UKRAINA e SANZIONI

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 12:22

Niente di sbagliato. Salvo ricordarsi di non superare la quota del 30 % del totale dalla sola Russia e del 20 % se riferito al solo tubo.

La Germania con Schroeder si è fatta comprare dai russi ancora meglio di noi.

Quindi eviterei di indicarla come esempio virtuoso. 

 

Paesi trasformatori e privi di materie prime come noi, quali Corea e Giappone utilizzano senza problemi quasi solo gas LNG. 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 12:28, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gerry10 on Mercoledì 19 Ottobre 2022 12:04

Cristo santo!

A parte la questione nucleare, cosa c’era di sbagliato nel rifornirci di gas naturale dal paese che ce lo forniva al costo minore, come del resto hanno fatto i tedeschi investendo pure nel nord stream?

La verità è che per uno stupido preconcetto verso la russia si vuole a tutti i costi credere alle balle che ci raccontano, inclusa la fesseria del sabotaggio al gasdotto opera di Putin o degli oligarchi suoi nemici.

Turchia e Ungheria, pure membri Nato, se ne strafottono delle direttive USA e rinnovano i contratti con GASPRON senza rimetterci nulla.

Che poi non è solo per servilismo che i nostri politici operano a danno del loro popolo.

Vi è anche l’ambizione di posare il culo sulle poltrone che contano, e la scorciatoia più sicura per ottenerle non è quella di servire il popolo, ma i padroni del vapore che al momento stanno ancora in occidente.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 11:23

Gerry, sei una persona intelligente. 

L'attuale acclamata dipendenza dal fornitore più caro non dipende certo dalla posizione dell'Italia sulla guerra ma  dipende ovviamente dalla politica energetica completamente sbilanciata dell'Italia perseguita negli ultimi 50 anni.

E da chi è stata influenzata?  Indovina indovinello 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 11:31, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gerry10 on Mercoledì 19 Ottobre 2022 11:01

Comprare dal fornitore meno caro è un'ottima idea, DIPENDERE dal fornitore meno caro è una pessima strategia. Non ci vuole neanche la terza media per capire un'affermazione così banale,

______________________________

 

Quindi se ho ben capito la strategia migliore è DIPENDERE dal fornitore PIU caro.

In effetti è vero.

Lo sanno bene Ministri, Assessori e Funzionari della pubblica amministrazione (anche quelli meno istruiti) che i prezzi alti offrono margini migliori per loro.

I favori si fanno per essere ricambiati e se il popolo ci rimette, pazienza.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Mercoledì 19 Ottobre 2022 09:39

il nemico ce l'avete nella testa: è il vs cervello pieno di spike

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Mercoledì 19 Ottobre 2022 09:28

Purtroppo se hai un nemico devi decidere come combatterlo.

Ci puoi fare la guerra ma non è salutare.

In alternativa puoi  aiutare chi gli sta facendo la guerra.

Ambedue le soluzioni hanno i loro pro ed i loro contro.

Noi stiamo aiutando gli ucraini che ,per loro particolari motivi,stanno facendo la guerra ai russi.

Quindi discutere del costo del gas è da perfetti idioti.

E' il modo più conveniente di combattere la Russia.

 

Hobi

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 09:28

Quella è pura propaganda, perché i fornitori di gas liquefatto sono moltissimi...se per assenza di strategie, accordi, ecc. precedenti si può ora comprarlo solo dall'attualmente più caro è solo colpa nostra è ancora una Volta della politica pro-Russia condotta negli ultimi 25 anni dalla nostra classe politica 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Mercoledì 19 Ottobre 2022 09:10

eh, già! adesso dipendiamo dal fornitore più caro: siamo dei geni

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 09:00

Comprare dal fornitore meno caro è un'ottima idea, DIPENDERE dal fornitore meno caro è una pessima strategia. Non ci vuole neanche la terza media per capire un'affermazione così banale, morphy mi deludi sempre di più anche tu

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 19 Ottobre 2022 08:50

Xtol: "dipendere dal fornitore meno caro non mi sembra una brutta politica"

 

In realtà è la politica che fanno TUTTI, tranne due o tre stati cretini dell'Europa (ovviamente noi PITECI siamo in questo minuscolo gruppo di idioti della politica). E' noto da anni che l'Italia è sempre in cima alle classifiche al contrario e d'altronde che ci vuoi fà, fino a ieri avevamo un ministro degli esteri che si è fatto le ossa vendendo chinotti in uno stadio di napoletani (che oggettivamente é uno dei popoli più ridicoli del pianeta)...

 

– Ho imparato a non fare lotta con i maiali. Ti sporchi tutto e, soprattutto, ai maiali piace...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gip on Mercoledì 19 Ottobre 2022 08:44

"Di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi"

La crisi energetica, crisi che per ora riguarda le aziende (per le famiglie dipenderà da quanto il governo spenderà in sussidi) è in prima pagina. Per poterne discutere bisogna sapere alcuni fatti. Una premessa: parliamo del gas espresso nell’unità di misura USA, $ mBTU per facilitare il confronto con il gas in America (da noi si usano i metri cubi o i megawatt). 

Il gas in USA costa 9-10$ (ed è aumentato molto, perché un anno fa era la metà). In Europa costa ora 84$. Lo stesso gas americano quando arriva per nave liquefatto, poi rigassificato costa 84$ ora sul mercato europeo.

OK? Quando si parla di gas aumentato di 10 volte si intende il gas che arriva (in prevalenza) dall’America per nave, liquefatto e poi scambiato in Olanda al mercato TTF. Non si sta parlando del gas di Gazprom, che per il 90% arriva per gasdotto e non viene scambiato se non per un 10% a questo mercato in Olanda.

Ma quanto costerebbe il gas russo (che arriva quasi tutto per gasdotto in Europa)?

Si stima intorno a 2$, come prezzo di vendita: i russi ci guadagnano comunque. E ora spieghiamo come lo si stima, perché il prezzo che si paga ai russi è un “segreto commerciale”.

Prezzo del gas in Europa in relazione al prezzo del gas russo

Il gas russo costa molto meno di quello USA perché viene estratto in modo più semplice con il “flaring”, non tramite il “fracking” che è una tecnica di frantumazione idraulica di rocce, nuova e costosa che si usa quasi solo in America. Inoltre, questo gas americano va liquefatto, spedito per nave e poi rigassificato per essere usato qui in Europa. È evidente quindi che il gas russo estratto in modo tradizionale e inviato per gasdotto costa molto meno. 

Prezzo del gas di Gazprom è un “segreto commerciale”

Se in USA il gas costava fino a poco tempo fa tra 4 e 6$ e le aziende non fallivano a questi prezzi, il gas russo in media costa evidentemente di meno. Il prezzo esatto che si paga a Gazprom non lo si conosce perché è un segreto commerciale diciamo così, quando gli analisti lo chiedono nelle conference call le società che rivendono il gas russo dicono che non possono dirlo.

Quindi oggi si paga il gas, che arriva in maggioranza dall’America, 84$ quando quello russo costerebbe, comprando da Gazprom e usando il gasdotto, sui 2$. Se non si capiscono questi numeri assolutamente stupefacenti, non si capisce niente di quello che succede.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 19 Ottobre 2022 08:39

Mosca in completa rivolta NO Putin...

 

 

– Ho imparato a non fare lotta con i maiali. Ti sporchi tutto e, soprattutto, ai maiali piace...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Mercoledì 19 Ottobre 2022 08:28

dipendere dal fornitore meno caro non mi sembra una brutta politica, dipendere dal fornitore più caro (USA) che decide anche le tue politiche invece mi sembra piuttosto stupido

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 06:47

Adesso che grazie alle migliaia di propagandisti alla Gano e Willis presenti in rete, è tornato in parlamento l'Uomo del Gas russo, quello che dal '94 ad oggi ci ha reso sempre più dipendenti dal tubo del gas grazie alla sua "amicizia" col Cremlino, potremo fare per l'ennesima volta nella storia voltafaccia agli alleati e schierarci dalla parte del più Forte.

 

 parole dette da Berlusconi ai deputati. "I ministri russi hanno detto che siamo già in guerra con loro perché forniamo armi e finanziamenti all'Ucraina - il ragionamento in un audio -. Però sono molto, molto, molto preoccupato. Ho riallacciato un po' i rapporti con il presidente Putin, un po' tanto, nel senso che per il mio compleanno mi ha mandato venti bottiglie di vodka e una lettera dolcissima. Gli ho risposto con bottiglie di Lambrusco e una lettera altrettanto dolce. Sono stato dichiarato da lui il primo dei suoi cinque veri amici".


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 19 Ottobre 2022 06:49, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Ganzo il Magnifico on Martedì 18 Ottobre 2022 22:08

Qui siamo sicuramente a Mosca

 

 

Slava Cocaïnii!