La fine dell' Inghilterra

Non rischiare mai è rischioso alla fine - GZ  

  By: GZ on Mercoledì 10 Agosto 2011 18:07

A mio padre anni fa quando aveva 80 o 79 anni un magrebino lo ha fermato per strada e chiesto dei soldi in malo modo. Invece di darglieli si è messo ad urlare e questo è andato via. Mio padre pesava 64 chili, alto 1.65 circa, era ottantenne e dargli i soldi che aveva in tasca non gli costava niente, ma non glieli ha voluti dare. Mia moglie a Los Angeles è stata derubata sulla porta di casa da due messicani con una mazza da baseball. Gli ha dato la borsetta con tutto perchè avevano la mazza, ma appena si sono allontanati gli è andata dietro urlando "datemi le chiavi e i documenti !!" fino a quando questi li hanno presi e li hanno buttati per terra. In centro a Milano si è accorta che un ladro aveva preso la borsetta della sua amica e gli è corsa dietro prendendolo a pugni e questo lo ha mollata. Hanno rischiato "troppo" ? Se hai un coltello puntato alla gola o sono in cinque di notte in un vicolo scurso su di te le probabilità sono 1 su 50 contro di te per cui è ragionevole in quei casi cedere e salvare la pelle. Ma qui sotto hai una foto che mostra un giovane inglese contro un altro giovane immigrato africano che è senza armi, ha forse dieci chili in più come corporatura e siamo in pieno giorno. L'inglese che si umilia e si spoglia perchè l'altro lo ordina (senza avere una pistola o coltello in mano) senza tentare di resistere, crea un immagine che colpisce l'immaginazione di chiunque la guardi. Non si può essere sicuri al 100% o anche al 90% di come vada a finire in casi del genere, se vuoi essere sempre sicuro allora fai delle polizze di asscicurazione ogni volta che esci di casa, ma ragionevolmente, in base a quello che vedi in una foto presa in pieno giorno e nitida, puoi pensare resistendo di prendere dei pugni, ma anche di darli. Sei giovane, uno contro uno, a mani nude e l'altro peserà dieci chili più di te, ma sei in mezzo alla strada di giorno e nessuno in quattro giorni di disordini è stato ucciso. La probabilità logica era che ti facevi un poco male, ma non è detto, può essere che il teppista rinunci invece e salvi le mutande e l'onore Per circa tremila mila anni, da Omero a Socrate a Seneca a Cristo alla letteratura medievale a Machiavelli al romanticismo, alla rivoluzione francese a Marinetti fino a due generazioni fa tutta la cultura e la letteratura occidentale ha avuto come tema il coraggio, la forza e l'onore e non l'opportunismo, la vigliaccheria e l'umiliarsi per evitare i pericoli fisici Diciamo che il vostro punto di vista è totalmente nuovo culturalmente, è assente in tremila anni di pensiero e cultura occidentale, pagana e cristiana, antica o medievale o illuminista o moderna. Finora si era sempre parlato bene del coraggio e dell'onore e male della vigliaccheria e dell'opportunismo C'è un motivo profondo per questo, non è che per millenni si era aggressivi e bellicosi e ora di colpo dal 1960 siamo razionali ed equilibrati. ^Socrate parlava della sua paura ma anche del suo coraggio e senso del dovere in battaglia per il quale fu decorato#http://www.crystalinks.com/socrates.html^. Ludwig Wittgenstein, il più famoso filosofo forse del '900, matematico ed inventore, professore a Cambridge, personaggio simbolo della razionalità sofisticata andò volontario in guerra e si candidò per le missioni di esplorazione in territorio nemico che erano le più pericolose. Perchè quando l'opportunismo individuale diventa un codice di comportamento collettivo porta alla rovina un paese, vieni conquistato e schiavizzato da altri che hanno più coraggio e voglia di sacrificarsi ogni tanto. Se ogni individuo cerca solo di fare il minimo e non rischiare personalmente niente il risultato collettivo è un popolo di m-e-r-d-a che viene messo sotto i piedi da altri

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 17:34

e quel mingherlino lì, doveva mettersi a litigare con l'altro?? si discuteva proprio l'altro giorno qui con le ragazze, di quanto sia da incoscienti mettersi a litigare con uno sconosciuto (a proposito del tizio ucciso in scooter dall'anziano inviperito)

 

  By: lmwillys on Mercoledì 10 Agosto 2011 17:29

gran bella cosa il coraggio, difendere l'onore, può andarti bene magari se quello è mingherlino e disarmato, magari dopo ha un fratello armato che ti viene a cercare, ma pazienza ... vuoi mettere la gioia di tua moglie al tuo funerale mentre ti elogia nel discorso commemorativo funebre per l'onore difeso letteralmente fino alla morte ? mi pareva il succo di Giovanni-bg fosse più o meno questo ... diceva 'allo scontro fisico riccorro solo quando non ci sono alternative e la mia vita è in pericolo.' ... vale la pena per un jeans e per il rimanere nudo in strada ?

 

  By: GZ on Mercoledì 10 Agosto 2011 17:14

---------------- (...quando si toccano certi argomenti è meglio non diffondere idee pericolose per chi ascolta specie se chi le diffonde è un esperto sull'argomento difesa come mi pare sia Lei. ... ingaggiare uno sconoscuto per difendere i propri jeans è una cosa alquanto sciocca secondo me perchè 1) non so se il tizio è armato (se è armato anche di solo coltello sono cavoli per diabetici) 2) anche fossi sicuro che NON è armato non so quali sono le sue capacità di difesa e offesa, 3) anche sapendo che è disarmato e che io sono decisamente più forte di lui è improbabile che esca da uno scontro fisico senza riportarne i segni anch'io, 4) i jeans me li posso sempre ricomprare la vita no, 5) ammettendo anche che mi va bene e riporto nello scontro solo ferite lievi ma devo andare al pronto soccorso, denunciare l'accaduto ecc. ec.., è comunque un rottura di palle maggiore del ricomprarsi un paio di jeans, 6) se invece mi va di lusso e lo massacro di botte senza che lui riesca a toccarmi (roba che succede solo nei film ma va beh..) POI devo giustificare ciò che ho fatto davanti a un tribunale. In defintiva come Le avrà sicuramente insignato il Suo maestro allo scontro fisico riccorro solo quando non ci sono alternative e la mia vita è in pericolo...1) non so se il tizio è armato (se è armato anche di solo coltello sono cavoli per diabetici) 2) anche fossi sicuro che NON è armato non so quali sono le sue capacità di difesa e offesa 3) anche sapendo che è disarmato e che io sono decisamente più forte di lui è improbabile che esca da uno scontro fisico senza riportarne i segni anch'io 4) i jeans me li posso sempre ricomprare la vita no) ------------- Ti rendi conto vero, che il teppista nero gli ordina di spogliarsi nudo per strada solo per umiliarlo, visto che i soldi glieli aveva gia dati tutti e le mutande non gli servivano e non se le è portate via ? Mai sentito di cose come onore, dignità e coraggio ? Se ti filmano o fotografano mentre per la strada, in pieno giorno, davanti ad un singolo teppista non armato che te lo ordina, non ti limiti a dargli i soldi, il cellulare e l'orologio, ma ti cavi anche nudo poi a tuo figlio cosa 'azzo insegni quando ti vede in questa bella foto o raccontano quello che ti è successo? Se era di notte ti chiedeva anche un p-o-m-p-i-n-o probabilmente (succede spesso in USA) e tu cosa facevi ? A tuo figlio insegni che l'importante nella vita è non subire mai nessun graffio, frattura, contusione o perdita di sangue, a tutti i costi e a prezzo di qualunque umuliazione ? La vigliaccheria, l'opportunismo, il chinare la testa, l'umiliarsi per evitare rischi, la il franza-e-spagna-purchè-se-magna, il masochismo sono la nuova morale ?. L'unico scopo nella vita è arrivare a tutti i costi fino a 86 anni senza traumi, ferite o stress fisici umiliandosi verso chiunque venga percepito come più forte ? Da un osso rotto si recupera dopo un poco con la medicina, ma dalla perdita della propria dignità ? Se ti ordinano di leccargli il c-u-l-o con la lingua sennò ti picchia lo fai perchè non si sa mai... ? Perchè capita molto spesso ad esempio in America. Stavo seduto in posto di polizia di Brooklyn nel 2000 o 2001 perchè mi aveva portato via l'auto con il carro attrezzi e mentre aspettavo guardavo la descrizione dei reati che in America hanno l'uso di mettere in bacheca con tutti i dettagli e l'identikit del presunto aggressore. Metà erano stupri, tutti ad opera di neri e nella descrizione del tipo di stupro, incredibile ma vero, se leggevi bene notavi che questa prestazione era molto richiesta alla vittima. E quando aggrediscono una coppia di bianchi capita a tutti e due che ti si infili qualche cosa per il sedere o che devi leccarlo. Dato che statisticamente il 40% degli stupri ad opera di neri hanno vittime che sono bianche e che sono circa 35mila l'anno in USA gli stupri nero-su-bianco, è una situazione che si verifica in migliaia di casi l'anno Non capisco poi cosa ci sia di "pericoloso" nell'irritarsi un attimo vedendo sistematicamente gente che viene picchiata e umiliata solo perchè è della mia razza ed identificarmi con loro per il semplice motivo che se fossi passato per quella strada o quel quartiere avrei fatto la stessa fine solo perchè appunto bianco. Il masochismo è il nuovo codice etico ? A mio avviso un giapponese, cinese, arabo, persiano, ebreo, indiano, chicano o africano non si comporterebbe e reagirebbe probabilmente in questo modo pieno di paure masochiste. Come minimo negli altri popoli e razze che ho citato direbbero quello che dico io, cioè che comportarsi da vigliacco ti risparmia danni fisici forse, ma è disonorevole. Il maestro di Kenpo Dr. Chapel citato nel post più sotto faceva recitare un credo all'inizio di ogni lezione che parlava di difendere l'onore, i principi di giusto o sbagliato e combattere...mica di stare attento a non farsi mai male "I come to you with only karate, empty hands. I have no weapons, but should I bo forced to defend myself, my principles, my HONOR, should be a matter of life or death, or right or wrong, then here are my weapons, karate, my empty hands..."

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 16:59

Zibordi! bei tempi quelli, non avevo ancor perso in soldi in borsa e io abitavo proprio in via Ciovasso, praticamente a fianco del ristorante (il Consolare, vero? io però preferivo quello in piazza S.Maria del Carmine) e avevo ufficio in Via Cusani! bei tempi bei tempi! ora, stante le grandinate prese sui mercati, mi tocca sorbirmi solo del kebab puzzolente!

 

  By: GZ on Mercoledì 10 Agosto 2011 16:55

ma a Milano ora le alternative in termini di locali in cui andare alla sera sono i kebab dei musulmani oppure i locali gay ? Passati i 40-45 anni ti resta ancora la curiosità di scoprire di sera locali esotici e di tendenza alternativi alla moda, non basta vederli su Sky ? Stare a casa a farti un ossobuco con gli amici e sentire musica rock anni '70 non è più rilassante ? io sono stato a Milano da dopo il master fino al 1996 per cui dopo ho perso gli ultimi quindici anni ma mi ricordo anche locali diciamo di italiani e non necessariamente gay & lesbian (anche se in via Ciovassino, a fianco della sede della CIR di Debenedetti, c'era effettivamente questo ristorante da pesce ottimo dove se andavi tardi avevi al tavolo di fianco Zeffirelli e la sua clacque e il proprietario verso mezzanotte si scatenava...) qui in provincia a siamo ancora indietro, si finisce per andare a mangiare in banali locali padani da tagliatelle, gnocco e salame senza l'atmosfera gay

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 14:08

gano, cosa c'entrano i miei giudizi con il fatto che però non mi fa certo schifo a priori confrontarmi con determinate realtà? chi ha la puzza sotto l naso se ne sta nella sua bella villetta di campagna o nell'appartamento in centro e magari parla anche bene dei rom, ma si guarda bene dal viverci quasi accanto io uinvece che ce li ho sotto casa (letteralmente! adesso ce ne è un gruppo che dorme all'aperto proprio nel parco davanti a casa, li vedo tutte le sere preparare "l'accampamento" ) e proprio osservandoli posso averne un giudizio anche pesantemente negativo io ce l'ho con le donne velate musulmanet quanto con chi parla male degli omosessuali, non disdegnando personalmente di frequentare i kebab o i locali gay di via Sammartini!

 

  By: Gano* on Mercoledì 10 Agosto 2011 13:57

Qui mi sembra di essere quello che ha meno puzza sotto il naso ------------------------------------------------------------------------------------------ Non mi pare proprio. Un giorno posti una cosa un altro ne posti un' altra. Un giorno ti scagli contro Rom, cinesi, est europei ed altri immigrati vari, un altro dici che i clandestini sono tutti cittadini modello. Rileggiti i tuoi post. Spesso ho l' impressione che tu ti diverta solo a fare polemica.

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 13:32

qui mi sembra di essere quello che ha meno puzza sotto il naso e quindi che ha i maggiori contatti con e fra i famosi immigrati (molti dei quali anche clandestini, gano ti rassicuro, sono identici agli altri, solo che gli manca un timbro su un pezzo di carta) pertanto non credo proprio che le mie impressioni possano fare brutta figura, ne qui, ne al bar

 

  By: XTOL on Mercoledì 10 Agosto 2011 13:22

L'idea che dipenda dal numero e dalla consistenza numerica relativa è una scemata ---------------------------------- queste sentenze farebbero fare brutta figura a chi le sputa anche al bar. capisco cmq che non è aria per fare ragionamenti saluti e baci

le magliedilana sono teste di cazzo che sacrificano le vite altrui nella speranza di guadagnare spiccioli di sopravvivenza

 

  By: Giovanni-bg on Mercoledì 10 Agosto 2011 13:16

Gentile Moderatore... Un po' OT ma mi permetto di farLe molto umilmente questa osservazione perchè quando si toccano certi argomenti è meglio non diffondere idee pericolose per chi ascolta specie se chi le diffonde è un esperto sull'argomento difesa come mi pare sia Lei. Premessa: capisco benissimo la voglia di ribellarsi a un sopruso ma ingaggiare uno sconoscuto per difendere i propri jeans è una cosa alquanto sciocca secondo me perchè 1) non so se il tizio è armato (se è armato anche di solo coltello sono cavoli per diabetici) 2) anche fossi sicuro che NON è armato non so quali sono le sue capacità di difesa e offesa 3) anche sapendo che è disarmato e che io sono decisamente più forte di lui è improbabile che esca da uno scontro fisico senza riportarne i segni anch'io 4) i jeans me li posso sempre ricomprare la vita no 5) ammettendo anche che mi va bene e riporto nello scontro solo ferite lievi ma devo andare al pronto soccorso, denunciare l'accaduto ecc. ec.., è comunque un rottura di palle maggiore del ricomprarsi un paio di jeans 6) se invece mi va di lusso e lo massacro di botte senza che lui riesca a toccarmi (roba che succede solo nei film ma va beh..) POI devo giustificare ciò che ho fatto davanti a un tribunale. In defintiva come Le avrà sicuramente insignato il Suo maestro allo scontro fisico riccorro solo quando non ci sono alternative e la mia vita è in pericolo. Ciò che Le ha insioegnato il Suo maestro serve per difendere la Sua vita non i suoi averi. E sono anche sicuro che se ben ricorda Le avrà anche detto che il classico e sempre invocato "calcio negli zebedei" è roba che funziona solo se l'aggressore è alquanto sprovveduto dato che per essere efficace deve essere portato dal basso verso l'alto il che presuppone che l'aggressore stia più o meno a gambe aperte. Il calcio frontale infatti è totalmente inefficace e anzi scatenerebbe di sicuro una reazione violentissima del rapinatore (che tra l'altro avrebbe anche l'opportunità di dire in tribunale di aver reagito in quanto aggredito da Lei) Un giorno il maestro disse all'allievo "quando saprai vincere un combattimento senza neanche toccare il tuo avversario allora non avrò più nulla da insegnarti" I miei rispetti.

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 12:58

alla fine anche il Corriere ha raccolto il grido di allarme di Zibordi http://www.corriere.it/esteri/11_agosto_09/usa-flash-mob-violenti-philadelphia_d786e18e-c29b-11e0-b28b-680920ff13be.shtml

 

  By: SpiderMars on Mercoledì 10 Agosto 2011 12:47

Io sono contrarissimo all' integrazone di elementi diversi alla società originale come Lingua usi costumi e religione , in quanto annulla la specificità e disgrega la società, gli esempi empirici sono la situazione Inglese o USA io credo che ci possa essere un' integrazione economica a certe condizioni, ma debba essere sempre mantenuta lo Iuris Sanguinis per i diritti civili in buona sostanza non permetterei mai di arrivare allo Status di Italiano ad un Cinese un Magrebino o Senegalese , gli concederei solo lo Status di " Soggetto Italiano " alla terza generazione di permanenza in Italia.

 

  By: Gano* on Mercoledì 10 Agosto 2011 12:38

Senza dubbio. Ho visto l' attitudine che avevano verso i sudamericani i miei colleghi spagnoli negli Stati Uniti, per altro in tutte le altre occasioni molto simpatici ed amichevoli, ... E peggio ancora se i sudamericani provavano a rivolgergli parola in spagnolo... Questa cosa sembrava irritarli a dismisura. Piu' che una questione di impero credo sia proprio una questione linguistica. O di modo di esprimersi, che per gli spagnoli sembra essere veramente insopportabile. Qualcosa che li irrita oltre misura. Per qualche ragione ci sono problemi quando hai una lingua in comune (lo diceva anche Churchill, che era molto intelligente (*)). (*) "Gli americani e gli inglesi sonio divisi da una lingua in comune".

 

  By: gianlini on Mercoledì 10 Agosto 2011 12:36

gli spagnoli (come i russi) si sentono ancora degli imperatori non dubito che siano molto più sprezzanti verso i loro ex-colonizzati di quanto possiamo essere noi