Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 25 Settembre 2018 10:07

Ecco un altro stampatore folle, dice che deve aumentare l'inflazione.

Se vuoi aumentare l'inflazione devi aumentare i salari, praticamente devi fare l'elicottero monetario.

A che e' servita la stamperia di draghi?

Alla Germania ha fatto solo danni, e l'italia ne ha approfittato per non fare un cazzzzz


BoJ: Kuroda, no normalizzazione prima di raggiungimento target inflazione

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 25 Settembre 2018 09:56

L'azienda che ha comprato Versace l'ha talmente strapagata che ieri si e' schiantata

A Wall street i conti li sanno fare al punto che il rialzo post trumpanaro ci stava tutto.

Adesso anche Shiller dice che i PE non e'che siano tanto esagerati, peccato che

se ne accorge dopo il raddoppio de prezzi (quando si dice "i premi Nobel").

Dovrebbe prendere atto della teoria dell'antitrader che cosi' recita:

qualsiasi elaborazione del prezzo ne deteriora l'informazione.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 25 Settembre 2018 09:11

Il settore moda è molto particolare.

La carenza delle aziende italiane del settore è l'estero.

Al contrario i grandi brand vanno molto più facilmente fuori dai confini.

E li ci sono dei grandi utili.

Per questo possono strapagare le aziende italiane .

Il che è successo con Loro Piana ,Bulgari,ora Versace.

Ci sono offerte che non si possono rifiutare dal punto di vista dei quattrini perchè in mani a grandi gruppi con forti capacità manageriali le aziende italiane ,product oriented,fanno faville.

E per questo vengono strapagate.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 25 Settembre 2018 08:58

non è solo quello....i personaggi più in vista della moda hanno pochissimi figli, ad un certo punto è necessario assicurare la continuità aziendale, ma probabilmente dal momento che sono tutti estremamente bravi, non si crea alcun polo italiano che aggreghi via via gli altri brand (troppe gelosie ed invidie)

più semplice vendere agli americani o ai francesi o magari ai cinesi che ad un altro italiano

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 25 Settembre 2018 08:59, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Martedì 25 Settembre 2018 00:03

Oscar: "anche Versace è andata...."

 

E per forza. Ma la nostra penisola ti sembra un posto per fare impresa? Al massimo ci possiamo permettere due fette di culatello e così pensare di essere la nazione del lusso...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Lunedì 24 Settembre 2018 23:59

Chi l'avrebbe mai detto che il  mio idolo sarebbe stato quel finocchio di Casalino. Bando alle ciance, inizi la festa e cadano le teste. Lunga vita a Rocco...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 24 Settembre 2018 23:00

Non guardavo rete 4 da secoli,

ci capito piu' o meno per caso e cosa trovo? Porro con la sua trasmissione di "economia" (economia de che?).

SI parla della pensione di cittadinanza vale a dire portare le pensioni a un minimo di 780 euro.

Han mandato in onda un servizio in cui intervistavano dei vecchi imbecilli i quali son tutti contrari perche'

"loro hanno lavorato" e non e' giusto aumentare tutte le pensioni.

L'Italia e' l'unico paese di cialtroni in cui un politico controlla almeno il 50% dell'informazione in virtu'

di leggi di favore fatte dai suoi degni compari e poi, addirittura, da se stesso.

Un provvedimento urgfente del governo dovrebbe essere la revoca immediata di tutte le concessioni a mediaset.

Ma finche' c'e' salvini stiamo proprio freschi. Paese di ladri, c'e' un solo modo per disinfestarlo: la penisola

dovrebbe sprofondare per una buona mezz'ora sotto il livello de mare e poi riemergere.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 24 Settembre 2018 22:31

anche Versace è andata....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Lunedì 24 Settembre 2018 13:25

ma..ma..legogo male??

ma..leggo bene?? ho capito  bene?? possibile?

anche il tesoriere della lega E' INDAGATO ?

aspettiamo i giustizialisti del forum..dai dai..che mi dite

 

Un finanziamento illecito da 250 mila euro dal costruttore Luca Parnasi alla Onlus «Più Voci», cassaforte della Lega, e una serie di incontri tra lo stesso imprenditore e il tesoriere del Caroccio, Giulio Centemero, che ora sarà indagato. «Volevo creare rapporti nel Nord Italia, trovare partner commerciali e imprenditoriali», ha risposto Parnasi all’aggiunto Paolo Ielo e al pm Barbara Zuin, ai quali sembra poco credibile che quelle erogazioni del 2015 siano lecite e che la «Più Voci» sia una vera associazione terza rispetto al partito. Da qui l’ipotesi di reato: il finanziamento illecito. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 21 Settembre 2018 20:04

Ah! Il Gattopardo!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 21 Settembre 2018 16:54

perchè vi fu la rivoluzione gattopardesca.......

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 21 Settembre 2018 16:12

Oscar, PD Cloaca delle cloache.

Perché rimase in piedi dopo tangentopoli?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 21 Settembre 2018 13:57

Tuco, questa è la nostra cultura,altrochè.......

 

Il tesoriere 'renziano' del Pd Bonifazi indagato per finanziamento illecito!

 

di MoVimento 5 Stelle

Ecco la vergognosa notizia che stamani molti organi d’informazione hanno oscurato: il tesoriere “renziano” del Pd, Francesco Bonifazi, è indagato per finanziamento illecito. Sì avete capito bene: finanziamento illecito!

Ricordate la storia dei 150 milioni di euro che il costruttore Parnasi aveva dato alla fondazione Eyu (fondazione legata al Pd)? Bene… quei soldi sarebbero stati destinati proprio al Pd. Siamo stati i primi a denunciare l’opacità di questa operazione che oggi, finalmente, pare inizi ad emergere in maniera più chiara, netta e dettagliata!

Siamo dinanzi a un sistema marcio e macabro, un mix di affari oscuri tra politica, favori e imprenditori, che contraddistingue da anni il modus operandi delle vecchie forze politiche. In tutto questo che fine ha fatto Matteo Renzi? Difficile credere che l’ex segretario del Pd non fosse a conoscenza di questa misteriosa e presunta illecita operazione, visto che Bonifazi è il suo braccio destro. Renzi adesso farà finta di non sapere nulla di questa inchiesta. Farà come fece Craxi nella prima fase dell’era che sarebbe diventata poi “tangentopoli” o avrà il coraggio di raccontare - se la conosce - la verità?

Adesso aumentano i nostri dubbi sul perché sia Renzi che il Pd da anni sfuggano alla nostra richiesta di rendere trasparenti, e pubblici, tutti i bilanci delle loro fondazioni e i nomi di chi li finanziano. Ricordiamo che anche Buzzi, condannato per mafia, ha finanziato le cene elettorali del Pd e di Renzi tramite denaro destinato alla fondazione Open di Renzi. Oggi sarebbe la volta di Parnasi, accusato di corruzione.

A questo punto deve essere chiaro a tutti che alla prossima capigruppo verrà calendarizzato il ddl Spazzacorrotti che contiene al suo interno anche una norma sulla massima trasparenza dei finanziamenti ai partiti politici e alle fondazioni sia sui finanziamenti ricevuti che delle attività finanziarie svolte, così come previsto nel Contratto di Governo (pagina 36).

Renzi e il PD dovrebbero avere il coraggio di approvarlo all’unanimità. Diversamente si renderebbero politicamente complici di un sistema che, come risulta dalle inchieste giudiziarie, si baserebbe su finanziamenti illeciti, tangenti, consulenze e favori scambiati tra politici e imprenditori ai danni dello Stato e dei cittadini. E’ questa sarebbe la più schiacciante prova politica a carico del PD!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 21 Settembre 2018 13:41

Ha appena detto Fico che uno stato deve decidere dove mettere i soldi, e che questi vanno messi in più Cultura e Assistenti Sociali....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 21 Settembre 2018 10:38

di Riccardo Fraccaro

Migliorare le istituzioni e dare più potere ai cittadini, questa è sempre stata la nostra missione politica. Ora passiamo ai fatti: sono orgoglioso di annunciare che sono stati depositati in Parlamento i disegni di legge costituzionale per la riduzione del numero di deputati e senatori e l’introduzione del referendum propositivo. Inizia una nuova era per l’Italia all’insegna dell’efficienza e della partecipazione.

Le due proposte viaggeranno in parallelo perché vogliamo valorizzare la centralità del Parlamento e al contempo consentire ai cittadini di partecipare direttamente alle decisioni pubbliche. La riduzione dei parlamentari a 400 deputati e 200 senatori consentirà di snellire l’iter di approvazione delle leggi, allineare l’Italia al resto d’Europa visto che abbiamo il più alto numero di rappresentanti eletti e risparmiare 500 milioni di euro a legislatura. Grazie all’introduzione del referendum propositivo gli italiani potranno essere parte attiva della vita politica, approvando direttamente le leggi che ritengono prioritarie ed esercitando un maggior potere di controllo sui loro rappresentanti. Sono i primi pilastri del cambiamento che stiamo realizzando per portare l’Italia nella Terza Repubblica che vede al centro i cittadini e i loro diritti.

 

in alto i cuori