Partiti e Politici in Economia

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: traderosca on Giovedì 11 Gennaio 2018 18:29

"Non ho simpatia per i radicali in particolare per la Bonino."

 

bene per M5S,male non avere simpatia per i radicali.......

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: muschio on Giovedì 11 Gennaio 2018 18:17

Anti non votava i comunisti: votava Pannella. 

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 18:02

chissà... se avessi potuto avrei votato Berlinguer con il compagno Anti, ma non ero maggiorenne.

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 18:00

jamm' Oscar nu me piglià po' culo! Cmq sono ancora residente in Italia, al sud. Ho moglie e figli tedeschi, per questo mi divido tra berlino e il mare. Non ho mai votato, tranne 5stelle alle ultime politiche. Non ho simpatia per i radicali in particolare per la Bonino. Ciao

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: traderosca on Giovedì 11 Gennaio 2018 17:08

exnihil , visto che risiedi in Germania,mica avrai votato per Mario Caruso? Oltre a Prodi e Letta noti europeisti contatta anche Emma Bonino.......

 

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 15:02

Ciao Pana, un paio di mesi fa con degli amici abbiamo iniziato a lavorare ad un progetto di tipo culturale e mittleuropeo. L'idea è nata quasi per caso durante un confronto con un amico che insegna storia contemporanea a Trier ed è un po' il referente dell'opinione pubblica qui in germania per le vicende politiche italiane. Si chiama Jansen. Pian piano l'idea ha iniziato a svilupparsi e abbiamo deciso di coinvolgere qualche esponente di rilievo impegnato sul fronte europeista. In Italia Prodi e Enrico Letta sono quelli più attivi in questa direzione. Per cui attaverso la segreteria della sua fondazione gli abbiamo sottoposto il progetto. Poichè tra gli argomenti ci sono anche questioni di politica monetaria mi sembrava opportuno coinvolgere Zibordi. Tutto qui. Nulla di trascendentale o di politico. Sono anche io un povero trader bestemmiante. 


 Last edited by: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 15:05, edited 2 times in total.

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: shera on Giovedì 11 Gennaio 2018 12:06

hai visto pana, tu che sei un umile volontario del pd trattato come una pezza da piedi, c'est la vie

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: pana on Giovedì 11 Gennaio 2018 11:26

scusa nihil ma per quale motivo hai contattato prodi?

 

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 11:18

Grazie mille! Provo, se è il caso apro anche l'account twitter. Buona giornata

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: lmwillys1 on Giovedì 11 Gennaio 2018 11:00

ha scritto che non usa social ... metto whois

 

 


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 11 Gennaio 2018 11:01, edited 1 time in total.

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: shera on Giovedì 11 Gennaio 2018 10:43

EXNHIIL considerato il numero di loschi figuri che scrivono idiozie da anni Zibo ha smesso di leggere il forum,  prova da twitter

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: shera on Giovedì 11 Gennaio 2018 10:43

EXNHIIL considerato il numero di loschi figuri che scrivono idiozie da anni Zibo ha smesso di leggere il forum,  prova da twitter

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 10:00

Per la cronaca. Tre giorni fa sono riuscito a mettermi in contatto con Prodi, ma non ho ricevuto risposte da Zibordi. Come è possibile inoltragli una mail? C'è modo di farlo attraverso il sito? Non uso social e non ho l'elenco telefonico di modena. Saluti

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: exnihil on Giovedì 11 Gennaio 2018 09:55

Ciao imwillys, è come dici ed hai la vista lunga. Lo confermano perfettamente le parole e le tabelle di Zibordi. Perchè i vari politicanti non parlano chiaramente dell'operato delle banche centrali quando si avviano nella cialtronaggine della propaganda elettorale? Semplice: 1)non sanno come stanno realmente le cose, non potrebbe essere altrimenti, trascorrono le giornate a blaterare nel e del buio; 2) se anche intuissero la portata di quello che sta accadendo ( dal punto di vista monetario), non essendo consapevoli della fine del paradigma capitalistico, non hanno la forza per sostenere qualcosa che in fondo mina le ragioni stesse della loro attività. Con la fine del capitalismo, denaro e tecnica tornano ad essere un mezzo e non un fine per l'esistenza dell'uomo. Il problema però è che durante questo percorso secolare, dell'uomo occidentale, della sua "humanitas", resta ben poco. Ti racconto un aneddoto per spiegarmi meglio. Mio figlio ha dieci anni, stiamo a Berlino, frequenta una scuola simile alla Montessorri, neue reformpaedagogische schule, devono fare una ricerca di tipo filosofico. L'insegnante ha chiesto ai ragazzi di scrivere quale è la domanda che più spesso si pongono e sui cui hanno maggiori dubbi e a partire dalla risposta poi inizieranno delle ricerche fino alla fine dell'anno scolastico. Felicissimo dell'iniziativa ho chiesto cosa fosse venuto fuori. Ebbene il risultato è affascinante: come si fanno i lego? che cos'è e come funziona un computer? il corpo? ecc. Mio figlio ha detto che non è riuscito a pensare ad una domanda precisa, in realtà poi mi ha confessato che si vergognava di dirla. Ossia: che cos'è la morte? Ecco, prima di affogare totalmente e disperato nel vino, ho avuto un sussulto. Gli ho detto ottima domanda, non mollarla.

L'occidente nasce con lo stupore e il terrore per l'inaudito, e si ritrova a costruire la vita e i suoi significati con i mattoncini della lego. La sfida sarà questa. Il paradiso della tecnica ha bisogno di un protagonista, per il momento si intravedono solo ombre.

Re: Partiti e Politici in Economia  

  By: lmwillys1 on Giovedì 11 Gennaio 2018 06:03

'Lo Stato italiano deve tornare a fare quello che per 30 anni ha delegato alla Banca Centrale, con i risultati di depressione economica, crollo demografico e milioni di sottoccupati e disoccupati che ora abbiamo visto. '

 

purtroppo siamo in una epoca inconciliabile con una qualsiasi soluzione cartalista, c'è il wto e una tecnologia in esplosione, per l'occupazione l'istat dice che abbiamo il record storico di occupati (peccato non si dilunghi sui redditi percepiti lavorando e sulla concomitante circostanza di circa una miliardata di ore lavorate in meno, più o meno una città come Genova di occupati tempo pieno ed indeterminato in meno), il distacco lavoro-reddito è definitivo e in rapidissima crescita, non puoi risolvere la situazione con un diluvio di denaro, non ci sono criteri applicabili per indirizzare validamente il diluvio, sperare di ricavarne occupazione è un pio irrealizzabile desiderio, qualunque imprenditore libero sceglierà sempre e comunque la tecnologia, se cerchi di applicarlo lo stesso distruggi la schiavitù del denaro, cioè le fondamenta del capitalismo


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 11 Gennaio 2018 06:08, edited 1 time in total.