quando si comincerà a sparare ?

 

  By: VincenzoS on Venerdì 04 Aprile 2014 19:44

x Acmen in Germany al tempo risiedevano in 500.000 compreso Donne e Bambini, dove siano arrivati gli altri 5.500.000 ? ------- Forse ti sei scordato di quelli polacchi, quelli olandesi, quelli italiani etc. etc. Fai quasi ribrezzo

 

  By: gianlini on Venerdì 04 Aprile 2014 15:53

What Hitler said at Nuremberg is true. The Germans will resist to the death every invader at their own country, but they have no longer the desire themselves to invade any other land. The leaders of modern Germany know too well that Europe is too formidable a proposition to be overrun and trampled down by any single nation, however powerful may be its armaments. They have learned that lesson in the war. ------------------------ speriamo che sul resto Mr LLoyd George ci abbia azzeccato di più che in questa conclusione/previsione.... a proposito di queste fantomatiche visite di politici ad altri paesi, pare che Obama sia tornato a Washington entusiasta di quanto Roma sia una città ordinatissima, pulitissima e civilissima....

 

  By: MR on Venerdì 04 Aprile 2014 13:41

Consiglio ai gentili utenti di procurarsi e di leggersi "A Military History of the Western World" di Fuller, generale britannico che fece la guerra appunto contro Hitler, e che ha sostanzialmente scritto cose che paioni dare ragione a Zibordi (ed a chiunque conosce un pochino di Storia non scritta sui libri di testo della scuola pubblica). è un mattone, ma ne vale la pena, in particolare il terzo volume (dedicato alle due guerre più "Recenti" nella prosettiva del buon generale). Se si pensa che un eroe di guerra britannico fosse filonazista, allora bisogna mettersi nelle mani di un buon psichiatra.

 

  By: Acmen on Venerdì 04 Aprile 2014 12:34

P.S. c'ha presente che per finanziare la guerra il tizio con i baffetti ha ucciso 6 milioni di ebrei per poterli derubare di tutto incluso l'oro che avevano in bocca? ----------------------------------------- Mamma mia che roba...! in Germany al tempo risiedevano in 500.000 compreso Donne e Bambini, dove siano arrivati gli altri 5.500.000 ? bo...!

 

  By: Moderatore on Venerdì 04 Aprile 2014 12:12

non scrivere, leggi qualcosa che non sia solo il giornale qui hai il primo ministro inglese LLOYD GEORGE, partito liberale, che aveva vinto la I guerra che descrive la Germania nel 1936 dopo averla visitata. Quasi tutti quelli che visitavano la Germania dicevano cose simili, persino Churchill... --- I Talked To Hitler By The Right Honourable DAVID LLOYD GEORGE The Daily Express -London November 17, 1936 I have just returned from a visit to Germany. In so short time one can only form impressions or at least check impressions which years of distant observation through the telescope of the Press and constant inquiry from those who have seen things at a closer range had already made on one's mind. I have now seen the famous German Leader and also something of the great change he has effected. Whatever one may think of his methods - and they are certainly not those of a parliamentary country - there can be no doubt that #b#he has achieved a marvellous transformation in the spirit of the people, in their attitude towards each other, and in their social and economic outlook.#/b# He rightly claimed at Nuremberg that in four years his movement has made a new Germany. It is not the Germany of the first decade that followed the war - broken, dejected, and bowed down with a sense of apprehension and importance. #b#It is now full of hope and confidence, and of a renewed sense of determination#/b# to lead its own life without interference from any influence outside its own frontiers. There is #b#for the first time since the war a general sense of security. The people are more cheerful. There is a greater sense of general gaiety of spirit throughout the land. It is a happier Germany#/b#. I saw it everywhere and Englishmen I met during my trip and who knew Germany well were very impressed with the change. #b# One man has accomplished this miracle. He is a born leader of men. A magnetic, dynamic personality with a single-minded purpose, a resolute will and a dauntless heart.#/b# He is not merely in name but in fact the national Leader. He has made them safe against potential enemies by whom they were surrounded. He is also securing them against that constant dread of starvation, which is one of the poignant memories of the last years of the War and the first years of the Peace. Over 700,000 died of sheer hunger in those dark years. You can still see the effect in the physique of those who were born into that bleak world. The fact that Hitler has rescued his country from the fear of a repetition of that period of despair, penury and humiliation has given him unchallenged authority in modern Germany. As to his popularity, especially among the youth of Germany, there can be no manner of doubt. The old trust him; the young idolise him. It is not the admiration accorded to a popular Leader. It is the worship of a national hero who has saved his country from utter despondency and degradation. It is true that public criticism of the Government is forbidden in every form. That does not mean that criticism is absent. I have heard the speeches of prominent Nazi orators freely condemned. But #b#not a word of criticism or of disapproval have I heard of Hitler#/b#. He is as immune from criticism as a king in a monarchical country. He is something more. He is the George Washington of Germany - the man who won for his country independence from all her oppressors. To those who have not actually seen and sensed the way Hitler reigns over the heart and mind of Germany this description may appear extravagant. All the same, #b#it is the bare truth. This great people will work better, sacrifice more, and, if necessary, fight with greater resolution because Hitler asks them to do so#/b#. Those who do not comprehend this central fact cannot judge the present possibilities of modern Germany. On the other hand, those who imagine that Germany has swung back to its old Imperialist temper cannot have any understanding of the character of the change. The idea of a Germany intimidating Europe with a threat that its irresistible army might march across frontiers forms no part of the new vision. What Hitler said at Nuremberg is true. The Germans will resist to the death every invader at their own country, but they have no longer the desire themselves to invade any other land. The leaders of modern Germany know too well that Europe is too formidable a proposition to be overrun and trampled down by any single nation, however powerful may be its armaments. They have learned that lesson in the war. Hitler fought in the ranks throughout the war, and knows from personal experience what war means. He also knows too well that the odds are even heavier today against an aggressor than they were at that time. What was then Austria would now be in the main hostile to the ideals of 1914. .... The Daily Express (London) November 17, 1936

 

  By: Bullfin on Venerdì 04 Aprile 2014 11:51

parlando bene del peggior criminale che la storia umana abbia mai conosciuto. Vero, pero' sul peggior starei attento...un po' piu' ad est uno sempre con i baffi gli ha fatto una bella concorrenza....ed è pure osannato ai giorni nostri....poteri della disinformazione guidata...

 

  By: VincenzoS on Venerdì 04 Aprile 2014 08:28

x GZ ..e così i plebisciti come quello dell'Austria, dove il 99% votò per l'annessione ---- Anche in Bulgaria il partito comunista prendeva il 99 % dei voti alle elezioni. Riguardo al tenore di vita in Germania ho specificato che non ricordo dove l'ho letto e che comunque non so se la cosa sia vera oo falsa. A me pare quanto meno verosimile perché se si costruiscono armi si rinuncia ad altre produzioni. Poi può anche essere che non sia andata così. E poi che è 'sta ca@@ata che fu la Gran Bretagna a dichiarare guerra? Forse se la vogliamo mettere dal punto di vista formale, insomma l'ambasciatore che porta la dichiarazione di guerra con tanto di bolli, è così ma l'1 Settembre 1939 fu la Germania ad invadere la Polonia senza nessuna ragione al mondo che non fosse il desiderio di conquista. E tra Polonia, Gran Bretagna e Francia avevano tra di loro un'alleanza di mutua assistenza quindi la Germania era ben consapevole di ciò che stava facendo. Lei arriva a distorcere la storia pur di dimostrare la bontà delle sue tesi ma la cosa veramente intollerabile è che arriva a distorcerla parlando bene del peggior criminale che la storia umana abbia mai conosciuto. P.S. c'ha presente che per finanziare la guerra il tizio con i baffetti ha ucciso 6 milioni di ebrei per poterli derubare di tutto incluso l'oro che avevano in bocca?

 

  By: Bullfin on Venerdì 04 Aprile 2014 03:20

Marco Della Luna ha un libro in cui citando fonti dell'epoca mostra che Attila si impose non solo con la guerra, ma perchè nelle zone che controllava le tasse erano basse, mentre sotto il tardo impero romano erano sopra il 60% e tutti erano indebitati per cui molti si spostavano sotto Attila. Il fatto che un personaggio abbia una cattiva fama per aver scatenato guerre e invasioni non significa automaticamente che il suo governo fosse peggiore in ogni aspetto ESATTO!!!! spero tanto che il Veneto o diventi autonomo o si annetta all'Austria....Viva i Krukki :)

 

  By: GZ on Giovedì 03 Aprile 2014 22:51

bisogna citare le fonti... in ogni caso la lista di personalità di tutto il mondo da ex-primi ministri inglesi come Lloyd George all'intera famiglia Kennedy e di virtualmente chiunque fosse in Germania a fine anni '30 indica il contrario e così le statistiche economiche e così i plebisciti come quello dell'Austria, dove il 99% votò per l'annessione ...il rebus è che è difficile trovare qualcuno che fosse più genuinamente popolare del tizio.... prima del 1944... Gianlini non fu la germania a dichiarare guerra a impero inglese e francia, ma il contrario per cui potresti sostenere che avendo loro maggiore disoccupazione ecc.. Marco Della Luna ha un libro in cui citando fonti dell'epoca mostra che Attila si impose non solo con la guerra, ma perchè nelle zone che controllava le tasse erano basse, mentre sotto il tardo impero romano erano sopra il 60% e tutti erano indebitati per cui molti si spostavano sotto Attila. Il fatto che un personaggio abbia una cattiva fama per aver scatenato guerre e invasioni non significa automaticamente che il suo governo fosse peggiore in ogni aspetto

 

  By: VincenzoS on Giovedì 03 Aprile 2014 19:38

x Gianlini ugualmente se il sistema monetario alternativo di Hitler funzionava così bene, come mai tempo 3-4 anni ha dovuto scatenare una guerra mondiale? ah già....gliel'hanno scatenata gli altri... ---- Giusto per aggiungere una notazione a quanto scrivi, un paio di mesi fa ho letto un articolo, non ricordo dove e di chi, in cui riportava le corrispondenze riservate dei diplomatici italiani in Germania negli anni '30. Essi notavano che i comuni cittadini tedeschi vivevano in uno stato molto misero con carenza di generi di prima necessità. Vero? Falso? Trattandosi di rapporti riservati c'è da ritenere che fossero veritieri. E sono da ritenersi quantomeno verosimili considerando che le risorse a disposizione erano destinate alla produzione di armamenti. Ed è da notare che negli anni '30 non è che l'Italia sguazzasse nell'oro.

 

  By: hobi50 on Giovedì 03 Aprile 2014 14:32

Gianlini,io sono stato almeno 10 volte in Cina ... e non so un ca.zzo del sistema bancariocinese salvo che quando il Governo decide di fare nuove infrastrutture dopo qualche mese si scopre che le banche hanno cacciato fuori una tonnellata di soldi. Ma questo l'ho imparato leggendo il FT. Mio figlio ha fatto la tesi sul sistema bancario cinese,vive da dieci anni in Cina e ...non sa un ca.zzo dell'argomento. Le cose intelligenti vengono fuori da studio e riflessione. Hobi

 

  By: gianlini on Giovedì 03 Aprile 2014 13:06

Se posso permettermi, la critica maggiore che mi viene da portargli non è certo quella di non zappare la terra, ma di parlare di realtà che dal vivo non mi sembra abbia mai sperimentato realmente quando parla con grande entusiasmo di sistemi nipponico, cinese, thailandese, coreano (ultimamente la Corea è il suo mito) e ultimamente anche russo, mi viene da chiedergli se ci è mai stato per parlarne in tal modo dall'America e sull'America ha prodotto report stupendi, vere chicche di giornalismo socioeconomico, sulla base di esperienze personali approfondite, e merita un grande plauso non ricordo invece che abbia mai raccontato di viaggi in Asia, e non vorrei che le meraviglie che racconta siano solo impressioni da lontano ugualmente se il sistema monetario alternativo di Hitler funzionava così bene, come mai tempo 3-4 anni ha dovuto scatenare una guerra mondiale? ah già....gliel'hanno scatenata gli altri...

 

  By: VincenzoS on Giovedì 03 Aprile 2014 12:51

x Gianlini mi sembra che lei ami invece circondarsi di tutt'altra gente, quindi non è che è leggermente contraddittorio? -------- giusta osservazione Gian, Zibordi è come il prete che dal pulpito predica: "Fate quel che dico, non fate quel che faccio". Se andasse a zappare la terra invece di giocherellare con il trading forse sarebbe credibile. Ma non a caso evita di parlare accuratamente dei milioni parassiti che infestano l'Italia perché lui stesso è parte della categoria. Se la prende solo con le banche forse perché non gli concedono un fido abbastanza elevato per i suoi giochi tradaioli. E tanto sparare sulle banche è lo sport di modo al momento. Non che esse siano esenti da responsabilità, ma le responsabilità maggiori stanno nel sistema politico, e quindi anche in chi vota certi partiti, che usa le banche per favorire gli amici degli amici. Io ho sempre lavorato nel settore hard e lo difendo a ragion veduta.

 

  By: gianlini on Giovedì 03 Aprile 2014 10:44

zibordi, certo che conosco bene il fatto che il modello germanico era in antitesi con quello anglo infatti mio padre, di genitori cresciuti in Austria, pace all'anima sua, andava su tutte le furie se mi vedeva aprire un sito di finanza, tipo Cobraf tutti ladri e gente che non ha voglia di far niente, quelli che si occupano di finanza, morbo di cui perfino la Germania a fine secolo è stata infettata anche se ancora marginalmente mio padre si vantava di non coltivare alcuna amicizia fra avvocati, commercialisti, economisti, finanzieri (Dio glie ne scampi!) ecc.ecc. proprio in nome della supremazia del modello teutonico hard rispetto a quello anglogiudaico soft mi sembra che lei ami invece circondarsi di tutt'altra gente, quindi non è che è leggermente contraddittorio?

 

  By: VincenzoS on Giovedì 03 Aprile 2014 08:44

x GZ ci si dimentica che sia nel 1914 che nel 1939 fu l'impero inglese a dichiarare guerra alla Germania, non la Germania a dichiarare guerra agli inglesi... ---- Sì, e Lei si dimentica che nel 1939, anzi già a partire da qualche anno prima, era stata la Germania ad invadere militarmente la Cecoslovacchia, l'Austria (gli austriaci non amoano affatto i tedeschi anche se parlano la stessa lingua) e la Polonia, quest'ultima spartita con i sovietici. Quando leggo certe cose penso che il posto giusto per Lei sarebbe stato Auschwitz, o Kolyma a scelta