Si Schianta Tutto

 

  By: alberta on Giovedì 06 Febbraio 2014 17:30

a storia di LEVIATHAN Oramai è certo, la tempesta perfetta arriverà, le prime saette cominciano a squarciare l’orizzonte. Il LEVIATANO del debito, la creatura mostruosa che la finanza apolide ha creato, RECLAMA il suo tributo di sangue. _________________________________________ Certo che sta diventando matematico, appena vengono fuori post del genere, comprare sulla apparente debolezza significa fare soldi CERTI......

 

  By: Roberto964 on Giovedì 06 Febbraio 2014 00:00

grazie Warren.... guarda che bel grafichetto mi ha appena girato Paolo Cardenà... Osservate bene il grafico: la deflazione dei Paesi avanzati li sta riportando nel baratro (da dove erano emersi, cioè)...se consideriamo il surplus cinese tremendo gli altri sono importatori netti da un bel pezzo...ad occhio direi dal 2010. Da sempre indico nel 2011 l'inizio del travaso dei furboni che ben sapevano, e con estrema precisione, cosa stava succedendo...il cerino che hanno passato brucerà senza sosta. Quello che non si capisce è che una deflazione laggiù significa FAME NERA e tumulti e default e guerra. Quei poveracci, ovvero la maggior parte di quelle sterminate popolazioni, se saranno costrette a deflazionare lo dovranno necessariamente fare sugli alimenti ...850 milioni di indiani sono a meno di un DOLLARO al giorno...150 milioni di cinesi sono pressapoco lì...il risveglio di LEVIATHAN sarà terribile

 

  By: farenheit on Martedì 04 Febbraio 2014 16:35

...."Questo ragionamento, inculcato abilmente in 50 anni dalle loro sfavillanti pubblicità, è entrato in ognuno di noi: in 7 miliardi di persone. Perché qualcuno abbia un bisogno è necessario provocarlo."..... ------------------------------------------------------------------------------------------- Boh, io allora sono un alieno, io manco la casa ho fatto col mutuo, anzi, gliel'ho praticamente finanziata io al costruttore, iniziando a pagarla alla stipula del compromesso, ben prima dell'inizio della sua costruzione e pagandola cash man mano che i lavori avanzavano. ovvio che mi sono fatto quella che mi potevo permettere e quando me lo sono potuto permettere (mia sorella, maggiore di me ancora se la deve fare dopo quasi 20 anni) Pensare di comprare a rate mi dà semplicemente l'orticaria, d'altronde l'unica cosa che nn puoi fare a meno ovvero gli alimentari non li vai a comprare col finanziamento di findomestic.

 

  By: warren1979 on Martedì 04 Febbraio 2014 15:57

complimenti roberto,non avevo mai letto su questo forum uno che riassume in una pagina tutto l' essenziale di quello accaduto al mondo in questi anni, e tutte le anomalie accadute. condivido in pieno........... il problema grosso e' che di persone come lei, ve ne sono 1 ogni mille......

 

  By: Roberto964 on Martedì 04 Febbraio 2014 10:51

La storia di LEVIATHAN Oramai è certo, la tempesta perfetta arriverà, le prime saette cominciano a squarciare l’orizzonte. Il LEVIATANO del debito, la creatura mostruosa che la finanza apolide ha creato, RECLAMA il suo tributo di sangue. La finanza amorfa e senza patria che governa il denaro e tutte le multinazionali planetarie ha spinto l’indebitamento privato (che dopo diventa pubblico) oltre ogni limite consentito e NESSUNO, né Stati, né Governi sovranazionali hanno fatto nulla per limitarla. Nel 1999, bill clinton, presidente USA allevato direttamente da questa entità adorante il DIO denaro, diede l’ultima spinta verso il TOTALE liberoscambismo: l’abolizione della legge Glass-Steagall che dal 80 anni resistiva e regolava in qualche modo una finanza impazzita. Adesso, i 35 anni di totale lasseiz-faire presentano il conto. Non avrai altro dio all’infuori del debito! Qualsiasi cosa tu voglia puoi averla: c’è un finanziamento o un mutuo che ti aspetta per soddisfare le tue voglie, anche quelle impossibili. Devi solo prendere a prestito un pezzo più o meno grande del tuo futuro, non importa di quale futuro, pagarci il GIUSTO INTERESSE, e potrai avere qualsiasi cosa, dalla villa con piscina al telefonino, dalla spesa alimentare alla crociera all-inclusive. Puoi entrare a tuo piacimento in qualsiasi ristorante, negozio, banca, assicurazione e ivi troverai la possibilità di indebitarti oltre le tue aspettative. E’ finito il tempo in cui devi aspettare di avere almeno una parte del tuo futuro già in tasca: è un comportamento antiquato. Puoi avere tutto e subito, perché aspettare? Questo ragionamento, inculcato abilmente in 50 anni dalle loro sfavillanti pubblicità, è entrato in ognuno di noi: in 7 miliardi di persone. Perché qualcuno abbia un bisogno è necessario provocarlo. Peccato che il futuro, spesso, non sia come lo immagini o come te l’hanno prospettato. Dal 1999, con l’abolizione di quella legge, fortemente voluta dal presidente Roosevelt nel 1933, atta a frenare e limitare l’indebitamento che portò il mondo ad un passo dal baratro nel 1929, il LEVIATANO ha cominciato via-via a diventare sempre più grande e forte. Più ci si indebitava da "questaparte" e più la manodopera sottopagata produceva da "altraparte": un’attrazione fatale a cui neanche Mao seppe resistere. La globalizzazione dei consumi realizzati tramite il debito è il massimo: la MIA multinazionale ti vende il MIO prodotto che la MIA finanziaria ti “aiuterà” ad acquistare accendendo un prestito su cui mi pagherai profumati interessi. Hanno creato il MASSIMO MONOPOLIO possibile camuffandolo da liberomercato. Le crisi economiche partono SEMPRE da un’esposizione debitoria verso l’estero troppo accentuata e fa specie sentire “questa volta è diverso”. Magari la forma o il modo è dissimile ma il risultato, ahimè, è SEMPRE lo stesso. LEVIATHAN si è svegliato. L’indebitamento planetario supera quantomeno TRE volte il PIL mondiale. Tutti vogliono tutto e subito: il miglior mondo possibile. Siamo qui apposta per soddisfare le vostre voglie! Dal ’99 in poi il debito comincia a moltiplicarsi, prende forma la “finanza creativa”: l’orgia è iniziata e GUAI a chi vuole limitarla. Intanto nella vecchia Europa viene messo a punto un terribile strumento di distruzione di massa: l’€uro. Si fa a gara per entrarci, saremo FINALMENTE tutti più ricchi e più liberi di…indebitarci. In tutta fretta si eliminano vecchie ed inopportune leggi che impedivano di accendere mutui oltre i 15 anni e che ti imponevano di avere almeno il 35% del tuo futuro già in tasca. In quelle economie con inflazione più alta entrano capitali freschi provenienti dal morigerato nord (protetti dalla rigidità del cambio e dalla bassa inflazione imposta dalla BCE) che abbassano i tassi d’interesse: l’orgia può FINALMENTE cominciare anche qui. Non si fa in tempo ad avere in mano le banconote-euro che scoppia la corsa al mattone: la gente non vede l’ora di potersi FINALMENTE indebitare con facilità e anche per 40 anni! L’agognato mutuo, adesso te lo danno anche per il 150% dell’importo: basta “gonfiare” un po’ la busta paga, un po’ il costo dell’immobile ed è fatta! Pensa, oltre la casa potrai comprarti il mobilio nuovo, la macchina nuova e se sei bravo anche la moto o una bella crociera per festeggiare l’evento. Pagherai per i prossimi 40 anni una rata di “soli” 1000 euro al mese, con un bel tasso variabile agganciato allo spread+euribor+cds+tds+nontelodico…praticamente un vero AFFARE! …..dove firmo? I PIL crescono costantemente ogni anno, le imprese, gli artigiani, i commercianti si indebitano a loro volta per accontentare la NUOVA ENORME richiesta, in fondo, per farlo, occorre SOLO qualche stupida firma. Addirittura diversi Stati riducono il loro rapporto debito/PIL. E’ DAVVERO il miglior mondo possibile. Evviva l’€uro! Da "altraparte", dove si lavora per un tozzo di pane e un bicchier d’acqua, si spinge al massimo la produzione, chiaramente, nel solito modo: anche lì occorre solo qualche stupida firma. Miliardi e miliardi di vil pecunia arrivano da ogni dove, alla ricerca della miglior remunerazione possibile, le materie prime schizzano verso vette mai raggiunte e per quelle genti, al tozzo di pane e al bicchier d’acqua si aggiunge la possibilità, finalmente, di contrarre debito! Poi, qualcuno (o molti) come al solito esagera e nel 2007 più di una GROSSA banca fallisce, si assiste alla corsa agli sportelli un po’ dovunque: il crack della Lheman Brothers riporta tutti sulla terra. La crisi dei sub-prime: immondizia impacchettata e venduta in forma e apparenza di lingotti d’oro. L’infezione è globale: gli USA (ma non solo) si vedono costretti a nazionalizzare diversi istituti di credito che avevano partecipato troppo entusiasticamente all’orgia. LEVIATHAN si stava svegliando. Il medicone della FED, tal ben bernanke, pensò bene di dargli un forte sonnifero: il QE, un anestetico a base di “allargamentodebitoriodegliusaalmondointero”, un potentissimo farmaco che SOLO gli USA possono usare. Per tramortirlo ce ne sono volute ben quattro DOSI, ogni volta più potenti. Come effetto collaterale portava il virus “capitaliliberati” a cercare nuovi organismi da infettare: quale miglior posto dell’Asia? Quattro miliardi e mezzo di possibili nuovi entusiasti clienti! Il farmaco era però sconosciuto in euro-pa, così si pensò bene di IMMOLARE sull’altare di LEVIATHAN i lavoratori dell’intero continente: con il loro SANGUE sicuramente il mostro si sarebbe calmato. A questo dio-oscuro furono dati in pasto dapprima i greci, i portoghesi e gli irlandesi, poi toccò a spagnoli e italiani, i francesi non vedono l’ora di offrirsi volontari e non si sa bene ancora quanti altri popoli dovranno essere sacrificati. I gran sacerdoti, chiamati figli di TROJKA, con a capo un drago alato se ne compiacciono enormemente poiché i loro emissari sono addirittura acclamati dalla stragrande maggioranza del popolo, un po’ come fanno i tacchini a Natale. I sacrifici imposti agli euro-pei non tardano a farsi sentire: quando si stringe la cinghia si sa, naturalmente, si risparmia anche sulla carta igienica. In euro-pa il virus “deflazionem” si propaga velocemente: esso si presenta con una forma virulenta di stitichezza indotta da avarizia sopraggiunta. Quel poco che avanza di quel pochissimo che si guadagna lo si tesaurizza. Detto virus varca gli oceani: in men che non si dica arriva ad infettare anche "altraparte", laddove il tozzo di pane potrebbe diventare qualche briciola e il bicchier d’acqua diventare si e no un sorso. Il “capitalelibero”, inseguito dal virus, fugge, cercando riparo da "questaparte" ma soprattutto torna dal medicone, alla ricerca disperata di una nuova, innovativa cura. Ma questa volta LEVIATHAN si risveglierà per sempre e per prima cosa berrà il loro sangue. (Perdonatemi la vena “burlesque”: non ho saputo resistere.) Stiamo assistendo alle prime schermaglie. La guerra valutaria in corso che vedrà una serie di default multipli, investirà prepotentemente l’intero pianeta. NESSUNO ESCLUSO. Questa volta se ne verrà fuori solo con una remissione planetaria del debito. Non vi è altra strada percorribile. Nell’antica Roma (ma non solo) era consuetudine che, una-tantum, per editto imperiale, i debiti venissero cancellati. Ciò accadeva per evitare guerre civili che una popolazione affamata e allo stremo avrebbe sicuramente causato. Erano degli stolti? A giudicare dai mille e passa anni in cui Roma è stata caput mundi direi di no. La più antica e conosciuta preghiera Cristiana, il Padre Nostro, tra le altre cose, dice chiaramente: “…RIMETTI A NOI I NOSTRI DEBITI COME NOI LI RIMETTIAMO AI NOSTRI DEBITORI…” Come si può rimettere il debito? Ai nostri giorni, giuridicamente, solo il FALLIMENTO chiude la partita dare-avere per SEMPRE. Roberto Nardella.

 

  By: defilstrok on Lunedì 03 Febbraio 2014 16:49

^Deutsche Bank: We've Created A Global Debt Monster#http://www.zerohedge.com/news/2014-02-03/deutsche-bank-weve-created-global-debt-monster^ ^Margin Debt All Times Highs#http://blog.kimblechartingsolutions.com/wp-content/uploads/2014/01/margindebtfishmouthspreadjan29.jpg^

 

  By: Adam on Mercoledì 29 Gennaio 2014 00:55

^Two top American bankers commit suicide in London as one jumps 500ft to his death from JP Morgan skyscraper and another hangs himself in luxury home#http://www.dailymail.co.uk/news/article-2547684/TWO-senior-American-bankers-working-London-commit-suicide-just-two-days-one-jumped-500ft-death-JP-Morgan-skyscraper.html^

 

  By: lutrom on Martedì 28 Gennaio 2014 22:32

Io ho sempre avuto il dubbio che la fine dell'URSS sia stata una disgrazia. Fino a che c'era paura di baffone gli operai li trattavano bene e nello stesso tempo ce la cavavamo bene anche noi imprenditori. Finita la paura che i nostri proletari seguissero l'esempio della rivoluzione d'ottobre allora le grandi imprese han rovinato sia il proletariato che i piccoli artigiani e imprenditori. ----------------------- Bravo, Paolo B! Purtroppo nessuno che dica: beh, c'è il debito pubblico, allora togliamo un po' di miliardi (inutili perché hanno anche loro solo una bocca per mangiare ed un solo buco per cacare...) al nano, a Bill Gates e compagnia plurimiliardaria cantando (soldi guadagnati sempre o con posizioni di ingiusto monopolio o con corruzioni ed inciuci politici vari)... E no, questo non si dice, invece si dice di aumentare le tasse ai poveracci che non arrivano a fine mese, e lo si fa senza problemi... L'altro problema è che il poveraccio (idiota), se piccolo imprenditore, ritiene di essere difeso dal nano-megaimprenditore (che invece è un suo nemico), oppure l'operaiuccio ritiene di essere difeso dal megadirettore del ministero con stipendio milionario o dal magistratone (nella cui famiglia, guarda caso, anche il cane ritardato mentale insegna all'università, come minimo), infatti secondo l'operaiuccio che campa con 800 euro al mese della Electrolux, il megadirettore ministeriale con stipendio milionario o il magistratone con cane che insegna all'università, è di sinistra e pensa al bene degli operai... E così tutti lo prendono nel cul., e vanno pure litigando sui forum per difendere nano e megadirigenti...

 

  By: traderosca on Martedì 28 Gennaio 2014 21:56

Dott Jose,sempre le solite cagate........gli industriali vogliono abbattare il 20% del costo del lavoro!!!! questo è un discorso un po' più sensato La svedese Electrolux, che produce elettrodomestici, avrebbe chiesto un taglio dello stipendio dei suoi dipendenti da 1.400 euro a 800. In caso di rifiuto trasferirà la produzione in Polonia e in Ungheria. In seguito è stato comunicato che il sacrificio è di minore entità. L'Electrolux ha 3.900 dipendenti in quattro stabilimenti: Solaro, Forlì, Susegana e Porcia. Quest'ultimo, vicino a Pordenone, sarà chiuso in ogni caso e le 1.200 maestranze licenziate. E' subito partita la canea dei sindacati, dei "ricatti occupazionali", del "comportamento inaccettabile", ma anche della "dittatura dei mercati" e della "Europa matrigna". Un pianto unico, lacrime di coccodrillo. C'è perfino chi si appella al Governo, a Zanonato e a Letta Nipote. Non è ancora partita una supplica a Napolitano reduce dalla Terra dei Fuochi e una raccolta di firme dei radical chic per lo Ius Electrolux. Questione di tempo. L'Electrolux leva le tende e taglia i salari e nessuno si chiede il perché. E' il segreto di Pulcinella e di Saccomanni, quello che passa il suo tempo dentro un tunnel ad aspettare la luce. L'Italia ha tra i più bassi stipendi d'Europa e il costo del lavoro più alto. Non è una contraddizione. Quasi tutto si perde per strada come in una conduttura bucata. Tra l'azienda e le maestranze c'è il pappone: lo Stato. Un'azienda paga circa 2,5 volte lo stipendio reale: 1,5 allo Stato, 1 all'operaio o all'impiegato. Per dare 1.400 netti Electrolux ne sborsa circa 3.500. Sarebbe logico e corretto quindi che in una situazione di difficoltà, lo Stato rinunciasse a parte dei suoi ricchi e ingiustificati introiti e non il dipendente. E sarebbe alquanto meritorio se lo Stato non spolpasse le aziende e i lavoratori con una tassazione immonda e cominciasse immediatamente a diminuirla per dare ossigeno all'economia reale. Perché un'azienda straniera dovrebbe venire, o restare, in Italia? Per pagare più tasse a uno Stato che dilapida buona parte dei suoi incassi di 800 miliardi all'anno? Se altrove il costo del lavoro è più basso, l'azienda andrà in Polonia, in Irlanda, in Romania, in Spagna e perfino in Germania. Quasi ovunque in Europa il costo del lavoro e le tasse sono minori, la burocrazia non è asfissiante come in Italia, la giustizia funziona meglio (in Italia ci sono 9 milioni di processi pendenti) e i servizi, a iniziare da quelli digitali, esistono veramente, non solo nelle pubblicità del governo. Electrolux dovrebbe tagliare lo stipendio allo Stato, non ai lavoratori. http://www.beppegrillo.it/

 

  By: Paolo_B on Martedì 28 Gennaio 2014 20:52

Io ho sempre avuto il dubbio che la fine dell'URSS sia stata una disgrazia. Fino a che c'era paura di baffone gli operai li trattavano bene e nello stesso tempo ce la cavavamo bene anche noi imprenditori. Finita la paura che i nostri proletari seguissero l'esempio della rivoluzione d'ottobre allora le grandi imprese han rovinato sia il proletariato che i piccoli artigiani e imprenditori.

 

  By: Vaicru on Martedì 28 Gennaio 2014 20:35

DOTT JOSE e' vero e' uno scandalo ! bisogna abbatterli almeno del 40%

 

  By: DOTT JOSE on Martedì 28 Gennaio 2014 19:39

l' Offensiva padronale contro il proletariato italiano non conosce limiti ne senso della vergogna ! La Confindustria di Pordenone coglie la palla al balzo per proporre una generalizzazione di questa ipotesi di accordo, con contratti d'impresa che abbattano del 20% il costo del lavoro. http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o42319:e1

 

  By: cavaliere on Martedì 28 Gennaio 2014 14:18

davide serra ‏@davidealgebris 13 h Electrolux prova a salvare lavoro e azienda con taglio salari.Oppure chiude come altre 300 mila aziende e aggiunge disoccupazione. Realtà.. l'amichetto di renzi

 

  By: pana on Lunedì 27 Gennaio 2014 07:30

e il Giappone affonda, alzano l'Iva e poi hanno un mostruoso deficit (112 miliardi !!!), hanno svalutato lo yen per far ripartire le esportazioni ma invece il costo delle importazion ienergetiche (denominate in una moneta comune globale nota con il termine dollaro)li stanno schiantanto e per oggi occhio agli Usa, la notizia di Justin Bieber arrestato per guida in stato di ebbrezza fara sconquassi... credete siano scemenze? vedrete vedrete

 

  By: Fibott on Domenica 26 Gennaio 2014 21:19

https://www.facebook.com/FibottRealTrades. Su questa mia nuova pagina potrai seguire tutti i miei trade in Real Time effettuati con tutti i tipi di opzioni sui mercati USA. Metti il tuo LIKE se desideri seguirmi.