Russia, Lettonia, Estonia, Bielorussia ed Ukraina

 

  By: Gano di Maganza on Giovedì 01 Gennaio 2015 16:38

#i##b#Giovanni-bg>#/b#"si deve uscire dall'euro perchè è l'unico modo per abbassare le tasse a tutti invece restando nell'euro le tasse sono destinate inevitabilmente ad aumentare sempre di più"#/i# Sono d' accordo con te. Hanno rincoglionito la Gloriosa Classe Operaia con la storia delle spese da tagliare, ma anche secondo me uno degli slogan giusti è proprio il taglio delle tasse che si potrebbe avere uscendo dall' Euro. Che il tema tasse troppo alte sia sentito lo ha dimostrato Renzi con i 40 euro di sconto fiscale in busta paga, che gli ha fatto avere il 40% dei voti alle europee. Quello che ora serve è il collegamento con l' uscita dall' euro. #i##b#Gianlini>#/b# "la gente pensa che le tasse siano troppo basse e non troppo alte! (...) le tasse sono troppo BASSE! (esclamerebbe la gente)"#/i# Gianlini, ma che hai la febbre e vaneggi??? :)))) Scrivere che agli italiani le tasse ora sembrano troppo basse sembra una barzelletta. Io sentirei cosa dice davvero "la gente". Del tipo: #b##i#"secondo voi Gian sta pisciando di fuori o la dice giusta che le tasse sono troppo basse (e che quindi andrebbero alzate un altro po')?"#/i##/b# Poi faccio il conto dei voti. ;-)

 

  By: Gano di Maganza on Giovedì 01 Gennaio 2015 16:23

...

 

  By: gianlini on Giovedì 01 Gennaio 2015 11:34

giovanni, perché mi dai del lei?? alla gente scocciano tutte quelle tassine locali tipo imu, tarsi, tares ecc.ecc. ma più che altro perché cambiano ogni anno e tempistiche e modalità non sono mai chiare ma per chi non possiede patrimoni immobiliari, sono tasse molto contenute; a pesare sarebbero quindi tutte le altre tasse ma tutte le altre tasse, per la stragrande maggioranza delle persone sono tasse occulte, spesso trattenute alla fonte, di cui non si sa niente; nessuno percepisce che siano così alte; ogni tanto ti parlano delle accise sul carburante, ma poi basta un ragazzino che sgommi un po' e subito pensi...vedi!? dovrebbe costare ancora di più! e secondo me lo slogan "meno tassi per tutti" suonerebbe sempre con un "ancor meno tasse per i furbi"!

 

  By: Giovanni-bg on Giovedì 01 Gennaio 2015 11:28

non posso pensare che tu sia così ingenuo da non capire che quello slogan non funziona perché la gente pensa che le tasse siano troppo basse e non troppo alte! ---------- Mi scusi ma in quale universo parallelo? Forse nella linea temporale in cui l'Italia non è stata ammessa nell'euro con la Grecia

 

  By: gianlini on Giovedì 01 Gennaio 2015 10:47

Giovanni, innanzitutto buon anno... non posso pensare che tu sia così ingenuo da non capire che quello slogan non funziona perché la gente pensa che le tasse siano troppo basse e non troppo alte! "abbassare le tasse"?? ma se già gli evasori non le pagano se non in minima parte! se già i servizi sono scarsi e non ci sono perché le tasse sono troppo BASSE! (esclamerebbe la gente) la maggioranza in Italia non è affatto a favore di un taglio di tasse, perché pensa che vada a favorire ancora di più i già favoriti "berlusconiani" (imprenditori, commercianti, liberi professionisti, evasori, truffatori e malandrini) peraltro, pochissima gente è capace di fare i calcoli di quante tasse pagano, per cui si tratta di uno slogan che avrebbe poco effetto; imho è anche il motivo per cui la proposta di Zibordi e Cattaneo di CCF non funzionerebbe a livello di proposta politica; la gente penserebbe che andrebbe a favorire solo i "soliti noti"

 

  By: Giovanni-bg on Giovedì 01 Gennaio 2015 09:55

Buongiorno e buonanno Dott. Zibordi il messaggio, lo slogan che può veramente fare la differenza e che mai nessuno ha usato (chissà perchè) e che distruggerebbe ogni eventuale contestazione (vedi Napolitano ieri sera... sigh!) è che "si deve uscire dall'euro perchè è l'unico modo per abbassare le tasse a tutti invece restando nell'euro le tasse sono destinate inevitabilmente ad aumentare sempre di più" Mi piacerebeb sapere perchè nessuno compreso Salvini e Grillo non è mai andato in tv a dire questa semplicissima cosa che capiscono tutti http://impresalavoro.org/scarica-i-grafici-paper-fisco-in-italia-alleuropa/

 

  By: GZ on Mercoledì 31 Dicembre 2014 18:40

ecco bravo, continua a vivere nel tuo mondo di Hobi e solo Hobi, che si scrive e si risponde da solo e si compiace di se stesso e di quanto la sa lunga....anche se fatica a scrivere un pezzo compiuto con un inizio, una fine e in mezzo una logica...

 

  By: hobi50 on Mercoledì 31 Dicembre 2014 18:37

Spiegare ancora non lo faccio proprio pero mi lasci divertire a prenderla per i fondelli ... Secondo quello che Lei ha spiegato ai somari che la leggano le cose dovrebbero andare in questo modo. La Banca Italiana deve fare pagamenti in Germania per 100 quando ha introiti per 50. Quindi sbilancio di 50. Allora chiama la banca d'Italia per farsi dare i 50 che non ha. La banca d'Italia va in BCE e accetta una liabilities nei confronti della BCE di 50 contro un finanziamento di pari importo. E' cosi' ,sumarun ? ..ma va ben la ...dicono dalle sue parti. Hobi

Tornare alla Lira... per aumentare la spesa pubblica! - GZ  

  By: GZ on Mercoledì 31 Dicembre 2014 18:19

Gano l'Italia, avendo poco debito estero (netto) in % del PIL (meno del 20%), PUO' E DEVE USCIRE DALL'EURO. Ma l'obiettivo del ritorno alla propria moneta non è che cosi si svaluta, che serve sicuramente a qualcosa, ma non serve molto. E meno che mai ritornare alla Lira deve servire per tornare ad aumentare la spesa pubblica. Lo sapete cosa dicono quelli che vengono intervistati ora come paladini del ritorno alla Lira ? Quello da cui copiano gli altri è sempre Bagnai, ma nessuno forse legge cosa scrive nel suo "modello" del ritorno alla Lira. Ci ha scritto che con la Lira si svaluterà solo del 20% (!) e che poi ^si potrà aumentare la spesa pubblica, di un 1% del PIL (e assumere più statali, mi sembra 100mila...)#https://ideas.repec.org/p/ais/wpaper/1405.html^ #ALLEGATO_1# (^leggi il suo articolo da pag 32 a 36...#http://www.asimmetrie.org/wp-content/uploads/2014/12/AISWP201405.pdf^, dice che il deficit lo aumenti solo dell'1% e quell'1% è di spesa pubblica) #F_START# size=3 color=blue #F_MID# Ovviamente, essendo l'aumento di deficit minimo, il ritorno alla Lira dovrebbe risollevare l'economia più che altro grazie all'effetto della svalutazione tramite export, che però dipende da tante cose e come mostrano i casi di Giappone e Inghilterra recenti empiricamente non è per niente certo. #F_END# Nell'articolo lo si stima molto elevato, mentre altri lo stimano molto più basso e va beh (chi vuole può leggersi queste stime e discussioni relative...). Di sicuro però Bagnai mette nel modello un bell'aumento di spesa pubblica dell'1%, grazie al ritorno alla Lira. Ehi, vuole tornare alla Lira per assumere più statali, cosa poi normale per un professore di sinistra. #F_START# size=3 color=blue #F_MID# Quindi, invece di aumentare il deficit dal 3 al 10% per ridurre le tasse di almeno 100 mld, vuole aumentarlo solo dell'1%, ma per aumentare la spesa pubblica...Per sua fortuna la gente non legge i pezzi lunghi e un poco complicati e si accontenta della bella polemica patriottica. #F_END# Qui in Italia tutto il discorso del ritorno alla Lira se ci fai caso, anche sul blog di Grillo, viene ispirato da Bagnai perchè scrive moltissimo e scrive bene. Ma questo immagina che la svalutazione sia solo del 20%, quando probabilmente sarà del 40%, che però anche se piccola farà aumentare il PIL da sola di molto, poi che si tenga il deficit pubblico sempre basso (al 4%) e aumentarlo, poco, ma solo di di spesa pubblica... Incredibile... E ridurre le tasse ? Almeno però il prof. fa lo sforzo di scrivere in modo abbastanza dettagliato come funzionerà secondo lui il ritorno alla Lira. La Lega e il M5S non hanno prodotto ancora niente, nessuno studio, nessun articolo che vada oltre le due paginette stile Blog e di solito imitano quello che scrive Bagnai, ma forse visto che scrive tantissimo lo leggono solo in fretta. #F_START# size=3 color=blue #F_MID#Siamo qui (su questo sito) per uscire dall'Euro ? Sicuro! Bisogna però motivarlo in modo convincente e se predichi che con la Lira puoi aumentare la spesa pubblica e svalutare finisce male. Anzi non comincia nemmeno, ci teniamo Draghi in eterno.#F_END# Syriza ad esempio, per me non è il massimo, ma ha scritto ora un piano di come vuole fare, ci sono i suoi economisti che spiegano con sufficiente dettaglio il loro piano di default controllato e il resto (non è tanto convincente, ma nelle condizioni della Grecia ha un senso, perchè la Grecia ha questo enorme debito in valuta estera...ecc..) Riassumiamo invece come si dovrebbe ragionare secondo logica sull'Euro. a) #b# svalutare ? OK, ma significa anche avere più inflazione e ridurre salari e pensioni reali#/b# ehi... questo lo ammettono tutti. Nei paesi con inflazione sotto zero, come adesso la Spagna e l'Italia, gli stipendi e le pensioni salgono in valore reale automaticamente. Mezza Italia si lamenta della crisi, ma l'altra mezza fa finta di niente perchè riceve il suo stipendio o pensione (o una bella rendita finanziaria) come prima e vede che compra di più con i suoi euro....Non raccontiamoci la balla che tutti stanno male. Ma questo vuole dire che svalutando e aumentando l'inflazione sposti la distribuzione del reddito a favore delle imprese, a prezzo però di ridurre il potere d'acquisto... Quindi l'effetto positivo della svalutazione tramite la Lira alla fine ci sarà anche come aumento di domanda..., ma non è molto certo e non è molto rilevante... b) #b# il problema vero e fondamentale sono in realtà le tasse al 53% del PIL che soffocano la domanda interna, non cercare di avere più domanda estera con la svalutazione....#/b# Inoltre tasse allucinanti come quelle di oggi riducono la produttività, perchè le imprese vedendo che c'è poca domanda e che l'utile se ne va in tasse non investono... #F_START# size=5 color=blue #F_MID#DEVI RIDURRE LE TASSE! SVALUTARE SERVE, MA POCO!#F_END# HANNO RAGIONE QUELLI CHE DICONO CHE SVALUTARE CON LA LIRA E FARE PIU' SPESA PUBBLICA (sia finanziata da debito, ma anche da moneta) NON E' LA SOLUZIONE ----- Bullfin ho partecipato a una dozzina di conferenze ed incontri su Euro, debito e crisi, scritto centinaia di post, dei report in PDF, scritto un libro, incontrato anche deputati e senatori del M5S a Bologna (c'è stato un incontro proprio con loro espressamente). Sono anche troppo attivo. Inoltre questo sito è letto in giro, mi sembra di più di blog i cui autori ho visto pubblicare sul Blog di Grillo credo che loro, come anche quelli della Lega o altri, si fidino della propria gente (quale non si sa, perchè non indicano i nomi di chi scrive) in Italia è a compartimenti stagni, quelli liberisti scrivono sui loro siti tipo FermareilDeclino/NoiseFromAmerika discutono tra di loro e così quelli di sinistra "alla tsipras" tipo Sbilanciamoci, Micromega..., Bagnai dialoga con i suoi lettori (filtrati), quelli della MMT vanno per conto loro, Borghi/Lega fanno i loro comizi o incontri, Rinaldi e Caracciolo i loro... quelli per il ritorno alla Lira si attaccano tra loro (Salvini/Grillo), ma non discutono assieme...il M5S non ha ancora indetto un singolo incontro, conferenza o convegno sul tema, solo post anonimi (e contenenti parecchi errori) #F_START# size=3 color=blue #F_MID#L'unico caso che abbia visto di discussione vera con contradditorio sull'Euro è stato quello dove Lippi e Boldrin sono andati da Bagnai a Pescara e ne sono usciti vincenti loro...Cioè, siamo messi bene...#F_END# ----- Hobi che due palle primo non si capisce mai bene cosa scrivi, secondo quando da un sistema bancario escono più euro di quanti ne entrano secondo te come fa a continuare a funzionare il sistema di pagamenti tra banche di paesi diversi ? Se dal sistema bancario italiano escono 100 mld e in quello tedesco entrano 100 miliardi, e i primi sono Lire e i secondo sono (l'equivalente in) Marchi ovviamente succede quello che accade ora in Russia e la Banca Centrale o liquida le riserve in valuta estera o alza i tassi o un misto dei due. Giusto ? In Russia sta succedendo questo no ? Bene, spiegami con le tue parole in modo che si capisca però, come diavolo succede che nel sistema dell'Euro invece NON CI SIA BISOGNO NE DI VENDERE VALUTA NE DI ALZARE I TASSI E LO STESSO SI POSSANO AVERE DEFICIT COMMERCIALI Forza, #b# spiega come funziona che dalle banche italiane o spagnole escono Euro, in quelle tedesche entrano Euro e lo stesso il sistema dei pagamenti tra banche italiane e tedesche continua a funzionare. E non c'è bisogno di alzare i tassi come fa la Russia adesso. Dai...#/b#

 

  By: hobi50 on Mercoledì 31 Dicembre 2014 18:09

"E' il meccanismo stesso dei pagamenti in Euro che è costruito in questo modo, se dall'Italia si paga all'estero più euro di quanti ne entrano le banche italiane per non rimanere senza riserve li chiedono alla Banca d'Italia la quale AUTOMATICAMENTE gira la richiesta alla BCE LA QUALE AUTOMATICAMENTE ACCREDITA LE RISERVE ". PANZANA COLOSSALE !! E la panzana e' esattamente qua ..la quale AUTOMATICAMENTE gira la richiesta alla BCE .. NON c'e' nessuna richiesta alla BCE dalle BCN per il semplice fatto che NON ESISTE NESSUNA POSSIBILITA' per le SINGOLE BCN di RICEVERE FINANZIAMENTI dalla BCE. I finanziamenti nel sistema della BCE sono SOLO quelli fatti dalle BCN alle singole banche dietro COLLATERALE. Anche Sinn(citato piu' volte in passato dal Dott. Zibordi ) che nel 2011 sollevo' la questione dei Target2,nel suo ultimo libro ( bellissimo che TUTTI dovrebbero leggere ..The Euro Trap ..) uscito nei primi mesi del 2014 ,fa una clamorosa marcia indietro. Le Target2 liabilities sarebbero base monetaria creata dalla printing press dei PIGS che va nei paesi core. Consiglio al Dott. Zibordi una errata corrige sul suo libro perche' ...rischia di fare una brutta figura. Hobi

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 31 Dicembre 2014 17:59

#i#GZ> "I MOVIMENTI DI CAPITALE sono più importanti di quelli merci e servizi (...) se ad esempio hai poco debito pubblico e bassi deficit pubblici per cui emetti pochi bonds questi sono molto richiesti e quindi ti arrivano movimenti di capitale speculativi (finanziari) che ti equilibrano loro la bilancia commerciale"#/i# E' vero. Ma per un paese come l' Italia, con una forte base industriale, un alto deficit pubblico e i BTP in mano soprattutto di italiani, si direbbe che la lira fosse molto più adeguata dell' euro.

 

  By: Bullfin on Mercoledì 31 Dicembre 2014 17:53

mica puoi obbligare gli altri a pubblicare quello che tu pensi si capisco, ma mi piacerebbe un ruolo piu' attivo da parte sua...comunque è una mia opinione, ovviamente Lei faccia pure quello che considera giusto...nel frattempo le faccio i migliori auguri di un buon anno..

 

  By: GZ on Mercoledì 31 Dicembre 2014 17:48

Gano #i# ...In condizioni normali, quando volevi acquistare merce tedesca, dovevi acquistare marchi, e per farlo vendevi lira che si deprezzava rispetto al marco, questo faceva aumentare di prezzo alle merci tedesche e riequilibrava istantaneamente la bilancia commerciale. Non solo, era anche un motore allo sviluppo perché allora ti giravi verso le merci nazionali. Era un sistema che si è evoluto in migliaia di anni di storia di relazioni commercali. Target2 è un prodotto fatto a tavolino che vorrebbe sostituire la saggezza di centinaia di generazioni: è destinato a fallire....#/i# ----- non è esattamente così, la bilancia commerciale non si equilibra automaticamente perchè importi più merci di quelle che importi e quindi si svaluta.... guarda Australia, Nuova Zelanda, Turchia, Gran Bretagna, USA... che per anni mantengono un deficit COMMERCIALE cronico, equilibrato da flussi di capitale attirati dal mercato immobiliare o da tassi di interesse più alti. Viceversa il Giappone per decenni ha avuto un surplus commerciale enorme nonostante un cambio sempre più forte e poi quando ha svalutato il cambio del -35% negli ultimi due anni il suo deficit commerciale non migliora... I MOVIMENTI DI CAPITALE sono più importanti di quelli merci e servizi e sono spesso distorti e distorsivi dell'economia di un paese l'errore che fanno quelli del ritorno alla Lira è parlare del tasso di cambio come di qualcosa che equilibra la bilancia commerciale, lo fa solo lentamente e parzialmente, se ad esempio hai poco debito pubblico e bassi deficit pubblici per cui emetti pochi bonds questi sono molto richiesti e quindi ti arrivano movimenti di capitale speculativi (finanziari) che ti equilibrano loro la bilancia commerciale

 

  By: GZ on Mercoledì 31 Dicembre 2014 17:42

ho visto comparire tre miei grafici sul Blog di Grillo ne deduco che forse leggono quello che scrivo qui o hanno guardato il libro (dove c'erano due dei tre grafici), ma si vede che si fidano di chi gli scrive questi post sull'Euro (che sono anonimi, per cui non sai chi sia) mica puoi obbligare gli altri a pubblicare quello che tu pensi

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 31 Dicembre 2014 17:35

#i#GZ> "L'Italia ha avuto deficit esteri solo dal 2004 al 2011 e abbastanza piccoli, di 40 mld l'anno in media nel momento peggiore. Ma non c'è niente nell'Euro che obblighi a fare austerità se hai un deficit estero, perchè anzi al contrario il sistema AUTOMATICO di pagamenti inter-bancario della UE garantisce che ogni deficit di un paese venga AUTOMATICAMENTE finanziato dalla Banca Centrale di un paese in surplus. E' il meccanismo stesso dei pagamenti in Euro che è costruito in questo modo, se dall'Italia si paga all'estero più euro di quanti ne entrano le banche italiane per non rimanere senza riserve li chiedono alla Banca d'Italia la quale AUTOMATICAMENTE gira la richiesta alla BCE LA QUALE AUTOMATICAMENTE ACCREDITA LE RISERVE "#/i# Non mi è chiaro. La BCE automaticamente accredita le riserve, è vero, ma questo crea un credito da parte del sistema bancario tedesco e un debito da parte del sistema bancario italiano. Questi debiti sono della consistenza di centinaia di miliardi e cominciano ora a fare paura. Per quello che ho capito del Target2 la BCE impone l' austerità a Italia, Portogallo, Spagna, Grecia proprio per invertire questo trasferimento di moneta e garantire la ripagabilità di questi debiti, con l' idea (malsana) che sotto austerità compriamo di meno, senza considerare il fatto che ci sviluppiamo anche di meno. In condizioni normali, quando volevi acquistare merce tedesca, dovevi acquistare marchi, e per farlo vendevi lira che si deprezzava rispetto al marco, questo faceva aumentare di prezzo alle merci tedesche e riequilibrava istantaneamente la bilancia commerciale, con un meccanismo di retro feedback negativo. Non solo, era anche un motore allo sviluppo perché allora ti giravi verso le merci nazionali. Era un sistema che si è evoluto in migliaia di anni di storia di relazioni commercali. Target2 è un prodotto fatto a tavolino che vorrebbe sostituire la saggezza di centinaia di generazioni. Per questo è destinato a fallire. Però fin dall' inizio il paragone dell' Italia con la Russia sull uscita dall' euro mi pare irrealistico. Se l' Italia esce l' euro finisce di esistere. Non ci sarà mai un' Italia nella Lira e un resto d' Europa nell' Euro. Se si esce avremo a che fare con la dracma, il franco, il marco, il fiorino... e allora sì che si ricomincia a ballare...