e nessuno può bleffare e credere che siano finte per far rialzare l'euro. Oltretutto rimane il fatto che il petrolio ci costerà di più con il dollaro riallineato verso valori di scambio più equilibrati e l'economia ne soffrirà ancora di più. Qundi che dire...fra una impossibile unione politica federata sul modello USA e una più probabile e forse giusta unione ma solo economica di libero scambio (vedi quei furbacchioni degli svizzeri che han detto SI al trattato), credo che la strada sia tracciata. Oltretutto le tensioni sul terrorismo dei fanatici che tendevano ad unire l'europa si sono molto allentate e quindi non resta altro che ripartire disuniti alla riscossa.