Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:16

Gano, è improbabile che se l'Italia ha complessivamente 50 miliardi di bilancia commerciale attiva, abbia una bilancia commerciale verso paesi Ue di valore negativo significativo! ho messo i dati complessivoi perchè non avevo trovato il dettaglio relativo ai Paesi UE.

Mentre invece i saldi T2 hanno valori MOLTO elevati. Segno che sono dovuti, quasi per intero alle transazioni finanziarie e non commerciali.

Dal grafico che hai messo sembra ad esempio che il saldo commerciale annuo Germania-Italia sia negativo al massimo per circa 10 miliardi di euro per l'INTERO ANNO, mentre se ho capito bene in un solo mese il T2 è peggiorato di 30 miliardi (TRENTA VOLTE TANTO fatte le debite proporzioni)

Quindi per le discussioni relative al T2 possiamo tranquillamente traslasciare la bilancia commerciale  e concentrarci sugli spostamenti di capitale (che non vogliono dire che cittadini italinai portano fisicamente soldi in conti esteri, ma semplicemente comprano azioni Linde e BASF e Bund)

Ps non è la prima volta che confondi un pezzo di  notizia che io posto con qualcosa che avrei scritto in prima persona. Qual'è il problema nell'individuare la parte che ho copincollato da un'altra fonte?


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:21, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:03

Gianlini> "nel 2017 abbiamo avuto un surplus commerciale record, terzi in Ue"

Gianlini> "Nel 2016 l'Italia ha registrato un avanzo commerciale record grazie a un forte incremento delle vendite verso Giappone e Cina e a un calo dell'import dalla Russia, secondo i dati diffusi oggi da Istat."

 

Gianlini, mi sbalordisci. Il target2 riguarda solo la bilancia commerciale intra area Euro, compreso -suppongo- il pagamento degli interessi sul debito, ma sempre in area euro.

 

Antitrader> "Quando c'era LUI ... la bilancia commerciale..."

 

No, non ci credo... non è possibile..

 

Antitrader, si sta parlando di target2 ed Euro, quindi il saldo commerciale riguarda i paesi dell' Eurozona ed in modo particolare quello VERSO LA GERMANIA, che è cambiata dal 2000, guarda caso data dell' introduzione dell' Euro.

 

Ragazzi, ve lo dico con simpatia perché mi avete fatto passare due ore piacevoli ma NON CAPITE UNA SEGA.

 

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:25, edited 10 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:39

Quando c'era LUI (e relativo codazzo di fasciopadanari) la bilancia commerciale era sotto di 25 miliardi con gli ultimi rigurgiti del 20ennio funesto e fatale.

Poi arrivo' Monti e raddrizzo' la baracca (almeno quella commerciale).


 Last edited by: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:40, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 16:22

Bull, considerando che l'Italia da Firenze in giù non partecipa sostanzialmente alla vita economica della nazione (diciamo 30 milioni su 60) e che i tedeschi sono 80 milioni contro i nostri 60, ti renderai conto che facendo 4 conti, sostanzialmente, l'italia che lavora (i 30 milioni sopra Firenze) è già come la Germania, senza bisogno di tornare alla lira.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:12

Co vorrebbe poco a risolvere il problema sopratutto in una nazione di secessionisti, fascisti, nazionalisti, sovranisti, forzaitalioti (e patrioti assortiti).

Basta vendere tutti i titoli dell'eurozona e comprare BTP e Generali e il T2 va a 0 (ZERO). Poi possiamo anche tornare alla lira in virtu' della ritrovata sovranita' che era stata malamente dispersa sull'onda di acquisti sconsiderati di asset esteri (tanto paga Weidmann).

In realta' i cialtroni vogliono la sovranita' monetaria tenendo in loro averi all'estero (o in asset esteri).

Insomma, solita cialtrneria al calor bianco.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 12 Marzo 2017 16:11

Pensa te che panacea l'euro debole...figurati se avessimo la lira....saremmo la Germania dell'europa....rob de mat!.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 15:52

Gano, dubito che il debito T2 sia dovuto all'acquisto di merci, beni e servizi: il problema invece è che è molto più desiderabile possedere azioni Apple e Bund che non azioni MPS e BTP:

nel 2017 abbiamo avuto un surplus commerciale record, terzi in Ue

ROMA (Reuters) - Nel 2016 l'Italia ha registrato un avanzo commerciale record grazie a un forte incremento delle vendite verso Giappone e Cina e a un calo dell'import dalla Russia, secondo i dati diffusi oggi da Istat.

Lo scorso anno il surplus della bilancia commerciale è stato pari a 51,566 miliardi di euro a fronte dell'avanzo di 41,807 miliardi del 2015, il livello più alto dal 1991, anno di inizio della serie storica.

Secondo Eurostat, nel 2016 il surplus commerciale dell'Italia (che al netto dell'energia sarebbe stato pari a 78 miliardi) è risultato il terzo più alto nell'Ue, dietro a Germania (257,3 miliardi) e Paesi Bassi (59,9). Ultima della lista la Gran Bretagna, con un deficit di 204,5 miliardi di euro.  

http://it.reuters.com/article/topNews/idITKBN15V13X


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 16:09, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 12 Marzo 2017 15:47

"Oscar, ma quanti vuoi che abbiano ancora "solo" Generali rispetto a quelli che hanno fondi internazionali diversificati su tutto? "

 

Gianlini,certo che vi sono più soldi all'estero tramite fondi,titoli,depositi ecc. che sulle generali, ed è un problema di grosse dimensioni

ed un intervento sarà quasi certo.Infatti il problema e l'entitpà del T2 è proprio sui movimenti finanziari non certamente il surplus

commerciale della Germania nei nostri confronti che è di lieve entità,nonostante i disinformatori del forum con gli esempi della mercedes.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 15:15

Anti, quello che interessa è la residenza del soggetto da cui tu acquisti i titoli, non necessariamente la loro origine geografica.

Se Gianlini compra dei BTP da Thomas Schmidt aumenta il debito T2 dell'italia, se Gianlini compra dei Bund da Gano no!

Oscar, ma quanti vuoi che abbiano ancora "solo" Generali rispetto a quelli che hanno fondi internazionali diversificati su tutto? 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 15:17, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 15:14

Anche se in caso di uscita dall' euro e di una nuova lira libera di fluttuare verso le altre valute la cosa più stupida che lo stato italiano potrebbe fare sarebbe quella di strizzare fiscalmente il paese. Dovrebbe invece abbattere le tasse e le aliquote al 10% o meno....

 

Però dal nostro paese ci si può aspettare di tutto.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 15:10

Gian, se i tuoi fondi hanno comprato titoli all'infuori dell'eurozona e' sicuramento come dici tu (al netto di piu' che sicure stangate fiscali).

Se invece detengono titoli esteri dell'eurozona allora so' cazzzz.

Quanto al quitz di Hobi (quei quitz sono efficacissimi)....

Rettifico: la base monetaria non cambia, cambia solo quando nella compravendita interviene la banca centrale.

 

 


 Last edited by: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 15:15, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 12 Marzo 2017 15:06

Gianlini,è vero,però in caso di sgretolazione dell'euro e ritorno alla lira,chi possiede 100 generali ce l'ha nel cul mentre quelli che posseggono

100 apple facciano un ottimo guadagno?Non pensi che interverranno misure ad oc per taglieggiare i possessori di apple?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 14:55

Sono più che d'accordo con Gianlini. L' unico pericolo che potrebbe essere incombente è una feroce quanto improvvida tassazione patrimoniale da parte di un governo italiano improvvisamente preso in contropiede dal collasso dell' euro.  Questa è l' unica ragione per cui qualcuno potrebbe voler aprire direttamente un conto all' estero (magari in paesi non UE). Se hai fondi o azioni in una banca italiana, di diritto italiano e in territorio italiano, questi verranno sicuramente scrutinati.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 15:02, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 14:45

Hobi, ma perchè rendi sempre complicate le cose???

 

Facciamo un esempio molto pratico: Gianlini, dove ha investito i suoi soldi?: a parte quelli che tiene liquidi sul conto trading, il resto (approssimativamente il 50 % del totale) sono parcheggiati in fondi obbligazionari e azionari globali. Il giorno che smettesse di fare trading, potrebbe tranquillamente ritrovarsi tutta la propria liquidità investita in strumenti di soggetti non residenti in Italia (a parte la quota di BTP presente nei fondi obbligazionari).

Il giorno che si esce dall'euro e si torna alla lira,per Gianlini non cambierebbe quasi niente lato patrimoniale (solo la piccola frazione di BTP presente nei fondi obbligazionari - diciamo il 5 % del totale - si svaluterebbe un po' se fosse ridenominata in "nuove lire").

Perchè quindi dovrebbe affannarsi ad aprire un conto all'estero?

Ma questo vale per quasi tutti i detentori di ricchezza finanziaria in Italia. L'intera capitalizzazione della borsa Italiana è tipo 300 miliardi e immagino che la gran parte dei patrimoni finanziari sia più che ampiamente diversificata all'estero, su titoli azionari ed obbligazionari. Allora perchè gli italiani dovrebbero mai preoccuparsi del ritorno alla lira? chi ha 100 Apple continuerà ad avere 100 apple e chi ha un fondo obbligazionario investito in T-bonds, Gilts e Bund continuerà ad avere T-bonds, Gilts e Bund.

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 14:49, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Domenica 12 Marzo 2017 14:29

Adesso esco ma faccio una domanda che testa la comprensione dell'argomento

Se acquisto Btp sul mercato secondario.

1) la base monetaria in Italia cambia ?

2) se cambia la contropartita dov'è?

 

hobi