W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 13:41

Morphy,  non hai capito . Le persone anziché vedersi tassare tutta la busta paga preferiscono prendere una parte in nero.  Così gli si abbassa anche l'ISEE e ottengono tutta una serie di agevolazioni.  Magari come netto complessivamente  prendono anche di più. E il datore di lavoro non rischia di fallire per le troppe tasse.

Ti trovi nella situazione opposta alla sindacalizzazione di  cui parli. Gli interessi di datore e dipendenti si saldano.

 

"Hanno intervistato  un tizio ...50 60 euro giorno ". C'era il numero di telefono?? In genere quella è  la cifra che chiedono per la semplice uscita,  uno così è da contattare subito!!

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 13:50, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Lunedì 18 Novembre 2019 13:27

Morphy, sinceramente, ma perché non te ne vai a fanculo fuori dall'italia a sparare le tue coglionate assolute insieme a sgarbi e coglioni vari ?

 

qualsiasi lavoretto artigiano in posti civili tipo Londra viene fatto FATTURATO, è pieno di app con le quali chiami quello che ti serve idraulico imbianchino eletricista grattacoglioni ecc. ... è tutto fatturato e dichiarato, paghi con la carta, hanno tutti il cellulare che fa da pos (deve avere nfc), anche da noi ci sono le app in cui professionsiti vari possono offrirsi, localjob ad esempio, il lavoro deve essere pagato e fatturato regolarmente anche in Italia , lo fanno in tutti i paesi civili del pianeta, se vuoi vivere incivile in un paese di merda VAI FUORI DAI COGLIONI

 

sono stato sufficientemente chiaro imbecille ?


 Last edited by: lmwillys1 on Lunedì 18 Novembre 2019 13:29, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Lunedì 18 Novembre 2019 12:57

Gianlini, oramai io non ho più il polso della situazione, sono 12anni che non faccio più impresa. Ai miei tempi (diciamo) era così. Mi guardavo bene di far fare ore ai miei dipendenti che non fossero regolari (anzi difficilmente facevo pure ore straordinarie). Se è come dici tu le cose si sono gravemente degradate e la categoria di persone di cui hai fatto l'elenco, evidentemente si adattano a tutto pur di fare qualche ora di lavoro.

 

Questo però aggrava ancor di più la situzione intollerabile della disparità di trattamento a cui vengono sottoposte le varie fasce popolari. L'altro giorno guardavo un video sulla puntata di Non è l'Arena di Giletti. Invitati erano Sgarbi, Peter Gomez e poi una fika da capogiro che secondo me era un'economista dell'area Studio Leoni, donna molto concreta e con pochi sfronzoli di pensiero. La discussione girava attorno alla faccenda dell'evasione, degli idraulici e degli scontrini. La cosa che colpiva era vedere un Gomez espressione tonda del pensiero grillino che ora è uscito in tutta la sua chiarezza. Lotta alla piccola evasione. Tutto l'impianto logico dei 5S (rispetto a questo argomento) è questo: è vero, l'artigiano che guadagna in nero 1200 euro al mese evade poco, ma se li sommiamo tutti l'evasione è grande. Conclusione, ognuno nel suo piccolo deve pagare le tasse. Evidentemente questa è una conclusione talmente incredibile che si fa fatica ad accettare se non come parto di un cervello completamente in pappa. Hanno intervistato un tizio che tirava su 50 o 60 euro/giorno andando ad avvitare rubinetti e a sgorgare lavandini marci, che ammetteva che lui sbarcava il lunario in questo modo dando servizi completamente in nero. Ora pretendere che queste persone si mettano tutte in perfetta regola è una cosa che la può sostenere solo un topo di bibblioteca che ha visto l'economia solo attraverso i libri, che ha girato i le strade del nostro paese con Street View, e che non ha mai preso in mano un cacciavite in vita sua (probabilmente non ne nemmeno mai visto uno dal vero).

 

Al che la ragazza sveglia (non stupida come un qualsiasi grillino preso a caso) ad un certo punto ha fatto un sorrisino maligno nel mentre gomez sbrodolava le sue cazzate sull'evasione (come dire, ma che minchia dici, vai a prendere i soldi a questi morti di fame che sbarcano il lunario?); non l'avesse mai fatto! Ti sei visto gomez aggredirla verbalmente, brandendo la bandiera del patriottismo (io sono un patriota, blaterava il tapino, tu no vergognati...) e invitandola a lasciare il paese. A me ha fatto impressione veder come uno che si dichiara di sinistra (quelli che una volta difendevano i poveracci ma ora difendono solo le loro future gonfie pensioni) potesse alla fine inveire contro un povero artigiano napoletano che cercava con il suo nero di dar da mangiare alla propria famiglia, e pur con questo non facendola sicuramente navigare nel lusso.

 

La sinistra oggi è fatta da acculturati che sbeffeggiano e mal sopportano la povera gente priva di cultura (gli esseri inferiori insomma). Li avrei voluti vedere questi comunisti acculturati, in Cina ma al tempo di Mao, cioè quel tipo che i libri li bruciava nelle piazze e poi mandava l'acculturato alla rieducazione. Per fortuna uno dei tre invitati era Sgarbi che ha messo a posto il giornalista (si fa per dire) del Fatto, riempendolo di smisurati insulti alla persona

 

https://www.youtube.com/watch?v=ywZ8HttvIZI&t=1s

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 11:26

Morphy, prova ad affittare qualche bilocale, ma nella fascia bassa di prezzi. E vedrai cosa ti dice la gente (operai, camerieri, baristi,  facchini, autisti) della propria busta paga.

Fra gli immigrati,  di sindacalizzati ci sono giusto i senegalesi di qualcun metalmeccanica bresciana, tutti gli altri non sanno nemmeno cosa è il sindacato. Cavolo! Sei una persona intelligente,  perché ripeti a pappagallo quello che senti a Rete4??

 

Che Salvini sia accolto come un Messia non vuol dire niente. Anche i nonni e le zie che concedono tutto ai nipoti sono da questi visti meglio dei genitori che impongono regole e sobrietà! Ma mica per questo i genitori hanno torto. 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 11:45, edited 4 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Lunedì 18 Novembre 2019 11:15

Narra la leggenda che Mittal in persona oggi voleva venire in Italia.

I suoi legali glielo hanno impedito, potrebbe essere arrestato all'aeroporto.

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Lunedì 18 Novembre 2019 11:14

a proposito:

 

Governare l’economia con le manette

https://www.maurizioblondet.it/governare-leconomia-con-le-manette/


 Last edited by: XTOL on Lunedì 18 Novembre 2019 11:15, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Lunedì 18 Novembre 2019 10:39

Gianlini: "La stessa cosa avviene in tante aziende con meno di 10-15 dipendenti"

 

Qui al nord, nelle aziende difficilmente trovi operai non pagati regolarmente. E' un pò una leggenda, come quella che gli extracomunitari vengono pagati meno. Si guarda bene un'imprenditore dal mettere a rischio l'azienda per due spiccioli. Forse accadeva 30anni fa quando eravamo manifatturieri (nel vero senso della parola). Considerando che gli extracomunitari la prima cosa che fanno quando arrivano dai noi "con l'aereo" vanno subito a prendersi due tessere: quella del PD e quella del sindacato. Sono supersidacalizzati e sanno bene che in questo modo sono in prima fila per prendere i benefit (case popolari etc).

 

Per i bar non sono al corrente adesso, ma fino a 3 anni fa qui non esisteva bar che non avesse preso almeno una multa per uno scontrino non battuto. Io stesso sono stato fermato da due finanzieri in borghese appollaiati fuori a chiedermi lo scontrino della cosumazione; io risposi che non avevo consumato nulla, ma non mi credettero. Mi hanno fatto rientrare al bar ed è partito l'interrogatorio dove io mantenevo la mia posizione: non ho consumato un cazz (comunque una situazione penosa). Le bariste hanno preferito pagare la multa piuttosto di mettersi contro gli aguzzini: 300 euro (per un caffè). Tra l'altro adesso gli esercenti difficilmente non ti fanno lo scontrino dato che gli studi di settore gli impongono livelli di fatturato difficilmente raggiungibili.

 

Non ci si meravigli se poi Salvini nei suoi comizi (dalle nostre parti) viene atteso come il messia. I 5S hanno fatto la mossa giusta, si alleano con il PD e fanno la guerra degli scontrini. Mai vista una zappata sui piedi cosi forte in vita mia, intanto che c'èrano si potevano sparare nei maroni che facevano prima.

 

Ottima l'idea di Anti di pelare i fondi. Sicuramente questo governo andrà in questa direzione. Tremate fondi, tremate... brrrrr...

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 10:37

Le aziende sì.  Ma gli esercenti negozi non mi sembra proprio. 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Lunedì 18 Novembre 2019 10:05

Io ho assistito a 4 ispezioni, due di consob/bankitalia e due della finanza.

In un caso l'azienda e' stata commissariata e poi chiusa. Nel caso della guardia di finanza devo

dire che si tratta di gente molto preparata che bada piu' alla sostanza che alla forma.

E non e' nemmeno vero che ti multano a prescindere, se non trovano niente di sostanziale

non ti fan nemmeno la multa.

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 09:40

I controlli sugli esercenti fan ridere. Giusto a Rete 4 trovano qualcuno cui l'hanno fatto, poi glielo vanno a dire a Muschio che ne fa un caso nazionale. .

Ma voi avete mai assistito ad un controllo fiscale?? A me non è mai capitato, e dire che di caffè ne prendo anche cinque o sei al giorno! O chessò...dal barbiere... o  magari dal panettiere...

Ma secondo voi qualcuno va mai a controllare le decine e decine di negozi per unghie, sushi, parrucchieri, minimarket dei cinesi?

Mai capitato.  

 

Invece capita abbastanza di sovente nelle piccole medie imprese. A quasi tutti i piccoli medi imprenditori che conosco è capitato.


 Last edited by: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 09:47, edited 3 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Lunedì 18 Novembre 2019 09:37

Il mercato e' piu' forte dell'assessore,

a conti fatti gli eurobond gia' ci sono, se tagli il valore dei titoli di stato di una nazione,

partecipa alle pardite praticamente tutto il mondo (i mundialbond), cosi' imparano quelli

di blackrock a coprarsi i BTP "perche' danno un buon rendimento".

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Lunedì 18 Novembre 2019 09:34

'Una lancia la spezzerei solo per quelli di montagna come Bull'

 

'come Bull' spero proprio di no ... dipenderà dall'aria più rarefatta ?

:-)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Bullfin on Lunedì 18 Novembre 2019 09:26

anche quel 60% in mano agli stranieri.

 

 

si peccato che sia il 35% piu' o meno ma non importa i numeri per taluni sono optional....

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Lunedì 18 Novembre 2019 09:25

Io, padre di Venezia, Willis.

Una lancia la spezzerei solo per quelli di montagna come Bull, ma quando scendi  di altitudine.....

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Lunedì 18 Novembre 2019 09:24

Adesso si ricomincia a parlare di hair cut sui titoli di stato.

Ecco, lo facessero una volta per tutte, sarebbe un modo eccellente di fare la patrmoniale

all'insaputa di chi la paga, un bel 20% e hai fatto i 500 miliardi.

Tra le altre cose, essendo tutto nei fondi l'operazione sarebbe innocua, a conti fatti il

fondista si ritroverebbe la quota del fondo che vale il 3% in meno, capirai che sofferenza.

In questo modo pagherebbe anche quel 60% in mano agli stranieri.

Poi andiamo a scassare la minghia anche al fruttarolo qui sotto, sostituto d'imposta (e di ravanelli).